Menu

 

 

 

 

Millarworld: Netflix cancella Jupiter Legacy e annuncia Supercrooks

  • Pubblicato in Screen

L'accoglienza da parte di pubblico e critica per la serie Jupiter's Legacy è stata abbastanza tiepida. Probabilmente è questo uno dei motivi che ha portato Netflix a non rinnovare lo show per una seconda stagione. Deadline riporta, tuttavia, che il servizio strraming non intende abbandonare il Millarworld, acquistato nel 2017, e produrrà nuovi adattamenti dei fumetti realizzati da Mark Millar in un formato antologico, a partire da una serie live-action di Supercrooks.

Millar ha originariamente lanciato Supercrooks con Lenil Francis Yu nel 2012. La serie segue le vicende di Johnny Bolt alla guida di una squadra di super-ladri in pensione che progettano una rapina in Spagna, nazione in cui non sembrano esserci supereroi in grado di fermarli. Netflix sta anche sviluppando un adattamento anime della serie con un primo filmato mostrato al pubblico al Festival di Annecy alla fine di questo mese. Nel frattempo, Netflix sta liberando anche il cast di Jupiter's Legacy dai loro impegni di programmazione.

"Sono davvero orgoglioso di ciò che il team ha ottenuto con Jupiter's Legacy", ha dichiarato Millar in una nota. Riguardo Supercrooks, l'autore ha dichiarato: "Ho sempre amato le storie poliziesche da Scorsese a Tarantino e i supercriminali sono sempre la parte più divertente di qualsiasi storia di supereroi. Fare qualcosa incentrato esclusivamente sui cattivi che combattono è incredibilmente fresco mentre esploriamo cosa vuol dire essere un cattivo in un mondo brulicante di bravi ragazzi che vogliono metterti in prigione".

"Considerando la strada intrapresa", prosegue Millar "abbiamo deciso di liberare il nostro incredibile cast dal loro impegno nello show mentre continuiamo a sviluppare premurosamente tutti i regni della saga di Jupiter's Legacy. Siamo fiduciosi che ci torneremo più tardi e vogliamo solo dire grazie a voi per il vostro continuo supporto e al cast e alla troupe che hanno reso questo look così eccezionale".

Leggi tutto...

Netflix annuncia gli anime di Supercrooks e di Spriggan

  • Pubblicato in Toon

Netflix ha annunciato la produzione di una nuova opera del Millarworld. Il servizio streaming, infatti, con un tweet ha dichiarato di essere al lavoro su una serie anime di Supercrooks, opera di basata sul fumetto di Mark Millar e Leinil Yu del 2012.

L'anime sarà prodotto da Bones, lo studio dietro a serie di successo come Fullmetal Alchemist e My Hero Acadamia. Al momento non è nota alcuna data di uscita per la nuova serie.

Supercrooks è una miniserie di quattro numeri che segue le vicende di Johnny Bolt alla guida di una squadra di super-ladri in pensione che progettano una rapina in Spagna, nazione in cui non sembrano esserci supereroi in grado di fermarli.

Netflix, nello stesso tweet, ha anche annunciato che un nuovo adattamento del manga Spriggan di Hiroshi Takashige e Ryoji Minagawa, e un adattamento dell'RPG Capcom Dragon's Dogma.

Leggi tutto...

Supercrooks e American Jesus presto al cinema, in arrivo i sequel a fumetti

  • Pubblicato in News

Recentemente abbiamo appreso la notizia che due iconici lavori di Mark Millar come Supercrooks e American Jesus verranno adattati per il grande schermo, dopo che la Waypoint Entertainment ha acquisito i diritti per tale impresa e Millar sarà direttamente coinvolto nel progetto. Ora però l'autore rivela in esclusiva a THR che le sorprese riguardo ai due titoli non sono finite qui, in quanto nel 2017 verranno realizzati i due sequel: Supercrooks: The Bounty Hunter e American Jesus: Messiah, con gli stessi artisti degli archi narrativi originali, ossia Leinil Francis Yu per il primo e Peter Gross per il secondo.

Al momento non si sa per quale editore verranno realizzate le due opere, ma per entrambi i lavori le cose si fanno interessanti, con una programmazione a lungo termine delle storie.

“Ho cinque archi narrativi programmati [per Supercrooks]. I pianeti non si sono mai allineati finora per me e Yu, dato che quando io ero libero lui era sempre nel bel mezzo di un contratto e viceversa. Ma abbiamo deciso che lo faremo sicuramente circa sei mesi fa, e io scriverò quest'estate, una volta che i miei attuali incarichi saranno conclusi”.

Tre trilogie all'orizzonte invece per American Jesus, che come racconta l'autore, ha già cominciato a scrivere da diversi anni ormai.

“Credeteci o meno, lo sto scrivendo e riscrivendo da 10 anni. Ho il primo numero del sequel scritto dal 2006 e da quell'anno ho cominciato ad aggiungerci a pezzi il resto. Ma verso Natale tutto a cominciato a comporsi molto bene. Il mio unico timore era che prima di finirlo sarebbe arrivato il vero Gesù”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.