Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

Doomsday Clock 1, recensione: arriva in Italia la serie evento di Geoff Johns e Gary Frank

9078599053b2f088b07a8a524a5ceb17 XL

Nell'era della connessione globale, in cui tutti siamo in grado di conoscere istantaneamente ciò che accade dall'altra parte del mondo, risulta difficile dire qualcosa di nuovo, se non che di interessante, su un evento deflagrato oramai quasi un anno e mezzo fa.
Tanto è trascorso dall'uscita negli U.S.A. del primo numero della miniserie Doomsday Clock che, complice anche una rimodulazione dell'originale programmazione (la serie è presto divenuta bimestrale, da poco è stato dato alle stampe il nono episodio), solo in questi giorni approda nel Bel Paese.

È ben probabile che la variazione della periodicità sia ascrivibile al tempo necessario all'artista incaricato, l'oramai italiano d'adozione Gary Frank, di completare le tavole di quella che fin d'ora può tranquillamente affermarsi sarà un'opera di altissimo livello, sia narrativo che grafico. Seppure uno iato di 60 (e talvolta oltre) giorni tra un'uscita e l'altra possa andare a discapito della leggibilità nell'immediato, la scelta della DC Comics appare pienamente condivisibile: è evidente come la serie sia stata concepita per rappresentare un punto fermo nell'universo narrativo della casa editrice e non come uno dei tanti, periodici "eventi"; l'obiettivo, palese anche se non dichiarato, è quello di creare un long-seller, in grado di rivaleggiare con altri fumetti iconici (lo stesso Watchmen, Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, La Nuova Frontiera). Per realizzare tutto ciò la DC ha ben compreso come un'elevata ed uniforme qualità grafica costituisca un requisito fondamentale. La qualità, del resto, paga sempre: in tal senso la scelta dello sceneggiatore è una ulteriore dichiarazione di intenti. Geoff Johns è stato ed è senz'altro ancora il principale "architetto" di cui la casa di Burbank disponga e, soprattutto, è un profondissimo conoscitore di tutte le pieghe narrative del multiverso DC, oltre che un vero amante dei personaggi.

doomsday-clock-1
 
La scelta del team creativo, quindi, appare di alto livello e, per quanto ci riguarda, è stata fin dall'origine adeguatamente rassicurante sulla bontà del progetto. Al di là delle presunte (e, probabilmente, reali) contrarietà di Alan Moore al nuovo sfruttamento dell'universo narrativo dallo stesso creato (già espresse, del resto, rispetto alle serie del progetto Before Watchmen, alcune delle quali, nondimeno, sono risultate assolutamente godibili e adeguatamente in linea con lo spirito dei personaggi e dell'opera principale) l'apparente idea di fondo è semplice, eppure geniale: come è possibile correggere un evidente errore di programmazione - i Nuovi 52, originati dall'evento Flashpoint e pensati come un ennesimo reboot dell'universo narrativo, hanno mostrato evidenti limiti, non aggiungendo molto alle serie già in sofferenza ed, anzi, scontentando per numerosi aspetti i fan di lunga data - ed, insieme, generare hype nella comunità fumettistica, sempre più scettica circa la reale incidenza degli (spesso promessi e quasi mai mantenuti) sconvolgenti novità?

Confessiamo che diversi anni addietro Johns ci ha conquistati "a vita" con la Rinascita di Lanterna Verde: riportare in auge Hal Jordan dopo gli sconquassi a cui lo stesso era stato sottoposto e le azioni commesse come Parallax era quasi impossibile. Eppure l'autore statunitense ha trovato il grimaldello giusto, sotto forma di "impurità"… Allo stesso modo alla base di tutta l'architettura della articolata storyline di cui Doomsday Clock costituirà il culmine - non per caso introdotta da un numero speciale intitolato "Rinascita" - si pone un "piccolo" dettaglio seminato da Moore: il Dr. Manhattan, raggiunta alla fine di Watchmen una chiara dimensione divina, aveva affermato la sua intenzione di creare vita nell'universo…
La serie dovrebbe, quindi, valere a fugare i (pochi) dubbi circa l'identificazione dell'anomalia che ha sottratto un quid all'universo DC (eliminando dalla continuity la Justice Society e la Legione dei Super Eroi, facendo dimenticare l'esistenza di Wally West e modificando il passato di alcuni eroi,  tra cui Superman) e portare allo scontro (auspichiamo non fisico o, comunque, non solo) tra Superman ed il presunto deus ex machina: il Dr. Manhattan.

doomsday-clock-2

Venendo al numero introduttivo bastano poche pagine per comprendere come gli autori abbiano fatto centro: siamo nel 1992, sono passati alcuni anni dal dirompente finale di Watchmen e la situazione, se possibile, è ancora peggiore di quanto non fosse stata in precedenza. Chiunque legga questo articolo dovrebbe già sapere che le macchinazioni di Veidt sono state svelate grazie al diario di Rorschach; Ozymandias è quindi in fuga, ricercato per l'omicidio di oltre tre milioni di persone e il mondo è al collasso: i sovietici accusano il governo americano di collusioni con Veidt e si preparano ad invadere la Polonia, il presidente Redford (!) ha adottato provvedimenti di aspra repressione della libertà di stampa, i coreani hanno testato missili in grado di raggiungere gli USA. In questo apocalittico scenario Rorschach (o, almeno, un Rorschach) è alla ricerca dell'unica soluzione per evitare il collasso: trovare il Dr. Manhattan. Per fare ciò, però, deve ricorrere all'aiuto di due criminali, Mimo e Marionette (già molto ben delineati, rielaborazioni di due vecchi personaggi dell'universo Charlton, da cui Moore aveva come è noto attinto per il cast originale) e del buon, vecchio Ozymandias...

Johns adotta uno stile di scrittura che non si limita a riecheggiare gli stilemi di Moore (per i fan è però evidente come l'intero numero sia infarcito di richiami, rimandi, ammiccamenti sia alla serie originale che alle serie "Before") ed immerge immediatamente nella "bolla" dell'universo Wathmen: leggendo è come se non fossimo mai andati via, si avverte un senso di oppressione, di minaccia incombente ed inevitabile nel quale l'autore riesce ad inserire chiari richiami e critiche all'attualità che contribuiscono a rendere tutto più reale.

doomsday-clock-3

Gary Frank, oltre a volti ed anatomie perfette e sfondi ben dettagliati, riutilizza la classica gabbia a nove vignette, prendendosi, tuttavia, più di una licenza per modificare dove necessario il ritmo narrativo. Anche la colorazione dell'albo ad opera di Brad Anderson è di alto livello: dai toni caldi, con una predominanza dell'arancio della dimensione Watchmen (che contribuiscono ottimamente a creare il senso di minaccia ed isteria diffusa) passiamo ai toni più freddi, con preponderanza dell'azzurro della Terra - 0 (l'espediente ci ha riportato alla memoria alcune delle sigle della serie tv Fringe, connotate dall'alternanza tra rosso e blu, indicative dell'universo in cui si sarebbe svolta l'azione).

In definitiva un ottimo debutto, dal quale traspare una accurata preparazione e l'evidente intenzione di rendere la serie un capitolo fondamentale della storia dell'universo DC; non vediamo l'ora di raccontarvi gli ulteriori capitoli...

Leggi tutto...

Geoff Johns conferma che Doomsday Clock diventa bimestrale

  • Pubblicato in News

Subito dopo l'uscita del nuovo numero di Doomsday Clock, arriva l'annuncio che la serie subirà un cambiamento di programma: Geoff Johns, scrittore e mente della serie, ha annunciato su Twitter che la serie diventerà bimestrale.

"Passeremo al bimestrale", si legge nel tweet dell'autore: "so quanto sia deludente, davvero. Stiamo cercando di realizzare il miglior lavoro possibile con 32 pagine, e scendere a 20 pagine al mese non era un'opzione".

La serie a fumetti, scritta da Johns e illustrata dall'artista Gary Frank, è stata originariamente presentata come una testata mensile di 12 numeri per la durata, dunque, di un anno. Ma, piuttosto che ridurre il numero di pagine a numero o utilizzare artisti di ripiego Johns, Frank e la DC Comics hanno preferito cambiare la programmazione della serie.
Ritardi simili non sono certo nuovi nel settore dei fumetti, specialmente quando sono coinvolte serie di eventi importanti che utilizzano grandi talenti creativi. Doomsday Clock è un progetto ambizioso, e dodici numeri di 32 pagine destinati ad un’uscita mensile sono una grande sfida, considerando inoltre l’apporto grafico di Frank, ricco di dettagli.

La serie, che avrebbe dovuto concludersi nel dicembre 2018, ora terminerà nel 2019. Doomsday Clock si ambienta a circa un anno nel futuro dell’universo DC Comics, bisogna attendere per capire come questo potrebbe influenzare i piani per il resto delle serie della casa editrice.

(Via CBR)

Leggi tutto...

Batman: The Killing Joke entra nella continuity di Rebirth

  • Pubblicato in News

ATTENZIONE: La seguente news contiene SPOILER!

Doomsday Clock, dopo aver unito l’universo DC Comics con quello di Watchmen, aggiunge un nuovo pezzo da novanta nei “recuperi” della continuity Rebirth: il capolavoro di Alan Moore e Brian Bolland, Batman: The Killing Joke, con l’uscita Doomsday Clock #2, entra a far parte ufficialmente del nuovo corso DC.

In Doomsday Clock #2, Ozymandias e il nuovo Rorschach sono alla ricerca Dottor Manhattan, l’unico che può salvare il loro pianeta, vicino alla distruzione e all’ecatombe nucleare. La loro ricerca conduce i due antieroi su Terra-0, il centro del multiverso DC, e più precisamente fanno schiantare il loro veicolo in un parco dei divertimenti molto caro ai fan del Cavaliere Oscuro: la Ruota panoramica, la Torre e la Fun House sono gli stessi presenti nel graphic novel Batman: The Killing Joke.

Nel fumetto, il parco dei divertimenti era il luogo in cui un sadico Joker torturava psicologicamente il commissario Jim Gordon, dopo aver sparato a sua figlia, paralizzandola. Alan Moore aveva dichiarato che Killing Joke non faceva parte della continuty DC Comics, ma con Doomsday Clock, il racconto è stato inserito come parte del canone.

L’evento Rebirth aveva confermato che c'erano tre Joker nell'universo, uno dei quali è, appunto, la versione del personaggio costruita da Moore e Bolland. Dunque, gli eventi di Killing Joke sono realmente accaduti in Rebirth, e il Parco dei Divertimenti è l’elemento che dichiara apertamente il collegamento. Non si può escludere che la presenza della zona sia un mero easter egg, ma, data la piega narrativa intrapresa con Doomsday Clock, tale probabilità sembra difficile.

A seguire la tavola di Doomsday Clock #2 con il parco dei divertimenti in primo piano.

doomsday-clock-confirms-killing-joke-1-1069848

(Via Comicbook)

Leggi tutto...

Classifica USA novembre 2017: la DC domina la Top Ten

  • Pubblicato in News

Anche per il mese di novembre, Diamond ha diffuso i dati dei fumetti più venduti del mese. Come sempre, tali dati sono indicativi e riguardano i canali di vendita serviti da Diamond, che comunque copre una fetta del mercato americano così consistente da rappresentare un indice abbastanza preciso delle vendite e del consumo fumettistico d'oltreoceano.

La DC Comics domina la top ten con ben 8 posizioni su 10. Al primo e al secondo posto troviamo, come prevedibile, la saga Doomsday Clock con la sua variant lenticolare. La posizione più alta occupata dalla Marvel è l'ottava con Captain America #695 che vede esordire il team composto da Mark Waid e Chris Samnee. Chiude sempre la Casa della Idee con Star Wars #38 al decimo posto.

La Marvel rimane in teasta alla classifica Retail Market Share col 34,29% con la DC vicina al 33,71%, tuttavia la casa editrice di Batman e Superman è al primo posto nella graduatoria Unit Market Share con il 39,37% con la Marvel al 34,52%.

Novembre 2017 è stato anche il secondo mese dell'anno per vendite. Di seguito, le classifiche complete.

PUBLISHER MARKET SHARES

RETAIL MARKET SHARE
PUBLISHER SHARE
MARVEL COMICS 34.29%
DC ENTERTAINMENT 33.71%
IMAGE COMICS 8.07%
IDW PUBLISHING 4.04%
DYNAMITE ENTERTAINMENT 2.20%
DARK HORSE COMICS 2.08%
BOOM! STUDIOS 2.06%
VIZ MEDIA 1.34%
TITAN COMICS 1.31%
ONI PRESS 1.23%
OTHER NON-TOP 10 9.68%
 
UNIT MARKET SHARE
PUBLISHER SHARE
DC ENTERTAINMENT 39.37%
MARVEL COMICS 34.52%
IMAGE COMICS 8.26%
IDW PUBLISHING 3.66%
DYNAMITE ENTERTAINMENT 2.15%
BOOM! STUDIOS 1.61%
DARK HORSE COMICS 1.53%
TITAN COMICS 1.07%
VALIANT ENTERTAINMENT 0.86%
ONI PRESS 0.76%
OTHER NON-TOP 10 6.21%

COMPARATIVE SALES STATISTICS

  DOLLARS UNITS
NOVEMBER 2017 VS. OCTOBER 2017
COMICS -3.63% -4.73%
GRAPHIC NOVELS 19.29% 27.04%
TOTAL COMICS/GN 3.11% -2.54%
TOYS 45.65% 39.93%
NOVEMBER 2017 VS. NOVEMBER 2016
COMICS -9.45% -13.28%
GRAPHIC NOVELS 2.21% -1.73%
TOTAL COMICS/GN -5.80% -12.36%
TOYS -4.88% -20.66%
YEAR-TO-DATE 2017 VS. YEAR-TO-DATE 2016
COMICS -9.89% -8.38%
GRAPHIC NOVELS -9.32% -11.72%
TOTAL COMICS/GN -9.72% -8.65%
TOYS -11.01% -18.12%

NEW TITLES SHIPPED

PUBLISHER COMICS SHIPPED GRAPHIC NOVELS SHIPPED MAGAZINES SHIPPED TOTAL SHIPPED
DC ENTERTAINMENT 95 36 0 131
MARVEL COMICS 85 46 0 131
IMAGE COMICS 68 14 0 82
IDW PUBLISHING 43 26 0 69
BOOM! STUDIOS 25 16 0 41
TITAN COMICS 23 10 8 41
VIZ MEDIA 0 40 0 40
DYNAMITE ENTERTAINMENT 25 9 0 34
DARK HORSE COMICS 14 12 0 26
ONI PRESS 8 2 0 10
OTHER NON-TOP 10 156 244 30 430
TOTAL 542 455 38 1035

TOP 10 COMIC BOOKS

RANK DESCRIPTION PRICE ITEM CODE VENDOR
1 DOOMSDAY CLOCK #1 $4.99 SEP170245-M DC
2 DOOMSDAY CLOCK #1 LENTICULAR EDITION $5.99 SEP170247 DC
3 THE BATMAN WHO LAUGHS #1 $3.99 AUG170173 DC
4 BATMAN LOST #1 $4.99 AUG170170 DC
5 BATMAN #35 $2.99 SEP170276-M DC
6 BATMAN #34 $2.99 SEP170274-M DC
7 BATMAN: THE DEVASTATOR #1 $3.99 AUG170172-M DC
8 CAPTAIN AMERICA #695 $3.99 SEP170802-M MAR
9 BATMAN ANNUAL #2 $4.99 SEP170278 DC
10 STAR WARS #38 $3.99 SEP170965-M MAR

TOP 10 GRAPHIC NOVELS & TRADE PAPERBACKS

RANK DESCRIPTION PRICE ITEM CODE VENDOR
1 STAR WARS: DARTH VADER VOL. 1: IMPERIAL MACHINE TP $17.99 AUG171045 MAR
2 DEADPOOL KILLS THE MARVEL UNIVERSE… AGAIN TP $15.99 AUG171018 MAR
3 THE FLASH VOL. 4: RUNNING SCARED TP $14.99 AUG170320 DC
4 WONDER WOMAN VOL. 4: GODWATCH TP $16.99 AUG170329 DC
5 RICK AND MORTY VOLUME 1 TP $19.99 JUL151482 ONI
6 STAR WARS: ROGUE ONE ADAPTATION TP $19.99 AUG171049 MAR
7 JOURNEY TO STAR WARS: THE LAST JEDI: CAPTAIN PHASMA TP $16.99 AUG171050 MAR
8 SUPERMAN VOLUME 4: BLACK DAWN TP $16.99 AUG170325 DC
9 STAR WARS: DARTH MAUL: SON OF DATHOMIR TP $15.99 AUG171046 MAR
10 JUSTICE LEAGUE VOL. 4: ENDLESS TP $16.99 AUG170324 DC

TOP 10 BOOKS

RANK DESCRIPTION PRICE ITEM CODE VENDOR
1 UNDISPUTED STREET FIGHTER HC $39.99 JUL171680 DYN
2 BACK ISSUE #101 $34.95 AUG172086 TWO
3 GRIMM FAIRY TALES ADULT COLORING BOOK VOLUME 1 $12.99 OCT151871 ZEN
4 HARRY MOON: HARRY’S CHRISTMAS CAROL HC $16.99 JAN179078 RAB
5 LEGEND OF ZELDA: HYRULE HISTORIA HC $34.99 SEP120055 DAR
6 OVERSTREET COMIC BOOK PRICE GUIDE VOLUME 47 $29.95 APR171765-M GEM
7 BERNIE WRIGHTSON ARTIFACT EDITION HC $125.00 JUN170552 IDW
8 LEGACY: COLOR NOVELLA FOR YOU TO COLOR HC $19.99 JUL170107 DAR
9 THE WALKING DEAD ADULT COLORING BOOK (MR) $14.99 FEB160615 IMA
10 HONEY MOON: CHRISTMAS HC $16.99 JAN179079 RAB

TOP 10 TOYS

RANK DESCRIPTION ITEM CODE VENDOR
1 CHIBI TAMAGOTCHI MAR178821 BAN
2 POP RIDES! MARVEL: CLASSIC GHOST RIDER GLOW-IN-THE-DARK VINYL FIGURE JUL178584 FUN
3 POP RIDES! MARVEL: CLASSIC GHOST RIDER VINYL FIGURE JUL178585 FUN
4 MARVEL NOW: VENOM ARTFX+ STATUE MAY172821 KOT
5 DC ICONS: DOOMSDAY VS. SUPERMAN DELUXE FIGURE 2-PACK MAY170374 DC
6 JUSTICE LEAGUE MOVIE: BATMAN STATUE MAY170370 DC
7 BAT SIGNAL PROP MAY170373 DC
8 BATMAN: THE ANIMATED SERIES: HARLEY QUINN 25TH-ANNIVERARY DELUXE PVC FIGURE APR172648 DST
9 JUSTICE LEAGUE MOVIE: SUPERMAN STATUE MAY170371 DC
10 MARVEL PREMIER COLLECTION: PSYLOCKE STATUE APR172652 DST

TOP 10 GAMES

RANK DESCRIPTION ITEM CODE VENDOR
1 PATHFINDER RPG: ULTIMATE WILDERNESS SEP173077 PAI
2 DC HEROCLIX: HARLEY QUINN AND THE GOTHAM GIRLS BOOSTER BRICK JUN173406 NEC
3 PATHFINDER RPG: CORE RULEBOOK POCKET EDITION APR168770 PAI
4 PATHFINDER RPG: CORE RULEBOOK JUN091729 PAI
5 PATHFINDER RPG: BESTIARY 2 POCKET EDITION AUG173198 PAI
6 STARFINDER RPG: ALIEN ARCHIVE HC AUG173202 PAI
7 STARFINDER PAWNS: ALIEN ARCHIVE PAWN BOX SEP173078 PAI
8 PATHFINDER RPG: BOOK OF THE DAMNED HC JUL173377 PAI
9 PATHFINDER RPG: ULTIMATE EQUIPMENT POCKET EDITION AUG173199 PAI
10 TOME OF BEASTS HC JUN168476 PAI
Dollar Market Shares for November 2017
Dollar Market Share – November 2017
Unit Market Shares for November 2017
Unit Market Share – November 2017
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.