Menu

 

 

 

 

Watchmen riceve 26 nomination agli Emmy Awards

  • Pubblicato in Screen

Sono state annunciate le candidature per la 72° edizione degli Emmy Awards. A dominare la scena troviamo il telefilm Watchmen con ben 26 nomination complessive, tra cui Miglior Miniserie e le candidature per i migliori attori a Regina King e a Jeremy Irons.

Il profilo Twitter della serie, celebra la news con il seguente messaggio:

Alla notizia, inevece, la King ha reagito così:

Ricordiamo che la cerimonia di premiazione si terrà il 20 settembre.

Ecco tutte le categorie con i loro candidati:

Miglior drama
Better Call Saul
The Crown
The Handmaid's Tale
Killing Eve
The Mandalorian
Ozark
Stranger Things
Succession


Miglior comedy
Curb your Enthusiasm
Dead to Me
The Good Place
Insecure
The Kominsky Method
The Marvelous Mrs. Maisel
Schitt's Creek
What We Do in the Shadows


Miglior miniserie
Little Fires Everywhere
Mrs. America
Unbelievable
Unorthodox
Watchmen


Miglior film tv
American Son
Bad Education
Dolly Parton's Heartstrings: These Old Bones
El Camino: A Breaking Bad Movie
Unbreakable Kimmy Schmidt: Kimmy vs. The Reverend


Miglior attore di una serie drama
Jason Bateman - Ozark
Sterling K. Brown - This is Us
Steve Carell - The Morning Show
Brian Cox - Succession
Billy Porter - Pose
Jeremy Strong - Succession

Miglior attrice di una serie drama
Jennifer Aniston - The Morning Show
Olivia Colman - The Crown
Jodie Comer - Killing Eve
Laura Linney - Ozark
Sandra Oh - Killing Eve
Zendaya - Euphoria

Miglior attore di una serie comedy
Anthony Anderson - Black-ish
Don Cheadle - Black Monday
Ted Danson - The Good Place
Michael Douglas - The Kominsky Method
Eugene Levy - Schitt's Creek
Ramy Youssef - Ramy

Miglior attrice di una serie comedy
Christina Applegate - Dead to Me
Rachel Brosnahan - The Marvelous Mrs. Maisel
Linda Cardellini - Dead to Me
Catherine O'Hara - Schitt's Creek
Issa Rae - Insecure
Tracee Ellis Ross - Black-ish

Miglior attore non protagonista di una serie drama
Giancarlo Esposito - Better Call Saul
Nicholas Braun - Succession
Kieran Culkin - Succession
Matthew MacFadyen - Succession
Bradley Whitford - The Handmaid's Tale
Billy Crudup - The Morning Show
Mark Duplass - The Morning Show
Jeffrey Wright - Westworld

Miglior attrice non protagonista di una serie drama
Laura Dern - Big Little Lies
Meryl Streep - Big Little Lies
Fiona Shaw - Killing Eve
Julia Garner - Ozark
Sarah Snook - Succession
Helena Bonham Carter - The Crown
Samira Wiley - The Handmaid's Tale
Thandie Newton - Westworld

Migliore attore non protagonista di una serie comedy
Andre Braugher - Brooklyn Nine-Nine
Mahershala Alì - Ramy
Kenan Thompson - Saturday Night Live
Daniel Levy - Schitt's Creek
William Jackson Harper - The Good Place
Alan Arkin - The Kominsky Method
Sterling K. Brown - The Marvelous Mrs. Maisel
Tony Shalhoub - The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior attrice non protagonista di una serie comedy
Betty Gilpin - GLOW
Yvonne Orji - Insecure
Kate McKinnon - Saturday Night Live
Cecily Strong - Saturday Night Live
Annie Murphy - Schitt's Creek
D'Arcy Carden - The Good Place
Alex Borstein - The Marvelous Mrs. Maisel
Marin Hinkle - The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior attore in una miniserie o film-tv
Jeremy Irons - Watchmen
Hugh Jackman - Bad Education
Paul Mescal - Normal People
Jeremy Pope - Hollywood
Mark Ruffalo - I Know this Much is True

Miglior attrice in una miniserie o film tv
Cate Blanchett - Mrs. America
Shira Haas - Unorthodox
Regina King - Watchmen
Octavia Spencer - Self Made
Kerry Washington - Little Fires Everywhere

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film tv
Dylan McDermott - Hollywood
Jim Parsons - Hollywood
Tituss Burgess - Unbreakable Kimmy Schmidt: Kimmy vs. The Reverend
Louis Gossett Jr. - Watchmen
Yahya Abdul-Mateen II - Watchmen
Jovan Adepo - Watchmen

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film tv
Holland Taylor - Hollywood
Uzo Aduba - Mrs. America
Margo Martindale - Mrs. America
Tracey Ullman - Mrs. America
Toni Collette - Unbelievable
Jean Smart - Watchmen

Miglior regia per una serie drama
Lesli Linka Glatter - Homeland (episodio Prisoners of War)
Alik Sakharov - Ozark (episodio Fire Pink)
Ben Semanoff - Ozark (episodio Su casa es mi casa)
Andrij Parekh - Succession (episodio Hunting)
Mark Mylod - Succession (episodio This is Not for Tears)
Benjamin Caron - The Crown (episodio Aberfan)
Jessica Hobbs - The Crown (episodio Cri de coeur)
Mimi Leder - The Morning Show (episodio The Interview)

Miglior regia per una serie comedy
Gail Mancuso - Modern Family (episodio Finale Part 2)
Ramy Youssef - Ramy (episodio Miakhalifa.mov)
Andrew Cividino e Daniel Levy - Schitt's Creek (episodio Happy Ending)
Matt Shakman - The Great (episodio The Great - Pilot)
Amy Sherman-Palladino - The Marvelous Mrs. Maisel (episodio It's Comedy or Cabbage)
Daniel Palladino - The Marvelous Mrs. Maisel (episodio Marvelous Radio)
James Burrows - Will & Grace (episodio We Love Lucy)

Miglior regia per una miniserie o film tv
Lynn Shelton - Little Fires Everywhere (episodio Find a Way)
Lenny Abrahamson - Normal People (episodio Episode 5)
Maria Schrader - Unorthodox
Nicole Kassell - Watchmen (episodio It's Summer and We're Running Out of Ice)
Steph Green - Watchmen (episodio Little Fear of Lightning)
Stephen Williams - Watchmen (episodio This Extraordinary Being)

Miglior sceneggiatura per una serie drama
Thomas Schnauz - Better Call Saul (episodio Bad Choice Road)
Gordon Smith - Better Call Saul (episodio Bagman)
Miki Johnson - Ozark (episodio Fire Pink)
Chris Mundy - Ozark (episodio All In)
John Shiban - Ozark (episodio Boss Fight)
Jesse Armstrong - Succession (episodio This is Not for Tears)
Peter Morgan - The Crown (episodio Aberfan)

Miglior sceneggiatura per una serie comedy
Daniel Levy - Schitt's Creek (episodio Happy Ending)
David West Read - Schitt's Creek (episodio The Presidential Suite)
Michael Schur - The Good Place (episodio Whenever You're Ready)
Tony McNamara - The Great (episodio The Great)
Sam Johnson e Chris Marcil - What We Do in the Shadows (episodio Collaboration)
Paul Simms - What We Do in the Shadows (episodio Ghosts)
Stefani Robinson - What We Do in the Shadows (episodio On the Run)

Miglior sceneggiatura per una miniserie o film tv
Tanya Barfield - Mrs. America (episodio Shirley)
Sally Rooney e Alice Birch - Normal People (episodio Episode 3)
Susannah Grant, Michael Chabon e Ayelet Waldman - Unbelievable (episodio Episode 1)
Anna Winger - Unorthodox (episodio Part 1)
Damon Lindelof e Cord Jefferson - Watchmen (episodio This Extraordinary Being)

Miglior guest star femminile di una serie drama
Cicely Tyson - How to Get Away with Murder
Laverne Cox - Orange is the New Black
Cherry Jones - Succession
Harriet Walter - Succession
Alexis Bledel - The Handmaid's Tale
Phylicia Rashad - This is Us

Miglior guest star maschile di una serie drama
Andrew Scott - Black Mirror
James Cromwell - Succession
Giancarlo Esposito - The Mandalorian
Martin Short - The Morning Show
Jason Bateman - The Outsider
Ron Cephas Jones - This is Us

Miglior guest star femminile di una serie comedy
Angela Bassett - A Black Lady Sketch Show
Maya Rudolph - Saturday Night Live
Phoebe Waller-Bridge - Saturday Night Live
Maya Rudolph - The Good Place
Wanda Sykes - The Marvelous Mrs. Maisel
Bette Midler - The Politician

Miglior guest star maschile di una serie comedy
Fred Willard - Modern Family
Dev Patel - Modern Love
Brad Pitt - Saturday Night Live
Adam Driver - Saturday Night Live
Eddie Murphy - Saturday Night Live
Luke Kirby - The Marvelous Mrs. Maisel

Leggi tutto...

Tom King e Jorge Fornés al lavoro sulla serie di Rorschach di Watchmen

  • Pubblicato in News

Tom King e Jorge Fornés sono a lavoro su una maxiserie in 12 numeri dedicata a Rorschach, il noto personaggio di Watchmen creato da Alan Moore e Dave Gibbons.

Ambientata 35 anni dopo la fine della serie originale di Watchmen (che vede la morte di Rorschach per mano del Dr. Manhattan), la serie Rorschach si apre con un mondo che non si fida dei supereroi ma che celebra Rorschach come "un'icona culturale" grazie alle azioni compiute nella serie di Moore e Gibbons.

Nella sinossi della serie scopriamo che Rorschach riappare quando una coppia di assassini cerca di uccidere candidato sfidante del presidente Robert Redford. Seguiremo, dunque, le azioni di un detective determinato mentre va a ritroso nel tempo, scoprendo le identità e le motivazioni degli aspiranti assassini portando alla luce un'oscura cospirazione di invasioni aliene, visioni mistiche e... fumetti.

"Come lo show HBO Watchmen, come l'originale Watchmen, questo è un lavoro molto politico", ha dichiarato King. "È un lavoro arrabbiato. Siamo così arrabbiati tutto il tempo ora. Dobbiamo fare qualcosa con quella rabbia. Si chiama Rorschach non per il personaggio di Rorschach, ma perché ciò che vedi in questi personaggi ti dice più di te che di loro."

Previsto per il lancio il 13 ottobre per l'etichetta Black Label della DC, Rorschach vedrà ai colori Dave Stewart. Jae Lee realizzerà una variant cover del primo numero.

Nella gallery di seguito trovate le prime tavole non letterale diffuse e la cover.

Leggi tutto...

Damon Lindelof e gli attori di Watchmen diventano i Washmen contro il Coronavirus

  • Pubblicato in Nerd

Damon Lindelof reduce dal successo della serie tv Watchmen su HBO ha pubblicato un video su Instagram dal titolo Washmen, un chiaro gioco di parole per mostrare alle persone il modo corretto di lavare le mani per evitare l'infezione da Coronavirus.

Per il video sono stati coinvolti diversi attori del serial, ovvero Regina King (Angela Abar), Tim Blake Nelson (Wade Tillman), Jovan Adepo (Will Reeves), Yahya Abdul-Mateen II (Cal Abar), Jean Smart (Laurie Blake), Dustin Kyle Ingram (Dale Petey), Sara Vickers (Ms. Crookshanks), Tom Mison (Mr. Phillips) e Andrew Howard (Red Scare).

Potete vedere il filmato qui di seguito.

Visualizza questo post su Instagram

Stay safe out there.

Un post condiviso da Damon (@damonlindelof) in data:

Leggi tutto...

Una scena dal film mai girato di Watchmen del 2003

  • Pubblicato in Screen

Nel 2003, prima che Zack Snyder dirigesse il film Watchmen del 2009, il regista David Hayter, noto per essere uno degli sceneggiatori delle prime due pellicole degli X-Men, lavorò a un adattamento del fumetto derivante da un progetto passato di mano in mano fin dal lontano 1986.

Hayter e Alex Tse hanno scritto una sceneggiatura per il film che Alan Moore definì essere "una versione sullo schermo più vicina di quanto chiunche poetesse mai fare".

Sebbene il film non sia mai stato realizzato, sono state girate alcune riprese di prova di una scena tra Dan Dreiberg/Nite Owl e Rorschach, con Iain Glenn (Game of Thrones) nel ruolo di Dreiberg e Ray Stevenson (Punisher: War Zone) in quello di Rorschach.

Il compositore del fil Joe Kraemer ha condiviso la scena su Youtube. Potete vederla qui di seguito.

(Via Newsarama)

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.