Menu

 

 

 

 

I vincitori dei Lucca Comics & Games Awards 2020

  • Pubblicato in News

Ieri sera sono stati annunciati, durante una premiazione trasmessa su Rai 4, i vincitori dei Lucca Comics & Games Awards, la nuova identità degli storici Gran Guinigi. Potete leggere i nomi degli autori e dei fumetti premiati qui di seguito con tutti i detagli del comunicato diffuso dall'organizzazione.

"Una serata emozionante e assolutamente unica, un vero evento epocale per il mondo del fumetto e del gioco: sono stati svelati ieri, nel corso di una puntata di Wonderland su Rai4, i Lucca Comics & Games Awards. Per la prima volta, grazie alla partnership con Rai, anche il grande pubblico televisivo è stato reso partecipe all’assegnazione dei premi italiani dedicati alla miglior selezione di fumetti e giochi pubblicati durante l’anno. Da oggi è possibile riguardare lo speciale su RaiPlay, nella sezione dedicata a Lucca Comics & Games (https://bit.ly/35R8zoW): un’opportunità per conoscere le eccellenze di due delle anime fondanti del festival, gli autori e le opere raccontati tramite le voci dei protagonisti.

I Lucca Comics Awards, suddivisi in nove categorie, nascono dall’evoluzione dei premi Gran Guinigi, i riconoscimenti nati a Lucca per premiare le migliori opere a fumetti pubblicate ogni anno in Italia e i loro autori, indipendentemente da nazionalità, formato editoriale e modalità di distribuzione. In accordo ai valori di comunità e inclusione che Lucca Comics & Games ha fatto propri fin dalla dichiarazione d'intenti dei 10+1 Dreamers, anche queste categorie sono state riformulate in un linguaggio più inclusivo.

Ed ecco i vincitori e le vincitrici dell’edizione Changes:

Fumetto dell'anno:
Un'estate fa, di Zidrou e Jordi Lafebre, BAO Publishing.

Autorǝ dell’anno, ex aequo:
Eleanor Davis (Il futuro non promette bene, Rizzoli Lizard) e Manuele Fior (Celestia, Oblomov Edizioni).

Maestro del fumetto:
AkaB, la cui opera continua a vivere nel progetto Stigma.

Miglior fumetto seriale:
Attica, di Giacomo Bevilacqua, Sergio Bonelli Editore

Miglior fumetto breve o raccolta:
Ho ucciso Adolf Hitler, di Jason, 001 Edizioni

Migliore sceneggiatura:
Teresa Radice per Le ragazze del Pillar, Bao Publishing

Miglior disegno:
Vittoria Macioci per Desolation Club, Saldapress

Miglior esordiente:
Walter Leoni per SS Tata, Dentiblù – Edizioni BD

Premio Stefano Beani per la Miglior iniziativa editoriale:
Čapek

Quest’ultimo si qualifica come il Premio Lucca Changes, unico riconoscimento in denaro reso possibile grazie alla collaborazione con la Fondazione Banca del Monte di Lucca: non solo un elogio formale ma un vero e proprio investimento e supporto concreto al lavoro autoriale fumettistico.

Gli intrecci tra le varie anime della cultura pop è una delle caratteristiche chiave di Lucca Comics & Games e per questo assume un ruolo speciale il Joe Dever Award, il premio alla miglior opera crossmediale dedicato all'autore della mitica saga Lupo Solitario e attribuito dallo scrittore Pierdomenico Baccalario, dal giornalista Paolo Cupola e dall'editor e docente di economia Alessandro Stanchi.

E chi se non il più popolare idraulico italiano nel mondo può far scoprire al pubblico nuove passioni attraverso la diffusione su più media? Il premio è stato infatti assegnato a Super Mario Bros e al suo trentacinquesimo anniversario.

Ma lo staff del festival ha voluto anche riconoscere chi si è distinto negli anni nell’ambito del gioco, assegnando un vero e proprio Premio alla carriera che nell’edizione Changes è stato assegnato a Ennio Peres: matematico, insegnante ed enigmista italiano, che ha ideato per sé la definizione di giocologo (e già insignito nel 2005 del Premio personalità ludica allora attribuito da Lucca Comics & Games).

Nonostante la particolarità di questa annata, l’interesse e la partecipazione degli editori del mondo del Gioco sono cresciuti sensibilmente: un segnale importante della vivacità di un settore in continua espansione, che sta ampliando la platea di fan anno dopo anno.

Il premio per il miglior Gioco di Ruolo dell’Anno - nato nel 2013 sulla scorta dell’esperienza del Best of Show di Lucca Games - è stato assegnato a Not the end, una produzione italiana del game designer Claudio Pustorino che arriva da Fumble Gdr e che non ha un’ambientazione, lasciando piena libertà alla fantasia di giocatori e master. Il gioco si basa sulla gestione del rischio: i giocatori espongono volontariamente i propri personaggi a situazioni avventate con l'intento di ottenere importanti benefici; tuttavia, le sventure e i guai che ne deriveranno cambieranno per sempre gli eroi, mutandone la personalità e i valori in cui credono. Il titolo di Fumble GDR è stato apprezzato per l’originalità del sistema di gioco, per la sua elegante immediatezza, che lo rende adatto anche per giocatori alle prime armi, e per la sua capacità di costruire - con grande libertà da parte dei partecipanti - storie profonde e intense.

Nell’ambito “Games”, lo speciale di Wonderland dedicato ai Lucca Comics & Games Awards si è concluso con l’annuncio del Gioco dell’Anno assegnato a Kill the Unicorns. In questo titolo francese, creato da Cyril Besnard, Loic Chorvot ed Alain Fondrille, spavaldi e improbabili eroi (bardi, principesse e maghi), devono elaborare ardite trappole per catturare gli unicorni ed eludere la sgradita concorrenza degli avversari. Facendo attenzione, però, al manto delle creature magiche… e a non confondere i maestosi quadrupedi con i simpatici porcellini nascosti nel mazzo. Caratterizzato da una buona qualità dei materiali (compresa la confezione, del tutto inconsueta per un gioco da tavolo), la Giuria ha apprezzato, oltre all’eccellente lavoro di localizzazione, anche la grafica, coloratissima e irriverente, che ben si adatta ad un concept che non premia necessariamente il giocatore più bravo e che, proprio per questo, spinge i concorrenti a cimentarsi più e più volte nell’imprevedibile caccia agli sfuggenti e mitologici equini."

Leggi tutto...

I premi Gran Guinigi diventano i Lucca Comics Awards e verranno trasmessi su Rai 4

  • Pubblicato in News

In quest'anno di cambiamenti, anche i premi di Lucca Comics & Games dedicati al fumetto, ovvero gli storici Gran Guinigi, subiranno una trasformazione e diveranno i Lucca Comics Awards. I vincitori verranno annunciati in esclusiva su Rai 4.

Di seguito tutti i dettagli del comunicato diffuso dall'organizzazione.

"I premi Gran Guinigi si evolvono e diventano ufficialmente i “Lucca Comics Awards”, un riconoscimento alla Nona Arte, uno dei fondamenti del Festival: nel corso di Lucca Comics & Games – edizione Changes saranno premiati i migliori fumetti e giochi di quest’anno. Non mancheranno i premi agli autori e alle opere. In particolare, i Lucca Comics Awards sono riconoscimenti nati per premiare le migliori opere a fumetti pubblicate ogni anno in Italia e i loro autori, indipendentemente da nazionalità, formato editoriale e modalità di distribuzione. I vincitori dei Lucca Comics Awards 2020 saranno annunciati in esclusiva da Rai 4 sabato 31 ottobre nell’ambito di Lucca Changes. Grazie alla prestigiosa partnership con Rai, tutto il pubblico potrà godere di uno speciale “Wonderland” dedicato a questo importante avvenimento direttamente da casa.

Nove le categorie dei Lucca Comics Awards:
- Yellow Kid Fumetto dell’anno
- Yellow Kid Autorǝ dell’anno
- Yellow Kid Maestrǝ del Fumetto
- Gran Guinigi Miglior Fumetto Breve o Raccolta
- Gran Guinigi Miglior Fumetto Seriale
- Gran Guinigi Miglior disegno
- Gran Guinigi Miglior sceneggiatura
- Gran Guinigi Miglior Esordiente
- Premio Stefano Beani per un'iniziativa editoriale

In accordo ai valori di comunità e inclusione che Lucca Changes ha fatto propri fin dalla dichiarazione d'intenti dei 10+1 Dreamers, anche le categorie dei Lucca Comics Awards sono state riformulate in un linguaggio più inclusivo.
La giuria dei Lucca Comics Awards 2020 è composta da:

Simone “Sio” Albrigi, autore
Chiara Codecà, membro dello staff culturale di LC&G
Marta Perego, giornalista
Josephine Yole “Fumettibrutti” Signorelli, autrice
Gianmaria Tammaro, giornalista


Lucca Comics & Games è il community event più importante d’Europa dedicato al fumetto, al gioco, al videogioco, all'animazione, alle serie TV e all’immaginario Fantasy. Nel 2020 questo festival diventa Lucca Changes, una manifestazione rinnovata nelle modalità di fruizione per consentire a tutti gli appassionati della cultura pop contemporanea di poter vivere il proprio festival nel modo più sicuro possibile e nella maniera preferita. Le attività in programma, infatti, potranno essere godute comodamente da casa online e grazie a RAI oppure in presenza nei 115 negozi specializzati, fumetterie e librerie indipendenti sparsi in tutta Italia che noi chiamiamo Campfire (i luoghi dove durante tutto l’anno coltiviamo le nostre passioni); o a Lucca, il più grande dei camp, seppur molto ridimensionato rispetto al ricordo della città durante le edizioni passate e ulteriormente ridotto alla luce del nuovo DPCM. Il sito www.luccachanges.com aggregherà tutta l'offerta digitale trasmessa attraverso le più note piattaforme di streaming e il palinsesto dei contenuti festivalieri proposti da RAI. I 115 campfire, invece, offriranno attività realizzate in collaborazione con lo staff lucchese, mentre 2 teatri, 1 cinema e 2 palazzi storici della città di Lucca costituiranno lo scenario per una trentina di eventi a numero chiuso con accesso contingentato tramite l’acquisto di biglietti singoli (un biglietto per ogni evento). Tutti gli eventi che si svolgeranno a Lucca saranno fruibili anche in streaming."

Leggi tutto...

Lucca Comics & Games: tutti i vincitori dei premi Gran Guinigi 2019

  • Pubblicato in News

Durante i giorni scorsi l'organizzazione di Lucca Comics & Games ha annunciato via web tutti i vincitori dei premi Gran Guinigi 2019. Abbiamo deciso di raccogliere in un unico articoli tutti i vincitori, con le relative motivazioni e le immagini nella gallery in basso.

Premi Gran Guinigi 2019

MIGLIOR ESORDIENTE

Fumettibrutti e Zuzu (ex aequo)

Motivazione: Perché ognuna a suo modo racconta attraverso le proprie esperienze la contemporaneità senza infingimenti, retorica, recriminazioni: romanzi di formazione attraverso sesso, dolori, amori, disegni, pensieri, vita.

MIGLIOR FUMETTO PER GIOVANI LETTORI

“Storiemigranti” di Nicola Bernardi e Sio (Feltrinelli Comics)

Motivazione: Il modo per raccontare ai più giovani (ma non solo) il mondo che li circonda attraverso le storie di chi fugge dal proprio paese alla ricerca di dignità e salvezza.

NUOVA INIZIATIVA EDITORIALE

Collana Audace (Sergio Bonelli Editore)

Motivazione: Perché ha dimostrato una coraggiosa volontà di innovare personaggi storici della casa editrice e di sperimentare con proposte che coprono temi nuovi e inaspettati.

RISCOPERTA DI UN’OPERA

“Il diario della mia scomparsa” di Hideo Azuma (J-Pop)

Motivazione:Un manga straordinario che racconta la storia dell’autore dal grande successo di Pollon alla voglia di abbandonare tutto diventando un senza dimora: durissimo e lieve grazie a una sottile ironia è anche un atto d’accusa contro il superlavoro che distrugge la vita.

MIGLIOR SCENEGGIATORE
Lorenzo Palloni per "La lupa" (saldaPress) e "Instantly Elsewhere" (Shockdom)

Motivazione: Un personaggio femminile al di là di ogni stereotipo e una trama noir con tanto di finale che piacerebbe molto a Tarantino: l’autore è una promessa.

MIGLIOR DISEGNATORE

Martoz per "Instantly Elsewhere" (Shockdom)

Motivazione: Perché quello che fa non assomiglia a niente di quello che c’è già inglobando al tempo stesso suggestioni di arte moderna e street art.

MIGLIOR AUTORE UNICO

Jason Lutes per "Berlin" (Coconino Press)

Motivazione: Per la ricostruzione storica imponente e curatissima la cui stesura ha impiegato oltre vent’anni, ma che suona così contemporanea da renderla ancora più inquietante.

MIGLIOR FUMETTO BREVE O RACCOLTA
“Senza limiti” di Jillian Tamaki (Coconino Press)

Motivazione: Perché ogni pagina è una sorpresa: si racconta di persone, perlopiù donne, immerse in una vita quotidiana in cui possono succedere cose strane. Un realismo magico delicato e irrisolto tra disegni cangianti, animali e piante. Una continua sfida che lascia a bocca aperta.

MIGLIOR SERIE
“Demon” di Hubert e Bertrand Gatignol (BAO Publishing) e “Gli Orchi-Dei” di Jason Shiga (Coconino Press) (ex aequo)

Motivazione: Gli Orchi-Dei sono le stirpi reali che governano il mondo, mangiano carne umana e sfruttano gli uomini come servi: metafora intrigante e disegno perfetto. Al contrario il disegno di Shiga è semplice e fastidioso, la sceneggiatura avvincente in un rutilante continuum di enigmi, sfide al lettori, soluzioni assurde.

MIGLIOR GRAPHIC NOVEL
“Bezimena. Anatomia di uno stupro” di Nina Bunjevac (Rizzoli Lizard)

Motivazione: Per il coraggio dell’autrice nel denunciare la violenza sessuale attraverso un romanzo grafico che è al tempo stesso pura cronaca e delirio visionario. Ma anche per la forza di un disegno accuratissimo e freddo unito a una scrittura che non ricerca effetto o semplificazioni. Un contributo importante su un tema difficile, scomodo e purtroppo attualissimo.

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
Mat Brinkman per "Multiforce" e "Teratoid Heights" (Hollow Press)

Motivazione: Perché oscuro, pop, esoterico, affascinante, insensato, grandioso, non incasellabile in alcun genere: Brinkman ha creato un immaginario che combina fumetto, arte, musica, videogioco in un grande affresco che rimane nella storia dell’underground.

Leggi tutto...

Lucca, Gran Guinigi: il premio al Miglior graphic novel

  • Pubblicato in News

Come ormai noto, Lucca Comics & Games ha annunciato che quest'anno i vincitori del prestigioso premio Gran Giunigi verranno comunicato quotidianamente online fino a domenica 6. Oltre ai nomi dei vincitori verranno diffuse anche le motivazioni che hanno spinto la giuria a premiare i singoli le varie opere e i singoli autori.
Finora, sono stati annunciati i premi per le categorie Miglior Esordiente e Miglior Fumetto per Giovani Lettori il primo giorno, Nuova iniziativa editoriale e Riscoperta di un'opera il secondo giorno, Miglior sceneggiatore e Premio speciale della giuria il terzo giorno, Miglior autore unico e Miglior disegnatore il quarto giorno, Miglior Fumetto Breve o Raccolta e Miglior Serie il quinto giorno.

Oggi è il turno dell'ultima categoria: Miglior graphic novel. Ecco il vincitore con la motivazione:

MIGLIOR GRAPHIC NOVEL
“Bezimena. Anatomia di uno stupro” di Nina Bunjevac (Rizzoli Lizard)

Motivazione: Per il coraggio dell’autrice nel denunciare la violenza sessuale attraverso un romanzo grafico che è al tempo stesso pura cronaca e delirio visionario. Ma anche per la forza di un disegno accuratissimo e freddo unito a una scrittura che non ricerca effetto o semplificazioni. Un contributo importante su un tema difficile, scomodo e purtroppo attualissimo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.