Menu

 

 

 

 

Redazione Comicus

Redazione Comicus

URL del sito web: https://www.comicus.it

"Alchimie": Vanna Vinci in mostra

Comunicato stampa:

Alchimie, le opere di Vanna Vinci (l’autrice de La Bambina Filosofica e Lillian Browne) in mostra alla galleria La Virgola, a Casalecchio di Reno (Bologna) dal 12 marzo al 2 aprile 2006.



UN GRANDE EVENTO

Vanna Vinci: fumettista, illustratrice, autrice; esploratrice dell'animo femminile e creatrice di pensose ragazzine che stanno per diventare donne; impertinente e curiosa del mondo, sempre piena di dubbi e di domande come una dei suoi personaggi più amati, La bambina filosofica.
Alchimie: un titolo che rimanda all'arte magica della fusione e della trasformazione; la metafora di un lavoro che sa di magia; il senso di opere che sanno toccare e disegnare l'anima dei personaggi e dei luoghi.

Le opere di Vanna Vinci - da L'età selvaggia a Aida al confine, da Guarda che luna a Sophia la ragazza aurea, da Ombre a Lillian Browne - parlano di vite comuni che entrano in contatto con mondi carichi di mistero e di creature fiabesche, esplorano gli universi interiori di giovani donne schiette e avventurose, si stagliano e vivono tra le pagine attraverso il tratto essenziale e duro di una grande fumettista, una grande illustratrice, una grande autrice.

Le opere di Vanna Vinci sono pubblicate da Kappa Edizioni.

La mostra Alchimie è curata da Comune di Casalecchio di Reno - Premio Pippi e Giannino Stoppani cooperativa culturale con il sostegno di Regione Emilia-Romagna-Assessorato alla Scuola, Formazione Professionale, Università e Lavoro e Provincia di Bologna-IBC e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri-Ministero Pari Opportunità.

VANNA VINCI

Nata a Cagliari nel 1964, dopo aver frequentato il corso di Grafica dell’Istituto Europeo di Design, ha aperto a Cagliari, nel 1987, lo studio Mow Mow.

Ha esordito nel mondo del fumetto nel 1990 su “Fumo di China”, con due storie brevi del personaggio della mummia Naarik. Successivamente ha pubblicato sulla rivista “Nova Express”, di Granata Press, L’ALTRA PARTE (raccolto in volume a colori nel 1993) e DOPPIO SOGNO. Per la miniserie “Mondo Naif” (Edizioni Star Comics) ha disegnato la serie GUARDA CHE LUNA, su testi di Giovanni Mattioli, raccolta in volume nel 1998 da Kappa Edizioni. Nel 1996, sempre con Mattioli, ha realizzato UNA CASA A VENEZIA per l’editrice giapponese Kodansha, pubblicato in Italia nel 1999 da Kappa Edizioni.

Ancora per Kappa Edizioni ha firmato i volumi OMBRE (1997), LILLIAN BROWNE (2000, in uscita in Francia per Soleil), L’ETÀ SELVAGGIA (su testi di Giovanni Mattioli, 2001), vincitore del Premio Romics 2001 come miglior libro europeo, VIAGGIO SENTIMENTALE (2002, in uscita in Francia per Soleil) e AIDA AL CONFINE (2003). Dal 1998 le sue storie escono a episodi sulla rivista “Mondo Naif”, attualmente è in corso di pubblicazione la serie SOPHIA, LA RAGAZZA AUREA.

Ha collaborato con la Sergio Bonelli Editore disegnando tre albi di May allegati alla testata “Legs” e gli albi Gli adoratori di Osiride e Paura negli abissi della serie regolare. Per la rivista “Linus” ha pubblicato nel 2001 le strip de LA BAMBINA FILOSOFICA, raccolte successivamente insieme a iavventure inedite nel volume omonimo edito da Kappa Edizioni. Nello stesso anno per il settimanale “Io Donna” del “Corriere della Sera” ha prodotto la storia NOTTURNA. Come illustratrice per ragazzi ha lavorato con l’Editrice EL, Einaudi Ragazzi, Associazione Italiana Biblioteche, Comune di Bologna, Tam Tam, Mondadori e Fabbri. Collabora con le pagine della cultura de “L’Unità”. Nel 1999 ha vinto il prestigioso Premio Yellow Kid come Miglior Disegnatore. Nel 2005 vince il premio Gran Guinigi come Miglior Disegnatore assegnato all’interno della celebre fiera del fumetto Lucca Comics & Games.


Per contatti e ulteriori informazioni:

tel +39.051.58.70.55.0
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.




Andrea Antonazzo

Vietti, Olivares e Il Giornalino!

Da giovedì 9 marzo all’interno de Il Giornalino 11, esordisce Next 02, la nuova serie di Stefano Vietti e Gianfranco Olivares.

Un anteprima del fumetto è presente già nel numero 10 in edicola dalla scorsa settimana, dove tra l'altro leggiamo: “Nicholas Jordan è un ragazzino di 9 anni impegnato a combattere i Ghost, agguerriti robot che vogliono conquistare il pianeta Terra. Nicholas non combatte la sua battaglia da solo, ma guidando i movimenti di un robot molto speciale chiamato Next 02 (...)”.

“Il progetto per la creazione dei robot N.EX.T. (sigla inglese di New Extrame Type) avviene all’interno di una segretissima base, per opera di tre scienziati: David Jordan, padre del piccolo Nicholas, Solomon Kray, e Leonard Rockwell, uniti da grande amicizia e amore per la cybernetica (...). I robot modello Next, sono dotati di un corpo meccanico umanoide e di un raffinato cervello capace di apprendere in base alle esperienze fatte e persino di provare emozioni. Inoltre, sono mossi da un nuovo tipo di energia chiamata Plasmaton, condensata in un cristallo incastonato nel suo torace (...). Le avventure di Nicholas iniziano quando scopre per caso l’osservatorio astronomico dove vive lo scienziato Leonard Rockwell e sempre per caso (ma solo apparentemente) diviene la giuda del robot che lo scienziato ha costruito: appunto N.ex.t 02. Quando sulla Terra giungono i Ghost, i misteriosi e malvagi robot nemici, Nicholas attiva Next e li affronta per difendere il genere umano.”

Il progetto, realizzato in esclusiva per Il Giornalino dai 2 autori, ha richiesto ben 2 anni per il suo completamento.

Ricordiamo inoltre che nel numero 10, in edicola ancora per pochi giorni, è possibile trovare allegato al giornale un albo monografico di 52 pagine dedicato a Gli Aristocratici di Alfredo Castelli e Ferdinando Tacconi a 1,60 €, giornale incluso.

Gennaro Costanzo





















Andrea Antonazzo

Napoli Comicon: considerazioni finali


Ecco alcune news dall'ultimo giorno di fiera.

- 20000 sono le persone che hanno visitato Castel Sant'Elmo nei tre giorni della Napoli Comicon: un ottimo risultato per un'edizione di buon livello, che ha fatto un pò dimenticare l'opaca edizione scorsa.


- Alla conferenza Tunué annunciate alcune novità di rilievo: continua senza sosta la proposta di nuovi saggi. Tra i prossimi temi affrontati: la simbologia supereroistica, il mondo delle T-shirt, un approfondimento sul fumetto avventuroso USA (a cura della nostra Valentina Semprini) ed una "Virgola" dedicata a Neil Gaiman, che segue quelle dedicate a Will Eisner e, più recentemente, ad Alan Moore.
Nei prossimi mesi, inoltre, la Tunué intensificherà le sue proposte fumettistiche, non trascurando mercati inusuali come quello iberico e varerà nuove collane di saggistica (Lapilli Extra).


- Alla conferenza Free Books svelati alcuni particolari sul futuro di Wondercity: già nei prossimi numeri uno dei protagonisti morirà ed uno tradirà i suoi compagni. Giovanni Gualdoni farà spazio ad altri sceneggiatori tra cui Alessandro Bilotta nel numero 5.
Sono in arrivo le edizioni croata, americana e francese della serie, l'atteso artbook Wondercity: I talenti, e le serie Dottor Voodoo e Undead West su Brand New!.

- Su L'Insonne arriverà nel cast un nuovo membro, pare una stretta parente di Desdy...

- Steve Canyon proseguirà fino al sesto volume. Pare essere sul lungo periodo, grazie ai riordini, un buon successo.

- L'ottava stagione di Buffy non apparirà come telefilm e sarà pubblicata certamente dalla Free Books.

- In autunno ci sarà un ampliamento della linea manga.


Carlo Del Grande

Napoli Comicon: I vincitori dei premi Micheluzzi

Ecco i vincitori del prestigioso premio Micheluzzi (di cui vi presentammo giorni fa le nomination):

Miglior libro a fumetti
Fats Waller, di Carlos Sampayo e Igort (Coconino Press)

Migliore sceneggiatura per un libro a fumetti
Una lacrima sul viso, Giorgio Mascitelli (I Cani)

Miglior disegno per un libro a fumetti
Questa è la stanza, Gipi (Coconino Press)

Migliore libro a fumetti estero
Cinema Panopticum, di Thomas Ott (Black Velvet)

Migliore riedizione
Diario Vitt, di Jacovitti (La Repubblica)

Migliore serie realistica
Dampyr (Sergio Bonelli Editore)

Miglior sceneggiatura per una serie realistica
La dottrina n. 3, Alessandro Bilotta (Magic Press)

Miglior disegno per una serie realistica
Dampyr n. 66, Il grande fiume, Majo (Sergio Bonelli Editore)

Migliore serie umoristica
Rat-Man (Panini Comics)

Miglior sceneggiatura per una serie umoristica
Pilly, in Baribal, Giovanna Zoboli (Baribal)

Selezione per il Miglior disegno per una serie umoristica
Monster Allergy n. 27: L'occhio di Maggoth, Antonello Dalena, Arianna Rea, Paolo Campinoti e Paolo Ferrante (The Walt Disney Company Italia / Buena Vista Comics)

Selezione per la Migliore serie estera
Bone, di Jeff Smith (Panini Comics)


Marco Rizzo
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.