Menu

 

 

 

 

Ci ha lasciati Ed Piskor, autore di Hip Hop Family Tree e X-Men Grand Design

Il fumettista Ed Piskor ci ha lasciati all'età di 41 anni. Noto per opere quali Hip Hop Family Tree (col quale ha vinto un Eisner Award), X-Men Grand Design, Wizzywig e Red Room (tutte pubblicate in Italia da Panini Comics), l'artista si sarebbe tolto la vita dopo aver lasciato una lettera d'addio su Facebook. A dare notizia della sua morte è stata la sorella Justine.

La motivazione del suo gesto è riconducibile ad alcune accuse per molestie ricevute da parte di diverse fumettiste sui social, in particolare da Molly Dwyer, in arte Sydgoblin, che ha accusato Piskor di averla adescata nel 2020 su Instagram quando lei era appena 17enne. Le accuse risalgono allo scorso 24 marzo e sono state accompagnate da una serie di screenshot. In seguito, altre donne hanno riportato episodi di molestie da parte del fumettista in cui Piskor chiedeva, in cambio di favori lavorativi, sesso orale o disegni di nudo dal vivo.

A seguito delle accuse sono state numerose le critiche sui social, così come le defezioni lavorative. L'amico fumettista Jim Rugg, col quale conduceva il podcast Cartoonist Kayfabe, ha preso le distanze dal collega interrompendone il rapporto di lavoro. Una mostra, dedicata a Piskor e prevista per il prossimo 6 aprile a Pittsburgh è stata rinviata a tempo indeterminato.

Nella lettera d'addio diffusa su Facebook, Piskor si dichiara innocente, scusandosi per alcuni suoi comportamenti, e proponendo la sua versione dei fatti, ma condanna chi l'ha portato al suicidio, ritenendo ormai la sua carriera compromessa. "Sono indifeso contro una folla di questa portata. Per favore, condividi la mia versione dei fatti. Sayonara”, ha dichiarato.
“Sono stato ucciso da bulli di Internet”, si legge ancora nella lettera. “Alcuni di voi là fuori hanno contribuito alla mia morte mentre vi divertivate con i pettegolezzi. Non son un AI. Sono un essere umano vero. Avete scheggiato piccoli pezzi della mia autostima per tutta la settimana fino a quando non sono stato vaporizzato." Ha aggiunto, inoltre, che spera che la sua morte farà riflettere due volte le persone prima di alimentare polemiche su internet.
Dopo aver postato la lettera, amici autori hanno cercato invano di contattarlo.

(Via The Wrap)

Torna in alto