Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

Andy. I fatti e la favola, recensione: Come si dovrebbe raccontare Warhol? Ve lo dice Typex

andy-cover

"Ignoro dove l'artificiale finisce e cominci il reale".
[Andy Warhol]

Le biographic novel stanno occupando sempre maggior spazio nelle libreria, dalle vicende delle rock-star alle icone della musica pop, fino a quelle di pittori ed artisti che hanno avuto un peso rilevante nella Storia. Ovviamente, non poteva mancare in questo elenco l’eclettico Andy Wharol, già di recente protagonista della biografia illustrata dall'inglese Andrew Rae, intitolata Warhol. Come non lo hai mai visto pubblicato nel 2014 da Electa Mondadori. Successivamente, nel 2017, arrivò Becoming Andy Warhol di Nick Bertozzi. Per quanto riguarda invece le opere nostrane, Adriano Barone e Officina Infernale diedero alla luce Warhol per BeccoGiallo Edizioni. La loro versione racconta dell’artista attraverso il suo punto di vista. Questo rapido excursus serve solo a dire che non mancano ormai opere a fumetti e narrazione illustrata sull’artista, ma il graphic novel dell'olandese Typex si distingue in quanto a complessità e mole.

Tutti conoscono il geniale Andy Warhol o, quanto meno, le sue opere più famose. Padre della Pop Art, la vera genialità di Warhol è stata quella di sfruttare le enormi potenzialità che la comunicazione gli ha offerto riuscendo a trasformare qualunque cosa in espressione artistica. Dal mondo del Fumetto, al panorama Hollywoodiano, passando per il campo della pubblicità, Andy creava linguaggi diretti e semplici. Una delle sue frasi più celebri, che racchiudeva un po’ tutto il suo pensiero sull’arte, risiede in un’intervista fatta nel 1967. Egli diceva: “Se volete sapere tutto su Andy Warhol, guardate solo la superficie: dei miei dipinti, dei miei film e di me, eccomi là. Dietro non c’è niente”. Sottolineare così volutamente, l’assenza di ogni forma di significato o critica sociale nelle sue opere, non è da tutti. Questo particolare passaggio lo ritroviamo anche nel fumetto di Typex. Ma procediamo con ordine.

andy-1
 
L’opera parte proprio dall’infanzia dell’artista, dove il tempo passava nella lettura dei fumetti di Micky Mouse, fino alla sua morte. I dieci capitoli, anche se in verità e come se fossero dieci libri, non tralasciano nulla e comprendono essenzialmente tutte le tappe fondamentali della sua vita: gli incontri con Truman Capote, la Factory, le famosissime ed iconiche serigrafie di Marilyn Monroe, i film come Sleep, il supporto e la collaborazione con i Velvet Underground, gli incontri con Bob Dylan e Madonna, solo per fare alcuni illustri esempi. La narrazione di Typex gioca molto sulla realtà, ben documentata, e la favola. Da qui il titolo del volume: dove non arriva il racconto documentaristico, l’autore olandese inserisce sfumature personali, sviscerando e comprendendo pienamente il pensiero e le emozioni di Warhol.

andy-2

Per quanto riguarda lo stile del disegno, anche qui troviamo delle peculiarità. Attraverso l’evoluzione narrativa e i periodi storici descritti, anche i disegni mutano e si modellano in base all’estetica degli anni raccontati. Dal tratto minimal in scala di grigio e seppia, passiamo a matite e colori più psichedelici. Typex cerca di usufruire del media nel migliore dei modi in base al contesto storico. Questa scelta è un ulteriore omaggio dell’autore all’artista. Ad inizio di ogni capitolo, inoltre, il fumettista inserisce delle card descrittive dei personaggi cardine di quel periodo storico che hanno ruotato intorno a Warhol. Un modo pratico per capire chi siano in maniera veloce e, in verità, un espediente estetico realmente ben fatto, in linea con il pensiero di Andy.

andy-3

Andy non è una lettura veloce, ma in quasi 600 pagine non ci si annoia mai. Questo porta a due considerazioni: la prima che Typex ha voluto donare un racconto estremamente dettagliato, non lasciando pezzi lungo la strada e, la seconda, che l'autore ha voluto evitare di realizzare un' opera veloce che vien mangiata in modalità binge-eating, dati i tempi che corrono.

L’edizione Bao Publishing è fedelissima a quella originale, molto curata e in linea con il mood dato dalle opere di Warhol. Il volume si presenta con grafica simile al packaging di una scatola di detersivi, chiaro rimando alla Pop Art. Gli esterni delle pagine hanno la matrice specchiata, per rendere il tutto ancora più iconico, merito del graphic designer Piet Schreuders. Ultime nota: per le quasi 600 pagine a colori, il prezzo di 29 euro risulta davvero contenuto.

Dati del volume

  • Editore: Bao Publishing
  • Autori: Testi e disegni di Typex
  • Genere: Biografico
  • Formato: 19x26, 562 pp., C., col
  • Prezzo: 29€
  • ISBN: 978-8832731330
  • Voto della redazione: 7,5
Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.