Menu

Friday 1-2, recensione: lo "young adult horror" di Ed Brubaker e Marcos Martin

Friday ICO

PER ACQUISTARE IL FUMETTO, CLICCA QUI. carrello

A volte ci viene il dubbio che scrivere un articolo su un nuovo fumetto di Ed Brubaker possa tramutarsi, alla fine, in un semplice esercizio di stile. Oppure che rappresenti una sorta di pausa da recensioni più impegnative, in cui lo sforzo per approfondire i vari aspetti di una pubblicazione o per metterne in luce pregi e difetti si dimostri sensibilmente maggiore. Questo perché, da quando l’autore di Criminal e Fatale (tra le altre cose, visto che la lista di opere da citare sarebbe lunghissima) si è allontanato da Marvel e DC, per dedicarsi a progetti creator owned, non ha praticamente mai sbagliato un colpo. Cosa aggiungere, quindi, che non sia già stato scritto, senza limitarsi a tessere le – pur meritatissime - lodi di colui che si contende, assieme a pochi altri, la palma di miglior sceneggiatore in attività del comicdom a stelle e strisce? Una domanda lecita, che, comunque, non ci ha impedito di mettere mano alla tastiera del PC ancora una volta, mossi dalla piacevolissima lettura offertaci dai primi due volumi di Friday, serie appena terminata negli USA, che lo scrittore del Maryland ha realizzato in coppia con il disegnatore Marcos Martin per Panel Syndicate, la piattaforma online fondata nel 2013 proprio dall’artista catalano.

Proposta in Italia nell’elegantissima veste con la quale Saldapress abbellisce molte delle sue nuove uscite, il fumetto prende il nome dalla protagonista della storia, Friday Fitzhugh, una studentessa di college dell’immaginaria cittadina di Kings Hill, nel New England, che, durante l’adolescenza, si dilettava a risolvere i misteri del luogo in compagnia del giovane Lancelot Jones. Con quest’ultimo, un ragazzo un po’ stravagante, ma dotato di una notevole intelligenza, formava un team apparentemente indissolubile, le cui scorribande diventavano, nella fantasia dei due, mirabolanti – e, a prima vista, inverosimili – avventure. Quando, però, Friday torna a casa per le vacanze natalizie, venendo subito trascinata dall’amico in un nuovo caso investigativo, cominciano inspiegabilmente a manifestarsi inquietanti fenomeni sovrannaturali, in qualche modo collegati a una visione che la ragazza aveva avuto poco prima di partire per il college.

Friday01 01

Nella postfazione al primo volume, Brubaker afferma di aver cercato di scrivere la storia di Friday fin dai suoi esordi da sceneggiatore, dopo essersi appassionato, proprio in quel periodo, ai romanzi di John Dennis Fitzgerald, Donald J. Sobol e, in particolare, Louise Fitzhugh (sfacciatamente omaggiata nel cognome della protagonista)  o, più in generale, a tutta la letteratura young adult (espressione in realtà un po’ vaga, che racchiude in sé molti sottogeneri, il cui unico punto in comune è l’avere come personaggi principali degli adolescenti, spesso coinvolti in vicende fuori dall’ordinario), ma di non essere mai andato oltre qualche timido tentativo a causa delle numerose scadenze da rispettare. Ciononostante, quando Martin lo contattò per chiedergli di lavorare assieme, si convinse che fosse finalmente arrivato il momento giusto. Un’opinione che, visto il risultato della loro collaborazione, non possiamo che condividere. Senza considerare, poi, quanto l’impossibilità del creatore del Soldato d’Inverno a dedicarsi prima a raccontare le vicissitudini della giovane investigatrice abbia contribuito alla qualità della serie, dato che solo uno scrittore ormai pienamente consapevole delle sue capacità – quale è attualmente il nostro Ed – avrebbe potuto imbastire una trama così avvincente, mostrandosi in grado non soltanto di ideare un’opera realmente ascrivibile al genere young adult (come da sua intenzione originale), ma anche di fare in modo che essa fosse perfettamente identificabile come un fumetto “alla Brubaker”. Quindi, quello che all’inizio sembra un comune teen mistery, assume in seguito i tratti di qualcosa di diverso, in cui l’autore riesce abilmente a inserire sia il torbidume dei suoi noir più famosi, che la sua passione per H.P. Lovecraft, ampiamente palesata in passato nella già citata Fatale, ma, in parte, pure nella successiva Kill or Be Killed. Inoltre, se c’è una dote che tutti riconoscono allo sceneggiatore statunitense è il saper caratterizzare i personaggi in maniera precisa e distintiva. Una qualità che in Friday viene esaltata ulteriormente dalla necessità di dover mostrare i protagonisti alle prese con il passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Brubaker gestisce tali incertezze sentimentali (e i turbamenti interiori che ne derivano) con naturalezza e semplicità, impiegandoli inevitabilmente a mo’ di intermezzo tra i tanti momenti drammatici che scandiscono la vicenda principale (la quale, come detto, assume spesso venature di horror puro).

Friday01 02

Di tutto ciò, per ora, dato il colpo di scena con cui si chiude il terzo episodio, a beneficiarne è sostanzialmente il personaggio di Friday, sebbene sospettiamo che lo scrittore americano abbia in serbo per Lancelot ancora parecchie sorprese. La ragazza diventa in breve tempo la voce narrante della storia, garantendo a Brubaker la possibilità di ricorrere ai suoi amati dialoghi in terza persona. Una caratteristica della letteratura hard boiled, per la quale l’autore di Dissolvenza a nero ha sempre manifestato una particolare predilezione, tanto da utilizzarla anche in opere in cui il noir c’entra poco o nulla (la spionistica Velvet, per esempio). Mai come questa volta, però – fingendosi furbamente ossequioso alle regole del genere - Brubaker si diverte a giocare con i lettori, confondendoli ad arte per lunghi tratti, per poi stupirli con rivelazioni che appaiono ovvie solo a posteriori. Inutile sottolineare quanto, cadere in tali trappole narrative, piaccia ai lettori stessi, ben consapevoli di essere lontanissimi dal clima disperante e dalla feroce rappresentazione dell’animo umano dei lavori più celebri dell’autore. E benché i “cattivi” vengano volutamente raffigurati in una maniera maggiormente stereotipata rispetto ai disillusi e meschini protagonisti delle sue crime story, la scrittura raffinata di Brubaker evita costantemente che la trama scivoli nella banalità.

Friday01 03

Che dire, infine, dei disegni di Martin? Qualcuno forse sarebbe stato curioso di vedere Sean Phillips (l’artista che, in questi anni, con poche eccezioni, ha dato vita a ogni parto della fervida mente dello sceneggiatore del Maryland) all’opera su Friday, ma il cartoonist inglese molto difficilmente sarebbe stato in grado di raggiungere la stessa potenza visionaria del suo collega catalano, in special modo nei numerosi passaggi onirici della vicenda, nei quali, oltretutto, è evidente il fondamentale apporto alla serie dei bellissimi colori di Muntsa Vicente. Martin costruisce le sue tavole seguendo alla perfezione il ritmo imposto da Brubaker, partecipando attivamente allo storytelling attraverso una selezione precisa delle inquadrature e dei dettagli. Così facendo, la tensione non cala mai di intensità e il racconto rimane sempre avvolto da un’atmosfera surreale e tenebrosa, che trasmette nel lettore un forte senso di inquietudine.   

Per il momento, gli ultimi tre episodi della serie sono disponibili solo su Panel Syndicate, ma la Image ha già annunciato l’uscita del terzo e conclusivo volume per i primi di agosto. Speriamo, quindi, che Saldapress non ci faccia attendere troppo per l’edizione italiana. L’astinenza potrebbe diventare intollerabile. 

Leggi tutto...

Universal Monsters: Saldapress pubblica i graphic novel targati Skybound

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Universal Monsters

Dracula, il mostro della Laguna Nera, Frankenstein e molti altri ancora: i nuovi graphic novel targati Skybound dedicati ai classici dell’horror in Italia con saldaPress

Arrivano in Italia per saldaPress i graphic novel prodotti da Skybound e dedicati agli Universal Monsters, vere e proprie icone dell’immaginario collettivo legato all’horror come Dracula, il mostro della Laguna Nera, Frankenstein e molti altri ancora.

Queste storie, affidate ognuna a grandi nomi del fumetto USA, offrono una nuova prospettiva sulle classiche pellicole di Universal, esplorandone il passato e il futuro o approfondendo particolari delle storie originali.

Come dichiara il direttore editoriale di saldaPress, Andrea G. Ciccarelli: 

"L'horror e il cinema hanno sempre avuto un ruolo di primo piano nella proposta editoriale di saldaPress. Portare finalmente in Italia questo importante progetto in cui i grandi autori scelti da Skybound omaggiano ed ampliano il mito dei mostri classici di Universal, significa confermare una scelta di qualità per la quale, da anni, i lettori premiano la nostra casa editrice".

Il primo appuntamento è fissato per ottobre con Dracula, un suggestivo graphic novel scritto dal pluripremiato sceneggiatore James Tynion IV e il disegnato da Martin Simmonds. Quest'opera, che ha visto Simmonds candidato a premio Eisner, fa rivivere con tavole di impatto pittorico il film classico del 1931 che ha consacrato Bela Lugosi nel ruolo archetipico del vampiro.

Nel 2025, sarà la volta di Creature Of Black Lagoon Lives! – l'interpretazione del Mostro della Laguna Nera a firma di Dan Watters, Ram V e Matthew Roberts,  seguita da Frankenstein, una reinterpretazione della storia del Dottor Frankenstein e della sua creatura, firmata da Michael Walsh.

Leggi tutto...

Esce per Saldapress Il cavaliere del drago di Emanuel Arioli e Emiliano Tanzillo

  • Pubblicato in News

È disponibile per Saldapress Il cavaliere del drago di Emanuel Arioli e Emiliano Tanzillo. Trovate di seguito tutti i dettagli e un'anteprima del volume.

PER ACQUISTARE IL VOLUME, CLICCA QUI. carrello

"Arriva in Italia per saldaPress Il cavaliere del drago, l’epico racconto scritto dallo storico medievalista, ricercatore della Sorbona, divulgatore e attore Emanuele Arioli e disegnato da Emiliano Tanzillo.

Già caso editoriale in Francia, Il Cavaliere del Drago, ripropone un testo perduto del Duecento, riportato alla luce proprio da Arioli dopo una personale ricerca bibliografica durata un decennio e che ha portato l’autore a svolgere ricerche nelle biblioteche di tutta Europa, per integrare i frammenti perduti della storia di Sivar (o Segurant) l'ultimo e dimenticato Cavaliere della Tavola Rotonda.

Una scoperta eccezionale, che il Centro Arturiano di Concoret, in Bretagna, ha scelto di celebrare dedicando una mostra permanente al fumetto Il Cavaliere Del Drago, e che ha fatto sì che Emanuele Arioli e Emiliano Tanzillo siano stati insigniti della Rosa D'Oro del Museo Cluny di Parigi e della cittadinanza onoraria della città di Concoret.

La trama

Partito alla volta della corte di Re Artù alla ricerca delle sue origini, il giovane Sivar scopre che Merlino è scomparso e Morgana, grazie alla sua magia oscura, sta per conquistare Camelot. Ha inizio così un’emozionante avventura dove Sivar, inseguendo un drago, si mette alla ricerca del Sacro Graal per tentare di salvare la Tavola Rotonda e fermare i piani della malvagia Morgana.

Il Cavaliere del Drago
di  Emanuele Arioli e Emiliano Tanzillo
112 pagine, colori, cartonato
€ 19,90"

Il Cavaliere del Drago 01

Il Cavaliere del Drago 02

Il Cavaliere del Drago 03

Il Cavaliere del Drago 04

Il Cavaliere del Drago 05

Leggi tutto...

Gli annunci Saldapress a Comicon Napoli 2024

  • Pubblicato in News

Saldapress ha annunciato al Comicon di Napoli le novità editoriali per la seconda parte del 2024. Trovate gli annunci qui di seguito con tutte le immagini nella gallery in basso.

"Durante il panel di venerdì 26 aprile saldaPress ha annunciato quelle che saranno alcune delle novità per il secondo semestre del 2024.

L’annuncio forse più atteso della casa editrice è quello legato a ENERGON UNIVERSE, l’universo condiviso targato Skybound su licenza di Hasbro, con protagonisti i celebri personaggi dei media franchise Transformers e G.I. Joe. Insieme a loro, quelli di Void Rivals, la nuova serie originale disegnata da Lorenzo de Felici e scritta da Robert Kirkman, alla guida dell’intero progetto Energon Universe.

La pubblicazione in Italia dell’Energon Universe partirà a settembre con Void Rivals, seguito a ottobre dal debutto della serie Transformers scritta e disegnata da Daniel Warren Johnson, record di vendita negli USA con oltre 150.000 copie vendute del #1 al lancio.

A novembre verrà introdotto nell’Energon Universe il primo dei personaggi del mondo di G.I. JOE con Duke, volume unico scritto da Joshua Williamson e disegnato Tom Reilly, seguito a dicembre da un altro personaggio iconico del franchise, Cobra Commander, in volume unico scritto da Joshua Williamson e disegnato da Andrea Milana.

Venendo invece alle uscite legate alle collane già consolidate, per Maèstro arriveranno due titoli di grande caratura. Il primo, previsto a giugno, è Il Cavaliere del Drago, scritto dallo storico medievalista, divulgatore e attore Emanuele Arioli e disegnato da Emiliano Tanzillo. Già caso editoriale in Francia, Il Cavaliere del Drago ripropone un testo perduto del Duecento, riportato alla luce proprio da Arioli dopo una personale ricerca bibliografica durata un decennio, e narra le gesta di Segurano il Bruno, uno dei protagonisti dimenticati del ciclo di Re Artù.

Sempre per la collana Maéstro a settembre farà il suo esordio È successo un guaio un’altra attesissima uscita italiana prodotta da saldaPress, la nuova serie scritta e disegnata da Lorenzo Palloni. Ambientata in un paese molto vicino all’Italia che conosciamo, È successo un guaio segue le vicende della “Hari investigazioni” e, attraverso i casi criminali sui quali investiga, affronta anche i problematici rapporti interpersonali della famiglia che ne è titolare. Muovendosi tra Il giallo e il noir sociale, la serie firmata da Lorenzo Palloni mira a raccontare l’Italia dei nostri giorni con narrazioni sempre in bilico fra dramma e leggerezza, violenza e un certo grado di umorismo.

Per quello che riguarda la sezione manga del catalogo della casa editrice, a giugno arriverà in Italia Ho creato una principessima, un romantico e divertente manga già trasposto in un anime di grande successo disponibile su Crunchyroll con il titolo I’m giving the disgraced noble lady I rescued a crash course in naughtiness. Ho creato una principessima è una storia fantasy in cui lo scrittore Sametaro Fukata (autore della serie di light novel dalla quale il manga è tratto) e il disegnatore Ichiho Katsura creano per il lettore un irresistibile gioco di strategici inganni e dolci cattiverie che aiuteranno la protagonista a ritrovare la propria libertà.

A ottobre si aggiungerà anche la serie seinen yuri Insegnami a fare un manga (Manga No Tsukurikata), una storia d’amore ambientata nel mondo di chi scrive e disegna manga, firmata dalla popolare autrice Auri Hirao (di cui saldaPress sta già pubblicando la serie Se la mia idol preferita arrivasse al Budokan morirei) che, mescolando amore, arte e industria dei manga, gioca in modo intelligente con gli elementi della commedia sentimentale.

Sempre a ottobre uscirà il primo dei due volumi di Aka x Kuro, la nuova opera del maestro del manga Atsushi Kamijo. Caratterizzato dal tratto elegante di Kamijo, in Aka x Kuro la bellezza e la violenza si incontrano per aiutare il protagonista – un giovane boxeur – a trovare la propria strada e una nuova consapevolezza di sé.

A ottobre anche la “Brubaker Library” di saldaPress si arricchirà di un nuovo titolo con il graphic novel Dov’era il corpo, l’opera più recente firmata da Ed Brubaker e Sean Phillips. Una casalinga trascurata. Una ragazzina che crede di essere un supereroe. Un poliziotto che vuole solo essere lasciato in pace. E un investigatore privato che cerca una ragazza in fuga. Queste storie si incrociano, durante una fatidica estate del 1984, dando vita a un thriller corale fatto di segreti e tradimenti che parla al lettore di passato, nostalgia e perdita.

Sempre per restare nell’ambito del fumetto d’autore, a ottobre è in arrivo Le lanterne di Nedzu, un singolare viaggio dentro l’ossessione sospeso tra la fiaba notturna, l’intreccio amoroso e il racconto di fantasmi. Un’opera scritta e disegnate dal designer e illustratore Rui Tenreiro che guarda tanto all’orrore dei manga di Junji Ito quanto alla raffinata sensualità delle stampe giapponesi.

Venendo alle novità del grande fumetto targato USA, da ottobre sarà disponibile Wytches, di Scott Snyder e Jock, uscito in America per Image. Wytches è una sorprendente storia in sei parti (arricchita da un capitolo finora inedito in Italia) prossima a debuttare come serie animata prodotta da Netflix, che reinterpreta e ribalta uno dei miti più antichi e radicati nell’inconscio collettivo: quello delle streghe.

A luglio al catalogo saldaPress si aggiungerà anche una nuova storia autoconclusiva di Godzilla dal titolo Guerra per l’umanità, in cui farà il suo esordio Zoospora, un nuovo terrificante kaiju.

Per quanto riguarda i finali di serie, a giugno arriveranno Nocterra vol. 3, la serie fanta-horror scritta da Scott Snyder e disegnata da Tony S. Daniel, e Vanish vol.2, di Donny Cates e Ryan Stegman."

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS