Menu

 

 

 

 

Devil Dinosaur

Se amate Jack Kirby incondizionatamente potete anche saltare il resto della recensione e leggere esclusivamente quanto segue: Devil Dinosaur è un volume da prendere e mettere nella vostra libreria. Per completismo o per curiosità filologica, ma anche perché di sicuro ne apprezzerete la lettura.
Per tutti gli altri, per chi tentenna o non ha Kirby nella lista degli autori imprescindibili, allora bisogna aggiungere qualche riga in più.
Partiamo subito col dire che Devil Dinosaur è un'opera minore del Re, non solo perché meno nota di altre, ma perché un gradino, se non due, al di sotto. Ma, aggiungiamo, il "Re" è sempre il "re" anche quando è minore e Devil Dinosaur è un'opera comunque divertente e meritevole d'attenzione.

devildinosaur1

Inquadrandola dal punto di vista storico, la serie è del 1978, ovvero l'ultimissimo periodo di Kirby alla Marvel. The King all'epoca era già una leggenda dei comics: negli anni '40 aveva co-creato Capitan America, personaggio ripreso dall'autore negli anni '60 e poi a metà '70. E, sopratutto, aveva co-cocreato l'universo Marvel con Stan Lee producendo i maggiori suoi capolavori. Insoddisfatto del riconoscimento e delle condizioni di lavoro alla Marvel, andò alla DC dove lavorò su serie sue come Il quarto mondo e Kamandi. Ma anche alla DC le cose non andarono per il verso giusto e così tornò alla Marvel dove scrisse varie serie fra cui, appunto, Capitan America & The Falcon, Gli Eterni e Devil Dinosaur. Quest'ultima era una testata nata per essere trasportata successivamente in cartone (mai realizzato, per giunta) in risposta alla serie animata di Kamandi che la DC doveva realizzare (e che, indovinate, non vide mai la luce).
Per differenziare le sue due creazioni, Kirby ambientò Devil Dinosaur nel passato (piuttosto che nel futuro). L'idea di base è molto semplice: Moon Boy e Devil Dinosaur sono un ominide e un T-Rex rosso (a causa dell'esposizione al fuoco che lo rafforzò e ne mutò il colore) legati da un forte amicizia. Esiliato dai suoi simili, Moon Boy vive con il dinosauro che difende il suo territorio dagli invasori. Numero dopo numero i due affrontano svariate minacce che vanno da feroci dinosauri e bande di ominidi rivali a pericolosi giganti, invasori alieni e stregoni.

Nonostante trame semplici e un'elevata linearità nell'intreccio narrativo, la serie si dimostra divertente da seguire e, numero dopo numero, in netto crescendo. Se infatti i primi episodi sono quasi basilari nella loro genuina semplicità, nella saga centrale con gli invasori alieni (rimando chiaro a 2001: Odissea nello spazio ed altre opere fantascientifiche del periodo) si notano qua e là le zampate d'autore del Re che riesce a stregare il lettore grazie alla sua enorme fantasia, creando un affresco comunque affascinante.

devildinosaur2
 
Devil Dinosaur chiuderà dopo soli nove numeri portando all'epilogo finale anche la collaborazione fra Kirby e la Marvel. Lo stile del Re è ormai distante dalla sensibilità del periodo e in generale le sue testate non hanno il successo sperato. Un peccato perché a distanza di anni la serie resta godibile e sarebbe stato interessante vederne lo sviluppo contando anche su una continuity che, pian piano, l'autore stava creando grazie a personaggi che, non dubitiamo, sarebbero ritornati presto.

L'omnibus Panini è, come da tradizione, elegante e ben realizzato. Fedele all'edizione americana presenta come ulteriore chicca gli editoriali originali a chiusura di ogni singolo albo, scritti dallo stesso Kirby, con tanto di lettere dei lettori. Di sicuro un motivo in più per valutarne l'acquisto.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.