Menu

 

 

 

 

La Newton Compton lancia una collana a fumetti

  • Pubblicato in News

La casa editrice Newton Compton lancia una sua collana a fumetti intitolata Newton Comics. I Primi due titoli verranno lanciati a Lucca Comics and Games 2017 allo stand Tunué (NAP306) e sono La Legione Occulta di Roberto Genovesi, adattato da Andrea Meucci e Lorenzo Nuti e Marathon di Andrea Frediani, adattato da Lucio Perrimezzi e Massimiliano Veltri. Costo, 10€ cad.

Di seguito, il comunicato ufficiale dell'editore con tutti i dettagli.

"NASCE NEWTON COMICS

La casa editrice romana entra nel mondo dei graphic novel con una nuova collana di libri a fumetti

Roma (20 ottobre 2017) – Sbarcano in libreria i graphic novel di Newton Compton e nasce la nuova collana Newton Comics.

“Newton Comics propone i bestseller della casa editrice in forma di fumetto. Vogliamo offrire ai nostri lettori un'esperienza nuova facendogli riscoprire i romanzi che hanno amato di più. Ma l’idea è anche quella di proporre una novità agli amanti del fumetto", commenta l'editore Raffaello Avanzini che affida la realizzazione della collana all’esperienza della casa editrice Tunué, grazie alla cura editoriale di Massimiliano Clemente.  

I primi due titoli scelti per inaugurare la collana, che saranno presentati a Lucca Comics and Games 2017 allo stand Tunué (NAP306), sono trasposizioni di due romanzi storici sull’antica Roma: il fantasy storico La Legione Occulta, di Roberto Genovesi, e il romanzo storico Marathon, di Andrea Frediani. Nel mondo dei graphic novel questo genere costituisce una novità.

L’adattamento di La Legione Occulta è illustrato da Lorenzo Nuti (Coniglio Editore, Tabou Editions, Kleiner Flug) e sceneggiato da Andrea Meucci (Kleiner Flug). Per Marathon le illustrazioni sono di Massimiliano Veltri (Marvel Comics, Gazzetta dello sport, Titan Comics) e la sceneggiatura di Lucio Perrimezzi (Tunué, Noise Press, Passenger Press).

************

legioneocc

IN USCITA IL 26 OTTOBRE

LA LEGIONE OCCULTA
DELL’IMPERTO ROMANO
di Roberto Genovesi

Adattato da
Andrea Meucci e Lorenzo Nuti

Per la storia ufficiale non sono mai esistiti. Solo le leggende, le chiacchiere scambiate tra i fumi dell’alcol tra i viandanti ubriachi, raccontano della misteriosa Legio Sine Nota. Veggenti, auguri, negromanti e aruspici, raccolti da bambini nelle arene, nei mercati degli schiavi e nei villaggi dati alle fiamme: sono gli uomini di Victor Julius Felix, addestrati a dialogare con spettri e dèi, per evocarne la protezione o sfidarne la cieca violenza, avvezzi a lottare nel campo del soprannaturale, dove niente può la daga romana. Un prezioso alleato per il nascente impero di Augusto, un pericoloso nemico per chi trama contro Roma…

DAL MAESTRO ITALIANO DEL FANTASY STORICO

ROBERTO GENOVESIè giornalista professionista, scrittore, sceneggiatore e autore televisivo. Ha collaborato ai più importanti periodici e quotidiani italiani tra cui «L’Espresso», «Panorama», «TV Sorrisi e Canzoni», «la Repubblica». Considerato tra i maggiori esperti italiani di videogiochi, insegna Teoria e Tecnica dei linguaggi interattivi e cross-mediali in diverse università. Con Sergio Toppi ha realizzato le biografie a fumetti di Federico di Svevia, Carlo Magno, Archimede di Siracusa e Gengis Khan. Ha pubblicato i romanzi Inferi On Net e L’angelo di Mauthausen. Con la Newton Compton ha pubblicato La legione occulta dell’impero romano, Il comandante della legione occulta, Il ritorno della Legione occulta. Il re dei Giudei, La mano sinistra di Satana, Il Templare nero e La legione maledetta. Il generale dei dannati. I suoi romanzi sono pubblicati in Spagna da Editorial Bóveda. Vigiles in Tenebris è la pagina Facebook dedicata alla Legio Occulta. Il suo sito internet è: www.robertogenovesi.com

************

marathon-n

IN USCITA IL 26 OTTOBRE

MARATHON
LA BATTAGLIA CHE HA
CAMBIATO LA STORIA
di Andrea Frediani

Adattato da
Lucio Perrimezzi e Massimiliano Veltri

Maratona, 490 a.C. Il primo assalto dell’impero persiano alla Grecia avviene sotto gli occhi del poeta Eschilo, schierato tra i combattenti, e si intreccia con il destino di tre amici, Eucle, Tersippo e Filippide. Tutti i soldati greci sono determinati a lottare fino all’ultimo sangue per difendere la libertà dall’invasore nemico, ma per i tre amici, che ambiscono alla stessa donna, la posta in gioco è ancora più alta, e finisce per trasformarsi in una sfida all’ultimo respiro, in nome della rivalità e dell’ambizione…

Marathon è l’epico e accorato racconto di una battaglia entrata nella storia, e di una corsa disperata per la vittoria e per la vita.

«UN GRANDE NARRATORE DI BATTAGLIE.»

CORRADO AUGIAS

ANDREA FREDIANIè nato a Roma nel 1963; consulente scientifico della rivista «Focus Wars», ha collaborato con numerose riviste specializzate. Con la Newton Compton ha pubblicato diversi saggi (tra cui Le grandi battaglie di Roma antica; I grandi generali di Roma antica; I grandi condottieri che hanno cambiato la storia; Le grandi battaglie di Alessandro Magno; L’ultima battaglia dell’impero romano, Le grandi battaglie tra Greci e Romani, Le grandi battaglie del Medioevo, La storia del mondo in 1001 battaglie) e romanzi storici: Jerusalem; Un eroe per l’impero romano; la trilogia Dictator (L’ombra di Cesare, Il nemico di Cesare e Il trionfo di Cesare, quest’ultimo vincitore del Premio Selezione Bancarella 2011); Marathon; La dinastia; Il tiranno di Roma; 300 guerrieri, 300. Nascita di un impero e I 300 di Roma. Ha firmato la serie Gli invincibili, una quadrilogia dedicata ad Augusto (Alla conquista del potere, La battaglia della vendetta, Guerra sui mari, Sfida per l’impero). L'ultimo pretoriano e L'ultimo Cesare inaugurano la serie Roma Caput Mundi. Il romanzo del nuovo impero, incentrata sulla controversa figura di Costantino. Le sue opere sono state tradotte in sette lingue. Il suo sito è www.andreafrediani.it"

Leggi tutto...

L'umanità di Giovanni dalle Bande Nere, recensione del volume Kleiner Flug

Il 12° volume della collana Prodigi fra le nuvole della casa editrice Kleinerg Flug si occupa di un personaggio di grande rilevanza per il Rinascimento italiano, l'ultimo condottiero di compagnia di ventura Ludovico di Giovanni de' Medici, detto Giovanni delle (o dalle) Bande Nere, quel Gran Diavolo al servizio del Papa Medici, un militare temuto e rispettato, in primis dai suoi uomini, che rappresentò l’avanguardia bellica che mise definitivamente la parola fine all’era della cavalleria pesante. La scelta dello scrittore Marco Rastrelli non è quella di strutturare un resoconto dei suoi successi campali, delle sue vittorie e delle sue gesta belliche; l’autore preferisce difatti raccontarci una storia, quella della crescita e maturazione del giovane Ludovico, detto il “Popolano” perché facente parte del ramo cadetto dei Medici, dai primi istanti di vita fino alla tintura delle bande per il lutto dovuto alla scomparsa di Papa Leone X, il pontefice di casa de’ Medici che fu come una sorta di protettore e benefattore per Ludovico, avendogli offerto la possibilità di servire nelle armate dello Stato Pontificio evitandogli spiacevoli conseguenze per il suo comportamento indomabile.

giovanni bande nere 1

La narrazione va quindi ad indagare per lo più l’indole del personaggio, la sua personalità pugnacea che lo ha reso un fiero condottiero che sin dalla giovinezza dimostrò un ardore battagliero temibile, oltre che un carattere difficilmente controllabile, mostrandoci come queste caratteristiche non siano meri attributi del Gran Diavolo, ma siano parte del suo essere sin dai primi vagiti; tratti ereditati dalla madre, Caterina Sforza, una donna forte e indomita con grande passione per l’arme. Non vediamo quindi battaglie, gesta eroiche ed epiche: vediamo solo le sequenze principali della vita di Ludovico, solo l’essenziale per poterne comprendere la figura, scremando l’aspetto puramente storiografico per approfondirne quello umano. Non ci appare una figura presa da un libro di storia, ma ci appare un uomo, che nonostante i suoi difetti, le sue preoccupazioni, le sue scelte, le sue contraddizioni, la sua imperfezione, emerge come uno dei militari di maggior valore del Rinascimento, abituato alla violenza, alla morte e alla guerra sin da giovane, talmente immerso in quelle atmosfere da esserne permeato, da comprenderne i meccanismi, arrivando a rivoluzionare secoli di tattiche militari e warfare includendo la cavalleria leggera per sfruttarne la mobilità e la versatilità contro il lento decadere della cavalleria pesante.

giovanni bande nere 2

Dal punto di vista artistico invece, le soluzioni adottate da Lorenzo Nuti si sposano alla perfezione con le tematiche e le scene rappresentate. Le figure emergono forti e ben definite grazie allo stile realistico e fortemente drammatico che l’artista sfrutta: drappeggi, tessuti, paesaggi, affollate scene di guerra e fondali, studiati per un maggior realismo e rigore storico, vengono egualmente caratterizzati per sviluppare ancora di più le atmosfere di quella che sembra un’opera shakespeariana, per toni sia visivi che narrativi. Uno stile ricco di tratti, di segni che delineano le figure scolpendole con grande maestria, senza rinunciare alla dinamicità e alla plasticità delle figure. Ottima la gestione dello spazio all’interno della singola vignetta, con inquadrature inusuali che rendono cinematografico lo sviluppo sequenziale complessivo, donandogli epicità. Emerge la frenesia e la violenza insita nel personaggio principale mediante il lavoro svolto sulle espressioni facciali, lasciando trasparire anche una intensa umanità e malinconia dalla figura di Giovanni.

giovanni bande nere 3

Non possiamo che consigliarvi questo Giovanni dalle Bande Nere, un altro ottimo colpo messo a segno dalla Kleiner Flug, sempre attenta alla qualità dei suoi prodotti sia a livello di contenuto che più semplicemente dal punto di vista editoriale.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS