Menu

 

 

 

np6-6-28

Grandi cambiamenti ai vertici della Vertigo

  • Pubblicato in News

La DC Comics ha annunciato recentemente che la sua etichetta matura Vertigo subirà notevoli e radicali cambiamenti a livello di organico, a partire dalla rimozione di Shelly Bond dalla sua posizione di Vice Presidente e Direttore Esecutivo della linea editoriale, ruolo che ora è stato proprio eliminato. Inoltre, d'ora in poi, Jim Lee, co-publicher di DC, e Dan DiDio supervisioneranno direttamente la Vertigo.

"DC Entertainment si sta concentrando sulla Vertigo, riesaminando la direzione della etichetta editoriale di fumetti e graphic novel. L'obiettivo è quello di rimanere competitivi e acquisire nuovamente importanza nel mercato sempre in evoluzione e per portare il business a futuri successi".

"Sfortunatamente, come parte di questa ristrutturazione, la posizione di Vice Presidente e Direttore Esecutivo è stata eliminata. È stato un processo molto impegnativo e sono stati fatti molti sforzi per assicurare che tutte le decisioni venissero prese con grande cura e considerazione", ha detto la Bond.

"Abbiamo la massima fiducia nello staff editoriale corrente e non vediamo l'ora che questo team lasci la sua impronta nella storia del marchio Vertigo, sapendo che questo nuovo ordine crea una organizzazione più forte, in grado di esprimere il massimo potenziale".

La Bond era stata assunta nel 1993 da Karen Berger, diventanto prima Senior Editor e poi ereditando il ruolo di Executive Editor dalla Berger stessa nel 2013. Attualmente, la figura più importante all'interno della Vertigo è il Senior Editor Jamie S. Rich, entrato a far parte della compagnia nel marzo 2015.

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

La DC Comics lancia la linea Young Animal e Kamandi Challenge

  • Pubblicato in News

La DC ha annunciato all'Emerald City Comicon la nascita di una nuova etichetta che si chiamerà "Young Animal", curata da Gerard Way, sceneggiatore di The Umbrella Academy e voce dei My Chemical Romance.

L'etichetta sarà composta, inizialmente, dai seguenti titoli:

doom patrol

DOOM PATROL – scritta Gerard Way e disegnata da Nick Derington - riporterà lo spirito della serie di Grant Morrison incentrata su un anomalo gruppo di eroi.

shade2 low res

SHADE, THE CHANGING GIRL
– scritta da Cecil Castellucci e disegnata da Marley Zarcone - parla di un alieno che prende possesso del corpo di un bullo di 16 anni e che deve affrontare le sfide di essere uno straniero in una terra straniera, più le conseguenze di una vita che non ha vissuto.

Cave-Carson 11x17

CAVE CARSON HAS A CYBERNETIC EYE
– scritta da Gerard Way e Jon Rivera per i disegni di Michael Avon Oeming - riporta in scena il personaggio della Silver Age Cave Carson.

MP.promo.01 11X17 copy

MOTHER PANIC – scritta da Gerard Way e Jody Houser per i disegni di Tommy Lee Edwards - incontriamo Violet Paige, famosa ereditiera di giorno e brutale vigilante di notte a Gotham City.

Kamandiclc

Inoltre, come nel 1985, la DC ha lanciato una serie dal titolo Kamandi Challenge che, come per l'originale, avrà un tea, diverso per ognuno dei 12 numeri previsti. I (13) team coinvolti sono: Dan Abnett e Dale Eaglesham, Peter J. Tomasi e Neal Adams, Amanda Conner e Jimmy Palmiotti, James Tynion IV e Carlos D'Anda, Bill Willingham e Ivan Reis, Steve Orlando e Philip Tan, Marguerite Bennett e Dan Jurgens, Keith Giffen e Steve Rude, Tom King e Kevin Eastman, Greg Pak e Joe Prado, Rob Williams e Walter Simonson, Gail Simone e Ryan Sook, Len Wein e José Luis García-López.

Leggi tutto...

Tutti gli autori in esclusiva per DC Comics

  • Pubblicato in News

Con il lancio di Rebirth al WonderCon, che vi abbiamo riportato in questa notizia, la DC Comics ha messo a segno alcuni contratti esclusivi con autori e artisti di fama internazionale, tra cui Scott Snyder, Amanda Conner e Tom King.

Snyder sarà impegnato sulle pagine di All-Star Batman, una serie incentrata sui principali villain delle storie di Batman che saranno illustrate da autori del calibro di John Romita Jr., Sean G. Murphy, Jock, Afua Richardson e Tula Lotay. Il contratto però gli permetterà di continuare la sua Wytches alla Image Comics.

Conner invece, da contratto, disegnerà ben tre serie per la DC. Ricordiamo che l'artista ha realizzato i promo di Flintstones, la nuova serie basata sui personaggi Hanna-Barbera.

Altri contratti esclusivi siglati recentemente dalla compagnia riguardano Clay Mann, John Timms, Steve Orlando, Evan Shaner e Jesus Merino.

(Via CBR)

Leggi tutto...

Impressioni sui team creativi di Rebirth e sulle novità DC Comics

  • Pubblicato in Focus

A seguito della conferenza della DC Comics tenutasi al WonderCon, di cui qui trovate un riassunto, abbiamo fatto un po' il punto sui team creativi annunciati e su ciò che ci aspetterà nei prossimi mesi. Si tratta solo di valutazioni aprioristiche, non avendo possibilità di valutare effettivamente la bontà del prodotto, che si basano solo sui nomi che stanno dietro al progetto e l'osservazione di quei pochi artwork che sono stati diffusi in rete.

Cominciamo con le note positive e quindi con un Superman affidato alla coppia di pezzi da 90 composta da Peter Tomasi e Patrick Gleason, sicuramente una delle serie più allettanti in potenza, che potrebbe riportare il personaggio a dei livelli narrativi e artistici ottimi. Rimanendo nella trinità, Batman scritto da Tom King rappresenta una grande sfida per l'autore che tuttavia si è fato apprezzare molto per le sue abilità autoriali, quindi potrebbe dare una svolta al Crociato particolarmente positiva e intrigante. Per Wonder Woman vale la stessa cosa: Greg Rucka è un abilissimo scrittore - e che ben conosce il personaggio - e questo nuovo approccio alla serie, con "Year One" da un lato sui disegni di Nicola Scott e "The Lies" con quelli di Liam Sharp, potrebbe fare davvero la differenza per un personaggio che più che mai adesso ha bisogno di grande visibilità per via del lancio cinematografico.

b035 - wonder woman 1 wwcover01 cmyk

Da non perdere assolutamente anche la All Star Batman di Scott Snyder, sui disegni di John Romita Jr., Jock e Sean Murphy a cicli alterni, che si concentrerà maggiormente sui villain del Cavaliere Oscuro.

b017 - allstarjockpromo

Siamo inoltre molto contenti per due talenti italiani come Carmine di Giandomenico, che da quello che possiamo vedere nelle immagini qui sotto darà di certo una nuova linfa vitale al Velocista Scarlatto, sui testi del buon Joshua Williamson, e la giovane Emaneula Lupacchino, che affiancherà Phil Jiminez sulla testata di Superwoman, con un approccio molto plastico e femminile al disegno.

B048 - FLASH ISSUE 1 page 004-005 colorlo

b032 - supergirl sgreb cv1

Interessante anche il coinvolgimento di Dan Abnett su ben due testate: Aquaman a fianco di Brad WalkerTitans. Lo scrittore si è fatto apprezzare diverse volte in passato, anche e soprattutto alla rivale Marvel, oltre ad aver sceneggiato un bel ciclo di Earth 2: Society ultimamente.
Sembra ottima e molto interessante anche l'accoppiata Hope Larson e Rafael Albuquerque su Batgirl, che potrebbe continuare la fortunata reinassance del personaggio cominciata ormai da qualche tempo.

b011 - batgirl1cvr

Sorpresa ancora più piacevole è poter vedere Otto Schmidt al lavoro su Green Arrow, un illustratore spettacolare che renderà indimenticabili le tavole della serie, o almeno così speriamo, anche se sarà affiancato da Juan Ferreyra, che comunque rimane un ottimo disegnatore.
Ottima anche la presenza di Christopher Priest ai testi di Deathstroke, scrittore attivissimo negli anni '90 soprattutto, che torna al fumetto dopo Captain America and the Falcon del 2005.

Non ci convincono granchè invece la Justice League di Bryan Hitch, Tony Daniel e Fernando Pasarin che ci pare un po' anonima e Robert Venditti ancora una volta su Lanterna Verde, dopo il suo ultimo ciclo non particolarmente apprezzato da critica e pubblico. Staremo a vedere.

Ma forse una delle più grande delusioni arriva dalla linea Hanna-Barbera della DC Comics, che ha completamente stravolto personaggi come Dastardly e Muttley o Penelope Pitstop, creando una versione assassina e folle alla Mad Max: Fury Road che snatura l'essenza stessa del brand. Anche Scooby Doo sembra aver perso di vista il suo target, diventando una serie d'azione come ce ne sono mille, perdendo ciò che la rendeva unica. Dei Flintstones non ci va neanche di parlare. Sia chiaro, qui si sta valutando un percorso futuro prima ancora che sia cominciato, speriamo solo di sbagliarci in questo tipo di previsioni, ma questo è quello che sembra emergere dai promo e dagli artwork che vi abbiamo mostrato qui.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.