Menu

 

 

 

 

Ecco Hulk e l'A-Force post Secret Wars

  • Pubblicato in News

Se la giornata di ieri è stata caratterizzata dagli annunci delle nuove serie, e dei rispettivi team creativi, degli Avengers e dello Squadrone Supremo, oggi è la volte di Hulk e di un altro team che sta riscuotendo un ottimo successo, A-Force.

È stata annunciata, via Comicbook, la nuova serie del Gigante di Giada. A tal proposito dobbiamo registrare il gradito ritorno, nello scenario "All New, All Different" dell'Universo Marvel, di Greg Pak, autore della saga Planet Hulk, e dell'artista Frank Cho.

Grande attesa ed interesse desta la misteriosa identità del nuovo Hulk, di cui Pak non ci anticipa nulla. Dopo una telefonata dell'editor Mark Paniccia, "eccomi di nuovo qui a scrivere di Hulk. Si tratta di un Hulk completamente nuovo con un differente background e differenti motivazioni, che ci offre la possibilità per nuove folli storie e temi che mai avrei immaginato di introdurre prima. Saranno storie immerse nella tradizione delle storie del personaggio che ho amato e alle quali ho contribuito per anni. Ma allo stesso tempo sono completamente diverse. È una grande opportunità, una di quelle alle quali non puoi dire no".

Questo nuovo Hulk, a differenza dell'originale, a.k.a. Bruce Banner, "ama essere Hulk, e questo potrebbe creare dei seri problemi a lui e, a tutti gli eroi e cattivi che entreranno in contatto con lui". Nell'immagine promozionale realizzata da Cho il volto è tenuto volutamente nascosto, anche se l'auore ci conferma che già nella prima uscita l'identità sarà resa nota.

Ovviamente, il mistero che avvolge il destino di Bruce Banner terrà banco tra le pagine della serie. "Amo quel ragazzo, ho scritto storie su di lui per anni, e abbiamo alcune importanti rivelazioni su ciò che gli è accaduto". Sulle pagine di Totally Awesome Hulk si alterneranno anche supereroi del calibro di Spider-Man, She-Hulk e un personaggio che è stato menzionato ma non è ancora apparso. Mentre il ruolo del cattivo sarà ricoperto da una donna, anch'essa ancora sconosciuta.

Dicevamo dell'A-Force, gruppo tutto al femminile che continuerà la sua avventura narrativa anche nella nuova dimensione dell'universo Marvel post Secret Wars. L'annuncio, diffuso via Glamour conferma la presenza di G. Willow Wilson ai testi, accreditato come autore unico (nella serie in corso di pubblicazione negli USA è affiancato da ai testi da Marguerite Bennett).

Il nuovo team sarà composto da She-Hulk, Medusa, Nico Minoru, Dazzler, Captain Marvel e la nuova leva Singularity.

Leggi tutto...

Frank Cho, anche Wonder Woman alla "Manara" e omaggio di Leo Ortolani

  • Pubblicato in News

Vi abbiamo parlato abbondantemente della polemica riguardo la Spider-Gwen di Frank Cho alla "Milo Manara". Lo stesso Cho, ormai, ci ironizza divertito postando un'ulteriore immagine con Wonder Woman nella stessa posa:

Wonder Woman sketch cover - Manara parody."OMG! Frank Cho drew another comic book character for fun in a pose I don't...

Posted by Frank Cho on Mercoledì 15 aprile 2015


E, dopo che Rob Liefeld ha mostrato la sua solidarietà a Cho, anche Leo Ortolani decide di schierarsi con il buon Frank e sul suo blog lo omaggia con il seguente disegno.

choortolani

Leggi tutto...

Polemica Cho/Spider-Gwen: la parola a Rob Liefeld

  • Pubblicato in News

A seguito del tweet, per così dire, particolare di Robbi Rodriguez, che invitava Frank Cho (colpevole a suo dire di aver fatto una sketch cover inopportuna di un personaggio da lui co-creato, Spider-Gwen) a stargli alla larga, il disegnatore è tornato sull'argomento tramite un messaggio sul suo profilo Facebook.

"Fatemi dire, per cominciare, che non era una minaccia fisica. Fidatevi, molti altri professionisti del settore avrebbero fatto la stessa cosa. Comunque non mi rimangio ciò che ho detto: è una mia opinione sulla vicenda, prendere o lasciare. Quel tipo di immagine ha il suo pubblico e i suoi riferimenti e se vi piace non commettete un errore. Io adoro buona parte delle opere di Milo Manara, penso siano storie fantastiche nel loro contesto. Ma fuori contesto possono apparire come inappropriate, in quanto questa nazione non ha ancora raggiunto la necessaria maturità sui temi della sessualità e della libertà sessuale. Ogni volta che nuovi lettori vedono lavori come la sketch cover di Cho o le cover di J. Scott Campbell, il medium fumetto ritorna all'età della pietra e degli stereotipi. Fidatevi: voi potete non capirlo, ma è così".

Frank Cho ha detto la sua, ma in risposta al post di Rodriguez, e in difesa dei suoi colleghi, è anche intervenuto niente di meno che Rob Liefeld.

"Permettetemi di indirizzare questa diatriba specificamente verso i miei colleghi. In tempi recenti non mi sono unito alla lotta, ma stavolta devo dire la mia. Ho appena finito di leggere un delirio inquietante di un tizio che, secondo la mia modesta opinione, era del tutto fuori luogo. Frank Cho e J. Scott Campbell sono due maghi del fumetto, artisti visivi che sono stati sulle vette più alte del fumetto e hanno divertito le masse per quasi vent'anni. E, avendo passato interi weekend con questi due gentiluomini alle convention, posso dirvi che sono entrambi persone straordinarie, generose, affettuose e con un gran senso dello humour. È stato pubblicamente detto che il realizzare immagini nei loro stili possa essere considerato perverso e schifoso. Prego? Che sta succedendo qui? Forse Jessica Rabbit o Betty Boop sono ritenuti cartoni vergognosi per l'audience attuale? Non dite a un vostro collega che fa un lavoro di poco conto perché disegna una figura lussuriosa. Non sono immagini pornografiche, solo sane eroine femminili a volte illustrate in maniera dinamica o ammiccante. Quindi finisco chiedendo a tutti noi artisti di ergersi a difesa di due nostri colleghi, che meritano di meglio che minacce o inviti a cambiare uno stile di successo! Avremmo tutti bisogno di molti più fumetti da parte di Campbell e Cho".

Leggi tutto...

Frank Cho risponde alla polemica sulla "cover" di Spider-Gwen

  • Pubblicato in News

Ieri vi abbiamo riportato la polemica che il disegno di Frank Cho, in cui Spider-Gwen posava come la celebre cover di Spider-Woman di Milo Manara, aveva provocato.
La risposta del disegnatore non si è fatta attendere, ve la riportiamo qui di seguito:

"Wow. Sono stati due giorni davvero folli. Il mio sketch parodistico di Spider-Gwen che scimmiotta la famigerata posa della Spider-Woman di Manara ha mandato alcune persone ipersensibili in eccitazione.

Ad essere sincero, sono divertito e sorpreso dal clamore perché è, a mio parere, ingiustificato. Si tratta sostanzialmente di un piccolo gruppo di persone arrabbiate e prive di senso dell'umorismo che declamano contro il mio disegno di una graziosa ragazza. È tutto assurdo. Questo mondo sarebbe migliore, e un posto più felice, se alcune persone sviluppassero un po' di senso dell'umorismo e di relax.

Ora, sono bombardato da vari blogger che chiedono un'intervista per parlare di questo "scandalo". Invece di sprecare fiato e tempo prezioso su questo non-problema rispondendo a tutti gli intervistatori, ho disegnato un altro sketch che, si spera, risponda a tutte le domande.

Godetene, tutti".

harley-quinn-cho

Siete d'accordo con Cho?

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.