Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

La Marvel cancella e rilancia l'intera linea degli X-Men

  • Pubblicato in News

Come già anticipato, Jonathan Hickman è pronto a presentarsi al pubblico con due nuove serie regolari legate agli X-Men: House of X #1 e Powers of X #1.

Quello che ancora non sapevamo è che il rilancio dei mutanti coinciderà anche con il reset totale delle storie legate agli uomini-X. Secondo Hickman infatti per riportare in auge i mutanti nell’universo Marvel non basta editare due semplici numeri #1 ma occorre un vero e proprio ripensamento narrativo del mondo mutante.

Gli amanti degli X-Men potranno quindi seguire le avventure solo attraverso la lettura delle due nuove serie.

Il messaggio di Hickman arriva forte e chiaro: per costruire un progetto solido ci vogliono delle ottime fondamenta che nel nostro caso saranno rappresentate dalle due serie POX#1 e HOX#1 (ricordiamo che la X deve essere letta come 10 in numero romano).

Le serie avranno un ritmo di 6 numeri in un lasso temporale di 3 mesi (alternanza settimanale, da luglio a settembre 2019).

Da ottobre inizieranno poi a fare capolino in fumetteria altre testate, alcune tradizionali altre più innovative, per portare avanti e a compimento la fase 1 del pluriennale piano di Hickman.

Novità ulteriori verranno svelate al Comicon, ma è praticamente certo che risulta ultimata anche la fase 2, programmata per il 2020, con l’introduzione di nuovi talenti e team creativi.

Un programma pluriennale e ben strutturato, un reset narrativo, un grande autore non possono che far ben sperare per il futuro narrativo degli X-Men.

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

Matthew Rosenberg si scusa per una scena controversa in Uncanny X-Men 17

  • Pubblicato in News

Lo scrittore Marvel Matthew Rosenberg si è scusato con tutti i lettori a causa di alcuni contenuti, considerati insensibili e incitanti all’odio transmisogino, presenti nell'ultimo albo di Uncanny X-Men.

Nel numero 17 della serie infatti si rievocano gli eventi legati alla morte di Rahne Sinclair, la mutante Wolfsbane, causata da un branco di balordi violentatori che riducono il mutante in fin di vita.

Alcuni commentatori di Women Write About Comics non hanno gradito la scena e, in particolar modo, sottolineato come il linguaggio usato da uno degli aggressori dia adito ad una rappresentazione troppo banalizzante della violenza mondiale che attanaglia i soggetti transgeder (Rosenberg “utilizza” in maniera “errata” la frase “normal people”).
L’autore non si è tirato indietro. Ha accolto con piacere le critiche costruttive, ha chiesto scusa per eventuali offese arrecate e anzi, in maniera molto elegante, ha anche invitato i lettori a prendere in considerazione la possibilità di effettuare una donazione verso l’associazione TransLifeline.

Rosenberg ha iniziato a scrivere la sua run di Uncanny X-Men insieme ad altri autori a partire dal 2018 fino a diventarne dal numero #11 il solo ed unico autore. Molte sono state le critiche già suscitate dal suo lavoro per la morte di diversi personaggi e per la trattazione di tematiche ostiche quali il suicidio.

In Italia inizieremo a leggere la storia a partire proprio da questo mese con l’uscita de Gli Incredibili X-Men #1.

Rahne-1024x608

Leggi tutto...

Jonathan Hickman rilancerà gli X-Men

  • Pubblicato in News

Come vi avevamo già riportato alcuni giorni fa, Jonathan Hickman (Secret Wars) è in procinto di ritornare alla Marvel. Pochi minuti fa, durante il C2E2 2019, è stato annunciato che lo sceneggiatore lancerà due nuovi titoli mutanti a partire da luglio, dopo la fine dell'attuale ciclo Age of X-Man.

I due titoli sono House of X e Powers of X, e segneranno il primo lavoro di Hickman per l'editore dalla fine di Secret Wars nel 2016. Pepe Larraz disegnerà House of X mentre RB Silva disegna Powers of X. Marte Gracia colorerà entrambi i titoli.

Stranamente, in Powers of X la "X" è in realtà il numero romano X simile alla designazione "Weapon X" di Wolverine. Inoltre, nell'immagine promozionale che potete vedere in basso, i personaggi raffigurati "potrebbero provenire dal passato, dal presente o dal futuro".

CB Cebulski ha dichiarato che gli X-Men di Hickman segneranno una nuova pietra miliare per la squadra, ai livelli di Giant-Sized X-Men #1, di X-Men #1 di Chris Claremont e Jim Lee, di Age of Apocalypse degli X-Men di Grant Morrison, definendo le due serie "qualcosa di completamente diverso" per il franchise.

"Siamo entusiasti di avere Jon nella famiglia Marvel, e non avremmo potuto chiedere un team creativo migliore per far entrare gli X-Men ad entrare in una nuova era", ha detto Cebulski. "Anche se non possiamo ancora rivelare troppo sulla storia, queste nuove avventure ridefiniranno gli X-Men e il loro posto nell'Universo Marvel. Questo è un momento storico che i fan nuovi e i vecchi appassionati non vorranno perdere."

"Lasciatemi dire che abbiamo piani radicali per tutti voi. Sono cresciuto principalmente come lettore della DC Comics, l'unico fumetto che abbia mai letto della Marvel da ragazzo è stato quello degli X-Men", ha dichiarato Hickman. "Tutti i fumetti che ho fatto alla Marvel fino a questo punto erano lavori fantastici - ma erano lavori, questo è stato il primo fumetto che ho amato ancor prima di iniziare."

"Probabilmente non sono mai stato più orgoglioso di nulla su cui ho lavorato, penso che tutti voi sarete piuttosto fuori di testa, stiamo facendo cose radicalmente diverse, due serie che dovrete leggere entrambe per restare sintonizzati, ma c'è una buona ragione per questo."

House of X e Powers of X inizieranno a luglio e saranno quindicinali e, alternandosi, usciranno settimanalmente.

aHR0cDovL3d3dy5uZXdzYXJhbWEuY29tL2ltYWdlcy9pLzAwMC8yNTEvMzMzL29yaWdpbmFsL0hvdXNlT2ZYUG93ZXJzT2ZYXzEuanBnPzE1NTMzNzY0NTg

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

Marvel Studios non produrrà film degli X-Men e dei Fantastici 4 prima di due anni

  • Pubblicato in Screen

Dopo oltre un anno di trattative legali, la Disney ha ufficialmente acquisito la 21st Century Fox. Per gli appassionati di fumetti, questo significa che gli X-Men e i Fantastici Quattro possono ora essere integrati nell'MCU. Nel caso di X-Men, è ovvio che Marvel Studios probabilmente premerà il pulsante di reset su un franchise lungo vent'anni. Mentre nessuno dei membri del cast dei precedenti film tornerà, potrebbero esserci alcune vecchie conoscenze dietro le quinte.

Secondo The Hollywood Reporter, i produttori storici dei film degli X-Men, Lauren Shuler Donner e Simon Kinberg, potrebbero mantenere le loro posizioni in qualsiasi pellicola dei Marvel Studios contenente i mutanti. Secondo quanto riferito, a Donner deve essere riconosciuto lo status di produttore esecutivo per ogni film mutante, indipendentemente dal suo effettivo coinvolgimento. Donner ha fatto parte della serie dal primo X-Men del 2000. Ha acquistato i diritti cinematografici dei personaggi nel 1994. Kinberg, che è entrato a far parte della serie con X-Men: The Last Stand del 2006, avrebbe un accordo simile.

Indipendentemente da ciò, potrebbero esserci modi per aggirare questo problema. THR nota che le quote di Donner e Kinberg possono essere "districate o comprate" a un certo punto. Ma visto il successo finanziario dei film, è difficile immaginare che Donner e Kinberg lascino volentieri il franchise. Inoltre, Donner ha in precedenza indicato di voler lavorare di nuovo con Kevin Feige dopo averlo seguito sul set del primo X-Men.

Nonostante la fusione, X-Men e Fantastic Four non esordiranno al cinema sotto il marchio Marvel per almeno almeno due anni. THR suggerisce che, poiché i Marvel Studios si stanno concentrando su altri film, le nuove riprese per le pellicole delle due famiglie non arriveranno prima del 2021. Attualmente lo studio sta sviluppando Black Widow, Black Panther 2, Doctor Strange 2, The Eternals e Guardians of the Galaxy Vol. 3. Nel frattempo, la Fox distribuirà il suo ultimo film X-Men con Dark Phoenix a giugno. Anche The New Mutants di Josh Boone è ancora in agenda. Sfortunatamente, le voci sui problemi di post-produzione hanno alimentato la speculazione secondo cui quel film potrebbe essere relegato su una piattaforma di streaming come Hulu.

(Via SHH)

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.