Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

Il sindaco de L'Aquila non gradisce la presenza di Zerocalcare al Festival degli Incontri

Roberto Saviano e Zerocalcare saranno fra gli ospiti del Festival degli Incontri che si terrà nelle prossime settimane a L'Aquila. O forse no.

Stando alle ultime notizie, il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, eletto con Fratelli D'Italia, ha richiesto una sorta di pluralità degli ospiti del festival per ottenere una par condicio politica. Nello specifico, la presenza di Saviano e di Zerocalcare non sarebbe gradita e sarebbe stata fatta esplicita richiesta di non ospitarli.

A riferire la vicenda a Repubblica è la direttrice artistica del festival, Silvia Barbagallo, che aggiunge "È il segno di una visione autoritaria del rapporto tra la politica e la cultura, un'invasione di campo della politica che mette bocca dove non dovrebbe, la scelta degli ospiti e dei contenuti, per una manifestazione interamente finanziata dal ministero dei Beni culturali".

Per l'evento, gestito dall’Istituzione sinfonica abruzzese, sono stati messi a disposizione 700mila euro per decisione del Mibac. Tuttavia, il festival cade nel decennale del terremoto avvenuto a L'Aquila nel 2009, per questo motivo i fondi passano per le mani del comune.

Il sindaco Biondi ha dichiarato: "il programma degli eventi deve essere concordato con il Comune, cosa peraltro sottoscritta nel verbale del comitato di indirizzo sottoscritto anche dalla Barbagallo. Il minimo sindacale è che questa signora, che non ho ancora avuto modo di conoscere, si sieda con me e ragioni sugli eventi: voglio un calendario plurale e inclusivo". Su Saviano e Zerocalcare dice: "Ho detto che si deve confrontare con me: se vogliono che il Comune adotti la delibera per erogare i fondi, mi venga a trovare e ragioniamo". Poi dice: "Non abbiamo la sveglia al collo e all'Aquila abbiamo visto troppi profittatori della nostra tragedia".

Intanto, Zerocalcare ha detto la sua sulla questione attraverso il suo profilo Facebook:

"Ciao, il drammatico precipitare degli avvenimenti ha reso necessario puntualizzare 3 cose:
1)io comunque all'aquila ci andavo gratis, quindi da tutta sta vicenda al limite ci risparmio la benzina e il casello.
2)vi ringrazio per la solidarietà e tutte le belle parole importanti sulla censura ma i piagnoni vittimisti lasciamoli fa ai nazisti che ormai sono specializzati. Io sto bene, magno vitamine, non c'ho il daspo dall'abruzzo e i miei account facebook e instagram stanno benissimo.
3)se volete dare sostegno a qualcuno datelo al festival e alla direttrice Barbagallo che si sta accollando tutto senza accettare pezze imbarazzanti.
Ciao rebibbia è bellissima"

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.