Menu

 

 

 

 

Doctor Strange 1

La storia di Stephen Strange è quella di un chirurgo che, a seguito di un incidente d'auto, riporta delle lesioni alle mani che gli precludono la possibilità di proseguire la sua brillante carriera. Nella spasmodica ricerca di una cura alla sua menomazione, viene a conoscenza di un eremita che potrebbe curarlo, chiamato “l’Anziano”. Parte alla volta dell’Himalaya, incontra questo misterioso personaggio, ma non riesce a trovare la sperata guarigione. Tuttavia, inizia un percorso che lo porta a padroneggiare le arti mistiche permettendogli, una volta concluso il periodo di apprendimento, di assumere il ruolo di Stregone Supremo.

doctor-strange 1

All’interno della scuderia Marvel, Strange rimane per anni un personaggio di secondaria importanza, mai direttamente coinvolto nella continuity dei personaggi più commerciali. Egli assume e mantiene per tutto questo tempo un ruolo più simile a “consulente spirituale” da interpellare solo in momenti particolarmente difficili. Trova una sua dimensione fortemente in controtendenza tra le mani di Jonathan Hickman che, durante la serie “il tempo finisce”, lo riporta al centro della società segreta degli Illuminati, e lo porta a vivere un’avventura letteralmente ai confini dell’universo, in un evento che si conclude con il recente Secret Wars.

Dopo anni di presenze sporadiche nella continuity Marvel, ora il Dottor Strange riparte con nuova energia all’interno dell’omonimo albo a fumetti, in una storia che vi porterà a spasso tra le molte bizzarrie del mondo dell'occulto e della arti magiche. Jason Aaron e Chris Bachalo confezionano un personaggio inedito dall’aspetto decisamente giovane, all'interno di una sua sfera di azione suggestiva e carica di mistero. Tra i punti di forza di questo fumetto, vi è il modo davvero interessante di rappresentare le differenze tra una percezione “mistica” della realtà, quella dello Stregone Supremo, contrapposta ad una visione “classica”, propria delle persone comuni. Il disegnatore canadese ci regala in questo modo splendide tavole in bianco e nero - scene tipiche della vita comune nella Grande Mela - giustapposte a numerosi coloratissimi dettagli rappresentanti una tipologia di popolazione di origine più soprannaturale. Pare di trovarsi davanti a una trasposizione a fumetti del libro di Aldous Huxley, Le porte della percezione, più che alle stravaganti avventure di un supereroe Marvel.

doctor-strange 2

Le danze si aprono in un mondo fiabesco dai colori vividi, popolato da mostri mangiatori di anime, orsacchiotti di pezza grossi come palazzi, tanti girasoli e una leggera sensazione di smarrimento derivante da uno studio veramente efficace dei soggetti e delle sequenze grafiche. Strange è indaffarato nel difficile compito di contenere l’invasione di queste bizzarre creature. Una volta vinta la battaglia, la scena cambia radicalmente. Si capisce che lo stregone, che sta levitando in prossimità del letto di un bambino, sotto lo sguardo perplesso e preoccupato dei suoi genitori, non ha eseguito altro che un normalissimo intervento di “disinfestazione” di parassiti dallo spirito del ragazzo. Conclusa la sua tipica giornata lavorativa, si incammina verso il “bar senza porte”, punto di ritrovo abituale per stregoni e operatori del mondo dell’occulto. Di ritorno dall’aperitivo incontra davanti alla sua abitazione una giovane ragazza con tanto di denti aguzzi e occhi demoniaci. Nel liberarla da questa piaga, Strange, scatena un’invasione di creature dall’aspetto grottesco all’interno della propria abitazione nel Greenwich Village.

In questo albo, per la prima volta, il Dottor Strange conduce la ragazza, e di conseguenza, anche il lettore, attraverso le molte stanze della sua dimora, il Sancta Sanctorum, un dedalo di corridoi, scale e porte che si affacciano su altre magiche dimensioni, e che celano al loro interno terribili misteri che, se dovessero trovare un varco verso il nostro mondo, potrebbero generare un’apocalisse. E in effetti si percepisce in lontananza la minaccia di qualcosa di terribile, qualcosa che sta prosciugando la magia in tutti i piani dell’esistenza, una minaccia che porta il nome di Empirikul, che vedremo in azione che scopriremo solo proseguendo nella piacevole lettura di questo fumetto.

doctor-strange 3

Nell’attesa dell’omonima pellicola targata Marvel Studios in uscita ad ottobre, con un Benedict Cumberbatch nei panni dell’indiscusso padrone delle arti magiche, il consiglio è quello di correre in edicola ed assicurarsi la propria copia di Dottor Strange, nelle versioni con cover regolare, cover variant Super FX a cura di Michael Cho e, per i veri cultori del fumetto, anche in una cover davvero suggestiva, in edizione limitata a soli 2016 esemplari numerati a mano.

Leggi tutto...

Daredevil #1 (Devil e i Cavalieri Marvel 52)

L’universo Marvel è stato scosso da Secret Wars, come ben sappiamo, e le ripercussioni sono arrivate anche per il diavolo di Hell’s Kitchen, nonostante la sua assenza nel mega-evento. Nuova era quindi, nuovo costume e nuovi autori. Si riparte da New York dopo la bella e premiata run di Mark Waid.
Molte cose sono cambiate, innanzitutto il nome, finalmente dopo mille peripezie e richieste il diavolo verrà chiamato come nell’edizione originale americana: Daredevil. La testata italiana avrà cadenza bimestrale fino a settembre in un formato da 48 pagine, per poi diventare mensile. Il supereroe cieco, ora, ha anche un nuovo costume che richiama un po' la trasposizione televisiva di Netflix: nero con simboli rossi.

DD2015001-int2-1-1751e

Matt Murdock ritorna nella Grande Mela e inizia a lavorare per il procuratore distrettuale. La sua identità non è più nota (dopo gli eventi di Secret Wars solo Foggy ricorda chi sia realmente). Durante la notte ovviamente continua la sua battaglia per ripulire Hell’s Kitchen dalla criminalità e da un nuovo villain, Diecidita, che ha creato una chiesa ed è intenzionato ad avere la città ai suoi piedi. Daredevil però non è più solo ma ha con sé una spalla: Blindspot. Ragazzino cinese che pulisce i bagni della Columbia University per pagarsi l’affitto, da quando era piccolo lavora sulla sua tuta a pile che lo rende invisibile. Salvato da Daredevil, il diavolo diverrà suo mentore e addestratore. Questo personaggio è introdotto in un capitolo de “La nuovissima Marvel Prologo” uscito qualche settimana fa.

DD2015001-int2-2-03f52

Già a primo impatto è evidente la differenza con la gestione precedente che aveva tonalità più "chiare" e pop sia come caratterizzazione dei personaggi, sia come metodo di scrittura, sia nei disegni e colori. Questo nuovo team, quindi, si differenzia completamente dalla precedente gestione di Waid. Charles Soule ai testi e Ron Garney alle matite riprendono quello stile cupo e urbano che contraddistingue il diavolo di Hell’s Kitchen. Soule ripesca le atmosfere che Frank Miller ha reso celebri ed indelebili ormai nell’immaginario mondiale e lo ha fatto suo. Le citazioni partono dalla prima pagina: “Sono Matt Murdock, sono Daredevil e non ho paura”, un omaggio a quel gioiello che ormai è un cult della nona arte.

DD2015001-int2-4-075b6

I disegni di Ron Garney sono spettacolari, resi ancora più suggestivi dal colorista Matt Milla. Le scene d’azione sono dinamiche e crude, mentre quelle con maggiori dialoghi non sono mai ostentate o noiose. Alcune tavole in particolare risultano una gioia per gli occhi, come quella in quarta pagina in cui Daredevil è in mare e in cui c'è un uso dei colori scuri tranne che per l’acqua, dove è usato il bianco e alcune sfumature di grigio. O quando, a circa metà dello spillato, Garney divide la tavola in maniera uguale e complementare in quattro griglie dove la prima e la terza sono rappresentate dal bene, mentre la seconda e la quarta dal male. Nella sua rappresentazione totale, quindi, si vede un sola entità composta da Diecidita e Murdock. Milla, giocando molto sui colori, riprende il simbolo dello Yin e lo Yang creando una scacchiera chiaro-scuro-chiaro-scuro, mentre i dialoghi formano una rappresentazione alternata delle motivazioni delle due controparti alzando il livello di epicità della tavola.

Un primo albo che parte bene e promette tanto, con un'edizione curata e con la variant super-FX, disegnata da Michael Cho, da incorniciare e appendere al muro. Peccato non si sia scelto di includere Daredevil tra le edizioni a tiratura limitata.

Leggi tutto...

Doctor Strange #1, anteprima italiana

  • Pubblicato in News

È in uscita per Panini Comics la nuova serie "All-New, All-Different" dedicata al Doctor Strange scritta da Jason Aaron e disegnata da Chris Bachalo.

"IL NUOVISSIMO MENSILE REGOLARE ITALIANO DEDICATO AL SIGNORE DELLE ARTI MISTICHE! • In attesa del mega-film con Benedict Cumberbatch, torna in edicola e in fumetteria lo stregone supremo dell’Universo Marvel: il Dottor Strange! • Humor nero, creature disgustose e dimensioni occulte a ruota libera! • Grandi disegni di Chris Bachalo, con i testi graffianti di Jason Aaron!"

Potete ammirare le prime tavole in italiano dell'albo nella gallery in basso.

Leggi tutto...

Il Nuovissimo Occhio di Falco 3, anteprima esclusiva italiana

  • Pubblicato in News

Nuova anteprima per il nuovissimo Marvel Universe con i riflettori puntati su Occhio di Falco per il terzo numero della nuova serie a lui dedicata, il primo con gli albi targati All-New, All-Different.

"L’inizio della fine per il Team Occhio di Falco? • Il “Progetto Communion” ha incrinato in maniera forse irreparabile il rapporto tra Clint e Kate... • ...e gli errori del passato rischiano di avere enormi conseguenze future! • Inoltre, una vecchia conoscenza supercriminale più agguerrita che mai."

Nella gallery in basso potete leggere un'anteprima esclusiva in italiano dell'albo scritto da Jeff Lemire e disegnato da Ramon Pérez.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.