Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

AkaB e Officina Infernale: il preorder di Iron Kobra, il nuovo volume Stigma

  • Pubblicato in News

Parte oggi la prevendita del nuovo titolo Stigma - Eris Edizioni, ovvero Iron Kobra di AkaB e Officina Infernale. Di seguito tutti i dettagli.

"AkaB e Officina Infernale: lunedì il preorder di “Iron Kobra” il nuovo volume di Stigma

Al via la prevendita del sesto libro e dello special varati dell’etichetta

Anno nuovo, libro nuovo. Ha superato positivamente il 2018 l’esperienza del sodalizio Progetto Stigma – Eris Edizioni. E dopo aver prodotto ben 5 libri, ultimo "Sarò breve" di Squaz proprio a inizio 2019, si appresta a lanciare il preorder del sesto: “Iron Kobra”, prodotto a quattro mani da AkaB e Officina Infernale. Una graphic novel di 176 a colori realizzata da due dei più materici autori del panorama underground italiano. Anche in questo caso, come per i libri precedenti, la prevendita consente di ricevere anche uno “special” che non sarà poi più disponibile: “Eye: La difficile traversata”, volume di 68 pagine in bianco e nero.

Lunedì parte dunque la prevendita al link: https://progettostigma.com/prodotto/iron-kobra/ al prezzo di 20 euro, spese di spedizione gratuite per ordini sopra i 35 euro. Sarà invece possibile ritirare gratuitamente la propria copia in occasione del Napoli Comicon.

Iron Kobra: Guerra fredda, scienziati pazzi, minacce globali, DMT, complotti, sorelle di satana, illusioni, basi segrete, MK-Ultra, occultocrazia, mass media, perdita d’identità, antichi rituali, la città cancro, profezie, eye, paranoia, schiavi, doc cyclops, sacrifici umani, fisica quantistica, tiãmat dea del massacro, agenti a contratto, progetto Destrukton, nuove droghe, Henry Novak, spie dormienti, tecnologie sperimentali, molto marketing e superpoteri.
 

Extra:. come sempre, i volumi stigma avranno, oltre allo “special”, anche degli extra. La colonna sonora del volume è realizzata da Corpoparassita e sul sito di Stigma si può ascoltare il brano “superironkobra”. Sarà inoltre disponibile una spettacolare t-shirt serigrafata da MUR.

AkaB – è fumettista, illustratore, pittore e regista, che mal sopporta le definizioni. Negli anni 90 fonda lo Shok Studio, con cui ha prodotto e poi venduto fumetti alle major americane. Tipico delle sue immagini è il tratto incisivo e corrosivo che ricerca l’intensità espressiva, l’introspezione psicologica e la comunicazione di un disagio interiore. Ha all’attivo numerose collaborazioni, tra cui Il Male, Mucchio, Il Manifesto, Rolling Stone, Linus, Indipendent e molte altre. Esploratore delle condizioni dell’animo umano e sperimentatore non convenzionale, ha pubblicato libri per diverse case editrici: ReVolver per Poseidon Press, Redux e PoP! per Grrrzetic, Le 5 Fasi per BD, Voci Dentro per Latitudine 42, Come Un Piccolo Olocausto, Un Uomo Mascherato e Monarch per Logos, Storia di una Madre e Human Kit per ABE, Defragment per Blu Gallery, La Città Danzante per il Sole24Ore, Arca Vuota per Shockdom, La Soffitta per Passenger Press e Mondadori.

Il suo primo lungometraggio, Mattatoio, viene selezionato per la Sessantesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Seguiranno Il corpo di Cristo e Vita e opere di un Santo a concludere la trilogia invisibile.

Officina Infernale - Nato nel 1970, si muove tra grafica, pittura e fumetto dalla metà degli anni 90.

Attualmente vive a Padova ed è co-fondatore, art director della skate company Murder Skateboarding. Ha collaborato con: Nixon, la Scimmia magazine, Sherwood Comix, Lamette comix in La Guida illustrata al Frastuono più Atroce, Antifanzine, Bizarro Magazine, Puck Comic Party, Puck Apocalypse, Bubka, Mr. Mango, La Morte ti fa Belva. L’ ultimo suo libro è “Warhol L’intervista”, sceneggiatura di Adriano Barone, uscito per Becco Giallo Editore.

PROGETTO STIGMA + ERIS EDIZIONI

Eris, giovane ma agguerrita casa editrice già vincitrice di numerosi premi, e il neonato Progetto Stigma, etichetta selvaggiamente autogestita che restituisce agli autori il totale controllo sul proprio lavoro, hanno ufficializzato una collaborazione che prevede che l’uscita di ogni volume sia preceduta da un periodo di prevendita online: chi acquista in preorder riceverà anche uno special, un contenuto editoriale dello stesso autore distribuito esclusivamente con la prevendita. Terminata la prevendita, il contenuto speciale non sarà più acquistabile o reperibile. Terminata la prevendita online ed evasi gli ordini, il volume uscirà in libreria allo stesso prezzo di copertina del preorder. Eris, inoltre, supporterà il Progetto Stigma anche alle fiere e agli eventi.  Eris e Stigma riconosceranno una grossa fetta delle vendite a chi il libro la fa materialmente: il 30% su tutto il venduto in preorder verrà dato all'autore. Chi usufruisce della prevendita, dunque, non solo riceverà un prodotto aggiuntivo esclusivo, ma supporterà ancora maggiormente l’autore.
 

CATALOGO

I primi 5 libri di Progetto Stigma:

1)      “Èpos” di Marco Galli (già uscito)

2)      “Storie di uomini intraprendenti e di situazioni critiche” di Luca “Regular Size Monster” Negri (già uscito).

3)      “Perso nel bosco” di Dario Panzeri (già uscito)

4)      “Rubens” di AkaB, Pablo Cammello e Spugna (già prodotto).

5)      “Sarò breve” di Squaz (già prodotto)

6)      “Iron Kobra” di AkaB e Officina Infernale (Uscita prevista: aprile 2019)

Per tutte le altre informazioni è possibile fare riferimento ai siti web http://progettostigma.com e http://www.erisedizioni.org/home.html

Leggi tutto...

Eris Edizioni: anteprima di Inerzia di Adam Tempesta

  • Pubblicato in News

Dopo Itero Perpetuo, Adam Tempesta torna con un nuovo graphic novel pubblicato sempre da Eris Edizioni intitolato Inerzia. Di seguito tutti i dettagli e una ricca anteprima.

"Eris edizioni è lieta di annunciare il nuovo libro di Adam Tempesta, Inerzia, la seconda e attesissima opera del giovane e geniale fumettista che nel 2016 sorprese critica e pubblico con Itero Perpetuo – un unicum nel panorama italiano per riferimenti artistici e ricerca espressiva, un mastodontico fumetto d’esordio di 400 pagine – che ha sdoganato una nuova poetica nel fumetto d’autore italiano, legittimando di fatto l’affacciarsi di una nuova generazione di autori.

Con questa sorprendente graphic novel, Adam Tempesta torna in libreria e fumetteria confermando la sua precoce maturità stilistica e narrativa, la sua poetica e il suo universo creativo che davvero non contemplano il realismo. 
Realizzato interamente a colori (a differenza del bianco e nero di Itero Perpetuo), Inerzia è una avventura surreale e fantastica che vede protagonista Melissa, una ragazza che scappa da un gruppo di tagliagole e trova rifugio in un hotel in mezzo a un bosco. Nonostante all’esterno sembri un normalissimo hotel, al suo interno è un luogo irreale e incomprensibile: dentro le stanze non c’è un letto ma dei portali verso altre dimensioni…
Tra colori acidi e situazioni esilaranti prende vita una nuova avventura che mescola l’action, il comedy, il demenziale e la fiaba classica e in cui si nascondono atmosfere inquietanti e risvolti imprevedibili. Un universo fatto di pazzi mondi e di realtà impossibili che sono il vero marchio di fabbrica di Adam Tempesta: un autore visionario che riesce a inglobare suggestioni artistiche ed espressive a 360 gradi conquistando l’interesse di un pubblico veramente eterogeneo.
Dulcis in fundo, la copertina del volume è impreziosita da una speciale lucidatura grazie alla quale emerge un disegno il cui significato è possibile decifrare solo dopo aver letto il libro.

Con Inerzia Adam Tempesta si conferma il principale pioniere di una nuova generazione d’autori. Trascendendo le rigide barriere tra fumetto d’autore e fumetto d’intrattenimento, il suo stile unico, libero e visionario, batte strade ancora poco battute e inesplorate dal fumetto nostrano e rappresenta un punto di partenza imprescindibile per una nuova poetica e per un “nuovo fumetto italiano”."

Leggi tutto...

Dario Panzeri per il terzo volume di Stigma

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

Dario Panzeri per il terzo volume di Stigma

Fino al 31 agosto il preorder di “Perso nel Bosco” con lo special “Nervious Intro”

Terminate con successo le prevendite dei primi due volumi per il sodalizio Progetto Stigma – Eris Edizioni, è già tempo di nuovi annunci. Dopo aver prodotto “Epos” di Marco Galli e “Storie di uomini intraprendenti e di situazioni critiche” del debuttante Regular Size Monster, questa volta tocca a Dario Panzeri. È già partita la prevendita del suo volume “Perso nel bosco” che consente, solo per chi usufruisce del preorder, di ottenere anche il contenuto speciale “Nervious intro”. Il preorder sarà attivo fino al 31 agosto al link http://progettostigma.com/buy/ al prezzo di 19 euro, spese di spedizione gratuite per ordini sopra i 35 euro.

“Perso nel Bosco”: Un mantello nero perso tra gli alberi e la neve, si nasconde all’ombra del supremo pipistrello. Si tratta di un volume di 120 pagine piene dello stile graffiante e lisergico di Panzeri. Lo special “Nervious intro”, invece, parla del 1916, prima guerra mondiale. Una figura di natura indefinita compare improvvisamente durante l'impiego sul campo di battaglia di un’arma sperimentale.

Extra: come sempre, i volumi Stigma avranno, oltre allo “special”, anche degli extra. Oltre alla colonna sonora, questa volta affidata a Macrogramma, usciranno anche una serigrafia limitata e una maglietta, sempre legate al libro, realizzate dal laboratorio di serigrafie MUR.

Dario Panzeri è un disegnatore milanese dal forte impatto visivo ed emozionale. Lavora a progetti personali e collabora assiduamente a varie performance artistiche collettive.

PROGETTO STIGMA + ERIS EDIZIONI

Eris, giovane ma agguerrita casa editrice già vincitrice di numerosi premi, e il neonato Progetto Stigma, etichetta selvaggiamente autogestita che restituisce agli autori il totale controllo sul proprio lavoro, hanno ufficializzato una collaborazione che prevede che l’uscita di ogni volume sia preceduta da un periodo di prevendita online: chi acquista in preorder riceverà anche uno special, un contenuto editoriale dello stesso autore distribuito esclusivamente con la prevendita. Terminata la prevendita, il contenuto speciale non sarà più acquistabile o reperibile. Terminata la prevendita online ed evasi gli ordini, il volume uscirà in libreria allo stesso prezzo di copertina del preorder. Eris, inoltre, supporterà il Progetto Stigma anche alle fiere e agli eventi. Eris e Stigma riconosceranno una grossa fetta delle vendite a chi il libro lo fa materialmente: il 30% su tutto il venduto in preorder verrà dato all'autore. Chi usufruisce della prevendita, dunque, non solo riceverà un prodotto aggiuntivo esclusivo, ma supporterà ancora maggiormente l’autore.

CATALOGO

I primi 4 libri di Progetto Stigma che vedranno la luce nel 2018 sono:

  1. “Èpos” di Marco Galli (già uscito)
  2. “Storie di uomini intraprendenti e di situazioni critiche” di Luca “Regular Size Monster” Negri (già uscito).
  3. “Perso nel bosco” di Dario Panzeri (uscita prevista: settembre).
  4. “Rubens” di AkaB, Pablo Cammello e Spugna (uscita prevista: novembre).

Per tutte le altre informazioni è possibile fare riferimento ai siti web http://progettostigma.com e http://www.erisedizioni.org/home.html

Leggi tutto...

Non bisogna dare attenzioni alle bambine che urlano, recensione: L’adolescenza tra icone pop anni 90 e pagine di diario

796484cd45ba08a11e65064b7fc4e1c0 XL

Per leggere l'intervista alle autrici, clicca qui.

Eris Edizioni non smette di lanciare opere interessanti. Dopo la collaborazione con AkaB, col suo Progetto Stigma, la casa editrice torinese propone un’altra opera molto interessante: Non bisogna dare attenzioni alle bambine che urlano. Graphic novel incentrato sul periodo pre-adolescenziale, ambientato in quel momento storico che ben conosciamo e, tornato prepotentemente di moda, degli anni '90. Scritto da Francesca Ruggiero e disegnato da Eleonora Antonioni, il libro è una finestra sul passato di tematiche, però, senza tempo. Come si vivevano alcuni drammi da primo amore, da attenzioni mancate di amici, dalla pressione dei genitori, nell’epoca in cui non c’erano i social e nemmeno i telefonini? Le due autrici ce lo spiegano in maniera molto abile e interessante.

Non bisogna dare attenzioni  1
 
La storia vede le vicissitudini di tre ragazzine in un trittico di storie che si intrecciano. Le protagoniste, tutte al femminile, si troveranno a dover gestire i primi batticuori, screzi, battibecchi e liti con genitori. Insomma, l’ingresso nel mondo adulto, quella porta che ci conduce verso la fine della fanciullezza, pur non essendo ancora maturi.

La prima storia è raccontata a mo’ di diario. Quello reale che tutti avevamo e dove inserivamo dettagli e vicende di ciò che ci capitava a scuola e con gli amici. Litigi, sconforti, amori, attenzioni, tutte le emozioni e i pensieri che ci passavano per la testa. Giulia è la protagonista della prima storyline. Timida ed introversa, improvvisamente si ritrova catapultata nelle grazie della più popolare della scuola, Federica. Tra eccitazione e ansia, la vicenda si dispiega seguendo le pagine del suo diario in quegli intensi momenti.

La seconda invece ha come personaggio perno, Anna. Una ragazza sempre accompagnata da amici skater e che non conosce ancora nulla della vita o dell’amore. Un giorno incontra Marilena, ovvero la ragazza "alternativa", quella contro il sistema, suo padre, la scuola. Insomma l’adolescente ribelle contro tutto e tutti. La ragazzina resta affascinata dall’indole ribelle della sua nuova amica maturando, per lei, un’attrazione quasi amorosa.

Non bisogna dare attenzioni  2

Infine, c’è Clarice. Amante della musica, coltiva la sua fortissima passione per la corsa. L’insegnate la sprona sempre a migliorarsi per l’enorme potenzialità della ragazza. Viene notata da una talent scout televisiva ma a lei non interessa quel mondo, eppure si troverà ad urlare al mondo ciò che pensa, chiudendo il trittico delle attenzioni che le ragazzine si prendono in maniera seppur diversa. Tutte si intrecciano e si mescolano senza forzature.

I disegni sono affidati ad Eleonora Antonioni. In verità, come le autrici stesso rivelano, dopo la prima storia il lavoro è stato fatto a stretto contatto e scambio di idee. Un’alchimia di forze e creatività che ha reso questo lavoro un vero processo di team-up. La Antonioni usa un tratto pulito e preciso e il tutto è stato realizzato con la penna Bic quattro colori in cui ogni colore ha una sua precisa utilità (come dichiarato nella nostra intervista). Sì nota la profonda conoscenza del periodo, grazie a chicche e perle che chi in quelli anni ci ha vissuto conosce bene. Icone, idoli, spot e gadget che all’epoca erano sulla bocca di tutti, sono rappresentati in maniera perfetta, senza ostentare e senza risultare fastidiose. Le tre storie, vengono raccontate con media diversi: Giulia, seguendo le pagine del diario, come detto. Anna, secondo patchwork visivo. L’ultimo, invece, è narrato seguendo la colonna sonora di quegli eventi con la musica fa da "narrastorie" agli accadimenti, carpendo emozioni e stati d’animo.

Non bisogna dare attenzioni  3
 
Non bisogna dare attenzioni alle bambine che urlano è un lavoro ben riuscito e che dà una panoramica, essenziale e fedele, di ciò che erano gli anni '90. Il lettore facilmente riesce a cogliere come l’idolatria, le difficoltà, le battaglie, restano con i decenni, ma il loro affrontarsi muta col cambiare dei mezzi e dei linguaggi. Dove c’è Whatsapp prima c’erano i messaggini. Dove c’è lo status di Facebook prima c’era la pagina del diario. La mancanza di un’attenzione a scuola ora può essere il visualizzato e non risposto della chat di Messanger. Insomma una bella e chiara trattazione psicosociale, narrata con freschezza e maestria.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.