Menu

 

 

 

 

Chosp 2: Demoni Brutti e Cattivi

Dopo aver preso in considerazione origini aliene come spiegazione del suo aspetto bizzarro, il giovane Chosp continua a cercare i suoi veri genitori, così da scoprire per quale motivo è così diverso dal padre, dalla madre (che considera adottivi) e dagli altri fascinosi abitanti di Tee Ville. Questa volta Melody gli suggerisce di battere la strada del sovrannaturale, ipotizzando una sua natura mostruosa o demoniaca; è l'occasione per esplorare l'universo cinematografico horror, proprio mentre la madre di Chosp sta effettuando le riprese di un film nel quale si troverà coinvolta anche l'avvenente Wendy, soggetto principale di svariati fan service tipici del fumetto giapponese.
Se questo secondo episodio può vantare un comparto grafico superiore al precedente, non si può dire lo stesso della storia, complici situazioni comiche meno efficaci e una trama meno elaborata; risollevano però il giudizio un finale azzeccato e alcuni indizi sul mistero che sta alla base della serie.

È passato più di un anno dall'uscita del primo numero di Chosp, fumetto di Alessandro Barbucci che si prefiggeva l'obiettivo di offrire una versione europea dei manga, anche come formato e periodicità. Il primo volume era quasi tascabile e per la maggior parte in bianco e nero, avvicinando il lettore alla sensazione di tenere in mano un prodotto di origini nipponica; secondo le intenzioni originali dell'autore la seconda uscita sarebbe dovuta arrivare dopo circa sei mesi, ma tra ritardi e cambi di editore abbiamo dovuto aspettare quasi il triplo del tempo. Il risultato finale è anche profondamente differente, dato che ci troviamo di fronte a un volume di dimensioni maggiori, cartonato e con tutte le pagine a colori, a fronte di un prezzo raddoppiato; questo prodotto è più vicino a una bande dessinèe rispetto che a un manga, quindi le premesse di partenza non sono più mantenute.
Anche se la colorazione riesce a migliorare di molto il fumetto, questa nuova incarnazione porta l'opera ad un livello differente, allo stesso livello di fumetti più elaborati rispetto ai quali non è all'altezza, sotto diversi punti di vista.
Se quindi il primo volume poteva essere un simpatico fumetto d'intrattenimento, il formato e il prezzo di questo secondo tomo presuppongono una qualità più elevata che, purtroppo, non è stata raggiunta.

Dati del volume

  • Editore: Bao Publishing
  • Autori: Testi e disegni di Alessandro Barbucci
  • Formato: Cartonato, 112 pagine a colori
  • Prezzo: 15,90 euro
  • Voto della redazione: 7
Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.