Menu

 

 

 

 

Love – La Volpe, recensione: la forza delle emozioni universali

la volpe

Il fumetto è un medium complesso, articolato, le cui narrazioni vivono della giustapposizione delle sue unità compositive. E quando un racconto, anche semplice, è nelle mani di due sapienti autori, il fumetto può esprimersi nella sua dirompente forza narrativa anche quando vengono elise alcune delle sue unità compositive. La Volpe, titolo della saga di Love creata da Frèdèric Brrèmaud e Federico Bertolucci, si allinea con i capitoli precedenti nella medesima volontà narrativa: raccontare per immagini.
Chiaramente, il fumetto è “racconto per immagini”, ma l’esplorazione dell’universo faunistico realizzato dalla coppia di autori in tutta la saga, necessitava di una marcata preponderanza dell’immagine come strumento comunicativo. Nessun dialogo, nessun suono, Brèmaud e Bertolucci, abbracciano quasi interamente le tre unità aristoteliche della narrazione.

Love a Volpe 2

La Volpe racconta un breve periodo della vita del predatore dalla rossa pelliccia. Abitante, insieme ad altre specie, di una piccola isola vulcanica in un non precisato mare del nord, la volpe protagonista viene sorpresa durante una battuta da caccia dall’eruzione di magma e lapilli, gas e cenere. Gli animali dell’isola cercano di fuggire, si nascondono, lottano per la sopravvivenza. Eppure la volpe è l’unica che sembra andare incontro alla morte.

Sembra facile gridare al capolavoro con ogni capitolo della serie Love, ed in effetti, lo è. Ogni elemento narrativo, ogni sequenza e giustapposizione di vignette è misurata per essere incastrata alla perfezione. Data l’assenza di ogni tappeto sonoro, la narrazione deve essere chiara, precisa, e lo straordinario lavoro di Brèmaud e Bertolucci la imbriglia in sequenze dalla straordinaria leggibilità.

Love a Volpe 1

L’atmosfera che si respira durante la lettura non è di solo semplice “documentario sugli animali”, nonostante l’evidente verosimiglianza con quel tipo di linguaggio mediale, ma di un racconto ancestrale, le cui narrazioni ed emozioni vivono nella parte più profonda di ogni lettore. La naturalità ancestrale è il fulcro del racconto: sopravvivenza, paura, amore. Sentimenti primordiali, proprie tanto della specie umana quanto di quella animale. La volpe protagonista non è mera pedina nelle sapienti mani degli autori, quanto vero e proprio microcosmo simbolico dell’emotività, su cui il lettore riversa la propria.

Love a Volpe 3

Saldapress ristampa questo racconto con una lussuosa veste grafica cartonata e ricca di bozze e sketch di Bertolucci per un folto e interessante dietro le quinte della lavorazione: non solo un “bestiario” di prove per gli animali protagonisti o corollari, ma anche layout e matite delle tavole di alcune sequenze importanti del racconto. Dunque, se si ama il medium fumetto, è impossibile non amare il lavoro sull’intera saga di Love. Brrèmaud e Bertolucci riescono a catturale il lettore sin da subito, con immediatezza e straordinaria potenza visiva. La Volpe è un tassello commovente e coinvolgente in cui ognuno di noi ci si può ritrovare. E non siamo canidi dalla pelliccia rossa.

Leggi tutto...

Panini pubblica Le vacanze di Donald di Frédéric Brrémaud e Federico Bertolucci

  • Pubblicato in News

È disponibile per Panini Comics il volume Le vacanze di Donald di Frédéric Brrémaud e Federico Bertolucci, cartonato d'autore di produzione francese. trovate tutti i dettagli, e un video trailer, qui di seguito.

"Un nuovo volume – appena pubblicato in Francia da Glénat per il mercato d’oltralpe – si aggiunge alla collana di graphic novel Disney. Da giovedì 24 marzo è disponibile in fumetteria, edicola e su Panini.it Le vacanze di Donald, capolavoro a fumetti sceneggiato da Frédéric Brrémaud e illustrato da Federico Bertolucci, dedicato a una nuova divertente avventura del Papero più amato.

Che cosa accade quando Paperino decide di allontanarsi dal caos cittadino per concedersi una vacanza un meritato periodo di relax in campagna a contatto con la natura? Di tutto e anche di più! Le aspettative di Paperino, infatti, ben presto si scontreranno con la dura realtà…

Un’opera incredibile, poetica e divertentissima che svela l’immenso amore di Brrémaud e Bertolucci per il cinema di animazione Disney degli anni 50. A coronare il tutto, nella parte finale del volume, un ricco apparato esclusivo di studi e bozzetti inediti di Federico Bertolucci."

Uscita: 24 marzo 2022
Prezzo: € 14,90
Pagine: 64
Rilegatura: Cartonato
Formato: cm 20,5x28
Interni: Colori
Distribuzione: Fumetteria, edicola e online

Le Vacanze di Donald cover

Leggi tutto...

Brindille 1 e 2, recensione: una fiaba moderna

91l9Cw0lg8L

La fiaba, come il mito, ha radici profonde nella storia ancestrale dell’uomo. La fiaba racconta di personaggi immaginari che affrontano peripezie, si scontrano con drammi intra e inter personali, per conquistare, in qualche maniera, un pizzico di felicità.
Se non ci fossero orchi, fate e mostri, la fiaba sarebbe un racconto realistico. Ogni fiaba è dedicata all’uomo, scava nelle paure e, attraverso simboli e metafore, palesa criticità, inquietudini e dinamiche affettivo-relazioni.
Sembrerebbe difficile, se non impossibile, realizzare una “favola” moderna. Tanto è stato detto, riportato in immagine più o meno vivida. Declinazioni favolistiche e mitologiche, adattate con maggiore o minore fedeltà, sono onnipresenti nell’immaginario di qualunque fruitore multimediale.

brindille-2-1

Frédéric Brrémaud e Federico Bertolucci, con il loro Brindille, si conquistano con forza un piccolo spazio nel panorama della favola contemporanea.
Edito in Italia dalla Saldapress, in due magnifici volumi di grande pregio, la storia di Brindille prende avvio, come in ogni favola, da un elemento perturbante.
La bionda ragazza – che riceverà, in seguito, il nome “Brindille” – scavalca delle alte mura, sfuggendo ad una tempesta di fuoco. Non sa chi è, non conosce il suo nome, e sulla sua testa brillano delle luci. Viene soccorsa da un piccolo villaggio di buffe creature ed inizierà a cercare qualche risposta sulla propria natura e la propria identità. Nel farlo incontra un lupo che sembra conoscere molto di quel mondo e del ruolo di Brindille negli eventi che stanno accorrendo.

brindille-2-2

La sceneggiatura di Brrémaud non ha, ovviamente, solo intenti fantasy e avventurosi. Nonostante abbondi di peripezie, il racconto, è costruito per far addentrare il lettore non solo all’interno del mondo fantastico, ma per dare indizi riguardo la misteriosa figura protagonista. Tutto è in funzione della rivelazione finale,dal sapore agrodolce. E, ad un secondo sguardo dopo la prima lettura, tutti gli elementi assumono un valore simbolico differente. Proprio come una fiaba. E come una fiaba antica, la storia non è edulcorata, ma, con un sapore da romanzo di formazione, è cupa e dolorosa nel suo progredire.
L’affezione al personaggio di Brindille e del suo fedele amico e mentore Lupo, permette al lettore l’amara catarsi finale non priva di una nota di commozione.

brindille-2-3

Il disegno di Bertolucci non può non magnificare la storia di Brrémaud. Figure morbide, dal tratto caricature e dalla sinteticamente prorompente espressività si muovono in spazi dalla grande ricchezza compositiva. La natura che circonda i protagonisti è un personaggio a se stante, vivo, espresso da sfumature di colore che vanno dal colorato pastello fino al nero più scuro. Difatti, le cromie scelte da Bertolucci rendono l’immagine viva e, complice una ricercata composizione delle tavole, suggeriscono le diversificate atmosfere emotive delle scene.

Il lavoro di Brrémaud e Bertolucci, dunque, ha il sapore della favola antica, raccontata con un rispettoso spirito moderno. Un ponte transgenerazionale e un’opera capace di conquistare lettori di tutte le età perché attinge alle più primordiali ed intime emozioni dell’uomo.

Leggi tutto...

Lucca Comics & Games e l'editoria italiana in Corea al Salone del libro di Seoul

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

L'editoria italiana alla Seoul International Book Fair
Il fumetto italiano protagonista al salone del libro sudcoreano complice Lucca Comics & Games

Dal 14 al 18 giugno si tiene la Seoul International Book Fair, la principale fiera del libro della Corea del Sud e una delle maggiori di tutta l’Asia. L’Istituto Italiano di Cultura di Seoul partecipa in rappresentanza dell’Italia, con un grande stand monografico quest’anno dedicato unicamente al fumetto. Per organizzare la partecipazione l’Istituto ha chiesto la collaborazione di Lucca Comics & Games, che considera la promozione del fumetto italiano all’estero una parte integrante della propria missione.

Lo stand alla Seoul International Book Fair proporrà al pubblico e agli operatori coreani il meglio del fumetto italiano, con libri di editori come Astorina, Bao Publishing, Becco Giallo, Canicola, Coconino Press - Fandango, Comicon Edizioni, Comma 22, Dentiblù, Editoriale Cosmo, Edizioni BD, Franco Cosimo Panini, Eris Edizioni, Magic Press, Mondadori, Panini Comics, ReNoir Comics, Rizzoli Lizard, Sergio Bonelli Editore, Shockdom, Star Comics, Tunué e altri.

Tre ospiti d’eccezione rappresenteranno di persona il fumetto italiano in Corea: Gipi, il principale interprete del graphic novel italiano contemporaneo, che presenta al pubblico la traduzione coreana del suo ultimo libro La terra dei figli; Federico Bertolucci, autore di straordinaria forza visiva, premiato a Lucca con il Gran Guinigi e fresco di due nomination agli americani Eisner Awards; e infine Roberto Recchioni, sceneggiatore, scrittore, curatore editoriale di Dylan Dog e fra i principali innovatori, nelle forme e nei contenuti, del fumetto popolare italiano.

Il viaggio a Seul di questi “inviati speciali” verrà raccontato da Lucca Comics & Games attraverso il #SeoulComicsDiary: narrazione per immagini, testi e video sui canali social dell’esperienza coreana. Roberto Recchioni per l'occasione pubblicherà su Facebook e Instagram la sua personale visione. Sono previste attività quali vlog, dirette su Facebook di momenti salienti, storie su Instagram e alla fine di ogni giornata un post riassuntivo corredato di illustrazione.

L'intera iniziativa curata da Lucca Comics & Games e dall'Istituto Italiano di Cultura a Seoul rappresenta una grande opportunità per dare a tutti gli appassionati una panoramica della fiera sudcoreana, letta attraverso i pensieri e la sensibilità di tre degli autori più significativi del panorama del fumetto italiano.

Informazioni utili per seguire l'evento

FB di Lucca Comics & Games: www.facebook.com/luccacomicsandgames

Instagram di Lucca Comics & Games: www.instagram.com/luccacomicsandgames/

FB di Roberto Recchioni: www.facebook.com/roberto.recchioni

Instagram di Roberto Recchioni: www.instagram.com/rrobe

Hashtag ufficiali: #SeoulComicsDiary e #LuccaCG17

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.