Menu

 

 

 

 

La prima edizione autografata del fumetto di Tintin venduta a 50.000 euro

  • Pubblicato in News

Sulla piattaforma Catawiki è stata venduta al prezzo di 50.000 euro la prima edizione della prima storia di Tintin datata 1930. Trovate i dettagli nel comunicato qui di seguito e alcune foto nella gallery in basso.

"Una delle prime edizioni originali di 'Tintin au Pays des Soviets' è stata venduta su Catawiki, la piattaforma online per oggetti rari, all'incredibile prezzo di 50.000 euro. Il fumetto appartiene alle prime 500 copie mai stampate e risale al 1930. Solo quarant'anni dopo l'album è stato ristampato. Ciò che rende questa edizione ancora più unica è che è stata numerata e firmata da Hergé (che si è firmato come "Tintin") e sua moglie (che si è firmata come "Milou").

Questa specifica edizione ha avuto in passato un solo proprietario, che l'ha conservata con grande cura. Il proprietario aveva fatto realizzare una cassetta su misura da un'officina specializzata in rilegatura d'arte. Fortunatamente, era consapevole della rarissima edizione che aveva in mano al momento dell'acquisto e ha fatto in modo che questo pezzo di storia fosse mantenuto in perfette condizioni nei decenni.

A proposito di Tintin au Pays des Soviets

Questo album, il primo album di Tintin mai realizzato, era stato commissionato dal datore di lavoro di Hergé, Norbert Wallez, sacerdote cattolico responsabile del quotidiano "Le Vingtième Siècle" e del  supplemento settimanale per bambini "Le Petit Vingtième". Il sacerdote aveva chiesto a Hergé di mandare un giovane reporter in URSS, dove Stalin era al potere. Nacque così la prima avventura di "Tintin, reporter del Petit Vingtième", che divenne, di fatto, un opuscolo fortemente anticomunista.

È interessante notare che lo stesso autore Hergé non era molto orgoglioso di questo album. Era molto esigente sulle sue opere d'arte in termini di qualità e, per molto tempo, ha considerato 'Tintin au Pays des Soviets' un errore della sua giovinezza. Per questo motivo l'album non è stato ristampato per più di 40 anni. Tuttavia, il fumetto divenne così leggendario che nel 1969 venne finalmente pubblicata una prima riedizione (limitata).

Patrick Vranken, Esperto di fumetti su Catawiki: "Non solo questo specifico collector dell'album di Tintin è da collezione, ma questo fumetto è anche una delle più belle copie esistenti sul mercato. Questa edizione è stata di proprietà di una sola persona che l'ha conservata con la massima cura, e questo spiega la sua straordinaria condizione. Si tratta di un'edizione unica nel suo genere, in quanto ci dovrebbero essere meno di una dozzina di copie disponibili di questa qualità, per non parlare del fatto che questa edizione è autografata. Va da sé che Hergé ha cambiato il mondo dei fumetti quando ha messo per la prima volta su carta Tintin. Siamo estremamente orgogliosi che Catawiki sia l'unica piattaforma che organizza aste settimanali online specializzate Hergé/Tintin. Siamo onorati di aver partecipato alla vendita di "Tintin au Pays des Soviets", che dimostra ancora una volta quanto i fumetti possano essere un buon investimento"."

Leggi tutto...

Asta record per Marvel Comics #1: albo venduto a 1,26 milioni

  • Pubblicato in News

Un'asta record per il mondo della Nona Arte si conclusa con la vendita di una copia di Marvel Comics #1 alla cifra di 1,26 milioni di dolalri, la più alta di sempre per un fumetto. L'albo, come noto, segna la nascita della celebre e omonima casa editrice ed è datato 1939.

A questa copia è stato assegnato un punteggio di 9,4 (su 10) da Certified Guaranty Company (CGC), ed è il Marvel Comics #1 con il punteggio più alto mai valutato. A solo altre due copie è stata assegnata una valutazione di 9.0 o superiore.

L'albo in questione proviene dalla collezione di un anonimo postino di Uniontown, in Pennsylvania, che ha acquistato ogni primo numero di fumetti e riviste, a partire dagli anni '40. La collezione è stata lanciata sul mercato dal rivenditore di Chicago Gary Colabuono.

"Questa è una copia storica di un fumetto storico", ha dichiarato Ed Jaster, Senior Vice President di Heritage Auctions, in una nota. "Senza dubbio, questo è il nonno di tutti i fumetti Marvel, senza i quali non avremmo i personaggi e le storie che ci piacciono nei fumetti e nei film di oggi".

marvc1

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

Etna Comics 2017: chiusura record e asta di beneficenza

  • Pubblicato in News

Si è conclusa domenica la settima edizione di Etna Comics, evento ormai consolidato e affermato come una tra le più belle realtà nel panorama delle convention nazionali dedicate al fumetto.
Il sito ufficiale della manifestazione riporta una nuova cifra record, con oltre 78000 presenze registrate nell'arco di quattro giorni, che hanno confermato la qualità e la validità di un progetto che ormai da sette anni sintetizza l'aspetto editoriale/commerciale e quello culturale, portando a Catania l'eccellenza della cultura pop e del fumetto italiano e mondiale.

Nel corso dell'ultima giornata si è svolta la consueta asta di beneficenza, durante la quale sono state battute le opere offerte dagli artisti ospiti della manifestazione.
Se i proventi dell'asta del 2016 sono serviti a ristrutturare una piazza della città, molto frequentata da ragazzi e famiglie, i fondi raccolti quest'anno saranno destinati alla costruzione di una sala multimediale per il reparto di Oncologia Pediatrica del Policlinico di Catania in collaborazione con Mandarin SPA che si occuperà della connettività. Un secondo eventuale step sarà la costruzione di una "Bambinopoli" nel quartiere catanese di San Berillo.

Tante e tutte molto belle le opere presentate, con basi d'asta volutamente basse per consentire un po' "a tutte le tasche" l'accesso alle offerte. Anche se, per singola battitura, non sono stati raggiunti numeri astronomici, spesso inferiori al valore reale delle opere offerte da un ampio parterre di artisti, il notevole numero di opere ha consentito comunque di totalizzare una somma considerevole.

Tra le opere presentate, il "podio" finale ha visto sul gradino più alto un "Topo Maltese" di Giorgio Cavazzano, a colori, che ha raggiunto la cifra di 600€. Quindi un Dottor Destino di Alex Maleev è stato aggiudicato a 500€ e un Batman di Giuseppe Camuncoli a 380.

Bella la tela di Yoshiyasu Tamura, battuta a 350 euro e bellissimo il Ghost Rider, sempre su tela, di Mark Texeira, che ha raggiunto la stessa cifra.

Un Batman di Gianluca Gugliotta è stato battuto a 300 euro, mentre la tela di Giulio Rincione, davvero particolare, si è fermata a soli 270.

Simone Bianchi, come ogni anno, ha offerto una sua tavola, questa volta da New Avengers, che è stata aggiudicata per 230 euro.

Un disegno di Matteo Scalera ha raggiunto quota 200 euro, tanto quanto un bellissimo acrilico su tela di Aleksi Briclot.

Gambadilegno di Stefano Intini ha contribuito alla causa con 175 euro, Dylan Dog di Luigi Siniscalchi con 160 e il Fantomius di Marco Gervasio con 150, proprio come la bellissima Poison Ivy ad acquerello di Esad Ribic.

Mirka Andolfo ha messo in campo una sua Wonder Woman a colori, arrivata a 115 euro e Sara Pichelli una bellissima ballerina a matita, fermatasi a 100 euro.

Così come di più avrebbero meritato il Cico "siciliano" di Walter Venturi e la bellissima Catwoman a matita di Otto Schmidt, fermatisi a soli 95 euro.

A 80 euro sono stati battuti un disegno di Tony Sandoval, quello di Davide "Daw" Berardi, la Nazivegan Heidi di Don Alemanno e il Mercurio Loi di Matteo Mosca.
Val Romeo, Stefano Bonfanti e Sio hanno contribuito con disegni battuti a 50 euro, e 30 euro Mark Texeira con due stampe.

Sono rimaste invendute delle opere che invece avrebbero meritato maggiore attenzione, come quelle offerte, in ordine sparso, da Roberto Recchioni, Florinda Zanetti, Emiliano Mammucari, Christian Cornia, Emiliano Santalucia, Vincenzo Salvo, Boban Pesov, Alessandra Patanè, Fabrizio Mazzotta e Bartolomeo Seguì.

La prossima edizione di Etna Comics si svolgerà dal 31 maggio al 3 giugno 2018.

Leggi tutto...

Asta record per la copertina di Fritz The Cat di Robert Crumb

  • Pubblicato in News

La copertina originale di Fritz the Cat di Robert Crumb pubblicata da Ballantine nel 1969 è stata battuta ieri sera da Heritage Auctions al prezzo record si 717,000 dollari.

Questo risultato è il prezzo più alto mai pagato pubblicamente per tavola originale di un fumetto americano, superando blockbuster come l'ultima pagina di Incredible Hulk #180 (1974, Marvel) di Herb Trimpe e Jack Abel, con la prima apparizione di Wolverine e battuta nel 2014 per $657,250, la cover di Amazing Spider-Man #328 (1990, Marvel) di Todd McFarlane nel 2012 per 657,250, nonché la copertina di Batman: The Dark Knight Returns #2 di Frank Miller e Klaus Janson nel 2013 per $478,000.

crumb-fritz-cat-768x890

(Via Bleedingcool

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.