Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

BAO Publishing annuncia Sfera di AlbHey Longo, anteprima

  • Pubblicato in News

 

BAO Publishing annuncia l'uscita di Sfera il nuovo graphic novel di AlbHey Longo, già autore de La quarta variazione. Di seguito trovate tutti i dettagli, le cover e un'anteprima.

"Sfera

Chiara e Damiano hanno vent'anni, sognano di vivere delle loro passioni e lavorare nel mondo dell'arte. Come tanti Millennials, sono costretti a scontrarsi con una realtà quotidiana che non è davvero appagante, scoprendo che spesso è più facile dimenticare i propri sogni e cadere in una comoda routine. Ma è questo che significa diventare adulti? Il giovanissimo AlbHey Longo traduce a fumetti le ansie e le aspirazioni di una generazione di ragazzi e di artisti emergenti, che ce la mettono tutta per non fermarsi davanti agli ostacoli.

L'arte di aspettare, ragionare e far esplodere la bomba al momento giusto.

BAO Publishing è lieta di annunciare l'uscita di Sfera il nuovo graphic novel di AlbHey Longo, già autore de La quarta variazione (BAO, 2016).

Chiara e Damiano si incontrano per caso. Lei ha grandi sogni chiusi in un cassetto. Lui forse ha un superpotere, e il bisogno di rendersi utile. Entrambi sono aspiranti artisti e troveranno il modo di diventare famosi insieme come "Duo Sfera", grazie alle misteriose creazioni fluttuanti di Damiano.

Se fin qui sembra tutto facile, il difficile sarà non cadere nella routine dell’accontentarsi di ciò che si ha, come già facevano prima. AlbHey Longo riesce a raccontare cosa significa essere un Millennial alla ricerca del proprio posto nel mondo,un processo interiore per il quale non esistono scorciatoie. 

Sfera è disponibile in libreria e fumetteria dal 21 marzo 2018 

sfera-1 sfera-2

Eventi con l'autore:

AlbHey Longo sarà ospite allo stand BAO Publishing alla fiera Cartoomics dal 8 al 10 marzo a Rho Fiera Milano, dove incontrerà i lettori e dedicherà le copie del volume disponibili in anteprima.
In esclusiva per la fiera sarà inoltre disponibile l'edizione limitata a 300 copie con variant cover disegnata da Nova, autrice di "Stelle o sparo" (BAO, 2018).

AlbHey Longo, classe 1993, vive a Torino dove lavora come fumettista e illustratore. Nel 2016 esordisce con BAO Publishing pubblicando La quarta variazione. In seguito collabora con varie realtà del fumetto italiano come Manticora Autoproduzioni, Attaccapanni Press, DayJob Studio e Wilder. Attualmente progetta una fuga a Lanzarote."

Leggi tutto...

Andy. I fatti e la favola, recensione: Come si dovrebbe raccontare Warhol? Ve lo dice Typex

andy-cover

"Ignoro dove l'artificiale finisce e cominci il reale".
[Andy Warhol]

Le biographic novel stanno occupando sempre maggior spazio nelle libreria, dalle vicende delle rock-star alle icone della musica pop, fino a quelle di pittori ed artisti che hanno avuto un peso rilevante nella Storia. Ovviamente, non poteva mancare in questo elenco l’eclettico Andy Wharol, già di recente protagonista della biografia illustrata dall'inglese Andrew Rae, intitolata Warhol. Come non lo hai mai visto pubblicato nel 2014 da Electa Mondadori. Successivamente, nel 2017, arrivò Becoming Andy Warhol di Nick Bertozzi. Per quanto riguarda invece le opere nostrane, Adriano Barone e Officina Infernale diedero alla luce Warhol per BeccoGiallo Edizioni. La loro versione racconta dell’artista attraverso il suo punto di vista. Questo rapido excursus serve solo a dire che non mancano ormai opere a fumetti e narrazione illustrata sull’artista, ma il graphic novel dell'olandese Typex si distingue in quanto a complessità e mole.

Tutti conoscono il geniale Andy Warhol o, quanto meno, le sue opere più famose. Padre della Pop Art, la vera genialità di Warhol è stata quella di sfruttare le enormi potenzialità che la comunicazione gli ha offerto riuscendo a trasformare qualunque cosa in espressione artistica. Dal mondo del Fumetto, al panorama Hollywoodiano, passando per il campo della pubblicità, Andy creava linguaggi diretti e semplici. Una delle sue frasi più celebri, che racchiudeva un po’ tutto il suo pensiero sull’arte, risiede in un’intervista fatta nel 1967. Egli diceva: “Se volete sapere tutto su Andy Warhol, guardate solo la superficie: dei miei dipinti, dei miei film e di me, eccomi là. Dietro non c’è niente”. Sottolineare così volutamente, l’assenza di ogni forma di significato o critica sociale nelle sue opere, non è da tutti. Questo particolare passaggio lo ritroviamo anche nel fumetto di Typex. Ma procediamo con ordine.

andy-1
 
L’opera parte proprio dall’infanzia dell’artista, dove il tempo passava nella lettura dei fumetti di Micky Mouse, fino alla sua morte. I dieci capitoli, anche se in verità e come se fossero dieci libri, non tralasciano nulla e comprendono essenzialmente tutte le tappe fondamentali della sua vita: gli incontri con Truman Capote, la Factory, le famosissime ed iconiche serigrafie di Marilyn Monroe, i film come Sleep, il supporto e la collaborazione con i Velvet Underground, gli incontri con Bob Dylan e Madonna, solo per fare alcuni illustri esempi. La narrazione di Typex gioca molto sulla realtà, ben documentata, e la favola. Da qui il titolo del volume: dove non arriva il racconto documentaristico, l’autore olandese inserisce sfumature personali, sviscerando e comprendendo pienamente il pensiero e le emozioni di Warhol.

andy-2

Per quanto riguarda lo stile del disegno, anche qui troviamo delle peculiarità. Attraverso l’evoluzione narrativa e i periodi storici descritti, anche i disegni mutano e si modellano in base all’estetica degli anni raccontati. Dal tratto minimal in scala di grigio e seppia, passiamo a matite e colori più psichedelici. Typex cerca di usufruire del media nel migliore dei modi in base al contesto storico. Questa scelta è un ulteriore omaggio dell’autore all’artista. Ad inizio di ogni capitolo, inoltre, il fumettista inserisce delle card descrittive dei personaggi cardine di quel periodo storico che hanno ruotato intorno a Warhol. Un modo pratico per capire chi siano in maniera veloce e, in verità, un espediente estetico realmente ben fatto, in linea con il pensiero di Andy.

andy-3

Andy non è una lettura veloce, ma in quasi 600 pagine non ci si annoia mai. Questo porta a due considerazioni: la prima che Typex ha voluto donare un racconto estremamente dettagliato, non lasciando pezzi lungo la strada e, la seconda, che l'autore ha voluto evitare di realizzare un' opera veloce che vien mangiata in modalità binge-eating, dati i tempi che corrono.

L’edizione Bao Publishing è fedelissima a quella originale, molto curata e in linea con il mood dato dalle opere di Warhol. Il volume si presenta con grafica simile al packaging di una scatola di detersivi, chiaro rimando alla Pop Art. Gli esterni delle pagine hanno la matrice specchiata, per rendere il tutto ancora più iconico, merito del graphic designer Piet Schreuders. Ultime nota: per le quasi 600 pagine a colori, il prezzo di 29 euro risulta davvero contenuto.

Leggi tutto...

Bao Publishing: Typex presenta in Italia Andy, la biografia su Warhol

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Typex presenta in Italia "ANDY"
 
L'artista olandese Typex sarà in Italia dal 5 al 7 febbraio per presentare il suo graphic novel "Andy - I fatti e la favola", vita e avventure di Andy Warhol, il genio della Pop Art, l'artista eclettico e visionario che ha preconizzato i "quindici minuti di celebrità" per chiunque. Sarà possibile incontrare Typex il 5 febbraio a Roma, il 6 febbraio a Milano e il 7 febbraio a Bologna.

BAO Publishing è orgogliosa di annunciare il tour italiano di Typex. L'artista olandese presenterà il suo graphic novel Andy - I fatti e la favola, biografia a fumetti definitiva del genio della Pop Art, Andy Warhol.

Gli appuntamenti sono: martedì 5 febbraio a Roma, presso la libreria La Feltrinelli in Largo di Torre Argentina 5/A, alle ore 18:00, mercoledì 6 febbraio a Milano presso la libreria La Feltrinelli in Duomo alle ore 18:30 e giovedì 7 febbraio a Bologna presso la libreria La Feltrinelli in Piazza Ravegnana alle ore 18:00.

"Andy - I fatti e la favola" racconta in dieci capitoli altrettanti periodi della vita del geniale artista, ciascuno disegnato con lo stile che Warhol usava per le illustrazioni nello specifico periodo e ciascuno preceduto da un finto “foglio di figurine” che ne elenca il cast.

Dall'infanzia difficile alla fortuna e poi al successo - grazie ad un talento artistico non comune - il graphic novel, esaustivo senza essere didascalico, non solo è un tributo alla personalità folle e geniale dell’uomo che preconizzava per chiunque, un giorno, i famosi “quindici minuti di celebrità”, ma è anche un'appassionante e memorabile ritratto della cultura pop del Ventesimo secolo.

Il volume, di 562 pagine, in copertina richiama le scatole del detersivo Brillo, rese immortali dallo stesso Warhol, e ha il taglio delle pagine dipinto a specchio.

Andy - I fatti e la favola è disponibile in libreria dal 17 gennaio 2019

Tour Typex presenta Andy - I fatti e la favola
modera Michele Foschini di BAO Publishing

martedì 5 febbraio ore 18.00 ROMA La Feltrinelli Largo di Torre Argentina 5/A
mercoledì 6 febbraio ore 18.30 MILANO La Feltrinelli Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II
giovedì 7 febbraio ore 18.00 BOLOGNA La Feltrinelli piazza Ravegnana, 1

Typex è nato nel 1962 ad Amsterdam, città in cui vive ancora oggi. Dopo aver realizzato che non sarebbe diventato una rockstar, decide di dedicarsi al fumetto. Frequenta una Scuola d’Arte e, già durante quegli anni, debutta su una rivista underground olandese. A questa prima pubblicazione segue quella su una rivista nazionale. Verso gli anni Novanta, Typex si sposta nel campo dell’illustrazione. I suoi disegni si rifanno al mondo dell’arte, del cinema, della letteratura e, soprattutto, della musica. Il suo approccio versatile gli permette di sperimentare con successo diversi stili, rendendolo famoso al grande pubblico. Nel 2015, la Casa editrice Casterman pubblica il suo Rembrandt, opera che gli permette di raggiungere il successo internazionale. Nel 2018 è la volta di Andy - I fatti e la favola, opera monumentale frutto di cinque anni di lavoro e già pubblicata e tradotta in numerosi Paesi. In Italia, il libro è edito da BAO Publishing.

Typex tour

Leggi tutto...

Gideon Falls 1, recensione: L'esordio del nuovo horror di Jeff Lemire e Andrea Sorrentino

gideon-falls-0

Dopo Green Arrow e Old Man Logan, la coppia artistica composta da Jeff Lemire e Andrea Sorrentino torna insieme per un nuovo progetto intitolato Gideon Falls, pubblicato da Image Comics. Per Lemire, si tratta dalla quarta serie creator-owned per l’editore dopo Descender, da poco conclusasi, Plutona e Royal City.

Gideon Falls è il classico “paesino tranquillo” americano, tuttavia la serena comunità cittadina è spesso scossa da eventi truculenti. Un misterioso fienile nero appare di tanto in tanto in un’atmosfera rosso sangue e porta con sé morte e follia. Non tutti, naturalmente, vedono questo spettrale edificio, per alcuni è solo una leggenda, ma diverse persone possono giurare che il fienile è reale. Fra questi, il giovane e paranoico Norton, la cui ossessione a cercare indizi nella spazzatura viene monitorata da una psicanalista, la Dottoressa Xu. O, ancora, il parroco Wilfred, appena giunto a Gideon Falls e subito coinvolto in un terribile omicidio.
A questi personaggi se ne aggiungono diversi altri come lo Sceriffo Miller, scettica a seguire la pista del fienile, e suo padre, il Dottor Sutton, che invece sta dedicando la sua vita alla risoluzione di questo mistero. I due hanno perso rispettivamente il fratello e il figlio e, separatamente, cercano di venire a capo di quel delitto.

gideon-falls-1

L’horror messo in scena da Lemire e Sorrentino ha un che di lynchiano e rimandi a Lovecraft, ma in realtà Gideon Falls si muove seguendo molti dei topoi del genere: dal paesino maledetto alla casa misteriosa, fino al tipo di indagine (mossa su più piste e condotta da più persone che, immaginiamo, finiranno per intrecciarsi) che condurrà i protagonisti alla verità. La miscela proposta da Lemire, però, è avvincente e sfrutta bene tutte le carte giocate partendo dai personaggi che appaiono credibili e reali, fino a una messa in scena solida e a un ritmo coinvolgente con un crescendo di eventi ben cadenzato. Nonostante, per il momento almeno, lo sceneggiatore sembra battere strade piuttosto sicure, il suo lavoro è convincente.

gideon-falls-2

Fondamentale è il lavoro di Andrea Sorrentino e del colorista Dave Stewart, capaci di creare la giusta atmosfera orrorifica per i testi di Lemire. Oltre al tratto sottile dell’artista, che modella personaggi altamente espressivi, va sottolineata la sua grande abilità nella costruzione delle tavole, grazie in particolare a soluzioni visive di grande impatto e originali e a una regia assolutamente perfetta. Particolarmente apprezzata è la scelta il voler simulare graficamente i segni da pennarello rosso tipici delle evidenziature fatte su prove e documenti durante le indagini: in diverse tavole, infatti, questo espediente viene utilizzato per focalizzare l’attenzione del lettore e creare transizioni visive.

gideon-falls-3

Gideon Falls, presentato in Italia in un ottimo cartonato da Bao Publishing, è un solido horror che non deluderà i fan dei due artisti né quelli del genere. Ci attendiamo che le ottime premesse fin qui viste verranno confermate nei prossimi volumi, dove ci aspettiamo anche che la creatività dei due autori porti questo prodotto a distinguersi dagli altri grazie anche a strade meno battute e trovate più personali. Per le sue enormi potenzialità, inoltre, non ci stupirebbe che presto qualche casa di produzione ne metta in cantiere una serie tv.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.