Menu

 

 

 

 

La DC annuncia che il nuovo Superman è bisessuale

  • Pubblicato in News

DC Comics ha annunciato che il nuovo Superman, Jon Kent, è bisessuale. L'editore afferma che la sua sessualità sarà rivelata in Superman: Son of Kal-El #5 del 9 novembre.

"Ho sempre detto che tutti hanno bisogno di eroi e tutti meritano di vedere se stessi nei loro eroi e sono molto grato che DC e Warner Bros. condividano questa idea", afferma nell'annuncio lo sceneggiatore di Superman: Son of Kal-el Tom Taylor. "Il simbolo di Superman è sempre stato sinonimo di speranza, verità e giustizia. Oggi quel simbolo rappresenta qualcosa di più. Oggi più persone possono vedersi nel supereroe più potente dei fumetti".

Introdotto originariamente in Convergence: Superman #2 del 2015, Jon Kent ha assunto il ruolo di Superman dopo che suo padre, il Superman originale, ha deciso di concentrarsi su eventi extraterrestri come la recente saga Warworld su Action Comics. La sessualità di Jon è stata accennata nei precedenti numeri di Superman, Son of Kal-El grazie all'attrazione per un collega giornalista di nome Jay Nakamura.

Secondo la DC, Kent e Nakamura diventeranno una coppia su Superman: Son of Kal-El #5.

"Non potremmo essere più orgogliosi di raccontare questa importante storia di Tom Taylor e John Timms", afferma Jim Lee, DC CCO/publisher. "Parliamo molto del potere del Multiverso DC nella nostra narrazione e questo è un altro incredibile esempio. Possiamo avere Jon Kent che esplora la sua identità nei fumetti così come Jon Kent che scopre i segreti della sua famiglia in TV su Superman & Lois. Esistono nei loro mondi e tempi, e i nostri fan possono godersi entrambi contemporaneamente".

La conferma dell'identità sessuale di Jon segue a breve quella di un altro eroe DC adolescente, Robin (Tim Drake), che si è rivelato queer in Batman: Urban Legends #6 di agosto.

superman son 5 1

superman son 5 2

superman son 5 3

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

La Marvel annuncia l'evento Dark Ages

  • Pubblicato in News

La Marvel ha annunciato l'uscita per settembre del primo numero di Dark Ages, una nuova miniserie evento scritta da Tom Tayler e disegnata da Iban Coello.

"Il mondo fuori dalla tua finestra... sta per finire" riporta l'editore. La domanda a cui rispondere è: "chi eri quando le luci si sono spente?"

Preannunciata nel Free Comic Day: X-Men dello scorso dicembre e da una serie di misteriosi teaser, questa nuova miniserie vedrà eroi provenienti da ogni angolo dell'Universo Marvel unirsi contro una nuova minaccia e fallire. La loro sconfitta introdurrà un'era piena di perdite strazianti e la posta in gioco sarà sempre altissima. Mentre il mondo si rialza, i lettori incontreranno nuove affascinanti versioni dei loro eroi preferiti mentre combattono per superare ostacoli insormontabili e ridare speranza all'universo.

"Sono entusiasta di collaborare con il brillante Iban Coello su una delle storie più epiche in cui sia mai stato coinvolto", ha dichiarato Taylor. "Dark Ages della Marvel è una storia diversa da tutte quelle che abbiamo raccontato prima. Tutto prende il via con la scioccante rivelazione di ciò che l'Osservatore stava aspettando. Un pericolo più antico della Terra minaccia ogni cosa. E per una volta, gli eroi che hanno salvato il pianeta più e più volte si ritrovano quasi completamente impotenti di fronte ad esso. X-Men e Vendicatori si riuniranno. "Uomini Ragno" e Fantastici Quattro si uniranno. Gli Eroi in Vendita combatteranno al fianco dei Champions. Ma niente di tutto questo sarà abbastanza. Le luci stanno per spegnersi... per sempre".

Di seguito la cover di Dark Ages #1 in uscita il 1° settembre.

darkages2021001 cov

Leggi tutto...

Hellblazer: Ascesa e Caduta #1, recensione: il vecchio caro John Constantine

hellblazer ascesa e caduta 0

Il 2020 appena trascorso, annus horribilis per gran parte dell’umanità, è stato prodigo di iniziative dedicate a John Costantine. Tra l’annuncio di un serial a lui dedicato dalla piattaforma di streaming Hbo Max, e il successo di critica dell’ottima, ma prematuramente cancellata, nuova iterazione di Hellblazer scritta da Simon Spurrier, non si può dire che lo stregone col trench se ne sia stato con le mani in mano. A smorzare la delusione dei fan per la chiusura della nuova testata dopo soli dodici numeri, è arrivata infine Hellblazer: Ascesa e caduta, miniserie di 3 numeri uscita per l’etichetta Black Label, linea editoriale dedicata ai prodotti della DC Comics pensati per un pubblico maturo. Scritta dall’astro nascente Tom Taylor per i disegni del veterano Darick Robertson, la mini pesca a piene mani nelle atmosfere tipiche delle avventure di Costantine, con l’ambizione di presentarlo ad un pubblico nuovo.

hellblazer ascesa e caduta 1

Il desiderio di fornire un agevole punto d’ingresso ad eventuali nuovi lettori è evidente già dall’inizio della storia, che ripercorre la nascita traumatica di John Costantine, culminata con la morte della madre. John cresce con un padre alcoolista e, per evadere dalla squallida realtà domestica, sviluppa ben presto una fascinazione per l’occulto. È proprio durante un esperimento di magia, nel quale John coinvolge i suoi amici Billy e Aisha, che qualcosa va storto segnando irrimediabilmente l’infanzia del trio. Ed è a questo triste episodio ormai lontano nel tempo che, forse, è legata la strana catena di omicidi che sta funestando Londra ai giorni nostri. Un’inquietante serie di miliardari e personaggi politici in vista che cadono dal cielo sfracellandosi al suolo, tutti con ali d’angelo attaccate alla schiena. Toccherà ad Aisha, diventata ispettrice di polizia, indagare sulla bizzarra serie di delitti, aiutata da un John Costantine pronto, come sempre, ad emerge dall’ombra con la sigaretta accesa.

hellblazer ascesa e caduta 2

In questa prima uscita di Hellblazer: Ascesa e Caduta, Tom Taylor dispone sul tavolo tutte le carte tipiche di quel mazzo che costituisce la quintessenza di una storia di John Costantine. Il carisma del protagonista innanzitutto, il superficiale, iconoclasta e sarcastico bastardo dal cuore tenero che tutti conosciamo, e poi la minaccia soprannaturale e la critica sociale spietata che è l’ingrediente principale di ogni storia di Hellblazer che si rispetti. L’obiettivo, piuttosto evidente, è quello di dare un vestito “mainstream” ad una serie e ad un personaggio che sono sempre stati considerati di nicchia, dotandolo  dei disegni di una star consolidata come Robertson, esaltati ulteriormente dal formato gigante della linea Black Label. Il difetto più grande di tutta l’operazione è il suo svolgimento a tratti pedissequo e didascalico, che potrebbe offrire un non indifferente senso di déjà vu ai lettori di vecchia data. Quelli nuovi, invece, non mancheranno di essere catturati dalla irresistibile caratterizzazione di Costantine fornita da Taylor, che si riallaccia alla tradizione classica di Hellblazer dando ad alcuni personaggi secondari i nomi di creativi che hanno fatto la storia della collana, come Jamie Delano e Steve Dillon.

hellblazer ascesa e caduta 3

Sul fronte grafico, il nome di Darick Robertson non ha certo bisogno di presentazioni. Il disegnatore di cult come Transmetropolitan e The Boys si scatena in tavole intrise tanto di humor quanto di horror. L’arte di Robertson è un’aggiunta ideale al nutrito e prestigioso pantheon degli illustratori di Hellblazer, grazie ad un tratto robusto che sa coniugare registro grottesco, gusto per l’ironia e la muscolarità mutuata dalla lunga militanza dell’artista nel fumetto di supereroi. La palette di colori di Diego Rodriguez, che oscilla tra lo scuro e il livido, contribuisce ad alimentare le venature horror dell’intera vicenda.

La riuscita di questo primo numero di Hellblazer: Ascesa e Caduta si gioca tutto sulla diversa percezione che ne avranno i lettori che vi si approcceranno. I nuovi estimatori delle gesta di John Costantine ne rimarranno sicuramente catturati, mentre i suoi vecchi supporter avranno l’impressione di essere tornati nel pub preferito della loro giovinezza per bere una birra in compagnia di un vecchio amico.

Leggi tutto...

Tutte le nuove testate e i team del rilancio di Superman

  • Pubblicato in News

Come noto, la DC sta progettando un rilancio delle testate di Superman dopo la fine della run di Brian Michael Bendis. Ora abbiamo, finalmente, il quadro completo di cosa accadrà da luglio in poi.

Phillip Kennedy Johnson, attualmente alle redini sia di Superman e Action Comics, proseguirà a lavorare su quest'ultima insieme al disegnatore Daniel Sampere mentre la prima testata ripartirà dal numero 1 ma con il titolo Superman: Son of Kal-El. Come si evince, protagonista di questa nuova serie sarà Jon Kent, figlio di Clark Kent e Lois Lane.
Ai testi troveremo lo sceneggiatore Tom Taylor (Nightwing, Suicide Squad, Injustice) e l'artista John Timms (Young Justice). La serie inizierà affrontando le paure di Jon per la morte di suo padre, che, secondo i suoi amici del futuro della Legione dei Supereroi, potrebbe accadere molto presto. "È ora che il figlio indossi il mantello di suo padre", afferma il comunicato stampa della DC, "e continui la battaglia senza fine come simbolo di speranza per il suo pianeta natale".

Sempre a luglio uscirà il primo dei 4 numeri di Superman & The Authority ad opera di Grant Morrison, Mikel Janin e Jordie Bellaire, di cui vi abbiamo già parlato qui.

Infine, come vi avevamo già riportato, Tom King e Bilquis Evely saranno gli autori di Supergirl: Woman of Tomorrow, miniserie composta da 8 albi.

Superman: Son of Kal-El #1 arriverà sugli scaffali il 13 luglio, Superman and the Authority #1 e Supergirl: Woman of Tomorrow #1 il 20 luglio e Action Comics #1033 il 27 luglio. Di seguito le cover degli albi.

D7vRGP73eUgH47ygF9W2jQ 970 80

dGeULu44wHd26M6YPuviqQ 970 80

 2FY2cjGRFvnuPVwJEZn2wQ 970 80

H7TWEpxDv7xQAqfuhKsn7R 970 80

ACTIONCOMICS Cv1033

ACTIONCOMICS Cv1033 var

ACTIONCOMICS Cv1033 1in25 var

superman and the authority cover

SMATA Cv1 1in25 var

supergirl woman of tomorrow

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.