Menu

 

 

 

 

Ant-Man: recensione del Blu-ray

  • Pubblicato in Screen

Chi fermerà i Marvel Studios? È una domanda lecita, da quando è nato il Marvel Cinematic Universe gli eroi della Casa delle Idee sembrano imbattibili al cinema. E se questo è ormai scontato per personaggi come Thor, Iron Man e i Vendicatori, meno lo è per personaggi di seconda fascia (o che almeno erano tali) come I Guardiani della Galassia e Ant-Man. Perché che un film su Ant-Man possa sbancare i botteghini era un risultato qualche anno fa impensabile, eppure oggi è realtà. Il merito è dovuto al "metodo Marvel" di fare cinema, all'universo congiunto fra i vari eroi e alla massiccia campagna promozionale Disney. Ma, naturalmente, anche al film in sé.

Inizialmente la pellicola destava interesse per la partecipazione alla regia di Edgar Wright, cineasta molto apprezzato da fan e critica, ma che divergenze creative con la produzione lo allontanato dalla pellicola. Un peccato non conoscere la sua visione del film. Ad ogni modo, a subentrargli troviamo Peyton Reed che, bisogna dirlo, se la cava egregiamente. Ant-Man è un film di supereroi atipico, in quanto è molto più simile a una commedia, una sorta di Ocean's Eleven in salsa Marvel.

Il protagonista Scott Lang, interpretato da Paul Rudd, è essenzialmente un uomo buono ma che è finito in galera per aver frodato il complesso sistema di sicurezza della compagnia per cui lavorava per restituire i soldi a cittadini frodati. Una sorta di Robin Hood moderno, in pratica. Abilità che vengono notate dal dott. Henry Pym (Michael Douglas) e che quest'ultimo vuole sfruttare per fare indossare all'uomo l'armatura di Ant-Man, da lui creata, per introdursi nella sua ex società e rubare l’armatura da combattimento Calabrone al pericoloso Darren Cross (Corey Stoll).
Ad aiutare i due una serie di ottimi comprimari, fra cui l'affascinante Evangeline Lilly e l'amico/complice Michael Peña. Ad ogni modo, qui potete leggere una recensione dettagliata del film, vediamo ora cosa ci propone al versione Blu-ray di Ant-Man oltre alla stessa pellicola qui ottimamente riversata.

I contenuti speciale di Ant-Man sono nella norma delle edizioni home video a disco singolo della Disney, tuttavia sono molto interessanti. I contributi video più corposi sono "Making Of di un furto formato formica: Come si Fa?" e "Andiamo nel macrouniverso". Il primo, è il consueto dietro le quinte del film, in cui il regista, gli attori, la produzione etc. parlano della realizzazione del film, di Ant-Man come personaggio dei fumetti, dei singoli personaggi e del taglio della pellicola. Un contributo non particolarmente approfondito, ma comunque interessante e ben realizzato. Molto più tecnico e stimolante il secondo, ovvero "Andiamo nel macrouniverso" in cui ci viene spiegata la difficoltà della produzione nel ricreare un universo adatto alle dimensioni di Ant-Man. Ci vengono illustrate, dunque, le scelte effettuate e le varie tecniche per realizzarle al meglio.

L'extra più particolare e creativo di tutti è rappresentato dalla serie di filmati contenuti nella sezione "Il Punto di vista di WHIH News". Non si tratta, in questo caso, né di un approfondimento della pellicola, né di un dietro le quinte ma di contenuti virali (diffusi prima dell'uscita nelle sale) che fanno da supporto al film come l'intervista del telegiornale a Scott Lang dal carcere o quella a Darren Cross da parte di Wired, o ancora le registrazioni della telecamera interna di quando Scott commette il crimine per cui viene incarcerato. Qui di seguito un esempio.

Non potevano mancare le scene eliminate o estese. Fra queste, va segnalata la più corposa e importante relativa al primo incontro fra Scott e Hank Pym. Nella scena eliminata, infatti, vediamo Scott vestito da tecnico far visita allo scienziato per poter visionare la casa in cui intende poi entrare di notte. Vediamo qui un Pym che regge il gioco di Scott e si finge più vecchio della sua reale età.
A chiudere la sezione "contenuti speciali" ci sono due classici immancabili: il primo è il "Gag Reel", ovvero le papere o lo scene divertenti dietro le quinte, e infine, il commento audio alla pellicola fatto in questa occasione dal regista Payton Reed e dal protagonista Paul Rudd, un contributo che è davvero consigliato a chiunque voglia capirne molto di più sul film e sulla sua realizzazione.

Leggi tutto...

Ant-Man, disponibile da oggi in DVD e Blu-ray

  • Pubblicato in Screen

Comunicato stampa:

L’uomo Formica arriva in Blu-ray 3D, Blu-Ray e DVD da oggi 26 novembre

Per i collezionisti disponibile anche la versione SteelBook
con una ricercata confezione in metallo

La nuova e adrenalinica avventura Marvel Ant-Man, un ulteriore tassello della strategia di consolidamento quinquennale  per rafforzare ulteriormente la franchise degli Avengers, arriva dal 26 novembre in Blu-Ray 3D, Blu-ray e Dvd oltre che nella preziosa versione Steel Book in metallo. Diretto da Peyton Reed e prodotto da Kevin Feige, il film è pronto a stupire gli spettatori in home video grazie anche ai tanti contenuti speciali che la arricchiscono.

Ant-Man porta per la prima volta sugli schermi uno dei personaggi originali più noti dei Marvel Comics, apparso per la prima volta nel 1962 e fin dalle origini nel gruppo degli Avengers. Dotato della strabiliante capacità di rimpicciolirsi e al contempo accrescere la propria forza, il ladro provetto Scott Lang dovrà ricorrere alle sue doti per aiutare il proprio mentore Dr. Hank Pym a proteggere il suo spettacolare costume di Ant-Man da nuove, terribili minacce che andranno a toccare anche la sua vita personale mettendo in pericolo la persona a lui più cara: sua figlia. Di fronte  a ostacoli apparentemente insormontabili, Pym e Lang dovranno pianificare un colpo che però salverà il mondo e anche gli affetti più cari del protagonista.

Il mentore di Scott Lang è il dottor Hank Pym, inventore della Particella Pym, un composto chimico che permette di diminuire le dimensioni del corpo umano e al contempo aumentarne la forza a livelli sovrumani, semplicemente indossando la tuta di Ant-Man da lui inventata. Cacciato dalla sua stessa compagnia dall’amministratore delegato Darren Cross, suo ex-allievo, che ha preso il controllo della Società, Hank ha come priorità assoluta trovare qualcuno che possa usare la sua tecnologia per il bene dell’umanità. Per interpretare un personaggio così importante e al tempo stesso complesso è stata scelto l’attore premio Oscar® Michael Douglas che si unisce al divertente Paul Rudd  che dà il volto a Scott Lang alias Ant-Man. Completano il cast la bellissima Evangeline Lilly nella parte di Hope Van Dyne e lo spietato Corey Stoll nel ruolo di Darren Cross alias il Calabrone.

Spettacolari contenuti speciali arricchiscono il formato in alta definizione. In Making Of di un Furto formato Formica: Come si Fa? Lo spettatore potrà scoprire il dietro le quinte della scena cult del film in cui il supereroe in formato formica tenterà il colpo più importante della sua vita. Non solo, in Andiamo nel Macrouniverso il pubblico verrà proiettato nel fantastico punto di vista del film. Per finire divertenti Scene Eliminate ed Estese, le Gag Reel e l’interessante parere del regista e del protagonista in Commento Audio di Peyton Reed e Paul Rudd.

Divertimento, azione e adrenalina sono solo alcuni degli elementi che aspettano il pubblico in Ant-Man da oggi 26 novembre in Blu-ray 3D, Blu-ray e DVD.

Leggi tutto...

Un giudizio sui primi albi All-New, All-Different Marvel - Parte 3

  • Pubblicato in Focus

Terza settimana di uscite All New, All Different Marvel, terza settimana di mini recensioni di questi nuovi albi #1. Questa settimana sono state solo 3 le uscite, tutte e tre fortemente consigliate. Karkak #1 di Warren Ellis e Gerardo Zaffino, The Astonishing Ant-Man #1 di Nick Spencer e Ramon Rosanas e Uncanny Ihumans #1 di Charles Soule e Steve McNiven.
Qui trovate il primo giro di recensioni e a questo link invece il secondo.

KARNAK2015001-DC11-LR-656dd

Karnak #1

Quando Warren Ellis prende in mano una proprietà Marvel, lascia il segno, su questo non si discute. Recentemente ha ridato linfa a Moon Knight, con il primo ciclo di storie raccolto nel primo volume Dalla morte di Marvel Now Collection di Panini Comics, e ora si prepara a replicare con Karnak, il Maestro degli Inumani in grado di vedere i difetti in ogni cosa, teorie, filosofie, oggetti, esseri umani. E dopo la sua presunta morte, si scopre che il redivivo Karnak ha scoperto una crepa anche nell'abbraccio della morte. Ellis ci presenta un personaggio completamente distaccato dall'universo, in grado di vedere l'insensatezza, la povertà di significato delle cose terrene, delle persone e di qualunque tipo di relazione. Un freddo ascetismo derivante da estenuanti allenamenti e fortificazione della propria volontà, necessari per raggiungere la sua attuale condizione quasi perfetta, lo separa dal resto. E del resto non possiamo che notare il parallelismo spintissimo con lo stesso Moon Knight. Entrambi i personaggi sono dei solitari, abbastanza misantropi, di certo non affettati nelle relazioni sociali, non interessati alla comunicazione interpersonale, estremamente militarizzati ed essenzialmente infallibili.
In questo primo numero Karnak viene convocato da Phil Coulson e dall'agente Simmons per incaricarlo di una missione delicata di recupero di un instabile ragazzino rapito dopo aver subito una terrigenesi che apparentemente non lo ha mutato. I ritmi narrativi sono ben bilanciati e il personaggio di Coulson è molto vicino a quello televisivo di Clark Gregg. Il suo ruolo è completamente contrapposto a quello di Karnak che appare minaccioso, scorbutico, freddo, completamente all'opposto di Phil.
Parlando dei disegni, il lavoro svolto da Gerardo Zaffino è davvero fenomenale: uno stile graffiato, evocativo, molto giocato sul contrasto e sulle figure anche appena accennate a volte, ma splendide. Uno stile sporco, grezzo che si adatta perfettamente al personaggio. I colori di Dan Brown si sposano benissimo con l'arte di Zaffino, limitando la gamma cromatica ad una tavolozza molto ristretta, con il blu e il verde dominanti sui tratti nero scuro degli inchiostri. Davvero un gran bel numero #1, anche se sembra non aprire trame a lungo respiro, il che non è necessariamente un male, soprattutto per un autore conciso come Ellis.

TAANTMAN2015001-DC11-LR-86a11

The Astonishing Ant-Man #1

La Marvel con questo rilancio sta cercando di avvicinare sempre di più alcuni dei suoi eroi cartacei alle loro versioni cinematografiche finora comparse nel MCU, e questo processo lo vediamo bene con Ant-Man, già da un po' nella sua nuova versione rappresentata da Scott Lang, come vi abbiamo detto nella recensione di Ant-Man #1. Quindi ancora dominante è il tema del riscatto, dell'avere una seconda possibilità e di sfruttarla al meglio, con l'aiuto di amici strampalati e di tanta ironia. Nessuno si prende sul serio in questo fumetto, c'è moltissima autoironia nel mettere in luce la ruotine quotidiana di un supereroe, che in passato ha contribuito innumerevoli volte a salvare il mondo ma che ora lavora in proprio per una società di messa appunto di sistemi di sicurezza e difese dai criminali.
Nick Spencer si trova subito a suo agio con le tinte da commedia della narrazione, inserendo anche diverse scene d'azione ma senza le classiche botte da orbi fini a sé stesse, lasciando maggiore spazio alla vita travagliata e abbastanza sfortunata del nostro eroe, che cerca in tutti i modi di riacquisire notorietà e rispetto, con risultati non particolarmente incoraggianti. Ma dovrà vedersela con vecchie conoscenze e villain che ruotano tutti attorno ad una strana App per Smartphone che permette di utilizzare a proprio piacimento, previo un lauto pagamento, i criminali più adatti per risolvere determinati problemi o occuparsi di particolari eroi.
Lo stile pulito e semplice di Ramon Rosanas ben si presta alla narrazione veloce, dando il giusto peso alle singole tavole, senza particolari virtuosismi o ricercatezze, con una grande attenzione alle espressioni facciali dei personaggi rappresentati, a partire dal primo piano di pagina 1 sul volto di Lang. I colori di Jordan Boyd sono molto densi e plastici, molto luminosi che ben si accostano alla pulizia e semplicità di traccia delle matite di Rosanas.

UNCINH2015001-DC11-LR-d03c6

Uncanny Ihumans #1

Davvero un bel primo numero questo Uncanny Ihumans #1 di Charles Soule, sempre più mente creativa di moltissime testate in casa Marvel. Gli Inumani stanno avendo una grandissima ribalta, ed era anche ora, considerando i personaggi di grande spessore e potenziale che si ritrovano. Vediamo 8 mesi dopo che ne rimane di questi nuovi eroi: c'è Gorgon in carrozzina, Medusa che ha intrapreso una relazione con Johnny Storm, Black Bolt alle prese con un Kang il Conquistatore scatenato e motivato a fargliela pagare per non aver rispettato il patto con lui stretto, il figlio di Freccia Nera che al momento non si sa dove sia, l'agente Frank intento a ricercare nuovi Inumani, Hank McCoy intento a trovare un mondo per non far annientare una delle due specie, quella mutante o quella inumana, qualora scoppiasse un nuovo conflitto tra le due razze. Insomma tanta carne al fuoco, tante sottotrame aperte, tanto hype per cercare di scoprire cosa sia successo in questi 8 mesi e come evolveranno le cose nei prossimi. I disegni di Steve McNiven sono semplicemente perfetti, con alcune accortezze da grande artista. Moltissimi i dettagli, le microespressioni dei personaggi, Freccia Nera in primis, portano la comunicatività dei testi di Soule ad un livello più alto. Jay Leisten si occupa delle chine, con un ottimo lavoro che sottolinea e fa spiccare maggiormente le figure. Ambientazioni molto caratterizzate anche se, a parte una splash page, a dominare sono i personaggi in questo primo numero. Non capiamo, leggendo i credits, se la Marvel abbia sbagliato ad affidare gli inchiostri a McNiven e le matite a Leisten, ma sembrerebbe più un errore.
Nella seconda parte dell'albo c'è una storia introduttiva di Soule sulle belle matite di Brandon Peterson, che ci mostra quella che sarà la squadra che vedremo in All-New Inhumans. Un'avventura che potrà rendere malinconici i lettori di lunga data, in quanto sembra molto una di quelle storia degli X-Men nel periodo in cui i mutanti spuntavano come funghi, e gli insegnanti dello Xavier Institute andavano a recuperarli per proteggerli. C'è uno scambio di tavole ad un certo punto della storia che non si capisce bene se sia una pessima scelta narrativa o un errore grossolano di impaginazione, ma lascia un po' il tempo che trova, e non pregiudica la lettura, ma ne interrompe il ritmo.
Un bell'albo quindi, anche se con qualche pecca e svista che avrebbero potuto essere facilmente corrette.

Leggi tutto...

Ant-Man raggiunge i 400 milioni al Box Office, senza Cina e Giappone

  • Pubblicato in Screen

Ant-Man, l'ultimo film Marvel Studios ad essere approdato nelle sale cinematografiche mondiali, deve ancora uscire il prossimo weekend in Giappone, mentre il 16 ottobre in Cina, ma già ha raggiunto la cifra di 394,7 milioni di dollari di incasso globale nei restanti paesi. Un bel risultato per il film di Peyton Reed prodotto con un budget di 130 milioni di dollari, ma sarà abbastanza per la Disney? Ricordiamo che un secondo capitolo dedicato al personaggio non è stato messo in cantiere ancora, e alla luce delle recenti dichiarazioni della major secondo cui Avengers: Age of Ultron sia stato un "flop", non si sa se questo risultato possa essere considerato sufficiente per la Disney, pur avendo ormai superato gli incassi di Captain America: il primo vendicatore.

Diretto da Peyton Reed e interpretato da Paul Rudd, Michael Douglas, Evangeline Lilly, Corey Stoll, Bobby Cannavale, Michael Peña, Abby Ryder Fortson, Judy Greer, David Dastmalchian, Wood Harris, John Slattery, Gregg Turkington, T.I. e Martin Donovan, Ant-Man sarà nei cinema il 12 agosto 2015 e chiuderà la “Fase 2” dell’universo cinematografico Marvel Studios.

(Via CBM)

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.