Menu

 

 

 

 

Lucca Comics risponde sulla questione Self Area e lancia una nuova proposta

  • Pubblicato in News

Lucca Comics & Games ha diffuso una nota circa la questione sollevata da 29 realtà indipendenti e dai fumettisti riguardo alla Self Area, problematica di cui vi abbiamo già parlato qui. Diffondiamo, qui di seguito, la risposta dell'organizzazione.

"LUCCA COMICS & GAMES E LA SELF AREA:

dibattiti, idee e una proposta inedita

Lucca, 7 ottobre 2021 - L’appello lanciato dalle 29 etichette indipendenti della Self Area è stato recepito e apprezzato dall’organizzazione di Lucca Comics & Games: non è considerato affatto un “boicottaggio”, ma la giusta evidenza di un problema oggettivo al quale non abbiamo per adesso trovato la giusta risposta nei tempi e nell’opzione. Il Direttore del Festival Emanuele Vietina intende proseguire il dialogo con le etichette, scrivendo loro una comunicazione di cui, alla stampa di settore, trasmettiamo qui alcuni estratti.

Ai Collettivi e agli artisti firmatari del comunicato stampa relativo alla Self Area.
“… Quasi un anno fa abbiamo detto che avremmo provato, con coraggio e prudenza, a rispondere alla nostra storia, realizzando anche nel 2021 una manifestazione rappresentativa di tutte le categorie che rendono il Festival così unico e partecipato: questo voleva dire darvi risposte esaustive ed esaurienti nei tempi corretti. E non siamo riusciti in questo intento. 
Rispondere alla nostra storia, significa per noi restare fedeli all’affermazione di intenti del 2007 con cui lanciavamo la Self Area: un progetto di cui andiamo fieri, su cui abbiamo investito energie, sentimenti e economie, come ci siamo detti lo scorso anno. E quest’anno l’investimento non è stato assolutamente minore in termini di energie. Semplicemente finora non ha dato i frutti sperati...
...Abbiamo così elaborato la proposta di un padiglione… che – nel nostro progetto – fosse adiacente ad altre aree connesse al fumetto e soprattutto ad uno dei punti principali di accesso alla manifestazione di quest’anno, con il suo hub di accoglienza e il suo parcheggio da 2200 posti auto… capiamo che per voi la soluzione non sia adeguata causa tempistiche e distanza dal mondo dell’editoria. 
...Capiamo che a tre settimane dell’evento possa comunque essere per molti impossibile partecipare: il lavoro, la famiglia, la preparazione dei materiali e l’organizzazione logistica… Però lo spazio polifunzionale (ndr: alternativo) che vi trasmettiamo con questa lettera potrebbe provare a garantire grande flessibilità e opportunità.Un’area in un palazzo centrale come quello dell’Agorà, che si presta ad un'esperienza non convenzionale... e a titolo gratuito fino a esaurimento delle postazioni. Potremmo anche optare per un sistema di rotazioni (ndr: su base giornaliera)...
...Se ciò non sarà possibile, cercheremo di usare al meglio questo spazio, perché sia ancora una volta la casa piena di idee e con energia saremmo pronti a riprendere il dialogo nel 2022.”

Il dialogo, come spesso sviluppato con altri distretti espositivi o editoriali, potrà proseguire con una nuova proposta elaborata in questi giorni di costante revisione, e che negli intenti iniziali poteva essere oggetto di un incontro online. La speranza è quella di costruire una soluzione valida per il presente ma soprattutto per il futuro, in linea con l’impegno preso durante Lucca ChanGes. Una soluzione per rappresentare un settore vitale che da sempre la manifestazione ha messo al centro del suo progetto. 

Le realtà autoprodotte, che altresì avevano dato adesione alla proposta Area Palasport, potranno ovviamente liberamente decidere se mantenere lo spazio in padiglione o confrontarsi con il nuovo progetto."

Leggi tutto...

Lucca Comics 2021: 29 realtà indipendenti boicottano la Self Area

  • Pubblicato in News

29 realtà indipendenti del fumetto italiano hanno deciso di boicottare la Self Area di Lucca Comics & Games per l'edizione 2021. La Self Area è uno spazio che l'organizzazione dedica alle autoproduzioni e alle piccole realtà del fumetto. Quest'anno, tuttavia, in molti hanno scelto di non partecipare in quanto, si legge da un comunicato diffuso sul sito FrizziFrizzi, la comunicazione per l'adesione allo spazio è stata comunicata solo lo scorso primo ottobre, rendendo dunque difficile l'organizzazione in tempi così stretti e, per giunta, la sua collocazione è posta in un'area fuori dalle mura di Lucca, distante quindi dall'epicentro della fiera. Fra le critiche mosse c'è anche quella per il prezzo per l'acquisto dello spazio espositivo, invariato rispetto a quello del 2019 ma con un quinto del pubblico previsto.

Una protesta che si aggiunge all'assenza di grossi editori quali Panini Comics, Sergio Bonelli Editore e Astorina.

Trovate di seguito l'intero comunicato. Ricordiamo che Lucca Comics & Games 2021 si terrà dal 29 ottobre al 1° novembre.

"Lucca Comics & Games è ancora la casa della Self Area?

Un gruppo di 29 etichette indipendenti decidono di non partecipare all’edizione di quest’anno di Lucca Comics & Games.

Organizzare un festival internazionale richiede progettualità e mesi di lavoro, farlo in un momento in cui il mondo sta affrontando una pandemia è certamente un’impresa complessa e ambiziosa. L’eventualità che grandi sforzi organizzativi possano portare a un nulla di fatto, com’è già successo nel 2020, è una spada di Damocle che pende sulla testa di chiunque tenti di progettare cultura in questi anni.

Consapevoli di tutto questo ma, allo stesso tempo, profondamente delusi dalla proposta ricevuta da Lucca Crea dopo un’interminabile attesa, i collettivi di autoproduzione si sono organizzati e hanno deciso di non aderire alla proposta di quest’anno. Siamo convinti che a questo punto sia necessario capire se la Self Area rientri ancora nel progetto culturale di Lucca Comics and Games.

In attesa di aprire un dialogo costruttivo per gli anni a venire, hanno deciso di non partecipare alla Self Area le etichette: Amianto Comics, Attaccapanni Press, BandaBendata, BlackBoard Autoproduzioni, Cabin Boy Studio, Collettivo Canederli, Collettivo Interiors, Collettivo Nowhere, Cthulhu Chronicles, Cyrano Comics, Diamond Dogs, Donuts Comics, Ehm Autoproduzioni, Formula Magica, Gli Ultracani, Incubo alla Balena, Inuit Editions, La Tana Autoproduzioni, Lök Zine, Macondo, MalEdizioni, Mammaiuto, PollinArt-Kepler, Potpourri Comics, Purpurea Noxa, Slowcomix, Storie Brute, Tenaga Comics, Wanderer Autoproduzioni.
Si uniscono alle nostre intenzioni anche i fumettisti: Federica D’Angella, Flavia Biondi, Giulia Adragna, Ivan Lodi, Jessica Marino, Lorenza De Luca, Marta Zaccarini.

Il percorso che ci ha portato a questa sofferta decisione è stato lungo e faticoso. Il 23 luglio, quando le iscrizioni a Lucca 2021 sono state aperte agli editori, la Self Area non compariva fra le possibili opzioni per un espositore. Alle realtà che hanno chiesto informazioni a riguardo è stato comunicato che sarebbero stati aggiornati a inizio settembre, cioè quando l’iscrizione per l’area editori si sarebbe chiusa.
A inizio settembre nessuna novità, bisogna aspettare ancora.

All’annuncio della conferenza stampa del 21 settembre ancora non si conoscevano costi, dimensione e posizione della Self Area. Poche ore prima della conferenza ci è stato comunicato via mail “quest’anno come saprai stiamo lavorando per un Festival rivisto nelle forma ma non nella sostanza, che possa permettere di rappresentare le varie anime dei nostri settori di riferimento come il fumetto indipendente. Abbiamo finalizzato nei giorni scorsi il quadro complessivo degli spazi, di cui daremo notizia nella conferenza stampa di oggi. Finalizzati questi aspetti, torneremo da voi nelle prossime ore con una proposta precisa e coerente con il resto dell’offerta festivaliera, sperando che trovi il vostro interesse.”

Durante la conferenza stampa la Self Area è stata citata soltanto in seguito a una domanda diretta del giornalista Ettore Gabrielli di Lo Spazio Bianco durante il question time; se non fosse stato per questo intervento non sarebbe stata nemmeno nominata. Non essere citati nella conferenza stampa di un festival grande e complesso come Lucca Comics and Games significa essere marginali rispetto alla programmazione e di conseguenza invisibili ai giornalisti e ai visitatori.

Dopo un’ulteriore lunga attesa, nonostante quanto dichiarato nella mail del 21 settembre, a meno di un mese dall’inizio del festival (in data 1 ottobre) ci è stato comunicato che la Self Area avrebbe potuto trovare posto in “un padiglione retrostante il Palazzetto dello Sport, uno dei punti principali della fiera di quest’anno e casa originale del fumetto a Lucca Comics”.

Fuori quindi dalle mura cittadine, lontana dal cuore pulsante del festival, dalla stazione dei treni, ma soprattutto lontana dall’editoria del fumetto, ovvero ciò che siamo anche noi a livello fattuale. La diversa collocazione delle aree Self ed editori non solo spezza il pubblico dei lettori di fumetti, ma rende complicati gli spostamenti per i molti autori della Self che collaborano anche con editori all’interno delle mura.

In un’ottica di collaborazione costruttiva, nel corso di questi mesi sono state fatte da alcuni di noi diverse proposte: una mostra collettiva di quattro realtà storiche dell’autoproduzione, la costituzione di un’area collettiva all’interno dei padiglioni tradizionali, l’organizzazione totalmente a carico nostro di un campfire delle autoproduzioni, con una scaletta di presentazioni ed eventi sia in presenza che online. Nessuna di queste proposte ha ricevuto riscontro da parte degli organizzatori. Piuttosto, abbiamo riscontrato un atteggiamento evasivo, dovuto anche alla mancanza di un vero referente che si confronti con Self Area in tempi accettabili o che rendano possibile organizzarsi.

A ciò si aggiunga che il prezzo è rimasto invariato rispetto al 2019, nonostante siano stati messi in vendita un quinto dei biglietti normalmente emessi nelle ultime edizioni. Avremo quindi gli stessi costi a fronte di un quinto dei visitatori e un posto defilato.

L’assenza di comunicazione in conferenza stampa, la posizione fortemente periferica della Self Area, la poca attenzione rivolta nella comunicazione ai collettivi e i tempi strettissimi per organizzarsi (trovare alloggio, preparare i materiali per gli stand, organizzare gli spostamenti) ci hanno portato quindi a chiederci se la Self Area fosse ancora d’interesse per Lucca Comics & Games. Per tutti questi motivi pensiamo che una delle scelte migliori quest’anno sia non partecipare a Lucca Comics.

Per le piccole realtà indipendenti Lucca è un momento centrale nel corso dell’anno: si incontrano lettori affezionati e se ne conoscono di nuovi, economicamente rappresenta un’entrata che permette di sviluppare nuove idee e nuovi progetti. Rinunciare a Lucca significa una possibilità in meno per incontrarci e confrontarci, ma anche una mancata entrata economica. Non è quindi una decisione presa a cuor leggero.

Pensiamo che la Self Area dovrebbe rappresentare uno spazio di sperimentazione ed esplorazione del fumetto, inoltre è il luogo dove molti autori che adesso pubblicano per editori di rilievo sono cresciuti e hanno incontrato i loro primi lettori. L’autoproduzione non può e non deve essere una medaglia di latta da appuntarsi sulla giacca, non può e non deve essere decorativa, l’autoproduzione richiede dignità e attenzione. Da anni chiediamo una Self Area capace di accogliere la creatività e la competenza delle realtà che la popolano, con mostre dedicate, segnalata adeguatamente nella comunicazione e con una casa stabile e dignitosa. Una Self che possa essere luogo di scambio e crescita per tutti.

Ci auguriamo si possa immaginare per il futuro un percorso condiviso con l’organizzazione di Lucca Comics & Games, come auspicato lo scorso anno durante il Talk “Chi fa da sé – Lucca Changes 2020”, per progettare una Self Area che sia vera espressione del fumetto indipendente italiano emergente.
Un primo passo è stato fatto proprio lo scorso anno, grazie allo nascita del negozio online della Self Area.
È stato un passo importante ma non può essere l’unico. Continueremo a proporre nuove idee alla ricerca di un dialogo proficuo, con l’intento di rendere questa nostra assenza un tempo di riflessione utile per far germogliare la Self del futuro.

Firmato: Amianto Comics, Attaccapanni Press, BandaBendata, BlackBoard Autoproduzioni, Cabin Boy Studio, Collettivo Canederli, Collettivo Interiors, Collettivo Nowhere, Cthulhu Chronicles, Cyrano Comics, Diamond Dogs, Donuts Comics, Ehm Autoproduzioni, Formula Magica, Gli Ultracani, Incubo alla Balena, Inuit Editions, La Tana Autoproduzioni, Lök Zine, Macondo, MalEdizioni, Mammaiuto, PollinArt-Kepler, Potpourri Comics, Purpurea Noxa, Slowcomix, Storie Brute, Tenaga Comics, Wanderer Autoproduzioni, Federica D’Angella, Flavia Biondi, Giulia Adragna, Ivan Lodi, Jessica Marino, Lorenza De Luca, Marta Zaccarini."

Leggi tutto...

Le novità da non perdere in Self Area a Lucca Comics & Games 2017

  • Pubblicato in Focus

Con l'avvicinarsi di Lucca Comics & Games 2017, urge sempre fare un minimo il punto della situazione per quanto riguarda la marea di anteprime che saranno presentate dai diversi editori e autori in occasione della kermesse toscana. Come fatto già l'anno scorso, con questo articolo ci proponiamo di realizzare una cernita del materiale che sarà disponibile in anteprima in Self Area, presentato dalle varie etichette editoriali del panorama indipendente italiano.
Specifichiamo che non si tratta per nulla di un elenco esaustivo delle novità presenti, per quello potete fare riferimento a questo articolo ospitato sul sito ufficiale della manifestazione, ma solo di una nostra selezione dei lavori che più ci hanno colpito e allettato.
Di seguito quindi trovate le novità per noi da non perdere in questa edizione di LC&G, divise per realtà editoriali in ordine alfabetico, con tutte le specifiche necessarie e disponibili al momento della scrittura dell'articolo. Qui invece trovate la mappa della Self Area sul sito ufficiale.

Attaccapanni Press - Stand CHS35

Dopo avervi parlato più e più volte delle antologie in crowdfunding di Attaccapanni Press, l'etichetta editoriale indipendente creata da Ariel Vittori e Laura Guglielmo e diretta con l'assistenza di Laura Vivacqua, è giunta l'ora di poter toccare con mano e leggere questi tanto attesi volumi. Allo stand potrete quindi trovare oltre al già edito Grimorio, che verrà ristampato per l'occasione, anche i nuovi Melagrana (presentato al TCBF il mese scorso) e AVE - Nice to Meet You, di cui potrete anche farvi autografare le vostre copie dagli autori che saranno presenti alla manifestazione. Per gli orari dei diversi artisti tenete d'occhio la pagina ufficiale di Attaccapanni. Ma queste non saranno le uniche due novità disponibili allo stand: sarà possibile trovare anche i primi tre numeri di Crescent, il fantasy di Laura Guglielmo, di cui trovate sotto la variant cover del #3 realizzata da Giopota, e il concept artbook Historia: Di magi e briganti, vigliacchi ed eroi di Mirko Failoni, di cui vi abbiamo parlato in questa intervista, e, occasionalmente, volumi degli artisti presenti allo stand.

historia AVE lowres

crescent melagrana

Se non conoscete questi prodotti, trovate qui i nostri articoli su Melagrana, qui quelli su AVE e qui quelli su Historia.

Brace - Stand CHS18

Il collettivo bolognese Brace torna in Self Area con il #3 della loro omonima rivista, che conterrà storie realizzate dai membri dell'etichetta indipendente Ettore Mazza, Francesco Saresin, Silvia Righetti, Kalina Muhova, Nicola Pezzato, oltre al contributo di due artiste "ospiti" come Roberta Scomparsa e Federica Bellomi. Questo numero, a differenza dei precedenti, rappresenta la prima antologia non tematica realizzata e pubblicata dal gruppo, fresco fresco di Premio Boscarato vinto per Migliore Autoproduzione. Di seguito la cover del #3 realizzata da Mazza.
Potete rimanere aggiornati sulle produzioni Brace sul loro sito ufficiale o sulla pagina Facebook.

brace 3

Dayjob Studio - Stand CHS11

Del Dayjob Studio vi abbiamo parlato parecchio, soprattutto riguardo al loro lavoro più recente, l'antologia Treasure Chest realizzata da tantissimi autori anche esterni al collettivo. Potete trovare tutte le notizie a riguardo a questo indirizzo. Di seguito la cover del volume realizzata da Walter Baiamonte. Allo stand saranno disponibili anche una storia breve scritta e disegnata da Alberto Massaggia dal titolo Lucille, brossurato a colori 16x23 cm, 48 pagine, 6 € e il quarto volume di The Leaderboard, brossurato in bianco e nero, 10x15 cm, 168 pagine, 5 €. Inoltre, sarà ospitata anche l'autoproduzione Tre Trighi - Collection di Sio, Bigio e Dado, di cui vi abbiamo già parlato qui.

lucille TreasureChest cover.jpg

the leaderboard tretrighi

Delebile - Stand CHS43

Delebile si presenta a Lucca Comics & Games 2017 in Self Area con Diana e la lingua robotica, una storia realizzata dalla fumettista e cartoonist Carolyn Nowak, già presentata in anteprima al TCBF, formato 15x21 cm, brossurato, 72 pagine a colori CMYK in stampa offset. Per la kermesse toscana verrà invece pubblicato Zambesi di Paolo Cattaneo e Fabio Tonetto, un racconto con atmosfere surreali anni '90, formato 21 x 29,7 cm, 24 pagine spillato, stampato offset in CMYK e Pantone oro.
Potete trovare qui di seguito le cover di entrambi i prodotti. Per rimanere aggiornati su tutte le novità di questa etichetta editoriale potete tenere d'occhio la pagina Facebook e il sito ufficiale.

diana zambesi

Donut Comics - Stand CHS14

L'associazione culturale Donut Comics sarà presente a Lucca Comics & Games con ben 4 nuove uscite, il secondo e ultimo volume di Vitium, It's party time, Burp e Rouge, un'interessante antologia composta da 5 storie e un racconto scritto, tutte connesse dal tema comune del colore rosso. Di seguito trovate tutte le specifiche di questi volumi e le cover.

vitium  its party time

VITIUM - Atto II, contiene 4 racconti autoconclusivi a tema vizi capitali, scritti da Antonella Niro, Shadi Givehchian, Valentina Ferrari e Francesco Fantini, quest'ultimo con sceneggiatura di Lisa Dallari. Formato A5, 60 pagine in bianco e nero, 5€. Con l'acquisto di questo volume saranno regalate 7 illustrazioni realizzate da Barbara Salvati, Marco Pezzini, Marco Caporale, Alessandro Giampoletti, Chiara Borella, Lisa Dallari e Daniele Folegatti.

It's Party time è invece un ricettario di cocktail, formato 10,5x29,7 cm, rilegato con spirale metallica, 30 pagine a colori con illustrazioni di Antonella Niro, Shadi Givehchian e Valentina Ferrari.

burp rouge

Burp, volume che raccoglie 4 racconti realizzati da Antonella Niro e Shadi Givehchian con protagonisti animali impegnati nella digestione. Le storie sono realizzate tutte ad acquerello, formato 21x21 cm a colori, 5€.

Rouge, volume contenente 1 racconto scritto e 5 storie a fumetti autoconclusive: il tema che lega le storie è il rosso. Sono racconti di genere vario, realizzati in bicromia. Volume di 100 pagine, formato 17x26 cm. La copertina è realizzata da Silvio Scripelliti, mentre gli autori sono Pietro Parmeggiani, scrittore dell'unico racconto presente, Hellen Giussiani, Emilio Cattani, Giorgia Pini, Marco Buriola e Lisa Dallari.

Fame - Stand CHS41

Allo stand Fame in Self Area potrete trovare Il tragico libro di Unicorno triste, la raccolta delle migliori strisce pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale, scritte e disegnate dall'autrice Tiziana de Piero. Questa autoproduzione è anche disponibile sullo shop Etsy della sua creatrice. Il volume è un brossurato 15x24 cm, 140 pagine a colori, venduto al prezzo di 13€. L'autrice sarà disponibile in fiera per autografi e dediche personalizzate su richiesta.

unicorno triste

Gravure - Stand

Il secondo volume di Gravure è in arrivo a Lucca Comics e coinvolge autori come Chiara Abastanotti, Ilaria Apostoli, Arianna Vittoria Beffardi, Julia Bazzu, Francesca Carità su testi di Akm0, Matteo Lupetti, Danilo Manzi e Marco Rocchi su testi di Piero Trabanelli e Luca Saccardi. Anche in questo caso, la tematica horror domina la produzione del collettivo: 7 storie brevi autoconclusive a colori, 100 pagine formato 16x23 cm stampate in Risograph.

Incubo alla balena - Stand CHS30

Incubo alla Balena pubblica fumetti indipendenti e sperimentali ormai da più di un lustro e i prodotti realizzati sono sempre permeati da una cura e da una qualità d'eccezione, ponendoli di diritto tra le novità da non farsi sfuggire in Self Area. Quest'anno i volumi presentati alla kermesse toscana sono Da lunedì di Alessandra Romagnoli, 12 pagine di racconto illustrato senza testi, stampato in formato A3, e Il cappello di paglia, nuovo fumetto della serie di leggende giapponesi che sta realizzando Elisa Menini, la vicepresidente del collettivo. Potete trovare maggiori approfondimenti nella nostra intervista a questo indirizzo.

da lunedi cappello paglia

Mammaiuto - Stand CHS19

Mammaiuto porterà a Lucca Escamotage, il volume presentato al TCBF contenente le storie realizzate dagli autori del collettivo durante un ritiro di 48 in un agriturismo toscano, sfruttando tutti gli escamotage possibili per rispettare le strettissime consegne. Un volume molto interessante e sperimentale, 196 pagine a colori, 17x24 cm, 20€. Allo stand saranno disponibili anche molti altri volumi prodotti dal collettivo.

escamotage

Lök Zine - Stand CHS23

Salvatore Giommarresi, Lucia Manfredi, Elisa Caroli, Tony Cheung e altri autori hanno partecipato a questo nuovo numero della rivista Lök Zine pubblicata dall'omonimo collettivo. LÖK ZINE #09 "Trial/Prova" rappresenta appunto una sfida, l'occasione per gli autori che hanno partecipato a seguito di un'open call multilingue di mettersi alla prova. Di seguito trovate la cover, realizzata da Cheung.

lokzine

Manticora Autoproduzioni - Stand CHS05

Del nuovo volume 2053: Le Nuove Acque ve ne abbiamo già parlato in un'intervista dedicata, quindi non possiamo che consigliarvelo ulteriormente in questo articolo, soprattutto per la bravura degli autori coinvolti nel progetto. 2053 – Le nuove acque, 112 pagine in bianco e nero, 20x26,5 cm, idea e testi di Brian Freschi, storie e disegni di David Ferracci, Albhey Longo, Ilaria Apostoli, Lonnie Bao, Ivan Lodi, Lorenza de Luca, Anna Ferrari, cover di Old Roger con colori di Francesca Piscitelli.

2053

Rêverie Studio & Gretateg’s Art - Stand CHS10

Vi abbiamo già parlato di Costellarium, il nuovo progetto di beneficenza realizzato dal Rêverie Studio, che potrete trovare in Self Area allo stand CHS10, assieme a Greta Traldi e al suo More than survive.
Sempre allo stand potrete trovare anche i lavori di tutti gli artisti del collettivo come il secondo volume di Rebirth di Stefano Martinuz, La Leggenda di Azzurrina di Vittoria Barulli e Tainted Love di Connie Daidone. Di seguito le cover dei volumi.

costellarium tainted love

rebirth2 azzurrina

Slowcomix - Stand CHS55

Vi abbiamo già presentato le novità targate Slowcomix in arrivo a Lucca tramite un'intervista ad Alessio Bilotta, a capo dell'associazione culturale. Ci limitiamo quindi a riportarvi i dati principali dei volumi che saranno disponibili in fiera.

 slowcomix KavaliereOskuro cover

ll Kavaliere Oskuro #1 - Suvenirditalì
di Bruno Olivieri , formato comic-book, 32 pagine a colori, 3.5 €

slowcomix AhlAmourGE cover

Ah, l’Amour! Golden Edition
di Andrea Barattin, formato striscia, 128 pagine a colori, 6.5 €

slowcomix LittleWaiting cover

Sarà inoltre disponibile una nuova ristampa di Little Waiting di Ariel Vittori, con alcune illustrazioni inedite.

Studio Pilar - Stand CHS26

Uscito ormai qualche mese fa, l'Atlante illustrato delle nuove costellazioni è un volume di 184 pagine ricco di illustrazioni realizzate da ben 62 importanti artisti del panorama internazionale, su design di Andrea Salerno, che reinventano altrettante costellazioni. Potete trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale dell'associazione culturale Studio Pilar.

atlante

TO BE Continued Comics - Stand CHS13

Lorenzo Ghetti, il creatore del webcomic To Be Continued porterà a Lucca Comics ben 5 storie brevi dedicate ad altrettanti personaggi adolescenti con superpoteri dell'universo narrativo da lui ideato. TO BE è il titolo di questa serie di albetti non vendibili separatamente in cui verranno presentati George, Rouge, Karl, Teo e Jackob, con racconti a fumetti creati da Caterina Cappelli, Ilaria Felice, Lorenzo Ghetti, Aniss El Hamouri e Mauro Nanfitò. 11,5x16,5 cm, 20 pagine a colori ciascuno, 10 €, acquistabili anche sul sito ufficiale.

tobe

Leggi tutto...

Costellarium: i primi autori del progetto, Rêverie Studio in Self Area a Lucca Comics 2017

  • Pubblicato in News

Vi abbiamo già parlato di Costellarium, il nuovo artbook di beneficenza del Rêverie Studio, dopo Tiny Tasty Toast Of Terrors dell'anno scorso e l'ancora precedente Folkfools. Ora apprendiamo la notizia che quest'anno lo Studio sarà presente a Lucca Comics & Games in Self Area, assieme all'artista Greta Traldi, e non più al BORDA!Fest.
Sulla pagina Facebook ufficiale di questa nuova iniziativa cominciano ad essere svelati gli artisti che collaboreranno con lo Studio per la realizzazione delle illustrazioni contenute in questo volume. Vi abbiamo quindi raccolto i primi nomi qui sotto, ma ne verranno annunciati altri in futuro.

Alessandra Baccaglini, Enrica Eren Angiolini, Rachele Aragno, Elisa Romboli, Cristiana Leone, Emma Gudiy Caresia, Raffaele Assorto, Ilenia Gennari, Mauro Dellibowie, Laura Galli, Serena Ferrero, Giulia C. Petrone, Chiara Shkurtaj, Andrea Tentori Montalto, Silvia Vanni, Giulia Zucca, Vittoria Barulli e Alessandro Patria.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.