Menu

 

 

 

np6-6-28

Speed Rece #15: le nostre letture in breve

Ecco a voi la 15° puntata di Speed Rece, la rubrica in cui i redattori di Comicus raccontano in breve le loro letture settimanali. Buona lettura!

BATMAN-025
Batman 25 (RW Lion)

di Tom King, David Finch, Clay Mann, James Tynion IV, Alvaro Martinez, Tim Seeley, Miguel Mendonca
La storia di Batman più discussa degli ultimi anni è finalmente arrivata in Italia: un Cavaliere Oscuro che non può più ignorare i propri sentimenti formula la fatidica proposta alla Gatta del suo cuore! Quale sarà la sua risposta? Dovremo aspettare che ce lo sveli lo scrittore Tom King, qui coadiuvato dalle matite massicce di David Finch e da una new entry nell’eccellente lista di artisti a sua disposizione, Clay “Gambit” Mann. Nell’episodio di Detective Comics prosegue la piacevole run di James Tynion IV, con il bat-team alle prese con una minaccia proveniente dal passato di Azrael, mentre Nightwing prende sempre più confidenza con il suo nuovo ruolo di protettore della città di Bludhaven, per gentile concessione di Tim Seeley e dell’artista ospite Miguel Mendonca. Un’altra ottima e solida uscita per il quindicinale dedicato al Pipistrello di Gotham.
Voto: 7,5
Luca Tomassini

1512466240089.jpg--
Dragonero Adventures 3 – Il demone alato (Sergio Bonelli Editore)

di Stefano Vietti, Manuel Bracchi, Giuseppe Matteoni
Proseguono le avventure del giovane Ian affiancato dalla sorella Myrva e da Gorm, l’orco amico dei due ragazzi. Le vicende narrate nei numeri precedenti prendono una pausa in favore di un racconto destinato ad esplorare il bisogno, dei tre giovani eroi, di mettersi alla prova in favore della loro comunità: un demone alato sta facendo razzie nei greggi dei pastori, e i ragazzi decidono di fermarlo. I testi di Stefano Vietti destinati alla serie “young” di Dragonero hanno la capacità di raccontare, attraverso un linguaggio consono alla fascia d’età di destinazione, alcune tematiche centrali per la crescita e lo sviluppo: il rapporto di fiducia con gli altri, il senso di responsabilità civile e sociale e la necessità di industriarsi per affrontare gli ostacoli della vita. Il lavoro narrativo di Vietti riesce, così, a rendere estremamente appetibile la serie anche ad un pubblico adulto, capace di ritrovare il se stesso più giovane e di immedesimarsi con i piccoli eroi. I disegni – sia quelli di Manuel Bracchi, destinati alla storia principale, che quelli di Giuseppe Matteoni, per il breve racconto in appendice – si allineano con le finalità della storia, attraverso una resa grafica di grande ironia e dalle chiare intenzioni narrative. Come al solito, interessanti gli studi dei personaggi e degli ambienti, poste tra i due racconti a fumetti.
Voto: 7,5
Leonardo Cantone

battaglia-cosmo-legione
I grandi maestri 18 – Battaglia: L'uomo della legione & L'uomo del New England (Editoriale Cosmo)

di Dino Battaglia (sceneggiatura, disegni), Laura Battaglia (colori)
L'Editoriale Cosmo ristampa due storie pubblicate nella storica collana bonelliana Un uomo, un'avventura. Dino Battaglia è un vero maestro del fumetto italiano: tratto nervoso e “affilato”, ricco di ombreggiature e chiaroscuri, che “trattiene” a stento un fremente dinamismo. La struttura classica delle tavole del fumetto d'avventura viene scomposta e adattata al ritmo grafico incalzante: i personaggi e i loro corpi sovente “costruiscono” la tavola, valicano bordi e delimitano gli spazi della lettura. Tutto però sempre al servizio della narrazione. "L'uomo della legione" (colori di Laura De Vescovi Battaglia, moglie e collaboratrice dell'autore) presenta un deserto poco romantico e molto spettrale, luogo del giudizio di ciò che lascia la guerra nel cuore degli uomini. "L'uomo del New England" trasfigura il Nuovo Mondo in un b/n violento e caotico, uno scontro di tutti contro tutti in cui l'individualismo sembra essere il male minore. Guerra e morte come fatti inevitabili; personaggi mai padroni del proprio destino: ruoli, obblighi sociali o sorte offrono loro l'unica alternativa di combattere o soccombere ad uno scenario che è sempre  più grande di loro. Pregevole.
Voto: 8,5
Luca Giovanelli

1513782674426.jpg--
Orfani: Sam 7 – La mossa della torre (Sergio Bonelli Editore)

di Roberto Recchioni, Michele Monteleone, Federico Vicentini, Luca Maresca, Fabrizio Des Dorides
Dopo la pausa, ritorna l’ultima stagione di Orfani, dedicata alla rediviva Sam, diventata ormai un cyborg dalla grande potenza, capace di estrema violenza ma con il compito di salvaguardare gli “eredi” di Ringo, Perseo e Andromeda. La storia si riallaccia al numero precedente e lo fa con un’intuizione narrativa di grande fascino. Bisogna trovare Sam e i due bambini e per farlo, il clone di Ringo, si collega al Gateway – luogo virtuale che permette un’interconnessione delle coscienze digitali dei soldati potenziati – nella speranza di trovarli. Quello che appare agli occhi del clone di Ringo è un mix di fantascienza post-apocalittica e un fantasy che, dal punto di vista visivo, è ricco di meltin-pot stilistici che si materializzano su carta grazie al trio di disegnatori, capaci – in maniera differente ma con grande coerenza narrativa – di realizzare tavole dal forte impatto visivo e che strizzano l’occhio non solo al linguaggio cinematografico ma anche a quello videoludico. Roberto Recchioni e Michele Monteleone orchestrano i testi del numero con la garanzia narrativa a cui hanno abituato i lettori della serie, riuscendo nel difficile compito di orchestrare le numerose suggestioni che hanno ispirato questo capitolo.
Voto: 8
Leonardo Cantone

fascia2-1
The Savage Sword of Conan Collection 2: Colosso Nero (Hachette)

di Roy Thomas, John Buscema, Pablo Marcos, Alfredo Alcala, Tony DeZuniga
Prosegue la riproposta cronologica della storica Savage Sword of Conan, mitica collana in b/n dedicata alle avventure del Cimmero più amato della storia del fantasy. La serie in questione venne pubblicata dalla Marvel per più di vent’anni, dal 1974 al 1995, andandosi ad affiancare alla classica Conan the Barbarian. Se quest’ultima proponeva storie alla portata di qualsiasi lettore, Savage Sword si distingueva per atmosfere dedicate ad un pubblico più maturo, da qui la pubblicazione in formato rivista. La collana da edicola proposta da Hachette, in collaborazione con Panini Comics, ripropone in tutto il loro splendore gli storici episodi realizzati dalla indimenticabile coppia formata da Roy Thomas e John Buscema. In questo volume spicca il libero adattamento di Thomas di un classico di Robert E. Howard, "La maledizione del non-morto", con la prima apparizione a fumetti della sensuale guerriera Red Sonja. Superba l’interpretazione grafica del mondo del Cimmero da parte del maestro John Buscema, il “Michelangelo dei Comics”, qui alle prese con il personaggio che ha più segnato la sua carriera. Se siete fan di Conan e avete ancora tanto spazio in libreria, questa è la collezione che non potete farvi sfuggire.
Voto: 8
Luca Tomassini

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.