Menu

 

 

 

np6-6-28

X-Men Grand Design 1, recensione: la storia dei mutanti vista da Ed Piskor

MCAGT003ISBN 0

Se dovessimo in qualche modo etichettare Ed Piskor, potremmo definirlo un biografo o un documentarista a fumetti. Nella sua pur breve ma apprezzata carriera, l’artista americano classe 1982 ha scritto e disegnato Wizzywig, biografia fittizia di un hacker che ripercorre, mescolando realtà a finzione, lo sviluppo del movimento hacker fra la fine degli anni ’70 ad oggi. Più celebre è, naturalmente, la sua opera Hip-Hop Family Tree in cui l’autore narra anno dopo anno la nascita del sopracitato movimento musicale ricostruendo e mettendo in ordine eventi e personaggi con la precisione di un vero storico. La sua opera, infatti, è davvero una sorta di documentario a fumetti apprezzato tanto dagli appassionati del genere quanto dagli amanti dei fumetti.

Essendo un autore a cui piace narrare le proprie passioni, dopo l’hacking e l’Hip-Hop, un quasi incredulo Piskor si mette al lavoro su progetto dedicato ai mutanti di casa Marvel. Il suo entusiasmo è visibile da un contenuto speciale del primo volume di X-Men Grand Design in cui il fumettista intitola “Sogno di una vita” una raccolta di foto da bambino e di vecchi disegni in cui mostra la sua sconfinata passione per i mutanti.

x-men-grand-design-1

Il progetto non si allontana molto da quello di Hip-Hop Family Tree, Piskor mette in ordine e narra le vicende dei mutanti a partire dalla loro origine fino agli anni ’80. Si va, dunque, dall’infanzia di Charle Xavier e di Erik Magnus Lehnsherr fino alla nascita degli X-Men e alla loro affermazione. Nel fare questa operazione, l’autore mette in prospettiva gli eventi del passato con quello che avverrà in futuro, in special modo con l’avvento della Fenice che, come noto, si impossesserà del corpo di Jean Grey. In particolare, questa sottotrama è al centro della narrazione di Piskor con la quale, evidentemente, vorrà portare al culmine (oltre che alla conclusione) la sua miniserie. Ricordiamo che X-Men Grand Design è composta da 4 albi di formato doppio e che finora sono usciti i primi due, raccolti entrambi nel volume Panini Comics.

x-men-grand-design-2

Dal punto di vista visivo, il grande formato proposto da Panini Comics, ovvero un brossurato 23.4X33 (lo stesso utilizzato per Hip-Hop Family Tree), consente di poter godere appieno delle tavole ricche di dettagli e, soprattutto, di testo e che ridotte avrebbero risentito di molto nella lettura e nella leggibilità delle stesse. Piskor applica una colorazione alle proprie tavole che simula la resa di stampa dei vecchi albi, e la carta “ingiallita” amplifica l’effetto dando il tocco vintage voluto. Lo stesso tipo di colorazione è stato applicato al primo albo degli X-Men di Stan Lee e Jack Kirby interamente riproposto per intero nel volume come gradito extra.

x-men-grand-design-3

L’opera, sicuramente ambiziosa, risulta riuscita nel suo intendo: Piskor si districa in decenni di storie e rivedere in maniera coerente e pressoché corretta gli eventi creando una narrazione che coinvolgerà tanto i vecchi fan, che si troveranno non solo davanti a un’ottima lettura ma anche a una ricostruzione rispettosa del passato, tanto i nuovi fan che vogliono conoscere la storia del celebre gruppo Marvel.

Leggi tutto...

Anteprima di X-Men: The Exterminated # 1

  • Pubblicato in News

Marvel Comics ha pubblicato le prime pagine in anteprima di X-Men: The Exterminated # 1 in uscita oggi negli States.

All'indomani dello sterminio, gli X-Men piangono il loro fratello caduto, Cable. Chi, però, ne sta soffrendo maggiormente è sua figlia adottiva, Hope Summers. L’eroina si trova, così, davanti un bivio: la speranza potrà animarla per far fronte alla sua grande perdita, o il dolore la guiderà in un sentiero oscuro da cui non sarà in grado di tornare? Solo Jean Gray sembra essere in grado di aiutarla.

Inoltre, per celebrare la vita eroica di Nathan Summers, nell'albo è presente una storia di uno dei più grandi autori degli X-Men, il maestro Chris Claremont. Ad accompagnare il leggendario sceneggiatore, troviamo Zac Thompson e Lonnie Nadler, mentre i disegni saranno di Neil Edwards e Ramon Rosanas.

Leggi tutto...

La Marvel lancia l'evento mutante Age of X-Man

  • Pubblicato in News

Marvel Comics ha annunciato un nuovo evento mutante, intitolato Age of X-Man, in uscita a febbraio 2019 e che porterà con sé ben sei miniserie. Queste mini sembrano rispecchiare l'evento Age of Apocalypse, che ha rilanciato l'intera linea degli X-Men con titoli, cast e premesse alterate.

Di seguito trovate i team creativi delle sei serie e, nella gallery in basso, tutte le cover.

AGE OF X-MAN: THE MARVELOUS X-MEN #1 (di 5)
Scritto da LONNIE NADLER & ZAC THOMPSON
Disegni di MARCO FAILLA
Cover di PHIL NOTO
In vendita dal 2/6/19

AGE OF X-MAN: NEXTGEN #1 (di 5)
Scritto da ED BRISSON
Disegni di MARCUS TO
Cover di CHRIS BACHALO
In vendita dal 2/13/19

AGE OF X-MAN: THE AMAZING NIGHTCRAWLER #1 (di 5)
Scritto da SEANAN MCGUIRE
Disegni di JUAN FRIGERI
Cover di SHANE DAVIS, MICHELLE DELECKI & FEDERICO BLEE
In vendita dal 2/20/19

AGE OF X-MAN: THE X-TREMISTS #1 (di 5)
Scritto da LEAH WILLIAMS
Disegni di GEORGES JEANTY
Cover di RAHZZAH

AGE OF X-MAN: PRISONER X #1 (di 5)
Scritto da VITA AYALA
Disegni di GERMAN PERALTA
Cover di PATCH ZIRCHER
In vendita dal 3/6/19

AGE OF X-MAN: APOCALYPSE AND THE X-TRACTS #1 (di 5)
Scritto da TIM SEELEY
Disegni di SALVA ESPIN
Cover di GERARDO SANDOVAL

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

Chi sono gli "ultimi" X-Men?

  • Pubblicato in News

Ciclope e Wolverine campeggiano sulla copertina di Uncanny X-Men #12 in uscita a febbraio 2019 negli USA, ma ciò che desta subito attenzione è il testo in basso: "The Last X-Men".

Lo sceneggiatore Matthew Rosenberg ha affermato che "questa è la lotta per salvare l’identità mutante, la lotta per ripristinare la loro eredità, e questa è la lotta per le loro vite".

Rosenberg è attualmente impegnato come co-sceneggiatore di Uncanny X-Men, ma ne diventerà l’unico a febbraio a partire dal numero #11, e verrà accompagnato dall'artista Salvador Larroca.

La domanda su chi potrebbero essere gli "Ultimi X-Men" genera speculazioni e, data la presenza di copertina di Scott e Logan, le possibilità che siano proprio loro alte. I fan di vecchia data ricorderanno che Bishop - che attualmente fa parte della nuova formazione Uncanny – venne “etichettato” come "The Last X-Man", con una serie dal 1991 al 2001 intitolata proprio Bishop: The Last X-Man.

Non resta che attendere a febbraio 2019 per scoprire chi saranno gli “ultimi X-Men”.

lastxmen

(Via Newsarama)

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.