Menu

 

 

 

 

Redazione Comicus

Redazione Comicus

URL del sito web: http://www.comicus.it

Movie Comics:Ecco Superman!, Fantastic Four, Marvel Movies

E’ un uccello, è un aereo…è Superman!!

Dopo mesi di falsi scoop, speculazioni e smentite, la notizia tanto attesa è arrivata la mattina del 17 Ottobre, quando il sito Latino Review ha annunciato che una fonte molto attendibile, la stessa che qualche mese fa aveva rivelato in anticipo di una settimana l’intero cast di “Fantastic Four”, li aveva informati che lo sconosciuto attore Brandon James Routh aveva ottenuto l’ambito ruolo di Superman nel film che sarà diretto da Bryan Singer.
Con il passare delle ore, la notizia è stata prima confermata da fonti indipendenti della Warner, successivamente da Variety, da numerosi altri siti internet e infine, anche se in maniera indiretta, dallo stesso Singer, che aveva in passato sempre dichiarato che l’attore che avrebbe interpretato l’uomo d’acciaio sarebbe stato uno sconosciuto. Unica voce fuori dal coro quella di Mark Millar, che dopo aver sostenuto qualche mese fa in una sfida via internet con il sito AICN che Jim Caviziel era l’attore scelto (salvo poi essere smentito) ha sostenuto che la news riportata da Latino Review era falsa, venendo anche questa volta sbugiardato dall’evidenza dei fatti. In un articolo pubblicato su AICN nei giorni scorsi, Harry Knowles si è chiesto in maniera ironica quando Millar si deciderà a dare via i mille dollari promessi in beneficenza se avesse perso la sfida. E proprio nella serata di venerdì 22 Millar si è dichiarato vinto e ha accettato di saldare la promessa fatta qualche settimana fa.
Brandon Routh, 25 anni, ex modello dell’Iowa che ha al suo attivo una manciata di apparizioni in alcune serie televisive come “Una mamma per amica”, “Undressed” e “Will &Grace”, oltre a una comparsata nel video musicale di Christina Aguilera “What a girl wants” e che aveva incontrato Singer assieme ad altri sconosciuti attori lo scorso agosto, sarà così chiamato a indossare i panni dell’icona per antonomasia della cultura americana e del fumetto supereroistico in quello che si annuncia come uno dei kolossal più attesi degli ultimi anni e le cui riprese dovrebbero avere luogo all’inizio del 2005 in Australia.
Routh, che ha battuto rivali come Jason Behr, Henry Cavill, Jim Caviziel, Jake Gyllenhall, Jared Padalecki e molti altri, non ha voluto in questi giorni rilasciare alcuna dichiarazione sulla pellicola, in attesa di un comunicato ufficiale della Warner Bros., arrivato proprio ieri, tramite un annuncio fatto da Jeff Robinov, presidente della major.
“Contrariamente alle speculazioni, è sempre stata mia assoluta intenzione avere uno sconosciuto per il ruolo. Brandon è un attore estremamente bravo che possiede le qualità fisiche di Clark Kent e Superman. Ma è anche l’incarnazione dell’eredità e della storia di questo personaggio e questo ne certifica la giusta scelta”, ha detto Singer su Routh in seguito alla conferma ufficiale.
Nel frattempo, dopo la clamorosa e attesa notizia, sono iniziate immediatamente le indiscrezioni sul resto del cast, alcune voci non confermate riportate da Cinescape indicano che ben sei sarebbero le attrici che si stanno contendendo il ruolo di Lois Lane, si tratta di Mischa Barton (“O.C.”), Charisma Carpenter (“Angel”, “Buffy the Vampire Slayer”), Mia Kirshner (“The Crow: la città degli angeli”) Evangeline Lily, Natalie Portman (“Star Wars: la guerra dei cloni”) e Keri Russell (“Felicity”). Secondo alcune fonti, le due attrici che avrebbero maggiori possibilità di ottenere la parte sarebbero Mischa Barton e Evangelyne Lily, quest’ultima avrebbe fatto un provino per la parte solo poche settimane fa. Secondo altre indiscrezioni, anche queste non confermate ufficialmente, l’attore Topher Grace (“That ’70s Show”) sarebbe in corsa per la parte di Jimmy Olsen, mentre il New York Post sostiene che Kevin Spacey sarebbe in corsa per la parte del malvagio Lex Luthor.
Nel frattempo, lo sceneggiatore Dan Harris ha rivelato alcuni dettagli sulla storia del film, che dovrebbe avere una sorta di continuità narrativa con “Superman 2”, l’uomo d’acciaio infatti nella nuova pellicola dovrebbe avere appena riacquistato i superpoteri, e fare i conti con grossi cambiamenti causati mentre non vestiva i panni dell’eroe di Metropolis.

Fantastic Four: novità

Molte sono le novità sul film del fantastico quartetto, nei giorni scorsi la 20th Century Fox ha reso nota la prima immagine ufficiale dell’attore Julian McMahon nei panni di Victor Von Doom (foto), panni normalissimi come potete vedere, forte infatti è stata la delusione da parte dei fan che aspettavano di vedere la prima vera foto del protagonista di “Nip/Tuck” con indosso l’armatura del Dottor Destino, a quanto pare invece la Fox è decisa ad aumentare le aspettative degli appassionati proprio come fu fatto dalla Columbia con Goblin in “Spider-Man”.
In una intervista a Sci Fi Wire Michael Chiklis, che nel film interpreta l’amabile Cosa dagli occhi blu, ha dichiarato che non è stato per niente facile per lui adattarsi al make-up e al costume che lo trasforma nel roccioso membro dei Fantastici Quattro: ”E’ stato come essere nel settimo girone dell’inferno – ha detto Chiklis - alla fine della giornata, onestamente, è caldo, è scomodo, ma quando lo vedi, è veramente straordinario”.
Nei due mesi di riprese finora effettuati, l’attore confessa di aver sviluppato una sorta di approccio Zen alle tre ore che deve passare all’interno del costume, anticipate da quasi 12 ore che servono per diventare la Cosa. “Inizialmente, sapevo che sarebbe stata una sfida di tipo fisico per me, non immaginavo né pensavo che sarebbe stata anche una sfida psicologica. Non sono una persona fobica, o affetto da ansietà o crisi di panico, ma confesso che la prima volta che ho indossato il costume ho avuto un piccolo attacco di ansia. Ma ora, dopo due mesi di lavorazione, sono più rilassato, non è più una cosa che riguarda la paura, è più qualcosa riguardante un piccolo fastidio, in termini di scomodità”. Riguardo al film, Chiklis si dice ottimista circa il risultato finale: “Questo film è speciale, è qualcosa di speciale. E’ qualcosa di cui parlerò ai miei figli. E’ un lavoro speciale”.
La Major ha intanto fatto sapere che le riprese della pellicola, attualmente in corso a Vancouver, non termineranno il 12 Novembre come detto in precedenza, ma a metà Dicembre, mentre il primo vero trailer di “Fantastic Four”, che sarà classificato all’uscita nei cinema come PG-13, ovvero da mostrare ai bambini solo se accompagnati dai genitori, dovrebbe approdare nei cinema nel periodo natalizio, e In Olanda ha già aperto il primo sito ufficiale del film, che potete trovare al seguente indirizzo: http://www.fantasticfour.nl/.
In attesa del trailer, il programma televisivo Entertainment Tonight ha trasmesso nei giorni scorsi un breve speciale di un minuto e mezzo sul set della pellicola diretta da Tim Story, con alcune sequenze tratte dal film e piccole interviste a Ioan Gruffudd (Mister Fantastic), Jessica Alba (La Donna Invisibile), Chris Evans (La Torcia Umana) e Michael Chiklis (La Cosa), cosa strana è che lo special è stato presentato da Maria Menounos, volto di Entertainment Tonight che in “Fantastic Four” interpreterà il ruolo di una infermiera che avrà una relazione sentimentale con Johnny Storm.
Ma torniamo sul set della pellicola più attesa dai Marvel fan, nei giorni scorsi la troupe e i quattro protagonisti si sono recati nella Plaza of the Nations, situata nella zona Downtown di Vancouver, per filmare alcune sequenze davanti al padiglione di una mostra in cui erano presenti oltre 100 comparse. Le sequenze girate riguardavano una animata discussione tra la Cosa (Chiklis) e la Torcia Umana (Evans, l’unico in costume nella scena) in cui interviene anche Reed (Gruffudd), rimanendo colpito quest’ultimo da un pugno sferrato dal nipote di Zia Petunia, alla fine per sedare gli animi interviene Sue (Jessica Alba) che redarguisce il fratello minore. Qui accanto potete invece osservare la vetrina di Alicia in cui compare la statua della Cosa.


Image Hosted by ImageShack.us


Marvel Movies: novità da Avi Arad

Durante una visita sul set di “Fantastic Four”, Avi Arad ne ha approffittato per organizzare una piccola conferenza stampa in cui ha parlato degli altri film basati sui personaggi Marvel attualmente in preparazione.
Ghost Rider: Arad ha dichiarato che l’attore Jon Voight non è più coinvolto come interprete nel progetto su “Ghost Rider”, ma che questi dovrebbe rimanere legato alla pellicola in veste di produttore.
X-Men 3: il produttore ha confermato che Joss Whedon è stato considerato come possibile regista del terzo sequel sui mutanti, Arad non ha aggiunto altro ma il suo atteggiamento durante la conferenza stampa lascia supporre che il creatore di Buffy dirigerà molto probabilmente il sequel sui pupilli di Xavier. Arad ha inoltre aggiunto che il motivo per il quale Singer ha deciso di optare per il nuovo film su Superman è stato principalmente economico, in quanto la Warner Bros. li avrebbe offerto un cachet molto alto.
Iron Fist: la pellicola su Pugno d’acciaio attualmente non è una priorità. Ray Park è ancora coinvolto nel progetto come protagonista ma l’attore e stuntman sta lavorando ad altri progetti che impediscono di pianificare una data certa per la lavorazione della pellicola.
Iron Man: la sceneggiatura di David Hayter è stata approvata dalla New Line Cinema, e novità su un regista e un probabile protagonista dovrebbero arrivare nelle prossime settimane. La pellicola resta fissata per un inizio riprese nell’estate del 2005. Lo script del film ha un tono da romanzo alla Tom Clancy e punta i riflettori sul rapporto conflittuale tra Tony Stark e suo padre Howard, mentre le origini sono state aggiornate rispetto a quelle dei comics.
“Iron Man” sarà prodotto da Avi Arad e Kevin Feige, attualmente coinvolti in “Fantastic Four”, e da Don Murphy della Angryfilms, quest’ultima casa di produzione è impegnata nella realizzazione della versione live-action dei Transformers.
Tom Cruise e Nicholas Cage, che in passato si erano detti interessati al progetto sull'eroe in armatura, sono entrambi impegnati, il primo con "La guerra dei mondi" di Spielberg, il secondo con "Ghost Rider", le cui riprese inizieranno a Gennaio.

Brevissime

Secondo voci non confermate, Johnny Deep sarebbe interessato al ruolo di Madman nel film che sarà realizzato da Robert Rodriguez.

Secondo le ultime indiscrezioni, la 20th Century Fox lancerà il primo trailer di “Elektra” il 1 Novembre.

Quella che vedete qui sotto è la prima immagine dell’Action Figure della batmobile che comparirà in “Batman Begins”.


Un ringraziamento particolare a Greenberg per la messa online di questa puntata di Movie Comics.



Carlo Coratelli

Movie Comics: Spider-Man 3, Fantastic Four, X-Men 3, tributo a Reeve, Daredevil 2

Raimi parla di Spider-Man 3

Il regista Sam Raimi, che ha diretto i primi due film del ragnetto, ha annunciato su Sci Fi Wire di stare lavorando su alcune idee per il terzo film della serie, ma di non avere ancora deciso quale sarà il villain. “Abbiamo iniziato col decidere quale sarà il cammino di Peter Parker come essere umano,” ha detto Raimi in un intervista. “Quali sono i suoi limiti? A che punto si trovava alla fine del secondo film e cosa deve ancora imparare? Come si evolverà da questo punto in poi il rapporto con la donna che ama e quali saranno i nuovi ostacoli che dovranno affrontare? Verranno da fonti esterne o sarà qualcosa all’interno del loro rapporto a distruggere il loro amore? Queste sono le domande a cui stiamo cercando di dare una risposta. Quando riusciremo a capire cosa vogliono i personaggi, dove sono diretti e in che modo devono crescere…cercheremo di trovare il villain che meglio rappresenta questi conflitti.”
Raimi ha inoltre dichiarato di avere idee sufficienti per altri film del tessiragnatele oltre al terzo già annunciato, ma di credere che la produzione intenda concludere la serie come una trilogia. “Mi piacerebbe farne altri” ha detto Raimi. “Non ne abbiamo mai parlato chiaramente (con il presidente della Sony Motion Pictures, Amy Pascal), ma ho la sensazione che voglia che questo sia l’ultimo. E’ emotivamente molto legata a questi film e aspetta che noi diamo un senso di completezza perché crede che è questo che il pubblico vuole, secondo lei il pubblico non vuole vedere Spider-Man 4, vorrà probabilmente vedere Spider-Man 3, ma non un ulteriore seguito. Per questo vuole che sia conclusivo e che alla fine non ponga i presupposti per altri sviluppi narrativi.”
Come per gli ultimi due film, Raimi ha detto di voler coinvolgere scrittori quali Alvin Sargent e Michael Chabon per trasformare le sue idee in una sceneggiatura definitiva una volta che avrà delineato un soggetto preciso. Sebbene non sia ancora stata fissata la data, Raimi prevede che le riprese di “Spider-Man 3” inizieranno nel Gennaio 2006. “Lo so che sembra molto distante – dice – ma non per me.”

Gli Usa rendono tiributo a Reeve

L’improvvisa morte dell’attore Christopher Reeve ha scatenato negli Usa una profonda ondata di commozione, il presidente Usa George W. Bush ha definito l’attore “un esempio di coraggio personale, ottimismo e autodeterminazione”, mentre il candidato democratico alla presidenza John Kerry l’ha semplicemente definito “un eroe”. L’attore Robin Williams, grande amico di Reeve ha dichiarato: “Il mondo ha perso un incredibile artista e attivista, e io ho perso un grande amico”. In questi giorni la stella dedicata all’attore sulla celebre Walk of Fame è diventata meta di pellegrinaggio da parte dei fan che hanno posato miriadi di fiori e omaggi per l’attore scomparso.
I residenti di Metropolis, cittadina del sud dell’Illinois, che porta lo stesso nome della celebre città del supereroe Dc, hanno onorato mercoledì scorso l’attore con una veglia notturna nella piazza del paese, chiamata Superman Square.
Beth Clanahan, sindaco della cittadina, dove ogni anno si tiene un festival dedicato al popolare personaggio dei fumetti ha proclamato il mercoledì “Christopher Reeve Day”.

Fantastic Four: immagini dal set

Va avanti quasi senza sosta la lavorazione di “Fantastic Four”, “quasi” perché quella che vedete qui accanto è la prima immagine dell’attrice Jessica Alba (Susan Storm/Donna Invisibile) durante una piccola pausa avvenuta durante le riprese che si stanno svolgendo in queste settimane a Vancouver, nel frattempo la seconda unità della troupe si è spostata a New York per realizzare alcune sequenze notturne nei pressi di Central Park sulla Fifth Avenue, mentre altre sequenze sono state girate tra l’ottava e la nona Avenue. Nelle scorse puntate di “Movie Comics” era stata riportata un indiscrezione secondo cui l’attrice Laurie Holden era entrata nel cast della pellicola nel ruolo di Debbie, fidanzata di Ben Grimm (Michael Chiklis), la notizia è stata ora ufficialmente confermata dalla 20th Century Fox, secondo cui la Holden è già a Vancouver per prendere parte alla lavorazione.

X-Men 3: novità

Nella precedente puntata di “Movie Comics” avevamo pubblicato una nota della 20th Century Fox, arrivata al sito x3movie.net in cui si faceva il punto sullo status della terza pellicola sui mutanti e in cui si affermava che tre sono i registi in lizza per dirigere l’atteso sequel, le cui riprese dovrebbero cominciare nel Giugno del 2005.
Il sito IGN Filmforce afferma invece che i registi in corsa per dirigere “X-Men 3” sarebbero più di tre, tra questi Joss Whedon, il cui nome circola da qualche settimana, e Alex Proyas (“The Crow”, “Dark City”), lo stesso sito riporta inoltre che Whedon avrebbe molte più possibilità di Proyas di ottenere la regia della pellicola, soprattutto per il suo attuale lavoro sulle testate mutanti.
In una recente intervista sul sito filippino INQ7.net, Avi Arad ha confermato queste indiscrezioni dichiarando che “sono numerosi i registi che sono interessati a realizzare il film”, mentre Ralph Winter, produttore di “X-Men” e “X-Men 2”, ha dichiarato in un intervista a Comics Continuum che prenderà parte alla produzione di “X-Men 3” assieme a Lauren Sholer Donner.

Smallville: arriva Jane Seymour

L’attrice Jane Seymour (“La signora del West”) ha firmato per partecipare a cinque episodi della serie Tv “Smallville” nel ruolo di Genevieve, la madre di Jason Teague, nuovo boyfriend di Lana Lang (Kristin Kreuk) nella quarta stagione del serial, attualmente in onda negli States.
La rivista Tv Guide riporta che nell’episodio del telefilm che andrà in onda questo Mercoledì, sarà incluso un omaggio a Christopher Reeve, che era apparso all’interno del serial nel ruolo del Dr. Swann. La Warner Bros ha nel frattempo reso noto un nuovo poster promozionale, che potete vedere qui accanto.

Mai più Daredevil!

Nonostante sia tornato a indossare il costume del diavolo rosso per una breve apparizione nello spin-off “Elektra”, Ben Affleck ha confermato in maniera netta e decisa che “Daredevil 2” non rientra nella sua agenda, aggiungendo inoltre di aver chiuso con i film d’azione. Le affermazioni del premio Oscar, rilasciate in occasione della premiere del film “Surviving Christmas”, fanno a pugni con altre dichiarazioni dell’attore fatte pochi giorni fa in cui questi diceva che avrebbe interpretato il sequel se la sceneggiatura fosse stata realizzata da Kevin Smith e se la storyline si fosse basata su “Guardian Devil” oppure su “Born Again”, lasciando intravedere uno spiraglio che però lo stesso attore ha successivamente chiuso.

Ghost Rider: novità

Nuove entrate nel cast tecnico di “Ghost Rider”, secondo alcune indiscrezioni Don Zepfel (“Hidalgo”) è salito a bordo del progetto cinematografico sullo spirito della vendetta nelle vesti di produttore esecutivo assieme a Benneth Walsh (“Kill Bill”), mentre l’illustratore Mark Vena sta attualmente realizzando i design di alcuni personaggi, altro ingresso è quello del direttore della fotografia e premio Oscar Russel Boyd (“Master and Commander”). La pellicola sarà diretta da Mark Steven Johnson e interpretata da Nicholas Cage e le riprese dovrebbero iniziare nel Gennaio 2005 per concludersi a Giugno.

Brevissime

L’attore Mike O’Hearn, comparso nel cortometraggio amatoriale “World’s finest” ha confermato di essere ancora in corsa per il ruolo di Superman nel film che sarà diretto da Bryan Singer.

Secondo il sito Filmtracker.com l’attrice Anna Paquin dovrebbe apparire nel ruolo di Rogue in un cameo nel film “Wolverine”, la notizia appare chiaramente poco attendibile in quanto la sceneggiatura è stata affidata da pochi giorni a David Benioff.

Il sito ufficiale di “Batman Begins” (http://batmanbegins.warnerbros.com/) è stato aggiornato con nuove foto di Ken Watanabe nei panni di Ra’s Al Ghul, di Linus Roache in quelli di Thomas Wayne e di Tom Wilkinson nel ruolo del boss Carmine Falcone.

Carlo Coratelli

Movie Comics: La morte di Reeve, Fantastic Four, X-Men 3, Batman Begins, Elektra

Addio, Superman

E’ morto a Bedford, nei pressi di New York, in seguito a un attacco cardiaco, l’attore Christopher Reeve. Aveva 52 anni ed era dal 1995 paralizzato dal collo in giù in seguito a una caduta da cavallo avvenuta durante un concorso ippico, sua grande passione. Attore fin da giovanissimo, quando iniziò a recitare a teatro, studente alla Cornell e alla Juillard, dove conobbe il collega Robin Williams, divenuto poi suo grande amico, giunge al successo mondiale e alla notorietà nel 1978 interpretando il ruolo dell’uomo d’acciaio in “Superman” di Richard Donner, un personaggio che interpreterà altre tre volte e a cui sarà associato per il resto della carriera. In seguito ha recitato in numerose pellicole, come “Ovunque nel tempo”, “Trappola mortale”, “Quel che resta del giorno”, “Il villaggio dei dannati”, “Rumori fuori scena” e molti altri, sapendo dare prova di essere un attore completo e pieno di talento.Image Hosted by ImageShack.us
In seguito all’incidente, non si era mai arreso completamente sperando di tornare un giorno a camminare, per questo aveva fondato la Christopher Reeve Paralysis Foundation e sostenuto la ricerca sulle cellule staminali, divenuta quest’ultima la sua grande battaglia.
Nel 1998 era tornato a recitare in un remake televisivo de “La finestra sul cortile”, mentre una delle sue ultime apparizioni è stata nel telefilm “Smallville” nel ruolo del Dr. Swann, una sorta di passaggio delle consegne al giovane Tom Welling che ha emozionato e commosso i fan di colui che rimarrà, per sempre, l’unico vero, uomo d’acciaio sullo schermo e un grande eroe, pieno di coraggio, anche nella vita.

Fantastic Four: non solo grande schermo...

La rivista Hollywood Reporter informa in un articolo che la Marvel Enterprises ha firmato un accordo con la casa di produzione francese Antefilms Productions per realizzare una nuova serie animata sui Fantastici Quattro, l’accordo è stato annunciato il 5 Ottobre a una convention sulla televisione europea tenutasi a Cannes da Avi Arad e da Christophe Di Sabatino, quest’ultimo responsabile della Antefilms. L’articolo riporta inoltre che la compagnia produrrà 26 episodi di 30 minuti in 3D che dovrebbero essere trasmessi negli Stati Uniti e in altri paesi alla fine del 2006.
La realizzazione di questa nuova serie animata rientra nella aggressiva strategia che la Marvel sta attuando per ravvivare il franchise dei Fantastici Quattro in vista dell’uscita, nel luglio 2005, dell’atteso lungometraggio prodotto dalla 20th Century Fox e diretto dal regista Tim Story.
Variety aggiunge che la Marvel sta pianificando una vasta uscita di prodotti legati al fantastico quartetto con dvd, videogiochi e action figures. La Activision ha annunciato che il videogame ispirato al film uscirà in contemporanea con la pellicola.Image Hosted by ImageShack.us
L’attrice Maria Menounos, che in “Fantastic Four” ha il piccolo ruolo di un infermiera che avrà una relazione con la Torcia Umana, ha rilasciato una intervista al sito The Trades in cui parla anche della sua partecipazione al film sul quartetto: “Ero molto eccitata quando ho avuto la parte, amo i film sui fumetti e i film sui fumetti Marvel sono i migliori. Tim Story è un fantastico regista e sono stata molto contenta di lavorare con lui. Sono stata una volta sul set. Ho girato la mia prima scena lo scorso mese, e a Dicembre tornerò per filmare il resto delle sequenze – ha dichiarato la Menounos – mi sono ritrovata con l’intero cast, per via del fatto che il mio primo giorno di riprese era anche il primo giorno di riprese di tutti quanti insieme. E’ stato come una sorta di battesimo dell’intera produzione. La notte prima avevo cenato con il cast e la troupe, ci siamo divertiti e abbiamo avuto occasione di conoscerci l’un l’altro.”
Continuano intanto le riprese di “Fantastic Four” a Vancouver, e intanto potete vedere il logo della “Von Doom Industries”, l’azienda di proprietà di Victor Von Doom, alias il Dottor Destino.

Batman Begins: novità
.Image Hosted by ImageShack.us
Lo sceneggiatore Scott Beatty ha dichiarato a Comics Continuum che la Dc Comics li ha affidato la realizzazione del volume “Batman Begins: The Visual Guide” mentre iniziano a circolare nuove voci circa i sequel sull’eroe di Gotham City, secondo queste indiscrezioni, fornite da fonti anonime della Warner, il regista Christopher Nolan avrebbe accettato, non ufficialmente, di dirigere un altro film basato sul personaggio, in cui dovrebbe essere coinvolto nuovamente anche David Goyer, autore della sceneggiatura di “Batman Begins”, il sequel dovrebbe svolgersi alcuni anni dopo gli eventi che saranno narrati in Begins e il cattivo di turno potrebbe essere, stando sempre a queste voci, uno di quelli già visti nelle pellicole dirette da Tim Burton e Joel Schumacher.

X-Men 3: novità

Il sito x3movie.net ha ricevuto nei giorni scorsi un comunicato direttamente dalla 20th Century Fox riguardante lo status attuale di “X-Men 3” e che noi vi riportiamo:

“I Fox Studios stanno lavorando intensamente al prossimo film della saga degli X-Men! Siamo stati indaffarati per l’uscita del nostro prossimo franchise, Fantastic Four. La produzione del film sta procedendo in maniera fantastica, e non vediamo l’ora di vedere il risultato finale! Bene, torniamo ad X3. Come probabilmente già sapete, lo studio ha assunto un grande scrittore di nome Simon Kinberg per scrivere il soggetto. Come per molti film, aspettatevi che il soggetto passi attraverso possibili ri-scritture, una volta che il regista sarà stato individuato.
Riguardo questo aspetto, stiamo lavorando molto duramente per trovare il regista perfetto per X3. Lo studio ha contattato alcuni bravi professionisti, e le trattative sono in corso. Due di questi tre uomini hanno già lavorato con i Fox Studios in precedenza, e sono stati suggeriti non solo dal direttore dello studio, ma anche dal produttore esecutivo, Avi Arad. Manca davvero poco, e la decisione finale avrà luogo dopo che saranno state fatte le ultime presentazioni allo studio. Sappiate che i Fox Studios stanno facendo di tutto per portare avanti il franchise degli X-Men e portarlo nella giusta direzione. Amiamo quello che ha fatto Bryan Singer con i due precedenti film, ed espanderemo soltanto l’universo narrativo. Portando non solo nuovi personaggi, ma anche i vecchi che conosciamo ed amiamo, X3 sarà un film evento una volta che sarà ultimato. I membri del cast (con l’eccezione di alcuni) non hanno ancora firmato i contratti, ma questo avverrà all’inizio del 2005.”


In un intervista in diretta sulla chat di About.com l’attrice Famke Janssen ha parlato delle possibilità di un suo ritorno in “X-Men 3”: “Dipende. Dipende da molte cose – ha dichiarato la Janssen – da chi sarà il regista soprattutto. Bryan Singer non è più coinvolto nel progetto. Ha realizzato i primi due e ora sta facendo il film su Superman. Io amo i primi due X-Men soprattutto perché Bryan ha fatto un grande lavoro. Ha elevato quel genere di film. E’ un regista pieno di talento.”
A una domanda riguardante le voci su un possibile coinvolgimento di Joss Whedon come regista del terzo capitolo cinematografico sui mutanti, la Janssen ha risposto: “Ho sentito anche io queste indiscrezioni. Ma finora non le ho sentite ancora da fonti certe e qualificate. E’ difficile immaginare a questo punto qualcuno di diverso da Bryan soprattutto per via del fatto che i primi due film hanno entrambi un particolare aspetto.”

Hulk 2: anche Bana interessato

L’attore Eric Bana ha smentito le tante voci circolate nei mesi scorsi sul sequel di “Hulk”, che lo indicavano come non interessato a ritornare in un sequel del Golia Verde, dichiarando al magazine australiano Filmink di stare “seriamente considerando” l’opportunità di partecipare a “Hulk 2“, nelle scorse settimane anche l’attrice Jennifer Connelly, che nel primo film interpretava il ruolo di Betty Ross, aveva affermato alla premier di “Wimbledon” di essere ancora legata, contrattualmente, al sequel sul gigante di giada.

Elektra: poster e novità sul trailer
Image Hosted by ImageShack.us
La 20th Century Fox ha reso noto il primo poster ufficiale di “Elektra” (foto), pellicola diretta da Rob Bowman e interpretata da Jennifer Garner, Goran Visnjic, Kirsten Prout, Jason Isaacs, Natassia Malthe la cui uscita è prevista nei cinema Usa il 14 Gennaio 2005. Intanto, la major ha reso noto che il primo trailer del film sarà online con molta probabilità il 20 Ottobre.

Brevissime

Il sito Cinescape ha diffuso la voce, non confermata, che la Warner Bros. sarebbe in trattative con l’attrice Melissa George (“Alias”) per affidarle il ruolo di Supergirl in un nuovo film sulla ragazza d’acciaio la cui sceneggiatura sarebbe in fase di stesura da parte di Akiva Goldsman.

Durante la promozione di “Sky Captain and the world of tomorrow”, l’attrice Gwyneth Paltrow ha rivelato al quotidiano Boston Herald di aver rifiutato nel 2003 il ruolo di Catwoman e di non essersene assolutamente pentita: “Dopo aver visto il film ho capito che il personaggio e la pellicola erano poco originali”. Saggia scelta, Gwyneth!

Il sito Kryptonsite ipotizza che la comparsa del personaggio di Bart Allen nell’attuale stagione di “Smallville” sia il preludio alla realizzazione, da parte della Warner, di uno spin-off interamente incentrato su Flash.

Secondo indiscrezioni non confermate, la sceneggiatrice Laeta Kalogridis avrebbe terminato lo script di “Wonder Woman”.

“Spider-Man 2” è tra i candidati come miglior film dell’anno al 2004 Annual Hollywood Film Festival, manifestazione che coinvolge lo star system della mecca del cinema.
Image Hosted by ImageShack.us
La Warner Home Video ha reso nota la prima immagine del dvd del film “Catwoman” diretto da Pitof e con protagonista Halle Berry. Il dvd, che uscirà in Usa il 18 Gennaio conterrà al suo interno finali alternativi, scene tagliate, il documentario “The many faces of catwoman” e lo speciale “Hbo first look”.

Carlo Coratelli

Movie Comics: Fantastic Four, Blade polemico, Batman Begins, Deathlok, Wolverine

Iniziamo questa puntata di Movie Comics con il dichiarare colui che ha realizzato la migliore recensione del sequel del ragnetto tra quelle spedite al sottoscritto: si tratta dell’amico Alessandro Bragalini alias Brahamil il quale, oltre ad ottenere la pubblicazione della recensione, che trovate alla fine della rubrica, si è aggiudicato il primo volume di “The Essential Iron Man”, albo originale Usa che raccoglie le prime storie dell’eroe in armatura. Complimenti ad Alessandro e grazie anche agli altri “concorrenti” che hanno partecipato (caspita, sono meglio di Mike Bongiorno).Image Hosted by ImageShack.us


Fantastic Four: Alicia e lo script

L’attrice Kerry Washington, che un paio di settimane fa era entrata nel cast del film “Fantastic Four”, ha rivelato alla premiere di New York del film “Ray” di cui è co-protagonista nel ruolo della moglie di Ray Charles, che la sua parte all’interno della pellicola sarà quello di Alicia Masters.
“Per coloro che non sono fan, lei è la ragazza cieca innamorata della Cosa, questo è realmente eccitante per me, soprattutto perché il personaggio di Alicia nei fumetti non è nera” - ha dichiarato la Washington - “Nei comic books, storicamente, lei è sempre stata una ragazza bionda e con gli occhi blu. Sono veramente contenta di partecipare a questo film, ho già firmato almeno per un altro sequel.”Image Hosted by ImageShack.us
Come promesso nella scorsa puntata, eccovi la seconda parte della recensione dello script del film del fantastico quartetto tratta da AICN , che sarà anche l’ultima parte che sarà presentata, per non andare troppo oltre e non rivelare tutto il film, vi avverto come sempre che potrebbero esserci degli spoiler , inoltre potete anche vedere alcune immagini dal set del film, in cui compare la "Kirby Gasoline Station".

Si ringrazia per la traduzione Giovanni “kermit” Agozzino:

La prima grande scena d’azione che coinvolge i poteri del gruppo vede Johnny, Reed e Sueinseguire Ben per la città. Adesso, lui è completamente trasformato, come descritto quando prova a visitare Debbie, la sua fidanzata:
“Ben Avanza verso la luce, dove lo vediamo per la prima volta: è enorme, almeno il doppio di quanto era prima, e una superficie di roccia arancione copre il suo corpo per intero.”
Egli si fa strada verso il ponte di Brooklyn, attirando l’attenzione di polizia e esercito. Ha in mente di suicidarsi, non volendo affrontare la vita come mostro, spinto dal totale rifiuto di Debbie.
Quello che rende questa scena veramente grande è il non essere incentrata su nessun “buono” o “cattivo”. Loro non rientrano esattamente nella categoria dei supereroi. Più che altro, agiscono perché vogliono salvare un amico che soffre. E’ un escalation realistica di alcune circostanze completamente irrealistiche, e serve a dipingere i quattro e i loro legami, in maniera bellissima. Anche nel mezzo di questa tesa scena d’azione, c’è un po’ di humor dei personaggi. Finalmente, a pagina 44, con i quattro uniti come gruppo, Reed promette che non riposerà fin quando non farà tornare Ben come era un tempo.:Image Hosted by ImageShack.us

Adesso parliamo del Dottor Destino. Dal momento in cui è re-introdotto a pagina 44 della sceneggiatura, Destino mi fa arrabbiare. C’è qualcosa che non va nel suo volto, qualcosa che non vediamo in questa prima scena. E’ avvolto in una coperta verde (capito?) e si avvia verso una città vicina, dove va fuori di testa in un ristorante, rivelando di possedere una super-forza e di essere ricoperto da parti di una strana armatura organica che si espande come un virus. Solo poche striature all’inizio, ma abbastanza da renderlo mostruosamente forte e da donargli il potere di sparare elettricità dalle mani. Destino osserva una notizia su Reed, Sue, Ben e Johnny, soprannominati “Fantastici Quattro” dai media. Questo lo fa impazzire ancora di più, così ruba una motociclettacon cui ritorna in città. Qui sorge spontanea una domanda. Abbiamo un tizio che è a capo di una compagnia multimiliardaria. Certo, è messo male all’inizio del film, ma deve pur avere qualche qualità. Ovviamente possiederà l’acume con cui ha negoziato gli affari per costruire il suo impero, giusto? E allora perché dal momento in cui si risveglia sfigurato, inizia a comportarsi come un supercriminale? Perché deve rubare una motocicletta?Perché non chiama qualcuno che lavora per lui? Nel frattempo, mentre i Fantastici Quattro provano a comprendere i loro poteri e cosa potrebbero farsene, e mentre i media impazziscono per loro, Von Doom ritorna alle Latteria Industries. Sembra che nessuno lavori più nell’edificio, e lui lo distrugge. Tutto molto drammatico, ma senza alcun senso. Non ha senso anche il modo in cui la sceneggiatura vira verso l’innamoramento dei media, appena dopo l’incidente sul ponte. Non li abbiamo ancora visti comportarsi da eroi, dopotutto. Certo, hanno salvato qualche vita in quella prima grande scena, ma erano loro ad aver creato il problema. Improvvisamente sono sulle copertine dei giornali, Johnny è ospite del Late Night with Conan O’Brien, e ricevono vagonate di posta dai fan. Perché?Mi è sempre piaciuta la propensione alla celebrità dei personaggi. Li distingue dal resto degli eroi Marvel. Ma non è stata una cosa improvvisa, credo. Hanno dovuto guadagnarsela, e non lo fanno, in questa sceneggiatura. Comunque, il contorno funziona abbastanza bene da tenere il tutto in piedi. La depressione di Ben per la sua nuova identità di “Cosa”, e lo sviluppo della sua relazione con Alicia è una delle cose migliori della sceneggiatura.


Blade 3: Snipes polemico

A soli due mesi dall’uscita nei cinema americani di “Blade 3: Trinity”, terzo capitolo del cacciatore di vampiri della Marvel, alcune polemiche abbastanza pesanti si sono abbattute sulla pellicola, polemiche portate avanti non da un critico o da qualche fan, ma dallo stesso protagonista, l’attore Wesley Snipes.
Il quotidiano Los Angeles Times ha infatti ripreso una notizia pubblicata dal giornale Houston Chronicle, in cui si fa cenno a disaccordi avvenuti durante le riprese tra Snipes e il regista David Goyer, e che si sarebbero protratti oltre la conclusione della lavorazione, avvenuta lo scorso Gennaio, quando l’attore avrebbe scritto una lettera di 5 pagine a Bob Shaye, presidente e fondatore della New Line Cinema, la major che produce la pellicola, per lamentarsi del trattamento subito da parte di Goyer.
La lettera riguarderebbe il personaggio di Blade, che a detta dell’attore sarebbe stato messo da parte in favore dei due nuovi personaggi Abigail e Hannibal King, interpretati da Jessica Biel e da Ryan Reynolds. Sempre nella lettera, la cui esistenza e il cui contenuto è stato confermato da alcune fonti, Snipes dichiara che “la pellicola è intitolata Blade e Wesley Snipes è l’attore che ha il compito di dare vita al personaggio dalle pagine dei fumetti al grande schermo”. La dirigenza della New Line ha finora declinato ogni commento sulla vicenda, lo stesso ha fatto il regista David Goyer.

Batman Begins: parla David Goyer

La rivista SFX Magazine ha recentemente intervistato David Goyer, lo sceneggiatore di “Batman Begins”, che ha parlato della pellicola diretta dal regista Christopher Nolan e interpretata da Christian Bale, dell’atmosfera che egli ha cercato di catturare dal fumetto e soprattutto da cosa ha tratto ispirazione per la stesura dello script:: “Il momento in “Year One”quando Bruce Wayne ritorna a Gotham dopo un assenza di molti anni –ha affermato Goyer - Ero affascinato da questo periodo. Volevo esplorare cosa fosse successo durante questi anni. E volevo anche descrivere il momento in cui Bruce deciso di lasciare Gotham. Abbiamo usato alcuni numeri di Dennis O’Neil come punto di riferimento.”
“Chris (Nolan, n.d.r.) e io abbiamo mostrato circa tre minuti di un filmato a un gruppo selezionato di fans alla Wizard World Convention di Chicago – ha poi aggiunto Goyer - Li abbiamo portati in una stanza e mostrato il filmato, che non era un trailer, ma un montaggio di alcune scene tratte dalla pellicola. La reazione è stata una standing ovation, e penso che ciò sia molto positivo.”
Sempre SFX Magazine rende noto che sarà Dennis O’Neil a scrivere il romanzo di “Batman Begins”.

Arriva Wolvie!!

La 20th Century Fox ha incaricato lo sceneggiatore David Benioff ("La 25ma ora", "Troy") di realizzare lo script dello spin off che vedrà protagonista assoluto Wolverine. Benioff, che si è dichiarato grande appassionato degli X-Men , si è messo subito al lavoro, mentre la major è in trattative per convincere Hugh Jackman a interpretare nuovamente l'artigliato mutante canadese.
Intanto alla Fox continua lo sviluppo di "X-Men 3", la cui stesura della sceneggiatura, come ben sapete, è stata affidata a Simon Kinberg. Il sito x3movie riporta che il make-up artist Gordon Smith e il supervisore agli effetti speciali Michael Fink dovrebbero entrare nel cast tecnico del sequel, i due avevano lavorato in precedenza a "X-Men 2". La notizia non ha ricevuto finora conferme ufficiali.

Deathlok: nuovo regista

Come già anticipato qualche puntata fa, sarà il regista Paul McGuigan a dirigere la trasposizione su pellicola di Deathlok, la conferma “quasi” ufficiale è venuta da un affermazione di Kevin Feige dei Marvel Studios in un intervista apparsa sull’ultimo numero di Wizard. McGuigan, che attualmente ha realizzato il thriller “Wicker Park” con protagonista Josh Hartnett e Diane Kruger, succede a Lee Tamahori, che mesi aveva abbandonato il progetto.

Brevissime

Secondo il sito Moviehole l’attore Christopher Showerman sarebbe uno degli ultimi attori ad aver compiuto il provino per il ruolo di Superman. Secondo lo stesso sito, l’attrice Sigourney Weaver e Kevin Costner sarebbero in lizza per due ruoli da comprimari nel film che sarà diretto da Bryan Singer. Le indiscrezioni non sono state finora confermate dalla Warner.

Secondo Variety e Hollywood Reporter, Sergio Aragones avrebbe venduto i diritti di Groo The Wanderer per la realizzazione di una trasposizione cinematografica del simpatico personaggio, parodia del più famoso Conan.

Il primo trailer di “Elektra” sarà reso pubblico molto presto. Lo riferisce il sito Comics Continuum citando fonti della 20th Century Fox.

Recensione: Spider-Man 2

“Spider-Man 2” inizia nell'ormai consueto modo che aveva caratterizzato il primo film, il simbolo della marvel, la ragnatela sovrapposta e la musica di Danny Elfman, in una successione così uguale al primo film (Elfman non gioca minimamente con il tema che ha creato per spider man e lo ripropone identico in ogni nota) che per un'attimo si ha l'incredibile sensazione di essere tornati indietro di uno o 2 anni e di stare vedendo per la prima volta "Spider-Man" sul grande schermo.
E' Alex Ross con le sue stupende tavole (da sole rappresentano già abbastanza per spronare alla visione del film) a ricordarci che non è così, che questo è un sequel, e che tutto quello che avevamo visto prima verrà portato avanti.
Il vantaggio di questo secondo film è molto semplice, come fu per “X-Men 2”, il fatto di non dover più raccontare le origini dell'eroe (di per se di solito tutte molto simili se non gli si dà quel tocco in più di registico) lascia la sceneggiatura libera di prendere sbocchi nuovi e più ricchi, permettendo di portare avanti situazioni che oramai non hanno più bisogno di essere spiegate.
Fortunatamente le situazioni vengono veramente portate avanti in questo film, perché il rischio di trasformare “Spider-Man 2” in una bieca ripetizione esagerata del primo film era dietro l'angolo, fare di “Spider-Man 2” una farsa sarebbe stato più facile del previsto se consideriamo questo tipo di film molto legati agli effetti speciali, sarebbe bastato trasformarlo in un baraccone di computer grafica dal primo all'ultimo minuto, e invece...invece questo non succede, tutti gli elementi riusciti nel primo film, la storia d'amore, il dramma dei protagonisti (amici o nemici che siano), e l'ironia vengono sviluppati con maestria da parte di Raimi, che amplifica tutto quello che di buono c'era stato nella prima pellicola, parlando più dell'aspetto umano, negli eroi e nei cattivi, che delle botte e delle esplosioni, e che condisce il tutto anche con succose citazioni (una inquadratura identica a una famosa copertina di Romita senior, meglio non dire per quale situazione, l'apparizione, l'ennesima, di Bruce Campbell, le battute dei dottori riferite ad Ash e a ”La casa” sempre di Sam Raimi, l'apparizione del Dottor Connors) insomma un film che guarda al novizio ma strizza anche l'occhio ai più scafati lettori e conoscitori del personaggio e del regista, che possono apprezzare, oltre al film in generale e notare come Raimi conosca veramente i personaggi, anche i tocchi di classe sparsi qua e là nella pellicola.
Al cast, già oramai rodato, si aggiunge Alfred Molina, nei panni di Doc Ock, se nulla si può dire agli altri attori del cast, che sostanzialmente mantengono invariato quello che avevano fatto vedere nel primo film, Alfred Molina stupisce nel rendere a tutto tondo il personaggio di Otto Octavius, rendendolo spaventoso e tenero, scienziato e essere bramoso disposto a tutto pur di realizzare i suoi sogni, è lui la seconda chiave che porta spider man 2 a diventare migliore del suo predecessore, se infatti goblin nel primo film non sembrava del tutto riuscito, vuoi per il costume, vuoi per altre piccolezze, questo non si può dire di certo per doc ock.
Molina ci regala una prestazione eccezionale, che non ci si aspetterebbe da un'attore del genere (di certo non abituato a queste produzioni, ma probabilmente è proprio per questo che il suo personaggio riesce, Molina gli infonde qualcosa che altri attori, più abituati con i supereroi e i film a grosso budget, non avrebbero saputo dare) forse ruba addirittura un pò la scena allo stesso uomo ragno.
Quello di Octopus alla fine del film ricorda da vicino quei tipici mostri anni 50, alla Frankenstein o alla "mostro della laguna blu" per intenderci, cattivi ma eccezionalmente fragili nella loro potenza, risulta affascinante e pauroso in tutto il suo percorso e non si può non rimanerne impressionati.
Gli effetti speciali sono superiori rispetto al primo film, ogni tanto ci sono dei fotomontaggi qua e là che potrebbero far storcere il naso ai più pignoli, ma in generale c'è un bel miglioramento rispetto al predecessore, niente Peter Parker che salta per i grattacieli gridando mentre sembra un pupazzo di gomma insomma, ma degli effetti che il più delle volte lasciano piacevolmente colpiti (o basiti in certi casi); anche nelle coreografie delle lotte il computer fa più che bene il suo lavoro, se non fosse per le "super movenze" che i duellanti compiono non si noterebbe lo stacco tra attori veri e al computer, a volte comunque si tende ad esagerare nel fare i personaggi 3d invece che usare gli attori ed è un peccato, tipo una scena in cui Spidey ha a che fare con dei cavi ed è fatto al computer, una scelta discutibile per una scena così "semplice", a volte invece il fatto di usare il computer valorizza ancora di più certe sequenze, velocizzando e rallentando di colpo inquadrature impossibili da riprendere con persone vere, ancora una volta un plauso per la realizzazione del dottor octopus, i suoi tentacoli sono credibili, palpabili nelle movenze e nella resa materiale, in grado di recitare insieme all'attore che le indossa, intelligente è anche la scelta di costruire sia modelli al computer che tentacoli "veri" di metallo per accentuare il realismo.
La musica è sempre di Danny Elfman. Elfman è uno dei più grandi compositori nel suo campo, questo si sa, e in “Spider-Man 2” fa bene il suo lavoro, ineccepibile, non c'è mai una musica fuori posto, a volte però dà la sensazione di non essersi impegnato troppo, segue il suo lavoro, riprende i temi, però lo fa di pari passo a tutto quello fatto nel primo film, senza aggiungere niente di particolare, senza divertirsi un pò con musiche che lui stesso ha composto.
I temi nuovi ci sono (riconoscibilissimo nel suo tipico stile gotico e ricco di percussioni) molto belli ma comunque non indimenticabili, ad un certo punto, in una scena su un treno della metropolitana, non dirò di più, mi è parso addirittura di sentire motivi un pochino riconducibili a John Williams, ma in generale la musica è molto buona, queste critiche sono proprio pignoleria ai massimi livelli, la musica è al livello del primo film (anche perchè più o meno è la stessa :)).
Insomma, un film ottimo, che riesce a valorizzare e a correggere tutti i pregi e i difetti del primo film, elevando così tutto a un gradino più sopra, il finale rimanda inevitabilmente e non proprio velatamente a un terzo film (già in cantiere), speriamo a questo punto che non facciano cavolate tutte le persone coinvolte nel progetto e che chiudano bene una trilogia che si prospetta di altissimo livello, intanto godiamoci questo sequel, tra le migliori produzioni cinematografiche riprese dai fumetti di sempre.


Carlo Coratelli
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.