Menu

 

 

 

 

Tutto Doomsday Clock in un unico volume

  • Pubblicato in News

Sul nuovo numero di Anteprima appena uscito, Panini Comics ha annunciato un volume che raccoglie tutti i 12 albi di Doomsday Clock, la celebre saga di Geoff Johns e Gary Frank che ha visto interagire i protagonisti di Watchmen con l'universo DC Comics.

La saga, pubblicata finora in albi singoli, ha cominciato il suo cammino sotto il marchio RW Lion ed è stata portata a termine da Panini Comics in seguito al passaggio dei diritti DC fra gli editori.

Il nuovo volume, di 456 pagine, è previsto per dicembre e costerà 40€. Di seguito tutti i dettagli.

Panini DC A349 8IF3E-17

Leggi tutto...

Bendis lascerà le testate di Superman a dicembre

  • Pubblicato in News

A giugno vi avevamo riportato che Brian Michael Bendis aveva annunciato che sta la sua run su Superman si stava avviando alla conclusione. Adesso scopriamo, dalle sollecitazioni della DC Comics, che lo sceneggiatore terminerà il suo lavoro nel mese di dicembre 2020 con gli albi Superman 28 e Action Comics 1028.

Bendis, che ha firmato un contratto di esclusiva con la DC Comics a fine 2017, ha scritto sia Action Comics sia Superman dall'aprile 2018. La sua gestione ha portato alla nascita di nuovi nemici e di un nuovo status quo del personaggio, oltre ad aver generato diverse serie fra cui Legion of Super-Heroes, Lois Lane, Superman's Pal Jimmy Olsen, tutto l'elevnto Leviathan e la prossima serie Checkmate.

Non è noto, al momento, quale sceneggiatore prenderà il posto di Bendis.

Leggi tutto...

Licenziamenti di massa in casa Warner e DC Comics

  • Pubblicato in News

THR riporta che la WarnerMedia ha iniziato un ciclo di licenziamenti come conseguenza degli effetti dell'emergenza Coronavirus. Fonti dicono che la prima ondata di licenziamenti dovrebbe riguardare circa 600 membri dello staff, con un forte focus relativo la Warner Bros. Questo porterà a una totale ristrutturazione dei vari reparti.

I licenziamenti includono i nomi del CFO di Warner Bros. Kim Williams, il presidente di Warner Bros. Worldwide Television Distribution Jeff Schlesinger e Ron Sanders, presidente di Warner Bros., Worldwide Theatrical Distribution & Home Entertainment e vicepresidente esecutivo, International Business Operations.

Naturalmente, numerosi i licenziamenti anche per quanto riguarda la DC Comics tanto che, fonti di ComicsBeat riportano che sia stato un vero e proprio "bagno di sangue".

I rapporti indicano che un gran numero di membri dello staff senior sono stati licenziati, tra cui molti redattori, personale del reparto marketing e di quello amministrativo.
Tra i nomi, troviamo quelli di Bob Harras, Hank Kanalz Bobbie Chase e gli editor Brian Cunningham, Mark Doyle e Andy Khouri. Gli ultimi due sono stati fondamentali per l'iniziativa Black Label, una linea le cui vendite sembrano solide. Inoltre, licenziato anche il vicepresidente del marketing e dei servizi creativi Jonah Weiland.

In un primo momento si era diffusa la notizia del licenziamento anche di Jim Lee, ma la voce è stata poi smentita. In totale, un terzo dei dipendenti DC Comics ha perso il proprio lavoro. Stessa sorta anche per molti dipendenti del servizio streaming DC Universe, ma questo era prevedibile già prima a causa del lancio di HBO Max. Da segnalare, infine, chiusura di DC Direct, che si occupava del merchandising dei prodotti DC.

Al momento DC e Warner non hanno commentato la notizia, non ci resta che attendere aggiornamenti.

Leggi tutto...

Tom King chiede pubblicamente scusa a Jae Lee

  • Pubblicato in News

Lo sceneggiatore Tom King si è scusato pubblicamente con il disegnatore Jae Lee dopo le vicende degli ultimi giorni, di cui vi abbiamo riportato dettagliatamente tutto qui.

In sintesi, King aveva annunciato il suo disappunto per una cover disegnata da Lee per la sua serie dedicata a Rorschach. Secondo King, Lee lavorava per persone vicine al ComicsGate, un movimento Alt-right che coinvolge fumettisti e lettori dalle posizioni molto conservatrici e che hanno lanciato diverse campagne d'odio. Lee, tuttavia, assente dai social negli ultimi giorni a causa di una malattia che ha portato via il suo cane, era all'oscuro di tutto e non era coinvolto in alcun modo nel movimento. King ha dichiarato, dunque, di aver chiarito con Lee, ma quest'ultimo, che ha subito una cattiva esposizione mediatica, si è detto molto infastidito della cosa.

Così, King è tornato nuovamente sulla vicenda con un tweet in cui ha dichiarato:

"Come ho fatto privatamente, vorrei scusarmi pubblicamente con Jae Lee per le mie azioni qualche giorno fa. Avrei dovuto parlare con Jae prima di pubblicare un tweet su di lui che metteva a rischio la sua carriera.
Ho commesso un grave errore e mi spiace profondamente. Farò quello che posso per riparare a questo torto con Jae, e agirò meglio in futuro. Non fornirò ulteriori spiegazioni perché sembrerebbero scuse e non chiedo perdono o comprensione. Sto solo dicendo che ho compreso il mio errore e cercherò di rimediare. Grazie.
Ho lasciato visibili i tweet fino a questo punto per dimostrare che non nascondevo le mie azioni. Ora li eliminerò."

Vi terremo aggiornati in caso di ulteriori novità.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.