Menu

 

 

 

 

Wonder Woman vietato in Libano per via della nazionalità israeliana di Gal Gadot

Il Ministero dell'Economia e del Commercio del Libano ha ufficialmente vietato la proiezione della pellicola Wonder Woman (qui la nostra recensione) per via della nazionalità israeliana di Gal Gadot e del suo supporto ad Israele nella lotta contro il terrorismo di Hamas nella questione Israelo-Palestinese. Libano e Israele da diverse decadi sono impegnati in una tregua armata sempre sul filo del rasoio, con tensioni socio-politiche sempre alle stelle.

Vige difatti una legge in Libano per vietare e boicottare i prodotti israeliani ed è necessario un voto di 6 ministri per bloccarne la diffusione e, in questo caso, la proiezione. Così è stato, quindi niente spettacolo nei cinema libanesi, ma le copie pirata circolano già nel paese.

Ricordiamo anche che Gadot è stata incoronata Miss Israele 13 anni fa, oltre ad aver prestato servizio nelle forze armate come da obbligo di legge.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.