Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

Star Wars: Gli Ultimi Jedi: la recensione del fumetto

 MSTWB010ISBN 0

Il 2015 ha segnato l’attesissimo ritorno della saga di Star Wars con il titolo Il Risveglio della Forza, diretto da J. J. Abrams. Il film, che proseguiva la storia della celebre trilogia classica, alternava personaggi nuovi a vecchie conosce. Il pubblico si divise, al di là dei puristi, in quanto la pellicola appariva fin troppo prevedibile e cauta, quasi un remake de Una nuova speranza. Quando però nel 2017 uscì il suo sequel, Gli Ultimi Jedi, diretto da Rian Johnson, ci fu l’accusa opposta: il film smantellava fin troppo quelli che erano le basi della saga.

È indubbio che, quando si va a toccare un franchise così amato e venerato come Star Wars, qualsiasi scelta si intraprende per far proseguire la trama verrà contestata. E non è un caso che la Disney/Lucasfilm sembra intenzionata a chiudere la vicenda della famiglia Skywalker con il prossimo film in uscita a dicembre e intraprendere vie del tutto inedite.

last jedi 1

Gli Ultimi Jedi, ad ogni modo, resta un film solido che prosegue in maniera dignitosa la trama che dal 1977 George Lucas e i suoi collaboratori raccontano.
La pellicola riprende senza interruzioni la storia del precedente capitolo, con Rey che si reca da Luke Skywalker per ricevere aiuto ed essere addestrata e con il Primo Ordine guidato dal Leader Supremo Snoke e dal suo pupillo Kylo Ren, in procinto di spezzare del tutto la Resistenza guidata da una determinata - ma consapevole della criticità della situazione - Leia Organa. Se tutto questo non bastasse, all’interno della stessa Resistenza ci sono voci contrastanti, come quelle di Poe Dameron e Finn che contestano le decisioni dall’alto e guidano una rovinosa spedizione alternativa.

last jedi 2

Addentrarci maggiormente nello sviluppo della trama è inutile, in quanto chi ha visto il film già la conosce, chi non l’ha visto, difficilmente leggerà questo adattamento ad opera di Gary Whitta e Michael Walsh. La storia, ad ogni modo, propone tutta una serie di momenti epici per la saga, sia per i vecchi fan (la distruzione dei sacri testi Jedi ad opera di Luke e Yoda, quasi un voler lasciarsi alle spalle il passato ingombrante), sia per i nuovi  (gli incontri/scontri fra Rey e Kylo Ren e la battaglia finale fra quest’ultimo e il suo maestro Skywalker).
Whitta adatta bene il materiale del film, condensando in sei capitoli tutte le vicende narrate, accelerando quando necessario e approfondendo parti eccessivamente veloci nella pellicola. Il compromesso fra pedissequicità e sviluppo narrativo su altro media è di fatto ben riuscita. Naturalmente, avendo il lettore già nota la storia dalla visione del film, il compito è facilitato.

last jedi 3

Michael Walsh, dal canto suo, a fronte di un’ottima regia delle tavole, propone uno stile meno dettagliato e meno fotorealistico di quello ad esempio utilizzato dal collega Luke Ross nell’adattamento del precedente Il Risveglio della Forza. Se il non cercare una rappresentazione fotorealistica eccessiva nella rappresentazione dei volti rende gli stessi più naturali ed espressivi, in alcune occasioni il tratto fin troppo grezzo e tirato ottiene l’effetto opposto. Ad ogni modo, il suo lavoro è sicuramente in grado di render giustizia a un adattamento molto riuscito nel suo complesso e sicuramente consigliato ai fan della saga.

Leggi tutto...

Star Wars: Gli Ultimi Jedi disponibile in home video

  • Pubblicato in Screen

Star Wars: Gli Ultimi Jedi è disponibile in home video. Di seguito tutti i dettagli:

"Star Wars: Gli Ultimi Jedi, il nuovo capitolo pieno d’azione della famosa saga, dopo essere stato acclamato dalla critica e aver conquistato il primo posto nella classifica dei film con i maggiori incassi del 2017 in tutto il mondo, arriva dall’11 aprile in home video in tutti i migliori negozi, sulle piattaforme e-commerce e digitali.  Star Wars Gli ultimi Jedi è il primo film distribuito da Disney Italia ad essere disponibile anche nel formato 4K Ultra HD oltre che nei classici Blu-Ray 3D, Blu- Ray, DVD e nella versione Steelbook da collezione con un’iconica copertina in metallo.

Il visionario film vede il ritorno dei personaggi originali, tra cui Luke Skywalker, la Principessa Leia, Chewbecca, Yoda, R2-D2 e C-3PO, che si intrecciano con i nuovi componenti i della saga: Rey, Finn, Poe e Kylo Ren in una straordinaria nuova avventura.

Nei contenuti speciali il regista e sceneggiatore Rian Johnson accompagna i fan in un viaggio approfondito all’interno della creazione di Star Wars: Gli Ultimi Jedi con un lungo documentario in cui spiega la sua interpretazione, unica nel suo genere, della Forza, illustra nel dettaglio l’attenta creazione di Snoke e analizza le scene piene d’azione presenti nel film, tra cui l’epica battaglia spaziale e lo scontro finale. In aggiunta al suo commento audio, Johnson mostra anche due scene esclusive con Andy Serkis nel ruolo di Snoke prima della sua trasformazione digitale, oltre a 14 scene eliminate mai viste prima.

I contenuti speciali nei formati in alta definizione comprendono*:

-    Il Regista e i Jedi
– Immergersi  in un approfondito dietro le quinte insieme allo sceneggiatore e regista Rian Johnson per assistere a  un viaggio intimo e personale sulla produzione del film e scoprire cosa significa essere alla guida di un vero e proprio fenomeno culturale globale.

-    L’Equilibrio della Forza – Esplorare la mitologia della Forza e le ragioni che hanno portato Rian Johnson a interpretare il suo ruolo in modo così unico e singolare.

-    L’Analisi delle Scene
        Appiccare la Scintilla: La Creazione della Battaglia Spaziale – Rivivere da vicino l’epica battaglia spaziale, dai suoni che aiutano ad enfatizzare l’azione, ai personaggi che danno vita alla scena, passando per gli incredibili effetti speciali.
        Snoke e gli Specchi – La tecnologia motion capture e il mondo di Star Wars collidono  mentre i filmmakers illustrano il dettagliato processo di creazione del perfido antagonista del film.
        Resa dei Conti su Crait – Analizzare tutti gli elementi che sono stati utilizzati per la creazione del meraviglioso mondo visto nell’ultimo scontro del film: l’interazione fra location reali ed effetti creati al computer, la rivisitazione dei camminatori AT-AT, il design delle volpi di cristallo e molto altro.

-    Andy Serkis Live! (Solo per una Notte) – Lo sceneggiatore e regista Rian Johnson presenta due sequenze esclusive tratte dal film con l’affascinante performance di Andy Serkis prima che gli effetti speciali digitali lo trasformino in Snoke.

-    Scene Eliminate – Con introduzione e commento opzionale dello sceneggiatore e regista Rian Johnson.

-    Commento audio – Guardare il film con il commento approfondito dello sceneggiatore e regista Rian Johnson.

* I contenuti bonus digitali possono variare a seconda della piattaforma.

Star Wars: Gli Ultimi Jedi, finalmente in home video, dall’11 aprile farà nuovamente decollare il pubblico nell’iconico universo della saga stellare più amata di tutti i tempi, per vivere un’incredibile nuova avventura arricchita da tanti contenuti speciali."

Leggi tutto...

La Marvel annuncia l'adattamento a fumetti di Star Wars: Gli ultimi Jedi

  • Pubblicato in News

La Marvel ha annunciato l'adattamento a fumetti del film Star Wars: Gli ultimi Jedi di Rian Johnson ad opera di Gary Whitta (Rogue One: A Star Wars Story, Star Wars Rebel) e Michael Walsh (Star Wars Annual, Hawkeye, The Vision) e Mike Spice.

La mini, composta da 6 numeri, seguirà la trama del film e farà il suo debutto il prossimo 5 maggio con cover di Mike del Mundo e Joe Quesada.

STWTLJADAPT CVR

star-wars-the-last-jedi-marvel

Leggi tutto...

La recensione a fumetti di Star Wars: Gli Ultimi Jedi di Leo Ortolani

  • Pubblicato in Nerd

A un passo dal raggiungere il milardo di dollari, arriva la recensione di Star Wars: Gli Ultimi Jedi da parte di Leo Ortolani. Il fumettista, come noto, è un gran fan della saga e celebri sono i suoi Star Rats. Quale sarà il giudizio di Ortolani sul film di Rian Johnson? Eccovi alcune vignette della recensione qui di seguito.

dav

 dav

dav

dav

dav

dav

Potete leggere la recensione a fumetti completa sul blog di Leo Ortolani.

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

dav

davdav

dav

dav

dav

 

 

 

 

dav

Annunci
Report this ad
Report this ad

From → Uncategorized

12 commenti 
  1. icedry75 permalink

    E niente via lo dovrò andare a vedere ora per vedere contestualizzata la critica di L… culooooooooo

    Ahahahahaaaa

  2. Giovanni permalink

    Culo!
    Ahahahahah

  3. ANTONELLA M permalink

    BELLISSIMA (la rece), e pure tu vestito da principessa.

  4. Io non posso credere che Lucas avesse i mente i 9 film fin dall’inizio. Lucas è stato un genio associando per primo il marketing al cinema. Non ci credo, ma li vedo.

  5. Ammetto che dopo i primi cinque minuti se fosse apparso Massimo Boldi (vestito da Jabba) non mi sarei stupito più di tanto e comunque CULO!

  6. D’accordissimo su tutto (e sei stato generoso). Se traducessi questa recensione in inglese faresti 1 milione di like e come minCULOOOOOOO

  7. Sara permalink

    vabbè allora culo!
    ahahah!

  8. Meravigliosamente esilarante. Io non l’ho visto, ma mi ritrovo in questa recensione, perchè un mio amico fan mi ha raccontato tutto.
    Anche e soprattutto di aver scritto una recensione entusiasta dopo la prima visione, di essere andato a rivedere il film perchè qualcosa non gli quadrava, di aver traumaticamente invertito la propria opinione una volta filtrati gli effetti speciali e la colonna sonora tonitruante, e infine di aver salvato una sola frase della sua recensione originale, e cioè “questa è la cinematografia della Hollywood del futuro”.
    Solo che adesso è una tetra profezia di disgrazia.

  9. Nanorecensione

    STAR WARS: THE LAST JEDI

    Una battuta di un personaggio riassume bene l’intento registico di questo nuovo capitolo e probabilmente dell’intero nuovo arco narrativo “Let the Empire, Rebellion, Jedi, Sith, First Order, crumble to dust”. Il tempo è passato dalla prima trilogia, la polvere si è posata sulle custodie dei vhs, le videocassette si sono smagnetizzate, attori e doppiatori sono invecchiati e morti. La transizione non è a parere del sottoscritto un passaggio del testimone (scena della spada laser da Rey a Luke) ma un trauma, uno strappo che consiste sempre di più nell’ “uccidere il padre” per rimarcare che la nostalgia è l’unica cosa che ci è rimasta. Nuove generazioni, nuovi eroi, nuovi intenti commerciali. Forse lo scrivente pecca di malinconia ma pur non facendo schifo come quello precedente, anche questo episodio purtroppo è blando e mediocre con una sempre più invadente linea narrativa disneiana. Prevedibile nel prossimo episodio il completamento dell’uccisione della vecchia trilogia ad uso e consumo del nuovo pubblico.

    È tempo di morire.

    :..(

  10. CULO!
    (Per contrastare il giallo delle lampade a petrolio, se usi il telefonino per fare le foto, potresti provare ad usare la correzione auotomatica del colore che tutte i telefonini hanno come opzione.)

  11. Andrea permalink

    Venerabile. Postando la tua sacra recensione dei veri fedeli di SW mi hanno insultato paragonando la mia intelligenza a quella di Jar-Jar… che dire? Dimostri di avere ancora più ragione.
    Mi inchino al tuo cospetto, anzi mi giro e…. CUUUULOOOOOHHHHUUUHH

Rispondi

 
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.