Menu

 

 

 

np6-6-28

NYCC: novità DC Comics

  • Pubblicato in News

Nel panel al NYCC dedicato alle novità DC Comics si è parlato principalmente del nuovo maxi evento Green Lantern: Godhead che mira a introdurre i Nuovi Dei nell'universo dei New 52.
Le menti che hanno partorito questo arco narrativo sono Robert Venditti, Van Jensen, Justin Jordan, Bernard Chang e Brad Walker, e proprio loro erano presenti al panel per parlarne al pubblico.

Hal Jordan è diventato molto più stratega e molto meno impulsivo con il passare del tempo -- "ma a volte si va incontro a delle circostanze in cui anche applicando le migliori strategie non puoi vincere".
Nel secondo atto della storia vedremo le Lanterne Verdi incontrarsi con i Nuovi Dei, mentre il terzo atto verrà pubblicato su Green Lantern Corps e vedrà le Lanterne affrontare la Nuova Dea Uga dopo aver scoperto che questa razza cosmica ha "riscritto" un mondo trasformando le creature che vi vivevano in loro versione distorte.
La quarta parte sarà in Green Lantern: New Guardians mentre la quinta sarà in Red Lanterns, che dovranno difendere la Terra dalle mire dei Nuovi Dei e la sesta e ultima in Sinestro, in cui Hal dovrà chiedere aiuto al nemico di sempre per afrontare la nuova minaccia.

GL-NG-GODHEAD-1-5265e

"Questo crossover è il culmine di tutte le storie che abbiamo creato finora. Godhead vi darà le risposte che state cercando riguardo a cosa sta succedendo a Kyle" ha detto Jordan.

Passiamo poi a Champions of Justice, il panel sulla Justice League.
In particolare si è parlato dell'arco narrativo post Forever Evil in cui vedremo Lex Luthor passare dalla parte dei buoni e unire le forze con Bruce Wayne.

Per quanto riguarda il Superman di Geoff Johns e John Romita Jr., lo scrittore si concentrerà maggiormente sulla parte umana che su quella superumana del personaggio.
"Faremo tre grandi cose con Superman che gli faranno cambiare direzione. Qualcosa che non hanno ai fatto".

Il nuovo arco narrativo di Greg Pack su Batman/Superman avrà a che fare con Satannis che ha privato Batman e Superman dei loro ricordi. "Superman scopre di avere dei poteri e Batman scopre di avere un'identità segreta. Lois Lane ora fa coppia con Bruce Wayne e potrebbe scattare la scintilla tra i due" ha detto Pak.

Tony Daniel ha parlato della nuova serie Deathstroke che debutta proprio questo mese. "Con questa nuova serie in pratica sto imponendo la mia personale visione del personaggio e sarà un quasi-reboot. Ci sono moltissime cose di cui non posso parlare. Sto creando un posto fisso di riferimento tra tutti i suoi nascondigli. Vedremo Slade Wilson guardare il suo arsenale e prepararsi per andare in missione".
"Farò una serie violenta proprio come ho sempre desiderato. Questa è stata una condizione per cui ho accettato il progetto -- vedo questa serie come ultra violenta, sexy e ancora violenta. Se siete fan di Deathstroke e vi piace questa roba, dovreste riuscire ad ambientarvi e dovrebbe anche piacervi".

La serie Harley Quinn invece vedrà un bizzarro team up in tre parti tra la folle criminale e una Power Girl priva di memoria. "Metà del volume vedrà Harley cercare di far indossare un suo costume a Power Girl" ha detto Jimmy Palmiotti. "Vanno a fare shopping, si ritrovano in diverse avventure e li sparano anche".
L' Harley Quinn Annual invece avrà 38 pagine che vedranno Harley cercare di tirare fuori da Arkham Asylum Poison Ivy che vi è stata rinchiusa. L'albo sfrutterà la tecnologia strofina e annusa.

Palmiotti ha parlato anche di G.I. Zombie in cui il protagonista è uno zombie che difende l'America ma che ogni tanto ha bisogno di uno spuntino umano. Nel prossimo numero "un virus si diffonderà in una piccola cittadina e tutti gli abitanti ne saranno infettati... e decideranno che [il nostro eroe] sarà il loro prossimo pasto".

In Grayson di Tim Seeley e Tom King vedremo invece cosa vuol dire per un supereroe avere una pistola. Dick Grayson infatti si infiltrerà per conto di Batman nell'organizzazione criminale Spyral. Verrà introdotto anche un nuovo personaggio Tiger King of Kandahar, la migliore spia del DCU nei vertici di Spyral.

Il Constantine di Ray Fawkes vedremo il protagonista affrontare Apokolips nell'Inferno di Terra 2. "John farà un viaggio piuttosto terrificante - compirà il suo sacrificio più terribile e traumatico". Inoltre scopriremo come mai John vuole uccidere Doctor Fate.
Fawkes è responsabile anche di un'altra serie che comincerà a novembre, Gotham by Midnight. "Vedremo la popolazione di Gotham alle prese con questioni di fede e follia e vedremo cosa in Gotham produce tutti questi super villain e vigilanti stile Batman".

Altri annunci importanti sono relativi alla serie Wonder Woman '77, un adattamento della serie TV del '77 con Lynda Carter, scritta da Marc Andreyko con cover affidate a Nicola Scott e una serie ispirata al videogioco Fables: The Wolf Among Us con il medesimo titolo, prequel di Fables di Bill Willingham, affidata a Matthew Sturges e Dave Justus ai testi e Steve Sadowski, Travis Moore e Shawn McManus ai disegni.

Leggi tutto...

DC supera la Marvel nella classifica delle vendite dopo 11 anni

  • Pubblicato in News

È da marzo 2003 che la DC Comics non dominava il mercato americano delle vendite fumettistiche battendo quindi la Marvel, rivale di sempre e leader indiscussa per incassi.
Ma a settembre le sorti si sono ancora una volta ribaltate e la DC è riuscita a superare nelle vendite la Casa delle Idee.
Ma analizziamo meglio il fenomeno fornendo anche qualche numero, ma solo i più rilevanti.

Partiamo dalla Marvel e dalla sua fetta di 37.13% di fumetti venduti tra i 300 titoli classificati in basi al numero di unità vendute. Abbiamo le impressionanti 261975 copie di Death of Wolverine #1 e circa la metà, 129999 copie per il #2. Si piazzano quindi ai primi 2 posti della classifica. I 7616 riordini di Mighty Avengers #1 hanno sicuramente contribuito ma si è comunque piazzato al 243° posto per numero di pezzi venduti.

Per la DC invece le cose sono un po' diverse. 46,2% è la percentuale raggiunta considerando le unità vendute e hanno contribuito a tale cifra le 315863 unità vendute tra tutti e 38 i titoli con cover Futures End 2D e le 2392191 unità con cover 3D. Ed è principalmente questo il motivo per cui la DC ha superato la rivale.

FuturesEnd3dVs2d-989a7

La maggior parte delle vendite quindi è da attribuire alle 3D cover. Batman, Detective Comics, Harley Quinn e Justice League sono stati gli unici titoli a superare le 10000 unità vendute in cover 2D. Le 2D di Batwing, Trinity of Sin: Pandora e Trinity of Sin: The Phantom Stranger si sono classificate al di sotto della 300° posizione e di media le cover 2D hanno venduto circa solo il 14% delle vendite delle 3D.

Poi ci sono tutta una serie di anomalie di mercato come il fatto che il numero di Batwing legato a Future Ends abbia venduto più della somma dei precedenti 4 numeri o l'ultimo numero di Birds of Prey che ha venduto tre volte tanto il numero precedente.
Altra bizzarria è la vendita del numero di Green Lantern che ha visto il miglior risultato negli ultimi 2 anni della serie.

Per altre analisi di mercato potete consultare questa pagina che contiene parecchi altri grafici e considerazioni più di nicchia.
Dati forniti da Diamond Comic Distributors e analizzati da CBR.

Leggi tutto...

DC Comics e la polemica sulle t-shirt sessiste

  • Pubblicato in News

Il processo di revisione che sta interessando le figure femminili nell’universo dei comics è ancora in una fase iniziale, e a renderlo tortuoso, il più delle volte, sono proprio le due principali case produttrici americane di fumetti (la DC Comics e la Marvel), capaci di commettere errori talmente grossolani da rendere vano ogni sforzo creativo teso al raggiungimento dell’obiettivo.

Abbiamo parlato ampiamente e dato il giusto risalto sia alle polemiche nate intorno alla variant cover, realizzata da Milo Manara, di Spider Woman #1, che alle successive illazioni scaturite a seguito della posticipazione di altre due variant sempre a firma del maestro italiano.
 
Adesso, invece, durante l’ultimo Long Beach Comi-Con, sono trapelate alcune foto di due t-shirt, legate questa volta alla DC, che hanno fatto scoppiare forti discussioni sui social media.

La prima ritrae Superman e Wonder Woman in un appassionato abbraccio e la didascalia che recita “Incredibile! Superman ci è riuscito ancora!”, mentre la seconda porta la frase “Mi sto allenando a diventare la moglie di Batman”.
 
In entrambi i casi il messaggio è inequivocabile: una delle eroine più iconiche vista come preda sessuale del supereroe per antonomasia, e la formazione di una donna finalizzata esclusivamente a diventare la moglie di qualcuno. Concetti e idee vecchie, anacronistiche, che fanno a botte con quanto dichiarato in recenti eventi, vedi il SDCC, in cui si cerca un’apertura verso il pubblico femminile, con storie che ne rivalutino la figura, provando a cancellare quell’odiosa etichetta di fumetti dedicati ad un solo pubblico maschile.
 
Va segnalato che questo non è il primo caso, in quanto già nel 2013 alcune t-shirt della Marvel finirono nella bufera. Mentre quelle designate per gli uomini riportavano la didascalia “Essere un eroe”, quelle dedicate al gentil sesso, invece, ritraevano gli Avengers con scritto dietro “Ho bisogno di un eroe”.
 
È vero che molto spesso le case editrici consentono a terzi lo sfruttamento dei propri diritti di immagine, ma un controllo preventivo dovrebbe comunque essere eseguito prima dell’immissione sul mercato di questi prodotti. Dovrebbero essere dettate delle linee guida a cui attenersi, così da evitare questi autogoal che mortificano gli sforzi degli autori, e, di fatto, svuotano di ogni credibilità le dichiarazioni rilasciate dagli editor, scrittori e disegnatori.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.