Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

Redazione Comicus

Redazione Comicus

URL del sito web: http://www.comicus.it

330°: Sherlock Holmes, X-Men

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola e Marco Orlando
revisione testi Annamaria Bajo;
impaginazione di Riccardo Galardini
supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

Sherlock Holmes

Non è ancora uscito il primo episodio della nuova saga cinematografica di "Sherlock Holmes" (nei cinema per il periodo natalizio), che già si parla del sequel. Secondo l'Hollywood Reporter, infatti, Brad Pitt avrebbe già preso contatti con la produzione del film per interpretare la parte dell'arcinemico del popolare detective, il professor Moriarty. Il sequel del film tratto dal fumetto di Lionel Wigram sarebbe già nelle prime fasi di sviluppo, dato che la Warner Bros. avrebbe chiesto agli sceneggiatori Kieran e Michele Mulroney di iniziare a lavorare sullo script. Se le trattative giungessero a un esito positivo, la star di "Seven" e "Troy" andrebbe così ad aggiungersi a un cast di tutto rispetto, che vede Robert Downey Jr. nel ruolo di Holmes e Jude Law in quello del Dottor Watson.

The Avengers: Norton mostra interesse

Edward Norton, l'attore che ha prestato il volto a Bruce Banner, l'alter ego dell'incredibile Hulk, nell'omonimo film del 2008, ha dichiarato nel corso di un'intervista che gli piacerebbe vedere come villain nel film dei Vendicatori proprio il Gigante di Giada. Norton ha fatto riferimento alla situazione di Hulk nei fumetti: "Tra la comunità dei supereroi e [Hulk] c'è sempre molta tensione… Lo trattano come un problema". E proprio la risoluzione a questo tipo di problemi, come già accaduto nel fumetto, sarebbe secondo l'attore il pretesto per permettere ad Iron Man, Thor, Capitan America e gli altri di unire le forze. Se dai Marvel Studios non arriva nessuna precisa conferma né smentita a queste dichiarazioni (nonostante l'ipotesi fosse già trapelata in passato), il dato interessante è proprio l'esposizione di Norton. Sin dall'uscita di "The Incredible Hulk", infatti, erano circolate voci riguardanti una sua forte insoddisfazione per il montaggio finale del film, che avrebbe portato a incrinare i suoi rapporti con i Marvel Studios. E nonostante da entrambe le parti fossero giunte smentite a più riprese, la sensazione che l'attore non volesse avere più molto a che fare con l'Universo Marvel aveva resistito. Con il suo spendersi ora in prima persona per riportare il proprio personaggio in scena, pare proprio che si possano accantonare tutti i dubbi circa i rapporti tra Norton e la Marvel. Così, se quest'ultima deciderà di includere Hulk in "The Avengers", non è escluso che si possa rivedere l'attore nei poveri panni del dottor Banner.
 
Venom

Continua in casa Sony lo sviluppo dello spin-off su Venom, che dovrebbe riscattare con un'avventura a solo la presenza piuttosto marginale avuta in "Spider-Man 3" dal pericoloso nemico del ragnetto. A fornire qualche aggiornamento circa lo stadio di avanzamento dei lavori è stato nei giorni scorsi Paul Wernick, che insieme a Rhett Reese sta riscrivendo la sceneggiatura del film. Wernick ha dunque spiegato che al momento sarebbero state scritte due bozze dello script, assicurando che la Sony ha tutta l'intenzione di procedere più alla svelta possibile: "Abbiamo scritto due bozze per 'Venom', e lo studio le ha in mano, e stanno spingendo in qualunque modo sia possibile spingere". Nonostante ciò, comunque, secondo lo sceneggiatore non sarebbe ancora possibile fare una stima su quando la produzione del film possa iniziare (di sicuro non prima di quella di "Spider-Man 4", le cui riprese partiranno all'inizio del 2010). Alla domanda sull'eventuale relazione tra "Venom" e il franchise di Spider-Man, Wernick si è poi detto impossibilitato a commentare, anche perché queste decisioni non spettano agli sceneggiatori, ma allo studio e ai produttori: "Sfortunatamente, non ne possiamo parlare davvero. Fondamentalmente, lo studio, la Marvel e la gente che lavora con [Avi] Arad stanno prendendo le nostre bozze e cercando di immaginare quale sarà il prossimo passo".
 
Nuovi piani per Ghost Rider

La Columbia Pictures sarebbe pronta a riportare sul grande schermo Ghost Rider, ma con un parziale cambio di rotta e con il coinvolgimento di David Goyer. La notizia, pubblicata da Variety, riporta alcune dichiarazioni di Avi Arad, produttore della pellicola. A detta di Arad la base per un buon film è una buona storia e per avvalorare la sua tesi ha portato come esempio la trilogia di "Blade" firmata Goyer. L'esempio non è casuale, visto che proprio con Goyer la Columbia ha avviato i primi contatti per la sceneggiatura e la supervisione del film. Per altro, Goyer non dovrebbe partire da zero nella lavorazione della pellicola, dato che il sequel dovrebbe basarsi proprio su una sceneggiatura scritta da lui anni addietro. La pellicola avrà come protagonista ancora una volta Nicholas Cage, mentre per la regia sembra ormai scontata la mancata conferma di Mark Steven Johnson.

X-Men: possibili ampliamenti per il franchise

Non solo film individuali nei progetti della 20th Century Fox per i mutanti Marvel, ma anche qualche nuova pellicola "di gruppo". Dopo "X-Men: First Class", infatti, potrebbero vedere la luce anche "X4" e "The New Mutants", almeno secondo i desideri e le parole della produttrice del franchise degli uomini X, Lauren Shuler Donner. Oltre ai già annunciati prequel sui giovani mutanti e Magneto, nonché il sequel di Wolverine e lo spin-off su Deadpool, alla Donner piacerebbe vedere un quarto capitolo della saga iniziata da Bryan Singer nel 2000, che veda alla regia proprio quest'ultimo (che lo scorso giugno ha affermato che tornerebbe a lavorare su questo progetto molto volentieri). Nulla di preciso invece per quanto riguarda il secondo titolo citato dalla produttrice, "The New Mutants", che a rigor di logica dovrebbe incentrarsi su una nuova generazione di mutanti.
Ma intanto qualche novità giunge anche sul fronte delle produzioni già annunciate e in certa misura avviate. Circa "Deadpool" (che, lo ricordiamo, vedrà nel ruolo del protagonista l'attore Ryan Rynolds, già impegnato nella parte nell'ultimo film su Wolverine), a fornire qualche aggiornamento è stato il disegnatore e cocreatore del personaggio Rob Liefeld, che attraverso la sua pagina Twitter ha raccontato di essersi incontrato con i produttori del film (tra cui la stessa Donner) e di aver discusso con loro le possibili direzioni da far prendere alla pellicola. Secondo Liefeld le cose si starebbero muovendo nella giusta direzione, e saranno mantenuti aspetti topici del personaggio come il costume, l'abbattimento della quarta parete e una gran quantità di violenza omicida. Un ulteriore dettaglio rivelato dal disegnatore, inoltre, ha riguardato il personaggio di Cable, altro X-Men che deve proprio a Liefeld la sua rappresentazione grafica. Secondo le parole del disegnatore, infatti, esiste la possibilità che Cable appaia in un futuro film sui mutanti Marvel. Di sicuro, comunque, non si tratterà né di "Deadpool", né di "X-Men: First Class".
Infine, anche "X-Men Origins: Magneto" è stato al centro di qualche speculazione. In occasione della promozione dell'home video di "X-Men Origins: Wolverine", infatti, il regista Gavin Hood ha espresso il suo interesse per dirigere eventualmente la pellicola sul villain della saga mutante (ufficialmente ancora appaltato a David Goyer): "Magneto è ancora un personaggio di un interesse fenomenale. Se me lo chiedessero, sarei assolutamente interessato". Il regista ha dunque spiegato quali secondo lui siano gli aspetti stimolanti di Magneto, così come di atri protagonisti delle storie degli X-Men: "È un personaggio davvero interessante, che ha le sue radici in un trauma infantile ed è psicologicamente complesso. Ed è stato interpretato in maniera superba da Ian McKellen. Ci sono alcuni personaggi nell'universo degli X-Men la cui vita psicologica è forte, affascinante e complessa. Penso che sia questa la ragione per cui affascinano il pubblico".

Produzioni in vista per Archie Comics e altre novità cinematografiche

Sempre più in espansione il cinema tratto dal fumetto. Come ormai accade a cadenza praticamente settimanale, anche questa settimana giungono notizie di nuove produzioni all'orizzonte.
• Quella senza dubbio di maggior portata riguarda la Archie Comics, storico editore di prodotti tipicamente rivolti alle giovani fasce di consumatori. Secondo Variety, la Archie si sarebbe rivolta alla Creative Artist Agency, famosa compagnia di rappresentanza con sede a Los Angeles. La CAA dovrebbe aiutare la Archie a proporre alcuni dei suoi innumerevoli titoli in giro per Hollywood, in modo da poter attirare l'attenzione degli studios ed arrivare alla realizzazione di prodotti per il cinema e la televisione.
• Già opzionato per un adattamento è invece Mal Chance, titolo dei Platinum Studios che racconta la storia di una ragazza appartenente a un clan di assassini che con l'aiuto di un inconsapevole agente dell'FBI prova ad abbattere l'organizzazione di un gangster che le dà la caccia. La pellicola sarà prodotta da Tony Krantz ("24") e dal capo dei Platinum, Scott Mitchell Rosenberg, mentre la sceneggiatura è stata affidata a Scott Murphy ("Angel", "Flash Gordon", "Star Wars: The Clone Wars").
• La DreamWorks sta lavorando per produrre un adattamento di Xombie, serie edita dalla Devil's Due e incentrata sulle avventure di uno zombi poliziotto impegnato in una lotta contro i suoi simili. Se l'accordo andrà definitivamente in porto, a scrivere la sceneggiatura sarà Will Beall (che vanta in curriculum anche un ex impiego proprio come poliziotto), mentre della produzione dovrebbero occuparsi Alex Kurtzman e Roberto Orci.

Spawn

Ancora qualche parola di Todd McFarlane circa i suoi progetti cinematografici per Spawn, il personaggio da lui creato per la Image. L'autore, che da tempo ha in ballo il progetto, ha raccontato di essere proprio in questo momento in una fase preliminare di scrittura della sceneggiatura, anche se le idee di massima sono già tutte delineate. Tuttavia, la questione al centro delle discussioni continua a essere la portata della produzione. Come già fatto a più riprese nei mesi passati, infatti, McFarlane continua a sottolineare i pro e i contro nell'avere un grosso budget o viceversa nel "sapersi accontentare": "Se accettassi l'offerta dei grossi studios, con grandi budget e importanti valori di produzione, andrebbe tutto liscio e si avrebbero maggiori possibilità di coinvolgere grossi nomi, e per loro funziona dal punto di vista commerciale. Ma più divento vecchio, meno mi interessa questa cosa". D'altra parte, il coinvolgimento di grossi studios porterebbe inevitabilmente a snaturare l'idea originale dell'autore: "Il motivo per cui voglio tenermi entro limiti più ristretti è che [per come lo concepisco io] è un film con rating R [per adulti, ndr]. Se lo sistemassi in grande, gli studios vorrebbero un PG-13", ossia un film adatto a una visione in famiglia, ovviamente con livelli di sesso violenza molto moderati e con una minor possibilità di esplorare tematiche forti. McFarlane spiega infatti che le major hollywoodiane sono piuttosto caute nella produzione di pellicole di questo tipo, anche in ragione di esperienze recenti non proprio esaltanti dal punto di vista degli incassi: "Sono un po' timorosi per il fatto che 'Watchmen' non abbia fatto i grandi numeri che sarebbero loro piaciuti". In ogni caso, il voler procedere con budget più contenuti non significherebbe per forza ottenere prodotti scadenti o di scarso successo commerciale: "Ho incontrato persone che per vivere hanno girato film da 5 milioni di dollari, e quelli girano con i sorrisi più larghi stampati in faccia".

Superman

Mark Millar torna a parlare dei suoi ventilati progetti circa un possibile ritorno di Superman sul grande schermo, chiarendo alcune sue frasi riportate da Mtv, circa il fatto che la Warner Bros. non si potesse permettere lo sceneggiatore di "Wanted" e "Kick-Ass", impegnato con la Marvel. Millar ha scritto sulle pagine del suo sito web che quando ha affermato che la major non se lo poteva permettere stava evidentemente scherzando. In seconda battuta, ha ricordato che il suo progetto di rilancio è semplicemente un'idea ─ menzionata nel corso di un'intervista ─ di una trilogia epica sull'uomo d'acciaio, ribadendo che non ha nulla di scritto attualmente, e chiarendo finalmente una questione sulla quale nei mesi passati si era mostrato piuttosto ambiguo.

Watchmen home video: The ultimate cut

Vi avevamo già parlato qualche tempo fa dell'ultimate cut di "Watchmen", il cofanetto home video (in Blu-ray disc e DVD) con il montaggio definitivo della pellicola che conterrà praticamente tutto ciò che è stato girato e prodotto "dentro e intorno" al film. Il cofanetto, in uscita negli USA il 3 novembre, e di cui potete vedere le copertine e il lancio pubblicitario, conterrà quattro dischi. Il primo di questi presenterà il montaggio definitivo della pellicola, vale a dire la director's cut, integrata in una soluzione unica con "Tales of the Black Freighter", il corto animato che riprende la storia di pirati già presente nel graphic novel; il tutto condito dal commento opzionale del regista Zack Snyder e del cocreatore dell'opera, Dave Gibbons. Nel secondo disco troveranno invece posto i consueti documentari tecnici dietro le quinte e storico-filologici, più il documentario fittizio "Under the Hood" sui supereroi del passato, il video di "Desolation Row" interpretato dai My Chemical Romance e i videogiornali che hanno accompagnato la promozione virale del film nei mesi precedenti la sua uscita. Infine, mentre il terzo disco conterrà una copia digitale del film (sempre nella versione ultimate cut), il quarto proporrà l'intero motion comic di Watchmen. In quest'ultimo disco, inoltre, la versione Blu-ray offrirà le ormai consuete funzionalità BD Live, per l'interazione online.
Come anche nel caso della director's cut, non è al momento noto se questo prodotto verrà distribuito nel mercato italiano.
 

 
Brevi

- Due nuove anteprime sono state diffuse per il lancio della nona stagione di "Smallville", sempre per il canale CW e andato in onda venerdì con la sua prima puntata. Mentre il primo mostra un dialogo tra Clark (Tom Welling) e Chloe Sullivan (Allison Mack), il secondo si concentra invece su una scena avente per protagonista il generale Zod (Callum Blue).

- Alla sua seconda settimana nelle sale cinematografiche, "Whiteout", la pellicola con Kate Beckinsale tratta dal graphic novel di Greg Rucka e Steve Lieber, si è piazzata undicesima al botteghino. Alla fine del week-end gli incassi totali della pellicola ammontavano a 8,4 milioni di dollari. Diffusa anche un'altra istantanea tratta dal film.


- Dopo settimane di relativa calma sul fronte di "Iron Man 2", la promozione del film inizia già a scaldare i motori. Nei giorni scorsi, infatti, Entertainment Tonight ha pubblicato sul proprio sito due brevi video di dietro le quinte con riprese sul set e interviste ai protagonisti della pellicola. Tra gli intervistati, gli attori Robert Downey Jr., Gwyneth Paltrow, Scarlett Johansson, Don Cheadle e il regista Jon Favreau (nuovamente impegnato anche nella parte di Harold "Happy" Hogan). Trovate il secondo video direttamente sul sito di Entertainment Tonight.
 
 
- Nella sua prima settimana sugli scaffali di negozi, centri commerciali e vetrine virtuali statunitensi, l'home video di "X-Men Origins: Wolverine" si è piazzato primo sia nella classifica delle vendite che in quella dei noleggi. Ricordiamo che anche dalla performance commerciale dell'home video del primo film i produttori del franchise trarranno indicazioni su come procedere per la realizzazione del sequel, dato che non è ancora stato stabilito chi si occuperà della regia.

- La Sega è al lavoro per sviluppare un videogioco su Thor, che vedrà la luce in concomitanza con la pellicola in uscita nel 2011. Sebbene non si abbiano informazioni dettagliate al riguardo, sembra che l'azienda giapponese stia lavorando con i tempi necessari per sfornare un prodotto che soddisfi le aspettative dei numerosi fan. Il largo anticipo per l'avvio dei lavori va forse spiegato anche in relazione al non esaltante livello del videogioco ispirato al primo "Iron Man", a sua volta prodotto dalla Sega.

- Il disegnatore Jock ha riferito di essere nelle fasi finali per la realizzazione degli studi artistici del prossimo film sul Giudice Dredd. Il disegnatore ha inoltre anticipato di essere impegnato nella realizzazione di un'illustrazione dell'attore Jeffrey Dean Morgan nei panni di Clay in "The Losers": l'illustrazione sarà poi al centro di un'iniziativa a scopo benefico.

- Durante la promozione del suo ultimo film al Toronto International Film Festival, l'attore Clive Owen ha dichiarato che la produzione di "Sin City 2" (il cui script è già terminato da qualche tempo) dovrebbe partire nel corso del 2010, affermando di aver saputo la cosa da una fonte decisamente affidabile (probabilmente il regista Robert Rodriguez). L'attore, il cui personaggio tornerà con fattezze diverse nella storyline "A Dame to Kill For", si è detto entusiasta dell'esperienza avuta nel primo film e dell'originalità del prodotto.

- Ancora una volta, Michael Caine parla del prossimo "Batman", ribadendo che la produzione difficilmente potrà avviarsi prima del 2011, dati gli impegni del regista Christopher Nolan. L'attore ha inoltre assicurato che al momento non esiste alcuno script, né un cast definito. In particolare, sarebbe del tutto infondata la notizia di un coinvolgimento di Johnny Depp.

- In un suo articolo, la rivista Variety riporta che oltre i già noti reboot di Daredevil e dei Fantastici Quattro, la 20th Century Fox sarebbe ancora attivamente impegnata nello sviluppo di un film su Silver Surfer.
 
Le news di questa settimana:
 
 


PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

Watchmenhome video: Italia 15/09/2009
X-Men Origins: Wolverine ─ home video: USA 15/09/2009, Italia 14/10/2009
Whiteoutcinema: USA 11/09/2009, Italia 02/10/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009, Italia 03/2010
The Losers cinema: USA 09/04/2010
Kick-Asscinema: USA 16/04/2010
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010, Italia 30/04/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Scott Pilgrim cinema: USA 2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011, Italia 06/05/2011
Thor cinema: USA 20/05/2011, Italia 17/06/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.




Redazione Comicus

329°: Kick-Ass, Green Lantern, Spider-Man

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola
revisione testi Annamaria Bajo;
impaginazione di Riccardo Galardini
supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

Whiteout

Continua la promozione di "Whiteout", già uscito nelle sale americane (piazzandosi settimo al botteghino nel suo primo finesettimana di proiezione) e ormai prossimo all'esordio anche in Italia, il 2 ottobre. Nei giorni scorsi è tornata a parlare della pellicola la sua interprete principale, Kate Beckinsale. L'attrice ha raccontato di aver accettato il lavoro ben prima di conoscere il fumetto: "Mi hanno mandato il graphic novel molto più come un riferimento per capire da dove venisse lo script [del film]". Anche per questo motivo, la Beckinsale ha spiegato di non aver avuto alcuna parte nella decisione che ha trasformato la protagonista della storia da omosessuale (suggerita) a etero: "Non è affatto dipeso da me. Quando la cosa è arrivata a me, aveva già passato da tempo lo stadio di sviluppo del graphic novel. [...] A quel punto, [la protagonista] non era più lesbica da un pezzo". Nonostante queste modifiche, comunque, l'attrice ha dichiarato di essere una grande fan del lavoro di Greg Rucka (autore di Whiteout insieme a Steve Lieber), e di aver molto apprezzato l'immagine del personaggio tratteggiata nel fumetto: "Mi piace il fatto che il personaggio fosse questa persona quasi torturata, un po' divertente, che a un certo punto della sua vita è arrivata a non fidarsi più di nessuno. [...] Sono molto appassionata a questo personaggio. Lei mi è molto cara". Su questi presupposti, è stato poi chiesto all'attrice se esista la possibilità di vedere in futuro la trasposizione degli altri due libri che continuano la storia di Whiteout. In questo caso, la Beckinsale ha risposto che la cosa non è ancora stata discussa.

Kick-Ass

Si è da poco risolta la spinosa faccenda della distribuzione, e "Kick-Ass" non è ancora nelle sale, che il creatore del fumetto Mark Millar già pensa al futuro sequel. Che la produzione di un secondo episodio sia da sempre nella mente dell'autore non è certo un segreto, così come non lo è l'intenzione di procedere speditamente alla sua realizzazione (anche per evitare che i giovani attori invecchino troppo). Ora, però, Millar rivela che la fine del primo film è stata concepita proprio per fare da apripista al secondo: "La serie [a fumetti] termina con un teaser per la successiva [serie], e anche il film si conclude con quel teaser". Inoltre, una trama di massima per la continuazione della storia sarebbe già pronta. L'autore si è per altro detto convinto dell'estrema bontà di "Kick-Ass", ragion per cui la fattibilità del sequel non dovrebbe riservare troppi dubbi. Ciò che ancora non è chiaro, invece, è la partecipazione del regista Matthew Vaughn alla realizzazione del sequel (anche se bisogna ricordare che Vaughn è stato un po' l'anima del primo film, avendolo finanziato quasi di tasca propria in modo da poter rimanere fedele all'originale). Altro interrogativo ─ che comunque non pare un gran problema ─ potrebbe essere rappresentato dalla distribuzione dell'eventuale sequel, dato che la Disney, ora proprietaria della Marvel e quindi del marchio Icon nel cui ambito è realizzato Kick-Ass, potrebbe decidere di scalzare Lionsgate con la sua Buena Vista.
Intanto, nei giorni scorsi anche il giovane attore Christopher Mintz-Plasse ha parlato del film, riferendosi in particolare al proprio personaggio, "Red Mist", figlio del villain della storia e a sua volta personaggio in costume. In particolare, l'attore si è riferito al look del personaggio: "Si adatta perfettamente al personaggio. [Lui] sta molto all'ombra del padre. Non riesce a uscire molto con gli amici perché ha sempre delle guardie del corpo intorno a sé. È come se cercasse quel lato selvaggio [in originale "wild side"], quella sorta di look glam rock anni '80. E io amo [David] Bowie, amo quel tipo di capelli".

Iron Man 2

Settimane di calma apparente sul fronte di "Iron Man 2", mentre il regista Jon Favreau si sta attivamente dedicando alla fase di postproduzione. Continua però ad esserci attenzione intorno a una delle pellicole più attese della prossima stagione estiva, e proprio attorno a questa attenzione va strutturandosi una nuova iniziativa di carattere benefico. Si tratta di un'asta in favore di Oxfam International, confederazione di organizzazioni impegnata contro la povertà e in risposta alle emergenze umanitarie. Sponsor dell'iniziativa è l'attrice Scarlett Johansson, ambasciatrice di Oxfam nonché prossima interprete della Vedova Nera in "Iron Man 2". L'asta, organizzata su eBay, mette in palio due biglietti per la prima di "Iron Man 2" e un incontro con la Johansson. Partita giovedì scorso, l'asta si concluderà giovedì prossimo (24 settembre).
Intanto, sempre in tema di attenzione intorno al film, l'attore Edward Norton si è trovato a rispondere ad una domanda circa la sua possibile partecipazione ad "Iron Man 2" in un cameo nei panni di Bruce Banner (Norton ha infatti interpretato l'alter ego del Gigante di Giada in "The Incredible Hulk", dello scorso anno). L'attore non ha esitato un attimo a definire la cosa niente più che un rumor, negando di essere stato contattato per girare la parte.

Jonah Hex

Di "Jonah Hex" finora si è sentito parlare molto Megan Fox, un pochino Josh Brolin (protagonista della pellicola), e poco e niente tutti gli altri. Uno che ancora si era esposto poco è l'attore Michael Fassbender, già visto recitare in "300" (nel ruolo di Stelios) e che torneremo a vedere in "Bastardi Senza Gloria" di Quentin Tarantino. L'attore ha raccontato di essersi lasciato convincere abbastanza alal svelta a partecipare a "Jonah Hex": "Tutti gli elementi erano già a posto per rendere la cosa molto attraente, anche prima che ricevessi la sceneggiatura. Ero già un grande fan di Josh [Brolin], e anche John Malkovich è un grande [...]. E quando Jimmy [Hayward, il regista, ndr] mi ha telefonato mi è piaciuta la sua energia, e mi è piaciuto il fatto che avesse un interesse personale in ogni personaggio e che avesse considerato ogni aspetto. A quel punto per me era solo una questione di trovare una vera essenza umana nel personaggio fumettistico". L'attore, che nel film interpreta uno degli antagonisti del protagonista, ha ammesso di non aver mai letto nulla di Jonah Hex prima di salire a bordo della produzione, e di non sapere neanche se il suo personaggio sia presente nel fumetto (anche se Hayward gli avrebbe assicurato che qualcosa di simile c'è). Per queto, Fassbender avrebbe attinto a varie fonti di ispirazione, tra cui l'Enigmista interpretato da Frank Gorshin nella serie televisiva di Batman durante gli anni '60: "Una volta che mi metto il costume di scena, ho una bombetta, e [così ho aggiunto] qualche elemento dell'Enigmista degli anni ['60]. [...] Jimmy mi ha lasciato procedere con tutti quegli elementi, e per fortuna il personaggio ha abbastanza dimensioni in sé. So che è un personaggio piuttosto sadico. È il tipo di personaggio con cui questa ambientazione combacia alla perfezione. È un west selvaggio, e lui può correre come un pazzo sfrenato".

Green Lantern

Pare proprio che i possibili ostacoli sulla sua strada non riusciranno a fermare la corsa di "Green Lantern". A dimostrazione di ciò, e cioè che i lavori stanno procedendo come previsto, nei giorni scorsi è stato diffuso un castin call della Warner Bros. riguardante alcuni dei comprimari principali della pellicola. L'annuncio in questione è finalizzato alla ricerca degli attori che andranno a interpretare i ruoli di Carol Ferris (l'interesse amoroso del protagonista), Hector Hammond (uno dei villain), Sinestro (la Lanterna Verde rinnegata che con ogni probabilità potrebbe essere il villain principale della pellicola) e Abin Sur (la Lanterna Verde che in punto di morte passa le consegne al protagonista Hal Jordan, interpretato da Ryan Reynolds). Nel dettaglio, per il personaggio di Carol Ferris si indica una persona tra i 26 e i 30 anni, "in gamba e attraente, con un master in amministrazione aziendale. Ha iniziato come pilota e ora dirige la Ferris Aircraft. È una stacanovista"; l'annuncio precisa inoltre che si tratta del ruolo femminile principale della pellicola. Hector Hammond è invece descritto come un personaggio tra i 27 e i 35 anni, "austero e distaccato, è molto 'meschino'. È un patologo e il figlio di un senatore". Più immediata la descrizione di Sinestro: "Tra i 35 e i 45 anni, è intelligente, forte, spaventoso e in grandiosa forma fisica". Abin Sur, infine, è descritto come un coetaneo di Sinestro e come "un gran guerriero". Da ciò che lasciano trasparire queste brevi descrizioni dei personaggi, è possibile intravedere una certa fedeltà al fumetto (quanto meno all'ultima versione), nonché iniziare a immaginare qualche minimo elemento della storia (a tal proposito vi ricordiamo la nostra recensione di una prima versione della sceneggiatura).

Spider-Man 4

È stato annunciato ufficialmente da Columbia Pictures e IMAX Corporation che anche "Spider-Man 4" sbarcherà nelle sale cinematografiche in formato IMAX ─ come già i due episodi precedenti ─ in contemporanea con l'uscita "normale", vale a dire il 6 maggio 2011 (sia per gli USA che per l'Italia). La pellicola passerà dunque anche per un processo di rimasterizzazione digitale volto a incrementarne la qualità audio e video. Sia Columbia che IMAX hanno inoltre espresso soddisfazione per l'accordo, data la sempre maggior diffusione delle sale IMAX, nonché l'ormai duratura fortuna di Spider-Man al botteghino cinematografico. All'interno del comunicato, ha inoltre ricevuto conferma ufficiale la presenza dell'attrice Kirsten Dunst nel ruolo di Mary Jane Watson (comunque ormai certa da tempo).
Ma la settimana appena conclusa ha riservato sul fronte di "Spider-Man 4" un'altra notizia, che di sicuro farà la felicità di diversi appassionati: intervistato in occasione della promozione del suo ultimo film, infatti, l'attore Bruce Campbell ha riferito di qualche chiacchierata avuta con il regista Sam Raimi, da cui sarebbe risultata la possibilità di vederlo in un ruolo piuttosto importante all'interno della prossima pellicola. Per chi non lo conoscesse, Campbell ha un forte legame professionale con Raimi, essendo stato l'interprete principale della saga di "Evil Dead" ("La Casa"), che impose il regista all'attenzione del pubblico. Raimi, per altro, aveva già omaggiato l'attore con tre diversi cameo nei primi tre film sull'Arrampicamuri. Ad ogni modo, nell'ultima intervista Campbell ha precisato di non essere a conoscenza di ulteriori dettagli sul futuro sequel, né di aver chiaro quale potrebbe essere questo suo ipotetico ruolo importante nell'economia della storia. Un'informazione cheinvece ha potuto dare è quella riguardante l'inizio delle riprese: gennaio 2010.

Witchblade

Di recente, il presidente della Top Cow, Matt Hawkins ha fornito qualche piccolo aggiornamento circa lo stadio di sviluppo di "Witchblade", l'adattamento del personaggio portabandiera della casa editrice. Pur ammettendo che le novità in campo non sono poi tante, Hawking ha confermato il nome di Michael Rymer alla regia, nonché la presenza di un finanziameto per il film. Sul fronte della sceneggiatura, invece, gli ingranaggi sono ancora sostanzialmente fermi, anche se ad oliarlo potrebbe servire una recente riunione tra Hawkins stesso, Marc Silvestri e i Platinum Studios (che fungono da coproduttori), nella quale si sarebbero poste le basi per sviluppare i contenuti della pellicola: "Abbiamo prodotto un documento di tre pagine che dice quale sia l'idea per la storia di base che vogliamo fare. [...] È molto diverso dal fumetto, ma tematicamente è praticamente la stessa cosa". Qualche leggera differenza dovrebbe inoltre riguardare anche la protagonista del film. Il presidente Top Cow si dice infatti convinto che non abbia senso proporre un adattamento che sia la precisa traduzione su pellicola di cose già viste sulla carta. Il punto sarebbe invece cercare di mantenere il fulcro della storia, inserendo però delle variazioni, un po' come ─ sostiene Hawkins ─ è stato già fatto con "Wanted": "Se guardi ai sentimenti, ai toni e a come i personaggi agiscono, la cosa che rimane costante in 'Wanted' è lo sviluppo del personaggio di Wesley. Se guardi alla suo viaggio [interiore], è lo stesso sviluppo: le circostanze solo leggermente diverse, i personaggi sono un po' differenti, ma c'è lo stesso sviluppo per il personaggio. Quindi è così che stiamo diligentemente lavorando anche per 'Witchblade'". Hawkins ha poi ammesso che si sta avendo qualche difficoltà a trovare lo sceneggiatore per la pellicola, motivando questa impasse, tra le altre cose, con la diffusa diffidenza ad Hollywood verso film d'azione che abbiano una donna come protagonista. A tal proposito, il boss Top Cow ha anche ammesso che se non si inizierà la produzione del film entro il prossimo anno, i pur sicuri finanziamenti potrebbero decadere: anche in questo caso, però, la Top Cow sarebbe intenzionata ad andare avanti per la sua strada, volendo gestire in prima persona l'adattamento del personaggio e preferendo andare incontro a una ripartenza da zero, piuttosto che realizzare un lavoro a loro giudizio fatto male.

Batman 3

Sempre alto l'interesse attorno al sequel di "The Dark Knight", la pellicola campione di incassi e osannata da pubblico e critica uscita lo scorso anno. Domande circa la continuazione della saga sono infatti state poste sia a Michael Caine (interprete del maggiordomo Alfred Pennyworth), che ad Aaron Eckhart (Harvey Dent).
Rispondendo a una domanda sulle possibili tempistiche della produzione, Caine si è detto certo che, dati gli impegni del regista Christopher Nolan, le riprese non possano iniziare prima del 2011, di modo che nella migliore delle ipotesi l'uscita del film potrebbe avvenire nell'estate del 2012.
Ospite al Tonight Show with Conan O'Brien, invece, Eckhart ha ribadito quanto già detto la settimana scorsa circa un suo possibile ritorno nel sequel di "The Dark Knight", affermando che il suo personaggio, Harvey Dent, dovrebbe essere morto, e che tutavia, se in qualche modo lo resuscitassero e Christopher Nolan gli chiedesse di tornare, sarebbe pronto a farlo. Eckhart ha anche ribadito che nei piani iniziali per il prossimo film era prevista il ritorno di Heath Ledger nei panni del Joker, e che la prematura morte ha messo in forse tutto ciò che era stato pianificato.

Ronin

Di recente, il regista Sylvain White è tornato a parlare del progetto di trasposizione di Ronin, il graphic novel  con cui Frank Miller si lanciò nel mercato del fumetto d'autore. Pur non sentendosene parlare da ormai diverso tempo, White ha confermato che le cose sono in movimento e ha anticipato che la portata del progetto sarà ragguardevole: "È ancora in fase di sviluppo. Ho ricevuto una nuova bozza di sceneggiatura giusto una settimana fa. Sembra davvero buona e promettente. [...] Lo considero un grosso blockbuster, con un grosso budget. Mi piacerebbe farlo in 3D. Penso che sarebbe straordinario e fantastico". Il regista ha poi spiegato che i lunghi tempi di lavorazione sono dovuti alla particolarità della storia: "Ha un sacco di idee, in termini di riflessioni e filosofia. [...] Ci è voluto così tanto per l'estrema complessità del materiale originale. È molto difficile, e non è lineare. [...] C'è bisogno di adeguarlo un po', ma la storia e i personaggi, se riesco a fare il film, saranno tutti lì. Io sono uno che vuole rispettare gli autori e il materiale originale, in quanto fan di graphic novel che è cresciuto leggendoli". White ha dunque precisato di non voler realizzare una traduzione letterale del graphic novel, facendo capire di non apprezzare troppo lavori come "Watchmen" o come "Sin City" e "300", in cui lo stesso Miller fu coinvolto in prima persona. L'idea sarebbe piuttosto quella di rimanere fedeli all'anima dell'opera, pagando qualche tributo in termini estetici, ma senza la smania di replicare tutto alla perfezione.

Fantastic Four

Qualche settimana fa è stato annunciato che la 20th Century Fox avrebbe presto rilanciato il franchise cinematografico dei Fantastici Quattro con una sostanziale ripartenza da zero, come molti fan dei personaggi sembravano chiedere da tempo. Visti gli ultimi sviluppi, dunque, è stato chiesto all'attore Chris Evans (interprete di Johnny Storm/Human Torch nei due film diretti da Tim Story) quale fosse la sua posizione in merito al reboot. Rispondendo alla domanda, Evans non si è mostrato affatto ostile all'operazione: "Penso sia fantastico. Sono sicuro che sarà un gran film. Lo fanno con un sacco di film. Qualche volta prima, altre volte più tardi. Batman, Superman, l'incredibile Hulk. [...] Penso ci sia spazio per rileggere il tono di 'Fantastic Four' come è stato per Batman. [...] Se faranno un buon 'Fantastic Four' oscuro e introspettivo, avanti tutta". Tuttavia, l'attore è stato piuttosto cauto nel considerare un proprio coinvolgimento, affermando di non essere affatto contrario a rivisitare e reinterpretare un personaggio cui già abbia prestato il proprio volto, ma a patto che si stia realizzando un buon film, con un regista valido. E come è ormai sport nazionale, a titolo di esempio si è detto prontissimo a tornare in pista se Christopher Nolan o qualcuno come lui gli chiedesse di tornare negli infiammati panni di Johnny Storm.

Adattamento per DevaShard

Variety rende noto che una nuova trasposizione da fumetto a film si è aggiunta al sempre più affollato panorama che negli ultimi anni caratterizza l'industria hollywoodiana. Si tratta di DevaShard, serie edita da Fluid Comics e partita lo scorso anno per i testi di Zen e i disegni di Keith Burns. DevaShard basa la propria ambientazione sulla mitologia asiatica, configurandosi come un fantasy che narra la storia di due fratelli nati rispettivamente dall'oscurità e dalla luce, entrambi alla ricerca della loro strada in un mondo popolato di demoni, creature fantastiche e reami magici. Il progetto dovrebbe essere prodotto da Vanquish Motion Pictures, mentre in vesste di produttore esecutivo figurerà l'attore e sceneggiatore Kevin Grevioux (creatore di "Underworld"). Prorpio quest'ultimo ha infatti scritto un primo adattamento di massima della serie, sulla base del quale sarà poi compito di Heather Kenealy costruire la sceneggiatura definitiva. La Kenealy sarà coadiuvata da Nav Gupta e Jay Douglas della Vanquish.

Superman

La neopresidente di DC Entertainment, Diane Nelson, ha rilasciato alla fine della settimana scorsa una prima intervista nell'ufficialità della sua nuova carica. Essendo stati diffusi maggiori dettagli di quell'incontro, è ora noto che la Nelson ha parlato brevemente anche di alcuni progetti cinematografici di un certo interesse, tra cui quello su Superman, che ─ come abbiamo riferito a suo tempo ─ è incalzato da pressanti scadenze di tipo giudiziario (pena un'ammenda ai discendenti dei creatori del personaggio o agli aventi diritto). Per essere precisi, però, in questo caso non si può neanche parlare di "progetto": la Nelson ha infatti ammesso che al momento la DC non ha alcun piano preciso per il rilancio del personaggio al cinema, anche se è del tutto probabile che questa affermazione vada interpretata solo come qualcosa di momentaneo. La stessa nascita di DC Entertainment, infatti, nonché il diretto interessamento del presidente di produzione della Warner Bros. Jeff Robinov, prefigurano in maniera esplicita proprio a un rilancio massiccio dei personaggi DC sul grande schermo, e l'esclusione di Superman da questa lista sarebbe quanto meno curiosa.
Nel frattempo, parlando di Superman, ha voluto dire la sua sull'argomento anche lo scrittore Mark Millar, che come forse ricorderete aveva proposto tempo fa alla Warner un trattamento per il reboot cnematografico, senza però ricevere risposta positiva. Visto l'epilogo di quella vicenda, dunque, l'autore ha deciso di andare oltre, non rinunciando però a un'ultima, piccola nota polemica: "Penso che a questo punto non potrebbero avermi più". Millar ha quindi affermato di voler procedere nella sua proficua collaborazione con la Top Cow e soprattutto con la Marvel. Infine, su un piano più generale, si è detto convinto che la tendenza attualmente in voga di coinvolgere autori di fumetti nella realizzazione delle trasposizioni filmiche sia una buona cosa, citando ad esempio proprio quanto sta facento la Warner/DC con il coinvolgimento di Geoff Johns.

Wolverine: home video

Altra settimana foriera di qualche contenuto per la promozione dell'home video di "X-Men Origins: Wolverine" (uscito martedì negli States). Innanzitutto, per "farsi perdonare" dell'uso (a detta di alcuni) eccessivo di sigari da parte del protagonista del film, la 20th Century Fox ha allegato alla promozione dell'home video una campagna di sensibilizzazione contro il fumo, allineandosi sostanzialmente a quella che da anni è la linea della Marvel Comics in materia. Venendo alla promozione vera e propria, invece, il nuovo materiale diffuso consiste in due video: il primo è una scena estratta dal film; il secondo, estratto dagli extra, è un commento del regista alla relazione tra Victor (Sabretooth) e Wolverine. E proprio del rapporto tra i due fratelli è tornato a parlare il regista Gavin Hood nel descrivere una scena tagliata dal montaggio finale, ma che sarà contenuta nel DVD e nel Blu-ray Disc. La scena è indicativa del rapporto tra i due fratelli e rivela molto del personaggio di Victor [seguono SPOILER]: "[Victor] dice a Stryker: 'Si ricorderà di me?', e c'è un terribile momento di vulnerabilità in cui Stryker lo guarda come se fosse pazzo e dice: 'No, è naturale'. A quel punto Victor Creed dice: 'Allora lascialo andare', che è una cosa bella. Qui hai questo personaggio che è stato in guerra con suo fratello, e poi nel momento in cui pensa che potrebbe non essere ricordato da suo fratello, sente questa tremenda solitudine e vulnerabilità. Ciò che rivela di Victor è che [...] ha perseguitato Wolverine [così a lungo] perché ciò di cui ha realmente bisogno è di rimanergli legato". Hood ha poi spiegato che la ragione per cui questa scena è stata scartata risiede nel fatto che in questa versione sia Wolverine ad accettare che la sua memoria venga azzerata: "La ragione per cui abbiamo optato per non procedere con quella scena, in tutta franchezza, è che negli screening test c'erano persona che sentivano di non poter sopportare l'idea che wolverine permettesse a Stryker ─ dopo tutto ciò che Stryker gli aveva fatto ─ di fargli questo".
Infine, il regista ha parlato anche nel suo possibile coinvolgimento nella realizzazione del sequel, rivelando di non essere ancora stato contattato dallo studio, il quale starebbe ancora aspettando di osservare la performance dell'home video in termini di vendite. Per altro, si è ancora agli inizi della stesura dello script del sequel, e Hood si è detto abbastanza certo di avere già degli impegni lavorativi per il prossimo anno. In ogni caso, stando alle parole del regista, i produttori non hanno ancora contattato nessuno per prendere parte attiva al sequel.

Smallville

Dopo le immagini diffuse la settimana scorsa, altre istantanee tratte dalla prima puntata della nona stagione di "Smallville" ("Savior") sono circolate in rete. Come potete vedere, oltre a ricomparire Clark Kent (Tom Welling) nella scura divisa con l'emblema di Superman, altre immagini mostrano invece per la seconda volta la metamorfosi del personaggio interpretato da Brian Austin Green, ovvero Metallo.
E intanto, con l'avvicinarsi dell'esordio della nuova stagione, il canale CW ha messo in onda tre nuovi spot (uno dei quali senza una parola), che lasciano intendere un approccio piuttosto dark al nuovo corso di "Smallville".
Infine, Entertainment Weekly riporta che la nona stagione vedrà anche il ritorno di Jor-El, il quale dovrebbe essere interpretato dall'attore Julian Sands. Secondo l'articolo, il padre di Kal-El dovrebbe apparire nella puntata intitolata "Kandor", nella quale verrà anche spiegato il suo legame con il generale Zod, uno dei personaggi principali degli episodi futuri, interpretato da Callum Blue. Come personaggio, non è la prima volta che Jor-El compare in "Smallville": in un'occasione apparve in forma sonora, grazie alla voce di Terrence Stamp (l'attore che interpretò proprio Zod nei primi due film di Superman); in un'altra occasione, fu invece proprio Tom Welling a interpretare "suo padre" all'interno di un flashback.

 

Brevi

- Il regista Edgar Wright ha riferito di aver visionato alcune scene di "Scott Pilgrim Vs. the World" con effetti speciali a metà del loro sviluppo, e di aver ricevuto un'ottima impressione.

- Variety riporta che l'attrice Mädchen Amick si è aggiunta al cast di "Priest", la pellicola tratta dall'omonimo manwha di Hyung Min-woo. La Amick dovrebbe ricoprire il ruolo di Shannon, madre della bambina rapita da una banda di "vampiri", per salvare la quale partirà l'avventura del protagonista (interpretato da Paul Bettany). È stato poi il regista Scott Stewart a informare, tramite Twitter, del coinvolgimento degli attori Christopher Plummer e Brad Dourif, in ruoli non meglio precisati.

- In un post sulla sua pagina Twitter, l'attore Tim Pocock (che ha prestato il proprio volto a Scott Summers/Ciclope in "X-Men Origins: Wolverine") ha espresso il suo interesse per "X-Men: First Class", il prequel sui primi, giovani X-Men addestrati e istruiti da Xavier, ormai da qualche tempo nei piani della 20th Century Fox. Dalle parole di Pocock, risulta probabile un inizio dei lavori nel 2010. La notizia è in qualche misura confermata dalla produttrice Lauren Shuler Donner, che parla di un'inizio della produzione per il prossimo anno.

- Il direttore creativo dei Pixar Studios, John Lasseter, appena insignito di un premio speciale alla Mostra del Cinema di Venezia, ha brevemente commentato il rumor lanciato da Entertainment Weekly (e già ridimensionato dal regista Edgar Wright) secondo cui la Pixar avrebbe messo gli occhi su "Ant-Man" per una collaborazione con i Marvel Studios: Lasseter ha confermato di essersi incontrato con gli uomini della Marvel e di averli molto apprezzati, ma ha liquidato la notizia data da EW come un semplice rumor.

- L'attore Idris Elba ha postato sulla sua pagina Twitter una foto scattata sul set di "The Losers", ritraente buona parte del cast in costume di scena, anche se non proprio nel pieno dell'azione.


- L'attore Jeffrey Dean Morgan ha espresso un certo interesse per la possibilità di interpretare Lobo nel futuro adattamento cinematografico del personaggio, attualmente in fase di sviluppo. Morgan ha inoltre affermato di poter sfruttare la sua conoscenza con il produttore Akiva Goldsman per tentare di avere la parte. Goldsman sta infatti producendo "The Losers", la pellicola tratta dalla serie Vertigo in cui Morgan interpreta il protagonista.

- Segnaliamo un appello apparso in rete per una donazione in favore della Fondazione Christopher & Dana Reeves, per celebrare in qualche modo quello che sarebbe stato il cinquantasettesimo compleanno dell'attore che diede volto a Superman. La Fondazione si occupa dell'assistenza e della ricerca per la cura delle paralisi.



PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

Watchmenhome video: Italia 15/09/2009
X-Men Origins: Wolverine ─ home video: USA 15/09/2009, Italia 14/10/2009
Whiteoutcinema: USA 11/09/2009, Italia 02/10/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009, Italia 03/2010
The Losers cinema: USA 09/04/2010
Kick-Asscinema: USA 16/04/2010
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010, Italia 30/04/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Scott Pilgrim cinema: USA 2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011, Italia 06/05/2011
Thor cinema: USA 20/05/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.

 


Valerio Coppola

328°: DC Entertainment, Whiteout, The Walking Dead

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola
revisione testi Annamaria Bajo;
impaginazione di Riccardo Galardini
supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

Quella che si avvia alla conclusione verrà certo ricordata come l'estate calda dell'industria del fumetto americano. Dopo il deflagrante annuncio dell'acquisizione di Marvel Entertainment da parte della Disney, infatti, è stato il turno del diretto concorrente, Warner Bros./DC Comics, sconvolgere il panorama del mercato. Da un certo punto di vista, infatti, l'istituzione in seno alla Warner della nuova DC Entertainment, nonché il suo particolare assetto organizzativo, potrebbe portare novità anche maggiori rispetto all'acquisizione Disney-Marvel, e questo anche e soprattutto sul fronte cinematografico. Se infatti la Marvel è ormai da tempo ben avviata nella produzione di pellicole sui suoi personaggi, non altrettanto si può dire di Warner e DC, i cui personaggi maggiori (escluso Batman e, se tutto va bene, Lanterna Verde) sembrano non riuscire a forzare le macchinose dinamiche hollywoodiane. Il nuovo assetto apre invece la strada, almeno in potenza, a una nuova proliferazione di eroi con il marchio DC al cinema, con la dirigenza Warner intenzionata a prendere direttamente nelle sue mani i destini della DC. La nuova organizzazione societaria sembra di fatto imitare il modello vincente proposto proprio dalla Marvel negli ultimi anni, ma con una differenza fondamentale: l'accordo tra Marvel e Disney impone infatti una sostanziale indipendenza creativa e in parte dirigenziale in favore della Casa delle Idee (come nel più volte richiamato caso della Pixar); nel caso Warner/DC, invece, la casa editrice sarà una diretta controllata del presidente di produzione dello Studio, Jeff Robinov, attraverso la dirigente del nuovo marchio, Diane Nelson. È dunque prevedibile un nuovo impulso che venga proprio dall'alto, che è per altro l'obiettivo esplicitamente dichiarato dalla Warner nel comunicare la nuova mossa. Staremo a vedere.

Whiteout

È partita la promozione di "Whiteout", la pellicola tratta dall'omonimo graphic novel di Greg Rucka e Steve Lieber, diretta da Dominic Sena e interpretato da Kate Beckinsale e Gabriel Macht. E proprio la Beckinsale nei giorni scorsi ha accompagnato la pellicola nella sua promozione. Martedì sera, l'attrice è comparsa al Tonight Show with Conan O'Brien, dove ha brevemente parlato del film, raccontando anche di come il fatto di avere grandi mani l'abbia aiutata nell'uso delle armi sul set. Le altre foto che vi mostriamo, invece, si riferiscono all'anteprima del film tenutasi mercoledì scorso al Mann Village Theater di Los Angeles. "Whiteout" uscirà in Italia il prossimo 13 novembre.
 

 
Jonah Hex

Mentre il film è in fase di postproduzione (con un'uscita negli USA prevista il prossimo giugno), l'interesse intorno a "Jonah Hex" sembra mantenersi su buoni livelli. Uno dei motivi di tanta attenzione, inutile negarlo, è con ogni probabilità il coinvolgimento di Megan Fox, che infatti, nonostante abbia precisato più volte di avere un ruolo minore nel film, è destinataria di continue domande sulla pellicola. Anche nei giorni scorsi, infatti, l'attrice si è trovata a riparlare di "Jonah Hex", fornendo una curiosa descrizione del carattere del film: "Penso sia un'interpretazione molto buona del film. Riesce in qualche modo ad essere superviolento e allo stesso tempo avere un rating PG-13 [minori di 13 anni accompagnati, ndr]. Non capisco come abbiano fatto". La Fox ha inoltre espresso il suo entusiasmo per l'esperienza avuta sul set: "È [un film] incredibile, e io non mi sono mai allontanata tanto da me in una performance di un film d'azione quanto in questo. Perché ci sono [Josh] Brolin e [John] Malkovich e Michael Fassbender, e questi attori di teatro che sono semplicemente dei fenomeni, con un talento brillante". Infine, proprio sull'attore protagonista, Brolin, la Fox ha voluto spendere una parola in più: "Penso che lui sia davvero Jonah Hex. È in assoluto la scelta perfetta per quel personaggio".

Wolverine: il Giappone e l'home video

Con l'uscita di "X-Men Origins: Wolverine" nei cinema giapponesi, lo scorso 11 settembre, il produttore e attore protagonista Hugh Jackman si è recato nell'isola nipponica per presentare la pellicola al pubblico. In un incontro con il pubblico, l'attore ha anche confermato che il sequel si svolgerà proprio in Giappone, invitando gli astanti a presentarsi ai provini per comparire nel futuro film, per il quale una sceneggiatura è già in via di realizzazione. Jackman ha inoltre fatto capire che parte delle riprese (non si sa in che misura) potrebbero svolgersi proprio nel Paese del Sol Levante.
Intanto, esce il 15 settembre negli Stati Uniti (e da noi il 2 ottobre) l'home video del film. Per accompagnare l'uscita di DVD e Blu-ray, si è intensificata nei giorni scorsi l'attività promozionale, con la diffusione di un video tratto dagli extra, e riguardante gli artigli d'osso del protagonista. Un secondo estratto dai contenuti speciali già fatto circolare vede invece l'attore protagonista parlare dell'indole di Wolverine. È inoltre partita online la prevendita dell'home video, abbinata a un concorso per vincere una riproduzione degli artigli di adamantio usati da Hugh Jackman. Infine, sempre legato alla promozione per il film in visione domestica, è stata lanciata una pagina web nella quale è possibile inserire una propria foto, da modificare "in stile Wolverine".
 
 
Sul piano delle curiosità, poi, ma sempre in relazione all'uscita dell'home video, è da segnalare una statua di cera del personaggio che sta viaggiando per gli Stati Uniti. La statua, incredibilmente somigliante all'originale, sta infatti facendo il giro di vari musei delle cere Madame Tussauds, passando da New York a Dallas, fino ad arrivare a Los Angeles dove, il 15 settembre (appunto data di uscita del film in DVD e Blu-ray), sarà esposta al Madame Tussauds di Hollywood. Nelle immagini che vi mostriamo, è in corso una sessione di manutenzione.
 

Ant-Man

In settimana abbiamo riportato un rumor rilanciato da Entertainment Weekly secondo cui la Pixar non avrebbe perso tempo (dopo essersi ritrovata sotto la stessa casa madre della Marvel) e avrebbe già adocchiato Ant-Man come uno dei possibili personaggi su cui mettere le mani per sviluppare una nuova produzione. Adesso, a invitare alla cautela è Edgar Wright, sceneggiatore del progetto su Ant-Man per i Marvel Studios e probabile regista del film. Wright non ha in effetti confutato del tutto la voce, spiegando però che è ancora troppo presto per parlarne e per capire in che modo e misura la Pixar possa entrare in gioco: "La news del coinvolgimento della Pixar non è del tutto accurata, ed è un po' prematura da commentare. Amo il lavoro della Pixar più di chiunque altro, e anzi adorerei collaborare con loro. Però non sono sicuro che loro vogliano fare un film 'riduttivo' come un'animazione Pixar ─ visto che 'Toy Story' e 'A Bug's Life' già hanno coperto questi territori, in qualche misura. Il mio approccio ad 'Ant-Man' è molto diverso da una normale origine del supereroe, e davvero molto live action".
Accantonata per il momento la questione Pixar, poi, Wright è tornato a parlare dei tempi in cui il progetto potrebbe ripartire, confermando che dovrebbe riprendere in mano il lavoro non appena terminati i suoi impegni su "Scott Pilgrim Vs the World" (in uscita l'anno prossimo e ormai in fase di postproduzione): "A un certo punto, in questo secolo, intendo smettere di parlarne e fare questa dannata cosa. Ho appena parlato con Kevin Feige [il presidente di produzione dei Marvel Studios, ndr] per la prima volta da quando ho concluso ['Scott Pilgrim Vs the World'], e ci incontreremo la settimana prossima per discutere le prossime fasi. È qualcosa su cui ho lavorato a intermittenza per più di cinque anni", ha concluso il regista, facendo capire di non aver intenzione di abbandonare il progetto.

Fathom

È ancora Megan Fox, candidata numero uno e praticamente certa per il ruolo della protagonista Aspen in "Fathom", a fornire qualche aggiornamento sullo stadio di avanzamento del progetto di trasposizione della serie creata da Michael Turner. Secondo l'attrice, le cose stanno tutt'ora procedendo: "Hanno scritto la sceneggiatura, e penso che in questo momento lo Studio ci stia mettendo le sue annotazioni". La Fox ha inoltre ribadito di sentirsi molto legata al personaggio sul piano affettivo, e di aver voluto entrare nel progetto in prima persona proprio per questa ragione: "Sono cresciuta leggendo il fumetto. Trovavo [in me] davvero qualche somiglianza con [Aspen], e da bambina, in qualche strano modo, mi ci aggrappavo come una salvezza. Voglio qualcuno che ami [il personaggio] e che ami il fumetto, per interpretarla. Non devo essere per forza io, ma all'inizio non conoscevo proprio nessuna attrice che amasse il fumetto, o che anche lo conoscesse soltanto. Quindi ero tenacemente protettiva nei suoi confronti, perché non volevo che fosse interpretato da qualcuno a cui non fregasse un ca**o".

Batman 3

Harvey Dent ufficialmente è morto, ma come si sa, in questo mondo non si sa mai. All'attore Aaron Eckhart è dunque stato chiesto se, dopo l'annuncio del sequel di "The Dark Knight", esista la possibilità di rivedere il suo personaggio dare problemi a Batman. L'attore ha quindi risposto di non aver ancora sentito nessuno al riguardo, e di non aspettarsi di essere richiamato dal regista Christopher Nolan, anche se si è affrettato a sottolineare di aver avuto un'ottima esperienza nel girare "The Dark Knight" e che per Nolan farebbe tutto, incluso tornare sul set di Batman senza pensarci un attimo. Eckhart ha però voluto esprimere la sua idea sul sequel, sostenendo che la continuazione più logica sarebbe stata sul binario del Joker, piuttosto che su quello di Harvey, e che dunque bisognerà fare i conti con la scomparsa di Heath Ledger: "Penso che ['The Dark Knight'] sia sempre stato il film di Heath, e Heath era decisamente il motore e il veicolo con cui si sarebbe dovuta continuare la [storia]. Non sono sicuro che non sia meglio cominciare tutto da capo e trovare altri personaggi, nel prossimo film. Ciò detto, non ho assolutamente idea di cosa accadrà".

The Walking Dead

Come vi abbiamo riferito un paio di settimane fa, la serie di culto The Walking Dead è stata opzionata dal canale televisivo AMC che ne vorrebbe trarre un film pilota che possa eventualmente fare da apripista a una nuova serie televisiva. Nei giorni scorsi, poi, a parlare dei movimenti su questo fronte è stato l'autore del fumetto, Robert Kirkman, che si è definito subito più che soddisfatto di avere a che fare con AMC, a suo dire un network dagli ottimi contenuti e senza troppi paletti in termini di autocensura. Riguardo la scelta di sviluppare l'adattamento sotto forma di serie televisiva invece che cinematografica, Kirkman l'ha spiegata come una strada di fatto obbligata, proprio in relazione ai particolari contenuti della storia: in particolare, il fatto che questa sia "un film sugli zombi che non finisce mai", e che esplora le interazioni tra i vari personaggi e i loro cambiamenti nel lungo periodo. Proprio questo funzionamento della storia, secondo lo scrittore, sarebbe stato compreso in pieno dallo sceneggiatore e regista del pilota, Frank Darabont, il quale sarebbe legato al progetto ormai da anni, sin da quando questo era in mano al canale NBC (passaggio rivelato per la prima volta da Kirkman proprio in questa intervista). Circa la fedeltà formale al fumetto, poi, Kirkman ha mostrato di avere le idee chiare sulle linee guida da seguire: "Sarà fedele al 110% nel tono, ma non so se ogni singolo personaggio sarà esattamente lo stesso [...]. Siamo ancora nelle primissime fasi del lavoro. Potremmo pure finire per metterci ogni singolo personaggio, non lo so davvero. Sarà estremamente fedele, ma personalmente io non voglio che sia una traduzione [letterale] del fumetto. Penso che sarebbe incredibilmente noioso per me e incredibilmente noioso per chi legge il fumetto". In questo senso, una delle differenze che potrebbero esserci tra la versione fumettistica e quella televisiva sarebbe la frequenza con cui muoiono i protagonisti della storia. Lo scrittore spiega che questo dipenderebbe proprio dal tipo di coinvolgimento degli attori, per i quali probabilmente non sarebbe il massimo essere fatti fuori dopo poche puntate. D'altra parte, tra il serio e il faceto, Kirkman sostiene che essendoci molte persone a Hollywood interessate al progetto, ma che normalmente non si impegnerebbero in televisione, utilizzare questi attori per poche puntate per poi "ucciderli" potrebbe essere un'idea. Infine, l'autore ha parlato del suo coinvolgimento nell'eventuale serie che potrebbe seguire il film pilota, assicurando che sarà ben presente, anche perché il suo nome figura tra quelli dei produttori esecutivi. Le sue competenze comprenderanno la supervisione della trama generale e la scrittura di alcuni episodi. L'unico limite posto da Kirkman al suo stesso coinvolgimento nella serie riguarda proprio gli impegni fumettistici, che lo scrittore intende continuare a considerare la sua vera priorità: "Se si arrivasse a un punto in cui il lavoro sui [miei] fumetti rallenta, farei un passo indietro [dalla serie televisiva]".

Brevi

- In un veloce commento su Twitter, Brian Lee O'Malley, creatore di Scott Pilgrim Vs the World, ha raccontato di aver incontrato il cantante Beck, che come è noto parteciperà alla colonna sonora del film tratto dal fumetto. O'Malley ha lasciato intendere che il cantante potrebbe aver realizzato più di un brano per la pellicola, e ha inoltre raccontato che Beck ha letto l'intera serie a fumetti.

- Nuove immagini da "Savior", la prima puntata della nona stagione di "Smallville". Alcune delle foto sono catturate da una scena già diffusa in un'anteprima la scorsa settimana.
 
- Tempo fa vi abbiamo mostrato gli studi grafici del disegnatore Jock per il progetto di rilancio cinematografico del Giudice Dredd. Adesso è lo stesso Jock a fare nuovamente riferimento al progetto, attraverso la sua pagina Twitter, annunciando inoltre che lo sceneggiatore Alex Garland è coinvolto nella produzione e sta realizzando "un ottimo script".

- Le ultime notizie sul live action di Akira (il manga creato da Katsuhiro Otomo) volevano la Warner Bros. intenzionata a riprendere lo sviluppo del progetto, dopo un suo iniziale scivolamento. Adesso, secondo alcune fonti, lo Studio avrebbe messo sotto contratto gli sceneggiatori Mark Fergus e Hawk Ostby ("I figli degli Uomini", "Iron Man", "Cowboys and Aliens") per riscrivere "Akira" per il grande schermo. La notizia è al momento priva di conferme ufficiali.

- Solo una settimana fa David Goyer assicurava che il progetto su "Green Arrow: Escape from Super Max" era in movimento, e che lo Studio era intenzionato a portarlo avanti. Adesso, secondo una notizia riportata da un sito specializzato, la Sony avrebbe in lavorazione un horror soprannaturale parzialmente simile al progetto su Lanterna Verde, sia per quanto riguarda il fulcro della storia (la fuga da una prigione), sia per il titolo: "Supermax". Questo, naturalmente, si presenta come un ostacolo allo sviluppo del film sul personaggio DC.

- Nel corso di un'intervista, l'attore Patrick Stewart, interprete di Charles Xavier nel franchise degli X-Men (con un cameo anche nel recente "X-Men Origins: Wolverine"), si è detto interessato a riprendere il suo personaggio anche nelle future pellicole mutanti. Stewart ha inoltre raccontato di aver parlato con Ian McKellen, con il quale si sarebbe trovato d'accordo sul desiderio di approfondire la relazione tra il Professor X e Magneto (interpretato appunto da McKellen e protagonista di un futuro prequel).

- Rispondendo a una domanda, l'attrice Sandra Bullock ha confermato di essere effettivamente stata legata ad un progetto cinematografico su Wonder Woman, ma solo per un brevissimo periodo e ormai diversi anni fa. La Bullock si è comunque detta certa del fatto che non sarà lei a vestire i panni della supereroina, data anche la sua età, non più adatta al personaggio.

- Stando al sito BadTaste.it, la Paramount Italia non avrebbe intenzione di editare per il nostro mercato la versione Director's Cut dell'home video di "Watchmen", neanche per il periodo natalizio. Allo stesso modo, nemmeno la versione in cofanetto da cinque dischi è nei piani di Paramount Italia.
 
Le news di questa settimana
 


PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

Watchmen: Motion Comichome video: USA, Italia 25/08/2009
Watchmenhome video: Italia 15/09/2009
Whiteoutcinema: USA 11/09/2009, Italia 13/11/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009, Italia 03/2010
Scott Pilgrim cinema: USA 2009
Kick-Asscinema: USA 16/04/2010
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010, Italia 30/04/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011
Thor cinema: USA 20/05/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
The Losers cinema: USA 2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.

 


Redazione Comicus

<B>327°: Kick-Ass, Whiteout</B>

a cura di Valerio Coppola; testi di Valerio Coppola
revisione testi e impaginazione di Annamaria Bajo; supervisione di Gennaro Costanzo
La rubrica Movie Comics è stata fondata da Carlo Coratelli

 
Quella appena conclusasi è stata sicuramente una delle settimane più importanti per il mondo del fumetto e dell'industria dell'intrattenimento in generale: l'acquisto di Marvel Entertainment da parte di Walt Disney Company è un evento senza dubbio destinato a sconvolgere gli assetti del mercato, andando a modificare i vecchi equilibri concorrenziali sotto una molteplicità di aspetti. Osservando la novità solo dal lato della Marvel, la Casa delle Idee disporrà sicuramente di importanti vantaggi sia dal punto di vista della dotazione finanziaria, sia per quanto riguarda la distribuzione dei suoi prodotti televisivi e cinematografici, per la quale sarà enormemente facilitata dall'essere una parte dell'impero Disney. Come già sottolineato, per altro, anche i rapporti "facilitati" con altre controllate Disney quali Pixar, all'avanguardia nel proprio settore di riferimento, possono rappresentare un valore aggiunto per rendere i prodotti Marvel sempre più competitivi. Prepariamoci dunque a importanti novità, anche e soprattutto nel settore cinematografico, che, come è ben noto, è dove si fanno "i soldi veri".
Intanto, in attesa dei futuri sviluppi e delle loro ripercussioni, riprendiamo comunque la nostra routine con i consueti aggiornamenti.

Kick-Ass

Come ricorderete, la distribuzione statunitense di "Kick-Ass", la pellicola diretta da Matthew Vaughn e tratta dall'omonima serie di Mark Millar e John Romita Jr., aveva per qualche tempo fatto tribolare i fan. Dopo l'ottima accoglienza riservata alle anteprime del film in occasione della San Diego Comic-Con, poi, quasi in maniera scontata si era fatta avanti per la distribuzione la Lionsgate, che aveva confermato le intenzioni del produttore-regista di far uscire "Kick-Ass" nel 2010. Adesso è stata finalmente annunciata la data di uscita ufficiale del film (per gli Stati Uniti): 16 aprile 2010. Anche questa data corrisponde sostanzialmente a quanto ipotizzato da Vaughn prima ancora che la Lionsgate entrasse in gioco. Allo stato attuale, le riprese si sono ormai concluse da tempo, mentre la postproduzione sta muovendo i suoi ultimi passi (secondo gli aggiornamenti più recenti, al film mancherebbe la colonna sonora e pochi altri ritocchi). La Lionsgate ha inoltre rilasciato una breve sinossi del film: "'Kick-Ass' racconta la storia di un adolescente medio, Dave Lizewski (Aaron Johnson), un appassionato di fumetti che decide di prendere ispirazione dalla sua ossessione per diventare un supereroe reale. Come farebbe ogni buon supereroe, sceglie il suo nuovo nome ─ Kick-Ass ─ mette insieme un costume e una maschera da indossare, e si mette al lavoro combattendo il crimine. C'è solo un problema che si presenta sulla sua strada: Kick-Ass non ha il benché minimo superpotere. La sua vita cambia per sempre nel momento in cui ispira una subcultura di imitatori, viene cacciato da un assortimento di personaggi violenti e poco piacevoli, e incontra un paio di vigilanti pazzeschi, tra cui un'undicenne dinamo munita di spada, Hit Girl (Chloe Moretz), e suo padre, Big Daddy (Nicolas Cage)".

Whiteout, Queen & County

Ormai anche "Whiteout", il film tratto dal graphic novel di Greg Rucka e Steve Lieber, è pronto a sbarcare nei cinema. Proprio Rucka è stato intervistato a proposito della trasposizione del suo lavoro e del suo coinvolgimento nella produzione. Nel dirsi ancora stordito e in parte incredulo che il fumetto abbia "preso vita", lo scrittore ha raccontato dell'ambiente positivo instaurato con i produttori del film, i quali lo hanno voluto coinvolgere attivamente nella realizzazione della pellicola: "Stavo aspettando che da un momento all'altro mi dicessero di andarmene, del tipo: 'Grazie, da qui in poi ci pensiamo noi'. Ma non lo hanno mai fatto. […] A un certo punto, David [Gambino, il produttore, ndr] disse: 'Chiamerò il tuo agente', e io dissi: 'Sì, e…?', e lui mi disse: 'Vedrò di farti mettere sotto contratto per altri sei mesi'". Circa le differenze che la protagonista Carrie Stetko presenta tra il fumetto e il film, e riguardo l'interpretazione datane dall'attrice Kate Beckinsale, Rucka è stato piuttosto specifico: "Se Carrie nel graphic novel è davvero contenta di essere dov'è e vuole fuggire dal mondo, fino in Antartico, Carrie nel film odia un po' se stessa e si sente davvero come se fosse andata alla deriva, e per questo è stata messa in Antartico, e lei odia davvero stare lì. […] Inoltre, noi non abbiamo mai pianificato di rendere Carrie un personaggio grazioso. Nel fumetto Carrie è […] qualcuno che non è poi tanto attraente, ma quando messa nel proprio elemento a fare quello che sa fare meglio, diventa sexy proprio per quella ragione. Però con Kate [Carrie] non era solo [così], ma anche molto attraente, quindi questo ha portato un'altra qualità al personaggio". Infine, nel dirsi convinto che il segreto per un buon adattamento da fumetto a cinema risieda nel sapersi mantenere fedeli al cuore della storia originale, Rucka ha brevemente commentato anche il progetto di trasposizione del suo Queen & County: puntualizzando che si è solo nelle prime fasi di sviluppo, lo scrittore si è comunque detto ottimista rispetto al coinvolgimento di Ryan Condal come sceneggiatore, il quale avrebbe appunto dato l'impressione di aver compreso il succo della storia. Inoltre, Rucka ha affermato che il progetto potrebbe trasformarsi in qualcosa di grosso, in termini di investimento.

Magdalena

Con gli interpreti principali già da tempo annunciati (Jenna Dewan e Luke Goss) e un regista a bordo del progetto ormai da qualche settimana (Ryuhei Kitamura), "Magdalena" è uno dei prossimi film-fumetto pronti a partire. Negli ultimi giorni, qualche aggiornamento in merito è giunto dalle labbra di Holly Brix, la sceneggiatrice che si occuperà di adattare per il grande schermo il personaggio della Top Cow. La sceneggiatrice ha dunque precisato che in questa fase ci si sta ancora apprestando ad iniziare uno script, anche se una prima elaborazione delle idee di base sarebbe già stata terminata: a questo riguardo, la Brix si dice interessata a raccontare la storia di come la protagonista, Patience, assume su di sé il ruolo della Magdalena. Per quanto riguarda lo sviluppo della trama, inoltre, la scrittrice ha raccontato di avere ormai avviato i contatti con il regista, e di avere avuto qualche scambio di idee su come procedere. Di fatto ne è anche uscita la conferma di voler realizzare un film che si avvicini a "Il Codice Da Vinci" in quanto ad ambientazione (per esempio l'aver a che fare con la Chiesa Cattolica), ma che risulti meno macchinoso e con molta più azione. Inoltre, pur essendo un film fondamentalmente incentrato su Patience, di fatto quest'ultima dividerà la scena con il suo mentore, Kristoff (Luke Goss), il quale sarà di fatto l'altro protagonista della storia. La Brix non esclude neanche che qualche altro personaggio della scuderia Top Cow possa comparire in qualche cameo, anche se al momento nulla al riguardo è stato discusso. Pare invece certo che gli elementi della storia personale della protagonista verranno arricchiti, rispetto a quelli visti sulle pagine delle serie Top Cow. Infine, per quanto riguarda i tempi di realizzazione, la Brix ha fatto capire che mancano ancora diverse tappe per considerare i giochi fatti, anche se il tutto dovrebbe svolgersi senza troppi intoppi: "Probabilmente avremo una bozza finita nell'arco di sei settimane, e a quel punto con un po' di fortuna dovremmo reperire un finanziamento abbastanza alla svelta, e potremo iniziare a stabilire una data per l'inizio delle riprese. Penso che tutti si stiano impegnando perché le cose partano velocemente".

Cowboys and Aliens

La premiata ditta dietro il successo di "Iron Man" deve aver lasciato il segno: il regista Jon Favreau e l'attore Robert Downey Jr. sono infatti saliti a bordo del progetto di adattamento di Cowboys and Aliens. L'annuncio ufficiale è giunto dalle pagine dell'Hollywood Reporter, il quale ha precisato anche che proprio questo sarà il progetto su cui Favreau si concentrerà dopo aver concluso la lavorazione di "Iron Man 2". Questa tempistica potrebbe inoltre aprire alcune riflessioni sul livello di coinvolgimento di Favreau nella produzione di "The Avengers", la cui uscita è fissata per il 2012 e per il quale ─ anche se solo a livello di chiacchiericcio ─ il regista era dato come uno dei papabili per sedere dietro la macchina da presa (in ogni caso il suo coinvolgimento, in una qualche misura, è da dare per scontato). Per quanto riguarda Downey, invece, quando in un primo tempo fu fatto il suo nome per "Cowboy and Aliens" la sua partecipazione fu subordinata proprio alla possibilità di trovare un incastro tra i suoi molteplici impegni (ovvero il ruolo di Tony Stark nelle varie pellicole Marvel, nonché quello dello Sherlock Holmes prodotto da Warner Bros., con tutti i suoi potenziali sequel). Adesso, dunque, visto che l'accordo è fatto, pare che l'incastro sia stato trovato.

Alibi

In occasione della San Diego Comic-Con vi avevamo riferito dei diversi progetti cinematografici della Top Cow. Tra questi, figurava anche "Alibi", trasposizione di una nuova serie partorita da Josh Fialkov e Jeremy Haun e incentrata su una coppia di gemelli che conducono una vita molto diversa, se non opposta (uno è fondamentalmente un perdigiorno, mentre l'altro è un agente governativo coinvolto in casi piuttosto seri). Del progetto è tornato a parlare il presidente della Top Cow, Matt Hawkins, il quale ha spiegato che al momento parecchia gente di primo piano dell'industria hollywoodiana sta dimostrando interesse, e che si stanno valutando le varie proposte su come approcciare la realizzazione del film, in modo da poter scegliere la più adatta e iniziare la fase di scrittura della sceneggiatura. Per quanto riguarda invece il ruolo del protagonista, Hawkins si dice convinto che sarà una vera sfida trovare l'attore giusto, in quanto l'interpretazione dei due gemelli dovrebbe rivelarsi non di facile attuazione. Hawkins ha comunque chiarito che di questo ancora non si è parlato, e che dunque questo è un capitolo che deve ancora essere aperto. Infine, il presidente Top Cow ha dichiarato di puntare a un approccio generale simile a quello seguito con "Wanted", in cui il film si distaccava dal fumetto in misura macroscopica.

Iron Fist: Ray Park ancora disponibile

Anni fa girava il progetto di una pellicola su Iron Fist, ed erano già stati più o meno stabiliti tutti i principali nomi da coinvolgere nella produzione. Tra questi, anche quello dell'attore protagonista, Ray Park, che nei giorni scorsi ha rilanciato il suo interesse a prendere parte al progetto, dicendosi assolutamente disponibile a intraprendere il giusto allenamento per interpretare Pugno d'Acciaio, nonché a modificare il proprio aspetto fisico e il proprio accento (l'attore è scozzese) per adattarli a quelli del personaggio. Inoltre, Park si è detto certo che, se questo film dovesse essere realizzato, sarebbe sostanzialmente incentrato sugli eroi a pagamento, Iron Fist e Luke Cage/Power Man.
Dopo gli anni di inattività trascorsi da quando i diritti di sfruttamento cinematografico di Iron Fist, tali diritti sono tornati in mano alla Marvel stessa, la quale già qualche mese fa stava considerando il personaggio per uno dei prossimi film prodotti in proprio attraverso i Marvel Studios. Inutile dire che dopo l'acquisizione della Casa delle Idee da parte della Disney, crescono le possibilità che le pellicole targate Marvel aumentino sensibilmente: in questo senso, non è fuori dal mondo pensare che anche Iron Fist, al pari di tanti altri, possa essere ripescato per essere lanciato al cinema.

Powers

Continuano a muoversi le cose per il progetto di adattamento televisivo di Powers, la serie creata e scritta da Brian Michael Bendis e disegnata da Michael Avon Oeming. Di recente, proprio Bendis ha fornito qualche nuovo aggiornamento sullo stadio della lavorazione, dichiarando inoltre che qualche grosso annuncio ufficiale potrebbe essere fatto nel mese di novembre: "Abbiamo un regista e uno show runner, e la Sony è molto positiva. Ogni tipo di cosa buona si sta muovendo dietro le quinte proprio ora. Ci hanno appena chiesto più materiale, e noi stiamo mettendo insieme i soldi e altra roba. Vedremo, ma si tratta di fare uno sforzo economico". Proprio la questione del budget sembra infatti essere uno dei punti più delicati da affrontare: "Questa è una di quelle situazioni in cui la nostra immaginazione e il basso prezzo del metterla su pagina si scontra frontalmente con l’alto costo della trasposizione televisiva. Quando mostri solo brevissime scene supereroiche, devono essere grandiose. Devono essere qualcosa di davvero speciale, e penso che tutti abbiamo visto quella mer**sa roba in CGI. Io non voglio vederla. Preferirei non vedere proprio niente". Sempre per quanto riguarda le difficoltà di trasposizione, lo scrittore si è detto consapevole dei meccanismi da affrontare lungo questo processo: "Mike e io abbiamo lavorato a Powers, il fumetto, con l'idea di poter fare tutto ciò che volevamo, ma lo spettacolo televisivo comporta un linguaggio diverso. Avendo visto 'Watchmen', non voglio vedere un adattamento direttamente letterale di Powers. Voglio vedere qualcos'altro. Voglio vedere quale potrebbe essere il linguaggio di 'Powers' in televisione". Ma, ha concluso lo scrittore, ciò che sicuramente non cambierà sarà il particolare punto di vista della serie, ovvero quello dei poliziotti, e non dei supereroi: "È 'CSI', non 'Heroes'".

Brevi

- In vista dell'imminente uscita in home video di "X-Men Origins: Wolverine", nonché della sua uscita nei cinema giapponesi, sono state diffuse alcune nuove immagini di carattere promozionale, di cui vi proponiamo una selezione.



- Dopo il teaser della settimana scorsa, è stata diffusa una nuova anteprima della nona stagione di "Smallville", che mostra una scena tra Lois Lane (Erica Durance) e John Corben (Brian Austin Green), entrambi impegnati in un'indagine su uno strano incidente ferroviario. In rete anche una nuova foto di Tom Welling con la particolare divisa da Superman che si vedrà nel corso della prossima stagione.


- Si conferma la peculiarità, almeno come pellicola western, di "Jonah Hex": è stata infatti diffusa la notizia (ancora in attesa di conferme ufficiali) del coinvolgimento della band heavy metal Mastodon nella realizzazione della colonna sonora del film.

- Secondo un rumor non confermato, la Marvel sarebbe intenzionata a far uscire nei cinema "Iron Man 2" in formato 3D. Il regista Jon Favreau aveva già dichiarato in precedenza che una simile ipotesi era tra le possibilità in fase di studio. Sempre secondo lo stesso rumor, inoltre, anche il primo "Iron Man" potrebbe tornare nei cinema in 3D. Come già detto, nulla di tutto ciò è stato confermato.

- Lo sceneggiatore Brent Strickland è stato intervistato a proposito della sceneggiatura di "Villains" che insieme a Matt Jennison sta scrivendo per la Universal. Strickland si è detto molto appassionato al tipo di storia trattata e speranzoso che il film possa avere un successo analogo a quello di "Wanted" (in parte anche per le tematiche). Lo sceneggiatore ha inoltre confermato lo script per un ipotetico film su Wonder Woman, realizzato ancora in coppia con Jennison, è stato acquistato dalla Warner Bros., che avrebbe però chiesto di aggiornarlo dagli anni '40 ad oggi.

- Parlando con MTV, David S. Goyer ha assicurato che la Warner Bros. sta decisamente puntando a portare avanti il progetto di "Green Arrow: Escape from Super Max". Goyer ha inoltre rivelato che, dopo il trattamento firmato da Justin Marks, lo Studio sta per affidare la sceneggiatura a un secondo scrittore.

- In una recente intervista il regista Matthew Vaughn si è detto estremamente attratto dall'idea di dirigere, eventualmente, "The Avengers" per i Marvel Studios. Vaughn ha inoltre rivelato di aver cercato di adattare Iron Man già otto anni fa, ma il periodo non si dimostrò propizio all'operazione. Infine, Vaughn ha espresso anche il proprio desiderio di reinventare Superman per il cinema (ricordiamo che probabilmente proprio Vaughn, insieme allo scrittore Mark Millar, aveva già presentato un progetto alla Warner Bros. che è stato poi rifiutato).
 
Le news di questa settimana
 


PROSSIMAMENTE SUGLI SCHERMI

Watchmen: Motion Comichome video: USA, Italia 25/08/2009
Watchmenhome video: Italia 15/09/2009
Lucky Lukecinema: Francia 21/10/2009
Sherlock Holmes cinema: USA 25/12/2009
Red Sonjacinema: USA 2009
Dead of Nightcinema: USA 2009, Italia 03/2010
Scott Pilgrim cinema: USA 2009
Kick-Asscinema: USA 16/04/2010
Iron Man 2 cinema: USA 07/05/2010, Italia 30/04/2010
Jonah Hex cinema: USA 06/08/2010
Green Lantern cinema: USA 17/06/2011
Sin City 2 cinema: USA 2010
Conan cinema: USA 2010
Y The Last Man cinema: USA 2010
Torso – cinema: USA 2010
Tintin cinema: USA 2010
Magdalena – cinema: USA 2010
The Witchblade – cinema: USA 2010
Spider-Man 4 cinema: USA 06/05/2011
Thor cinema: USA 20/05/2011
The First Avenger: Captain America cinema: USA 22/07/2011
The Losers cinema: USA 2011
Preacher cinema: USA 2011
The Avengers
cinema: USA 04/05/2012


Movie Comics, la più longeva rubrica di Comicus.it, con notizie, gossip, anteprime, dai set sparsi per il mondo dove vengono girati i film e i telefilm tratti dai fumetti.

 


Redazione Comicus
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.