Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

James Gunn tornerà a dirigere Guardiani della Galassia 3

  • Pubblicato in Screen

Colpo di scena nel caso Disney/James Gunn! Deadline riporta che la Disney ha reintegrato James Gunn come sceneggiatore e regista di Guardians of the Galaxy 3.

Secondo quanto riportato dal sito, il presidente dei Walt Disney Studios Alan F. Horn ha incontrato il regista più volte per discutere delle polemiche sul suo licenziamento avvenuto lo scorso luglio. Horn ha annullato la decisione dopo essere stato persuaso dalle scuse pubbliche di Gunn e da come ha gestito la situazione. Anche se Gunn ha firmato per scrivere e dirigere il sequel Suicide Squad per Warner Bros. e DC, i Marvel Studios non hanno mai considerato un altro regista al timone di Guardians of the Galaxy 3. Lo studio progetta di andare avanti con il terzo capitolo della trilogia, una volta che il lavoro con The Suicide Squad sarà terminato. Improbabile, a questo punto, che il film esca per il 2020, come previsto in precedenza.

Il licenziamento di Gunn era dovuto a causa di alcuni controversi tweet, risalenti a una decina di anni fa. Al fianco del regista si erano schierati non solo i fan ma anche gli attori del film, in particolare Dave Bautista.

(Via SHH)

Leggi tutto...

Dave Bautista lascerà Guardiani delle Galassia vol. 3 se non verrà usato lo script di James Gunn

  • Pubblicato in Screen

L'attore Dave Bautista è stato molto critico nei confronti della decisione della Disney di licenziare il regista e sceneggiatore James Gunn di Guardians of the Galaxy Vol. 3 a seguito di controversi e vecchi tweet del regista. Oggi, l'attore ha annunciato che chiederà alla Disney di rimuoverlo dal film in uscita se la sceneggiatura di Gunn non dovesse essere utilizzata.

"Nessuno difende i suoi tweet, ma questa è stata una campagna diffamatoria su un uomo buono", ha detto Bautista in un'intervista a ShortList. "Ho parlato con Chris Pratt il giorno dopo che è successo e lui è un po' religioso, quindi ha voluto tempo per pregare e capirlo, ma io ero più come: 'Fot****vi. Questa è una cazzata. James è una delle persone più gentili e rispettabili che abbia mai incontrato".

Bautista ha dichiarato che un Guardians of the Galaxy Vol. 3 senza Gunn non è quello per cui ha firmato: “farei un disservizio a James se non lo facessi", ha continuato l’interprete di Drax.

In un tweet, l'attore aveva dichiarato: "Farò ciò che sono legalmente obbligato a fare ma [Guardiani] senza [James Gunn] non è quello per cui ho firmato. GOTG senza [James Gunn] non è GOTG. E sono anche piuttosto nauseato a lavorare per qualcuno che autorizza una campagna diffamatoria da parte dei fascisti #cybernazis."

Lo stesso cast del film aveva già firmato una lettera aperta a favore del regista. Numerose altre celebrità sono venute in aiuto di Gunn sin dal suo licenziamento. Sia Selma Blair che Michael Rooker hanno lasciato Twitter. Anche gli autori Rob Liefeld e Jim Starlin sono intervenuti sul licenziamento di Gunn, con il primo a domandarsi pubblicamente "cosa è successo al perdono?".

Un regista sostitutivo non è stato ancora annunciato per Guardians of the Galaxy Vol. 3 Una petizione fan-made per convincere la Disney a riassumere Gunn per il film è attualmente in corso e raccolto quasi 370.000 firme. Non è stata ancora rivelata la data di uscita della pellicola.

Leggi tutto...

James Gunn scriverà e dirigerà Guardians of the Galaxy Vol.3, rivelato il ruolo di Sylvester Stallone

  • Pubblicato in Screen

James Gunn, il regista di Guardiani della Galassia Vol.1 e 2, ha ufficialmente assicurato ai fan, in un lungo post sulla sua pagina Facebook, che la sua avventura con questo franchise non terminerà a breve: sue saranno infatti la regia e la sceneggiatura del terzo capitolo della saga cinematografica più divertente dei Marvel Studios.

“Prima di essere in grado di rispondere onestamente, avevo bisogno di sapere, in cuor mio, di avere la giusta ispirazione per farlo. A Hollywood ci sono stati numerosi casi di trilogie concluse a casaccio, e non ho voglia di entrare a far parte di quella tradizione poco onorevole di fingere che il terzo capitolo non sia mai esistito. Non potevo farlo solo per soldi e non potevo farlo solo perchè era quello che gli altri volevano che facessi. Avevo bisogno di farlo perché era quello che dovevo fare. Non ho mai fatto scelte nella mia carriera in base a qualcosa di diverso dalla passione e dall'amore per le storie e i personaggi, e non ho voglia di cominciare ora... Quindi sì, tornerò a scrivere e dirigere Guardiani della Galassia Vol. 3”.

“Alla fine, il mio amore per Rocket, Groot, Gamora, Star-Lord, Yondu, Mantis, Drax e Nebula - e alcuni degli altri imminenti eroi - va più in profondità di quanto voi possiate immaginare, e sento che ci andranno incontro ad altre avventure e che hanno ancora molte cose da imparare su se stessi e sul meraviglioso e a volte terrificante universo che tutti noi abitiamo. E, come per Vol. 1 e Vol. 2, lavoreremo sulla creazione di una storia che va oltre quello che vi aspettate”.

“Molto di ciò che è successo nel MCU negli ultimi dieci anni o giù di lì ha tracciato la strada, in grande stile, per Avengers: Infinity War. Guardians of the Galaxy Vol. 3 verrà dopo tutto questo. Si concluderà la storia di questa iterazione dei Guardiani della Galassia, e contribuirà a catapultare vecchi e nuovi personaggi Marvel nei prossimi dieci anni e oltre. Sarò fianco a fianco con Kevin Feige e la banda per aiutare a progettare l'indirizzo di queste nuove storie, e assicurarci che il futuro del Marvel Cosmic Universe sia speciale e autentico e magico come quello che abbiamo creato finora. Prometto ai fan che farò tutto con integrità, amore e rispetto per i personaggi”.

Parlando più nello specifico invece di Vol.2, tra poco nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, è stato reso noto il ruolo di Sylvester Stallone nella pellicola. Il suo nome sarà Sakar e si tratta di un Ravager rispettato e temuto, che ha bandito Yondu molti anni prima per via di un'azione non meglio specificata che ha creato uno screzio insanabile tra i due, che si rincontreranno solo 20 anni dopo, all'Iron Lotus, un luogo di raccolta per i Ravagers. Tra i due vi è una sorta di relazione padre/figlio e vi sarà una resa dei conti particolarmente intensa. (Via CBM)

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.