Menu

 

 

 

 

Anteprima di Spider-Gwen Annual #1

  • Pubblicato in News

Uscirà domani, 29 giugno, il primo annual di Spider-Gwen scritto da Jason Latour e disegnato da Chris Brunner, Chris Visions e Latour.

Le trame per il prossimo anno di Spider-Gwen vengono definite in queste storie:

- Spider-Gwen e Capitan America vanno in missione segreta!

- Le Mary Jane spaccano!

- Il Capitano Stacy e Gwen incontrano She-Hulk?!

- Spider-Ham!!!

Nella gallery in basso potete ammirare un'anteprima dell'albo. Le cover sono ad opera di Robbi Rodriguez e Andrew Robinson.

Leggi tutto...

Primo sguardo a Spider-Gwen #1

  • Pubblicato in News

Come ha dichiarato C.B. Cebulski in un panel tenutosi durante l'ultimo Toronto Fan Expo la prossima iniziativa editoriale della Casa delle Idee, All New, All Differente Marvel, non è un reboot dell'universo narrativo di Spider-Man e soci, bensì rappresenta un ideale punto di inizio per approcciarsi a personaggi con più di cinquantanni di storie alle spalle.

Questa operazione verrà applicata anche a personaggi più giovani, e tra questi troviamo Spider-Gwen. Il fortunato character creato da Jason Latour e Robbi Rodriguez, il cui esordio è avvenuto sulle pagine di Edge of Spider-Verse #2, ha fatto subito breccia nel cuore dei fan tanto da meritarsi una propria serie. Questo nuovo inizio riprenderà la storia in continuity e ci permetterà di approfondire molti aspetti della Gwen Stacy di Terra 65.

Finalmente troveremo le risposte ad alcune domande sulla storia segreta tra lei e Peter Parker. Inoltre, scopriremo che qualcuno è riuscito a ricreare la formula Lizard di Peter. La stessa formula che lo ha trasformato, che ha marchiato Gwen come una fuggitiva e, in ultima battuta, ha causato la morte dello stesso Peter. Spider-Gwen farà di tutto per evitare che la storia si ripeta.

Come se non bastasse, questo nuovo inizio conferma ne cast dei comprimari il capo della Polizia di New York, Frank Castle, e il Re del crimine Matt Murdock. Il tutto arricchito con la presentazione di personaggi del calibro di Norman ed Harry Osborn.

Per entrare nel mood di questo nuovo inizio ecco alcune alcune tavole ancora prive di lettering del primo numero, in uscita il prossimo 14 ottobre, insieme alle cover realizzate da Rodriguez, Rico Renzi, Nick Bradshaw, Skottie Young, Bruce Timm, Francesco Francavilla, John Tyler Christopher e Humberto Ramos, tutte disponibile nella gallery in basso.

Leggi tutto...

Spider-Gwen: Rodriguez smentisce il divieto di creare personaggi per colpa della Sony

  • Pubblicato in News

Durante il podcast Superior Spider-Talk è intervenuto il disegnatore e co-creatore della fortunata serie Spider-Gwen Robbi Rodriguez, svelando alcuni retroscena sulla gestione della stessa, in particolare il diktat che impedisce a Jason Latour e Rodriguez di creare nuovi personaggi.

"È come se ci fosse una grande regola[...] non possiamo creare nuovi personaggi in Spider-Gwen in quanto i diritti cinematografici non appartengono alla Marvel", queste le parole di Rodriguez. "Qualunque cosa creassimo nella serie la Sony potrebbe appropriarsi di queste idee per questi personaggi. Per questo abbiamo iniziato ad usare la tecnica che chiamiamo del 'campionamento'. Campioniamo un'idea l'applichiamo a un personaggio nuovo. Così, per esempio, abbiamo Luke Cage, che abbiamo intenzione di utilizzare, sarà Luke Cage solo nel nome, ma avremo qualcosa di nuovo per lui che lo renderà diverso, appunto nuovo".

I concetti espressi da Rodriguez sono molto forti tanto che l'articolo è stato rimosso dalla pagina del podcast. Il disegnatore è dovuto, quindi, intervenire, con una dichiarazione rilasciata a Newsarama, a rettificare le sue parole. "Il soggetto non mi era stato spiegato molto bene quando risposi quella volta, ma mi è molto più chiaro adesso e ho risposto ancora a quella domanda non troppo tempo fa. Avevo dimenticato di aver detto quelle cose sul podcast, così ho chiesto loro di cancellarlo per evitare confusioni nel futuro. Volevo farlo prima ed è colpa mia se è nato questo fraintendimento. Possiamo fare ciò che vogliamo con Gwen. Le mie erano solo supposizioni basate su quello che leggiamo su siti come il vostro. Anche noi leggiamo le cose che troviamo in rete...".

Rodriguez si riferisce, forse, ad alcune indiscrezioni apparse su alcuni siti internet secondo le quali personaggi quali X-Men o Fantastici Quattro venissero boicottate o addirittura cancellate in quanto i diritti cinematografici delle stesse non fossero di proprietà dei Marvel Studios. Le parole iniziali del disegnatore, inoltre, lascerebbero trapelare il concetto per cui, nonostante l'accordo per inserire Spider-Man nel Marvel Cinematic Universe, la Sony goda ancora di un certo margine di indipendenza nella gestione dei diritti cinematografici dell'Arrampicamuri.

Verrebbe da aggiungere, in conclusione, nella serie regolare di Spider-Man lo scrittore Dan Slott introduce con regolarità nuovi personaggi, così come, guardando alle serie mutanti, non regge nemmeno l'ipotesi di un peso determinante nelle sorti di una serie del loro futuro al cinema.

(Via CBR)

Leggi tutto...

Polemica Cho/Spider-Gwen: la parola a Rob Liefeld

  • Pubblicato in News

A seguito del tweet, per così dire, particolare di Robbi Rodriguez, che invitava Frank Cho (colpevole a suo dire di aver fatto una sketch cover inopportuna di un personaggio da lui co-creato, Spider-Gwen) a stargli alla larga, il disegnatore è tornato sull'argomento tramite un messaggio sul suo profilo Facebook.

"Fatemi dire, per cominciare, che non era una minaccia fisica. Fidatevi, molti altri professionisti del settore avrebbero fatto la stessa cosa. Comunque non mi rimangio ciò che ho detto: è una mia opinione sulla vicenda, prendere o lasciare. Quel tipo di immagine ha il suo pubblico e i suoi riferimenti e se vi piace non commettete un errore. Io adoro buona parte delle opere di Milo Manara, penso siano storie fantastiche nel loro contesto. Ma fuori contesto possono apparire come inappropriate, in quanto questa nazione non ha ancora raggiunto la necessaria maturità sui temi della sessualità e della libertà sessuale. Ogni volta che nuovi lettori vedono lavori come la sketch cover di Cho o le cover di J. Scott Campbell, il medium fumetto ritorna all'età della pietra e degli stereotipi. Fidatevi: voi potete non capirlo, ma è così".

Frank Cho ha detto la sua, ma in risposta al post di Rodriguez, e in difesa dei suoi colleghi, è anche intervenuto niente di meno che Rob Liefeld.

"Permettetemi di indirizzare questa diatriba specificamente verso i miei colleghi. In tempi recenti non mi sono unito alla lotta, ma stavolta devo dire la mia. Ho appena finito di leggere un delirio inquietante di un tizio che, secondo la mia modesta opinione, era del tutto fuori luogo. Frank Cho e J. Scott Campbell sono due maghi del fumetto, artisti visivi che sono stati sulle vette più alte del fumetto e hanno divertito le masse per quasi vent'anni. E, avendo passato interi weekend con questi due gentiluomini alle convention, posso dirvi che sono entrambi persone straordinarie, generose, affettuose e con un gran senso dello humour. È stato pubblicamente detto che il realizzare immagini nei loro stili possa essere considerato perverso e schifoso. Prego? Che sta succedendo qui? Forse Jessica Rabbit o Betty Boop sono ritenuti cartoni vergognosi per l'audience attuale? Non dite a un vostro collega che fa un lavoro di poco conto perché disegna una figura lussuriosa. Non sono immagini pornografiche, solo sane eroine femminili a volte illustrate in maniera dinamica o ammiccante. Quindi finisco chiedendo a tutti noi artisti di ergersi a difesa di due nostri colleghi, che meritano di meglio che minacce o inviti a cambiare uno stile di successo! Avremmo tutti bisogno di molti più fumetti da parte di Campbell e Cho".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.