Menu

 

 

 

 

Gail Simone scriverà la prima serie regolare di Domino

  • Pubblicato in News

La scrittrice Gail Simone sarà l'autrice della prima serie in solitaria dedicata al personaggio di Domino, in uscita ad aprile.
 
Nella serie, Domino si troverà braccata dagli altri mercenari dell'universo Marvel, tra cui un personaggio misterioso descritto come "l'unico uomo che la odia più di ogni altra cosa al mondo". Ma il comunicato stampa della Marvel alza ancora di più l’asticella della serie, dichiarando che l’eroina "dovrà combattere per la sua vita contro la sua più grande minaccia: se stessa".

Non è un caso che sia stata proprio Simone ad essere scelta per Domino. La sceneggiatrice si è già occupata di un personaggio molto vicina al mutante, scrivendo per Deadpool, uno degli alleati/nemici più ricorrenti nella vita editoriale di Domino. Con il secondo capitolo cinematografico dedicato a Deadpool, in cui comparirà il personaggio (interpretata da Zazie Beetz), non stupisce l’uscita di una serie a lei dedicata.

Simone ha dichiarato che: "I miei personaggi preferiti sono sempre quelli imprevedibili e, con Domino, non sai mai in che modo i dadi rotoleranno", sottolineando, così, il suo amore per il personaggio. "Domino continuerà a essere una delle stelle protagoniste di Weapon X, ma i fan hanno chiesto a gran voce di vederla al centro dell'attenzione per un po’ di tempo... beh, il loro desiderio è stato esaudito!" ha concluso l'editor Chris Robinson.

Fino ad ora non è stato ancora annunciato il disegnatore della serie, nonostante il debutto sia molto vicino: l’11 aprile 2018. A seguire la cover realizzata da Greg Land.

domino1

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

Controversia Cho/Rucka: parte la Civil War sulla rete con tanto di hashtag

  • Pubblicato in News

Vi abbiamo riportato la notizia della controversia legata a due fumettisti di spicco del panorama americano attuale, l'artista Frank Cho, noto per le sue meravigliose ed avvenenti figure femminili, e lo scrittore Greg Rucka, tra i più quotati del momento. La divergenza artistica che ha portato all'abbandono, da parte del primo, del ruolo di copertinista per le variant della serie Wonder Woman della DC Comics scritta da Rucka, è nata dalla censura che, sempre secondo Cho, lo scrittore avrebbe messo in atto nei confronti della sua arte.

Sul web, come sempre, la notizia ha cominciato a viaggiare senza freni, portando ad una vera e propria Civil War, come quella di casa Marvel, dando vita alla fazione a sostegno dell'artista, con tanto di hashtag #TeamCho, e quella a favore dello scrittore, #TeamRucka. Vi riportiamo qui di seguito alcuni dei Tweet più interessanti comparsi in rete, relativi a personaggi di spicco del mondo dei fumetti.

Molte le femministe che hanno approvato tale scelta, sula scia di quello che accadde anche con la cover di Milo Manara per Spider-Woman, che viene ancora usata come gag da Cho per i suoi sketch, anche se questa volta la causa scatenante potrebbe ritenersi meno provocatoria.
In particolare a scagliarsi contro l'artista troviamo in prima linea la fumettista Gail Simone, che ha postato quanto segue su Facebook.

"Vedo un bel po' di geni con zero esperienza di lavoro nei fumetti e ancora meno conoscenza di informazioni interne che offrono le loro sorprendenti intuizioni, in quanto sono certi di cosa sia accaduto tra lo scrittore e l'artista per quanto riguarda questa controversia.

Imbarazzante. Ci vorrebbe un'ora solo per spiegare questo processo, e comunque non cambierebbe le loro brillanti intuizioni. Li vedo scannarsi sugli scarsi fatti emersi finora; è divertente e triste allo stesso tempo.

Ora, lasciate che vi aiuti. Ho scritto 400 fumetti per la DC. Conosco la maggior parte delle persone coinvolte, ho scritto molto per quel personaggio, e ho avuto molti, molti disaccordi con la direzione delle cover nel corso degli anni (molto raramente con gli artisti, di solito discutevo per cover editoriali che non mi piacevano).
Quindi, conosco questo processo.

La storia finora riguarda un artista comprensibilmente arrabbiato che si sente censurato. Mentre lo scrittore è un mio buon amico, e io non conosco personalmente l'artista, questa è una situazione spiacevole. Io sono una fan di questo artista (non sto usando i nomi, perché questo non è un evento singolare). Non mi piace vedere artisti di talento messi in questa posizione.

Ma oltre a questo, tutto il resto è un buco nero di dettagli che non conosciamo. Quello che non sanno questi sedicenti esperti nè che queste cose succedono ogni volta. Le cover passano sotto il vaglio di moltissime persone prima dell'approvazione. Agli scrittori di primo piano vengono regolarmente chiesti input per le copertine. E un passo falso tra come si intente rappresentare una serie e la libertà dell'artista è comune. Oltre a questo, lo scrittore non ha parlato, e la DC non parlerà. Non parlano di quello che succede dietro le quinte e questo è un bene, a mio parere."

Che ne pensate? Voi da che parte state?

(Via Bleeding Cool)

Leggi tutto...

Swords of Sorrow #1: anteprima dell'evento Dynamite tutto al femminile

  • Pubblicato in News

Questa giornata del 6 maggio sarà ricordata non solo per l'uscita del primo capitolo di Secret Wars e della quinta settimana di Convergence, ma anche per l'esordio di Swords of Sorrow, crossover che coinvolgerà alcune delle principali protagoniste delle testate di casa Dynamite, tra cui Vampirella, Dejah Thoris, Red Sonja, Kato e Jungle Girl, di cui vi avevamo già parlato in un articolo di qualche mese fa.

Un'emozionante storia epica nata dalla mente della scrittrice Gail Simone, per le matite di Sergio Davila, al quale si affiancheranno diversi tie-in realizzati tra gli altri da G. Willow Wilson, Marguerite Bennett, Nancy Collins. Cattivi ed eroi provenienti da dozzine di mondi ed ere si troveranno faccia a faccia contro una minaccia che mette in pericolo le loro patrie.

Nella gallery in basso sono disponibili le prime le prime pagine dell'albo unitamente alla cover ed alcune variant realizzate da J. Scott Campbell, Jenny Frison ed Emanuela Lupacchino.

Leggi tutto...

Dynamite presenta Swords of Sorrow

  • Pubblicato in News

La Dynamite Entertainment è pronta a ritagliarsi il suo spazio nell'affollato mese di maggio con un crossover che non stravolgerà il proprio universo narrativo ma che si preannuncia comunque molto interessante. Il progetto si intitolerà Swords of Sorrow e vedrà coinvolte alcuni dei personaggi femminili della Dynamite, quali Vampirella, Red Sonja e Dejah Thoris da Warlord of Mars in una storia orchestrata da autrici della casa editrice.

Alla regia di questo evento troviamo Gail Simone, attualmente all'opera sulle pagine di Red Sonja, affiancata sulle pagine della mini centrale, Swords of Sorrow, da Sergio Davila.

"Io amo le avventure pulp, l'ho sempre fatto" ha dichiarato la Simone in un annuncio diffuso dalla Dynamite. "Ma, se il mondo del fumetto è prevalentemente dominato dagli uomini, la situazione nel genere pulp è anche peggio. Molti dei gradi autori sono uomini, e questa cosa va bene, è grande. Ma mi chiedevo... e se non fosse questo il caso? Cosa sarebbe successo se avventure pulp fossero state scritte avendo in mente lettrici femminili e fantastici personaggi femminili sotto i riflettori? Questo è lo scenario che abbiamo immaginato, ed è stato un uragano! Le protagoniste sono Red Sonja, Vampirella e Dejah Thoris, un evento che abbraccerà anche altri personaggi quali Kato, Jungle Girl, Lady Rawhide, Jennifer Blood e molti altri".

Sempre nel mese di maggio esordiranno questi tie-in a Swords of Sorrow: Swords of Sorrow: Vampirella/Jennifer Blood, di Nancy A. Collins (testi) e Dave Acosta (matite);
Swords of Sorrow: Chaos scritta da Mairghread Scott e disegnata da Mirka Andolfo;
Swords of Sorrow: Masquerade/Kato scritta da G. Willow Wilson e Erica Schultz per i disegni di Noah Salonga.

Altre storie legate a Swords of Sorrow saranno scritte da Leah Moore, Marguerite Bennett, Emma Beeby e Mikki Kendall.

Nella gallery in basso sono disponibili le cover di alcuni albi, tra cui: le variant cover di Swords of Sorrow realizzate da Jenny Frison e Emanuela Lupacchino,Joyce Chin e Tula Lotay. Swords of Sorrow #1 cover di Nei Ruffino e Cedric Poulat, la cover di Billy Tan per Swords of Sorrow: Vampirella/Jennifer Blood, la cover di Joyce Chin per Swords of Sorrow: Chaos, e quella realizzata per Swords of Sorrow: Masquerade/Kato da Billy Tan.

Sorrow01-Cov-A-Campbell-9bac0

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.