Menu

 

 

 

 

Lucca 2014: Panini Comics Presenta: "Alla scoperta di nuovi universi"

  • Pubblicato in News

Dopo la conferenza di ieri, Panini Comics ha annunciato nel corso della conferenza "Alla scoperta di nuovi universi" le seguenti novità.

Star Wars:
Il passaggio del franchise da Dark Horse Comics a Marvel Comics, avvicendamento che avverrà nel gennaio 2015 negli USA, prenderà vita con tre nuove serie mensili che Panini porterà in Italia.
Nel frattempo, Panini Comics pubblicherà Star Wars: Eredità vol. 11 a gennaio 2015, Star Wars: Cavaliere Errante vol. 2 a febbraio 2015, e Star Wars: Tempi Oscuri vol. 6 ad aprile 2015, sotto l'etichetta "Star Wars Legends". Tutte le serie Dark Horse saranno portate a compimento.
Inoltre, Star Wars: Eredità vol. II #1 a giugno 2015, Star Wars Omnibus Clone Wars Volume 2 a giugno 2015, Star Wars, il mensile da edicola, chiuderà a luglio 2015 con il #34.
Le serie di Star Wars della Marvel Comics verranno pubblicate in Italia a partire dal 4 maggio 2015 in un nuovo bimestrale (dopo i primi 3 numeri diverrà mensile) intitolato Star Wars che conterrà Star Wars di Jason Aaron e John Cassaday e Princess Leia di Mark Waid e Terry Dodson, Darth Vader di Kieron Gillen e Salvador Larroca, Kanan di Aaron Weisman e Pepe Larraz.

Novità da edicola e fumetteria:
- Valiant presenta, che inizierà con Unity a partire da dicembre 2014, con soltanto storie inedite dell'universo Valiant (mensile).
- Valiant Deluxe presenta, che inizierà era con Quantum and Woody! a febbraio 2015 (bimestrale).
- George Romero - L'Impero dei morti, Atto 2 a partire da giugno 2015.
- America's Got Powers: mini di 4 numeri di Jonathan Ross e Bryan Hitch a partire da marzo 2015.
- Mara di Brian Wood e Ming Doyle, raccolta in un volume in uscita a febbraio 2015.
- Mind The Gap di Jim McCann e Rodin Esquejo, in volume a partire da marzo 2015.
- Peter Panzerfaust di Kurtis J. Wiebe e Tyler Jenkins, in volume a partire da maggio 2015.
- Skin Trade di George R.R. Martin, in volume unico a marzo 2015.
- Extinction Parade di Max Brooks e Raulo Caceres in tre volumi a partire da giugno 2015.
- Zenith di Grant Morrison e Steve Yeowell, in volume a marzo 2015.
- Violator di Alan Moore, in volume a maggio 2015.
- L'Oracolo #1 ad aprile 2015.
- Conquistador #1 a maggio 2015.
- Azimut Volume 1 a maggio 2015

Panini 9L:
- Il corvo e altri racconti di Edgar Allan Poe illustrati da Richard Corben, a febbraio 2015.
- Polar - L'uomo venuto dal freddo di Victoria Santos, ad aprile 2015.
- Hip Hop Family Tree Volume 1, a maggio 2015.
- Mentre il Re di Prussia faceva la guerra, chi gli rammendava i calzini di Zidrou e Roger a maggio 2015.
- The Reason for Dragons di Chris Northrop e Jeff Stokely a maggio 2015.

Panini pubblicherà anche HellSpawn e Angela di Neil Gaiman appena sarà possibile a causa di problemi legati all'editore.

Leggi tutto...

Lucca 2014: Panini Highlights, tutti gli annunci

  • Pubblicato in News

La Panini ha annunciato alcune novità editoriali di Lucca Comics and Games e anche del 2015 per tutte le linee della casa editrice.
Ve le riportiamo di seguito.

Planet Manga:

- Kill La Kill
- The Heroic Legend of Arslan

Marvel:

- Original Sin Artist Edition (esclusiva italiana in bianco e nero in collaborazione con Mike Deodato Jr.)
- Original Sin #0, in edizione regular e variant
- The Amazing Spider-Man #1, anche in edizione cofanetto con 6 variant cover e T-shirt speciale
- Wolverine diventa quindicinale (48 pagine) dopo la saga "Death of Wolverine", con tutte le saghe spin-off nate in seguito a questa
- Agents of S.H.I.E.L.D., (48 pagine) nuova testata mensile a partire da luglio 2015, Deathlok serie comprimaria

Panini Comics:

- Zenith di Grant Morrison e Steve Yeowell, inedito in Italia, da marzo 2015
- The Walking Rat di Leo Ortolani, trilogia a partire da gennaio 2015
- A The Walking Rat sarà collegato anche La notte dei ratti viventi, sempre a gennaio 2015, nessun dettaglio a riguardo
- Life Zero, nuova produzione italiana, di Stefano Vietti e Marco Checchetto: storia a sfondo militare in un mondo post-apocalittico popolato da zombie
- Highwell to Hell uscirà anche negli USA per una vada editrice major non annunciata, cambierà il titolo
- Somnia avrà una seconda stagione

Panini 9L:

- La Guardia dei Topi - Inverno 1152 di David Petersen
- Il ritorno del fumettista Davide Toffolo, che sarà impegnato in un progetto (da edicola) a partire dal 2015 che sarà annunciato più avanti.

Disney:

- Golden Edition di Francesco Artibani
- Due nuove miniserie di PK che saranno pubblicate su Topolino nel 2015

Infine, è stato annunciato che le figurine Panini arriveranno in fumetteria.

Leggi tutto...

Il ragazzo invisibile 1

Recensione in anteprima. Il fumetto sarà disponibile a Lucca Comics & Games 2014 e dal 6 novembre in edicola e fumetteria.

Il ragazzo invisibile
è ad oggi un progetto cross-mediale. Non è solo il nuovo film del Premio Oscar Gabriele Salvatores, non è solo il fumetto di Diego Cajelli ai testi, Giuseppe Camuncoli, Werther Dell’Edera e Alessandro Vitti ai disegni e non è solo il libro edito da Salani e scritto da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo. È il classico esempio di insieme maggiore della somma delle singole parti. E soprattutto per il mercato italiano è una novità assoluta.

D’altronde si sa, Salvatores è un pioniere, lo si era già evinto da Nirvana che nel 1997 rese reale l’allora inconcepibile idea, principalmente per gli italiani, di crossover tra media cinematografico e videoludico. Il concetto di allagare l’esperienza, di travalicare i confini del genere e del media e di aprire a nuovi scenari narrativi trasversali c’era già allora e dopo quasi vent’anni la storia si ripete. Questa volta il regista sceglie due nuovi media, forse più adatti e affermati del videogioco made in Italy anni ’90, ma altrettanto espressivi e sicuramente più facilmente plasmabili e fruibili: il fumetto e la narrativa.
Salvatores si butta a capofitto sul format del cinecomic che spopola ormai nelle produzioni Hollywoodiane tant’è che le major cominciano a fissare le date con parecchi anni di anticipo. Ma non è del film che vi vogliamo parlare, ma del fumetto. Ma proprio per questa cross-medialità la trama doppiamo estrapolarla dal film, perché dal primo dei tre albi del fumetto emerge la storia di una altro personaggio, di Andreij e non di Michele. Ed è Michele il vero protagonista, il ragazzo invisibile.

IL-RAGAZZO-INVISIBILE-ANTEPRIMA TAVOLA 1

La storia è in linea con il fumetto supereroistico classico, d’altri tempi oseremmo dire, in cui abbiamo il nostro protagonista con superpoteri ma anche con superproblemi; il classico dilemma ragnesco, insomma.
Abbiamo un adolescente, Michele appunto, il classico ragazzo timido, introverso, impopolare, senza meriti né demeriti particolari; non eccelle in nulla e si attesta nella grigia medietas, stallo psicologico della vita adolescenziale media, fertile terreno per la narrazione di innumerevoli storie. E di conseguenza è vittima e generatore di incomprensioni emotive e comunicative con il resto del mondo, dalla madre Giovanna ai compagni di scuola.
Ad aggiungersi ai suoi problemi esistenziali tipici dell’età che sta vivendo, compaiono i tormenti amorosi, la “cotta” per la bella Stella, ragazza dolce e sensibile che tuttavia non sembra accorgersi di lui.
Questo è l’incipit da cui poi prende il via la storia quando il ragazzo si ritroverà improvvisamente dotato del potere dell’invisibilità, quasi manifestazione fisica della sua condizione di incertezza, a cui farà seguito l’ingresso nella sua vita di misteriose figure quali il telepate Andreij, Ylena e lo psicologo Basili. Infatti Michele non è l’unico ad essere dotato di poteri, molti altri, definiti "Speciali", hanno sviluppato abilità sovrannaturali, in seguito ad un incidente nucleare nella Russia degli anni ’90.

Ora, tutto questo non emerge dal fumetto. O meglio in quello che è il primo albo di tre totali, l’unica figura che emerge è quella di Andreij. Diego Cajelli narra la sua storia, non quella di Michele; tant’è che dei tre piani narrativi proposti, ben due sono incentrati sul telepate in due diversi periodi della sua vita. Michele risulta essere una figura quasi marginale, non ricopre certo il ruolo di protagonista che dovrebbe avere. Il ragazzo compare si e no in quattro tavole.

Ma questo non pregiudica assolutamente il prodotto. La storia narrata è ben scritta e ben disegnata. Vi confluiscono diversi aspetti ben sviluppati, dall’amore all’odio, dalla perdita alla convivenza con il dolore, la tematica dello “scambio equivalente” di alchemica memoria. La psicologia stessa dei personaggi è affrontata accuratamente dandogli il giusto spessore senza appesantire inutilmente la narrazione e permettendo la nascita della giusta dose di empatia e risonanza che si instaura tra il lettore e i personaggi.
Il lettore però al termine del primo albo è spronato a seguire le vicende di Andreij, a seguire la sua storia e a vedere come evolverà il suo personaggio. Solo che si fatica a capire che la storia principale è quella del ragazzo.

IL-RAGAZZO-INVISIBILE-ANTEPRIMA TAVOLA 2

Questa purtroppo o per fortuna è una conseguenza dell’adottare il metodo della cross-medialità. Per evitare di riportare la stessa storia in 3 media diversi, si diversificano le tematiche trattate e i punti focali su cui si concentrano le diverse produzioni del medesimo progetto. Solo che a film non ancora uscito, tutto quello che può sapere il lettore/spettatore deriva da questo albo, che cronologicamente è il primo in ordine di pubblicazione. E a questo punto sarebbe lecito aspettarsi un film su Andreij e non su Michele. Ovviamente però questa è una considerazione fatta unicamente alla luce di questo primo albo. Che ad ora però rimane l’unico materiale reperibile sull’opera.

Passando al comparto grafico, le tavole sono affidate addirittura a tre artisti italianissimi di fama internazionale come Camuncoli, Dell’Edera e Vitti. I tre stili associati rispettivamente ai tre diversi piani narrativi si amalgano alla perfezione e avvicinano molto questo fumetto alla produzione e allo stile del comic d’oltreoceano. Passiamo dallo stile gritty, violento e oscuro e graffiato di Dell’Edera sull’Andreij più provato, navigato, ai colori luminosi e ai tratti nitidi e molto giovanili di Camuncoli sulle tavole di Michele. Diversi stili, diverse tavolozze, diversi tratti che però si mescolano senza frizioni.

In sostanza Il ragazzo invisibile è un buon fumetto, con una storia valida e ben narrata ma soprattutto corredata dalle belle illustrazioni dei tre artisti riuniti per l’occasione. Bella l'edizione panini stile comic book americano e con un apparato redazionale molto approfondito con interviste esclusive a Salvatores e agli altri artisti coinvolti nel progetto.
L’unica pecca è proprio quella che si vede e si percepisce ben poco di quella che dovrebbe essere la storia centrale. Non ci resta che continuare la lettura per i prossimi due albi e vedere come continuerà la vicenda, fiduciosi che al termine del percorso sia emersa la figura del protagonista, spiccando al di sopra di quella dei suoi comprimari.

Leggi tutto...

Highway to Hell 1

Recensione in anteprima, l'albo sarà disponibile a Lucca Comics & Games e dal 6 novembre in edicola e fumetteria.

Presentato allo scorso Comicon di Napoli, Highway to Hell è un fumetto, come descritto negli editoriali dell'albo, "sexy". Non perché ci siano nudi o ammiccamenti, ma è innegabile che i nomi in copertina attirerebbero l'attenzione di chiunque. Al centro di tutto c'è l'Italian Job Studio, realtà che vede coinvolti eccellenze nazionali del calibro di Riccardo Burchielli, Stefano Caselli, Giuseppe Camuncoli, Diego Malara e Francesco Mattina. Per il loro primo progetto, lo studio parte da un racconto del musicista Davide “Boosta” Dileo dei Subsonica e portano dalla loro parte lo scrittore hard boiled, nonché sceneggiatore Marvel (Punisher Max, Deadpool), Victor Gischler. È naturale, dunque, che la curiosità salga a mille.

VariantBermejoHTOH

Highway to Hell prende a piane mani dalla narrativa a fumetti contemporanea, in particolare da quella americana, e non poteva essere altrimenti, non ci saremmo stupiti più di tanto se avessimo letto in copertina il marchio Vertigo, Marvel Max o Image, d'altronde i nomi coinvolti non lasciano dubbi a riguardo. Non è la prima volta che un prodotto italiano intende staccarsi dalla sensibilità europea e rivolgere lo sguardo oltre oceano, difficilmente però ci siamo trovati davanti a un fumetto così consapevole che, pur agendo in un territorio noto, muove i suoi passi con disinvoltura e maturità. Viene da sé che Gischler doni credibilità al progetto, permettendosi di descrivere l'America rurale con disinvoltura e cognizione di causa.

Sulla Route 5, ai confini fra il Maine e il Massachussetts, i detective dell'FBI Jayesh Mirchandani e Isasc Brew sono sulle tracce di un cruento serial killer che decapita e squarta le proprie vittime, spesso anche gruppi numerosi, in maniera truce.
Pagina dopo pagina l'opera scorre in maniera agevole con i due protagonisti che, a contatto con gli sceriffi locali, prendono visione dei cadaveri e portano avanti la loro indagine fino alle tavole finali dove tutto cambia. Non viene svelato a fondo il mistero, ma gli eventi prendono una brusca svolta che, dopo un episodio che funge quasi da preludio alla serie, stravolgono completamente le premesse e instillano nel lettore la curiosità di proseguire oltre.
È ovvio che con un albo di 32 pagine ci voglia un po' di pazienza e che un giudizio più preciso possa arrivare solo più in là, però le premesse sono davvero positive. Nonostante un incipit classico e qualche calcatura nei dialoghi, si vede la volontà di narrare una storia solida e alquanto originale. Già la coppia multietnica dei protagonisti appare inedita e gli sviluppi sembrano interessanti.

hth 1

Il contributo che Burchielli dà alla riuscita dell'opera con le sue matite è naturalmente fondamentale. Inutile dire quanto in queste atmosfere hard boiled/splatter il disegnatore toscano sia a proprio agio, risultato amplificato dai colori di Luca Saponti e dai flashback di Francesco Mattina.

Highway to Hell è, come facilmente intuibile, un progetto dall'enorme potenziale, dal sicuro appeal e facilmente esportabile, figlio di uno studio che vede coinvolti importanti nomi del fumetto italiano che vantano grande esperienza internazionale. Se il buongiorno di vede dal mattino, dunque, dovremo attenderci grandi cose in futuro.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.