Menu

 

 

 

np6-6-28

Marco M. Lupoi annuncia una rivoluzione per le testate Marvel Panini Comics

In una lunga lettera aperta, il direttore editoriale di Panini Comics Marco M. Lupoi, ha annunciato una rivoluzione editoriale prevista per fine anno. In concomitanza dell'arrivo del rilancio Fresh Start voluto dal nuovo EIC della Marvel C.B. Cebulski ci saranno, infatti, una serie di novità. Le prime riguardano la riduzione del numero di testate, la volontà di presentare riviste il più possibile monografiche, l'introduzione di albi di 24 pagine, la nascita di spillati da fumetteria e maggior distanza fra uscita in edicola delle storie e ristampa in volumi dei cicli presentati.

Di seguito le parole di Lupoi:

"In primis, abbiamo sentito il bisogno di ripensare il numero delle testate regolari, riducendone leggermente il numero, ma soprattutto modificandone la struttura. Per anni siamo partiti dal contenitore (per esempio, un mensile che può avere in sommario tre storie e mezza) e lo abbiamo in vari modi colmato, spesso mescolando storie imprescindibili con altre di livello medio o discreto ma anche con storie indubbiamente di minor fascino, a volte mescolando personaggi dello stesso angolo di universo, altre creando accoppiate più o meno improbabili. Ecco, come regola cercheremo di presentare nelle collane regolari solo le testate principali, quelle più forti, mantenendo quanto più possibile il carattere monografico degli albi. Introdurremo un formato inedito in Italia (24 pagine più copertina) ma comune (e di successo) in Spagna, e quando ci saranno in un anno più di 12 uscite di un titolo, usciremo anche noi 14, 15 o 16 volte l’anno invece di proporre albi con foliazione maggiore. I titoli slegati dalla continuity li presenteremo in volumetti brossurati in vendita esclusivamente nelle fumetterie, e quelli dal taglio più autoriale continueranno come prima a uscire in cartonato nelle nostre collane per libreria, che tanto successo hanno avuto di pubblico e di critica. Davanti al progressivo declino della distribuzione in edicola (un canale in cui il numero dei punti vendita cala di mese in mese), per gli albi regolari faremo affidamento sempre più sul canale delle fumetterie. Per la prima volta faremo alcune collane regolari spillate solo per quel circuito, e lanceremo iniziative promozionali dedicate. Allo stesso tempo, prenderemo un impegno su un tema che sta a cuore a molti rivenditori: tutte le storie presentate nelle serie regolari spillate non usciranno ristampate in volume prima di 12-18 mesi dalla loro prima edizione. Per leggere in raccolta le prime storie dell’era Cebulski ci sarà quindi da aspettare almeno l’estate/autunno del 2020, e per quel lancio in volume stiamo pensando a formati e formule nuove, che “stacchino” con le ripresentazioni di Marvel NOW! e dei cicli successivi."

Altra novità, la riduzione del gap con le uscite americane a 4-5 mesi:

"Un altro impegno che abbiamo preso, e i cui risultati pensiamo siano già visibili, sarà la riduzione del gap temporale tra le nostre uscite e quelle negli USA. Alcuni anni fa siamo passati dai nove mesi “storici” di distanza a sette, e già quello fu un cambiamento epocale. Ora abbiamo in mente quota cinque mesi, con la tentazione di arrivare alla distanza minima possibile anche da un punto di vista tecnico, ovvero quattro mesi. In un mondo sempre più interconnesso, in cui le notizie viaggiano istantaneamente, aspettare troppo a lungo per l’edizione in lingua di un fumetto americano ha ormai sempre meno senso, e per questo il processo di catch-up – sia pure con tutti i problemi organizzativi che comporta – è ormai ineluttabile."

Infine, oltre a diverse iniziative promozionali e novità non ancora annunciate, Lupoi parla anche di un inevitabile aumento di prezzo:

"Non sfuggirà ai più attenti, leggendo Anteprima, che questo rilancio è accompagnato da un ritocco dei prezzi di copertina. Non ci nascondiamo dietro a un dito: sappiamo che arriva a un anno dal precedente. L’aumento incessante dei costi è un elemento chiave che abbiamo tenuto in considerazione; è soprattutto però la crisi della distribuzione in edicola, e in generale dell’editoria, a spingerci in questa direzione, per mantenere dritta la barra della nostra ammiraglia e poter continuare a proporre quelli che per noi sono i migliori comics del mondo (a un prezzo per storia ancora molto inferiore rispetto a quello della loro controparte USA). Sappiamo di chiedervi un sacrificio. E la speranza è quella di poterlo ricompensare con i fumetti più belli del pianeta, proposti nella confezione e nella modalità migliore."

Qui potete leggere la lettera completa scritta da Lupoi.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.