Menu

 

 

 

 

Alan Moore e Kevin O'Neill concludono la trilogia di Janni Dakkar

  • Pubblicato in News

Alan Moore e Kevin O'Neill portano alla conclusione la trilogia dedicata alla figlia di Nemo, le cui avventure sono cominciate con Hearth of Ice, proseguite su The Rose of Berlin e terminate nel nuovo The River of Ghost.
Il volume sarà edito dalla IDW che ha recentemente acquisito la Top Shelf Productions, la casa editrice che storicamente si occupava dei volumi di Alan Moore, mentre come di solito capita per le pubblicazione del duo britannico nel Regno Unito, sarà nuovamente Knockabout a occuparsi del titolo.

Ecco la sinossi di The River of Ghost: È il 1975, in un mondo dove tutte le storie mai scritte si uniscono in un ricco mosaico. Jenni Dakkar ha 8 anni, è la regina pirata di Lincon Island, è il capo della famiglia Nemo e comincia a mostrare una fine comprensione della realtà.
Inseguendo le ombre del suo passato, o della sua immaginazione, si imbarcherà in quello che potrebbe essere il suo ultimo viaggio lungo il vastissimo Rio delle Amazzoni, un ultimo tentativo di lasciarsi indietro i vecchi spettri insanguinati del passato.
Con vecchi e nuovi, avversari ed alleati, l'invecchiato predatore nel suo cammino ossessivo scoprirà un nuovo strano continente, dalle rovine di Yu-Antlanchi allo spettacolare altopiano di Maple White Land.
Quando l'oscuro filo nero del suo destina la porterà in una ragnatela inevitabile, il Capitano Nemo guiderà il Nautilus in un disperato assalto contro orrori creduti morti per decadi.

Il volume verrà pubblicato in italiano da Bao Publishing ad aprile.

81yF7GWy35L

Leggi tutto...

Alan Moore parla di Charlie Hebdo e delle religioni monoteistiche

  • Pubblicato in News

Non poteva mancare certo il suo pensiero dopo l'insensato e violento attacco alla redazione del giornale satirico francese Charlie Hebdo, avvenuto lo scorso 7 gennaio. Lo scrittore britannico Alan Moore prendendo spunto da quanto accaduto ha lanciato un'invettiva contro tutte le religioni monoteistiche.

"È probabilmente giunto il momento, per le religioni monoteistiche, di fare qualcosa per chiedere scusa e fare ammenda. Non si tratta solo di Islam, Ebraismo o Cristianesimo. Se si parte dalla posizione che esiste un solo Dio, ed è il tuo, allora solo una cosa può accadere quando si incontra qualcun'altro che la pensa diversamente. Non è scienza missilistica, anche se, come abbiamo visto in Afghanistan, i calcoli missilistici probabilmente c'entrano in tutto questo".

Continua lo scrittore di Northampton: "Non dico che la gente non deve essere libera di scegliere la religione che vuole ma si dovrebbe, poi, essere obbligati a vivere secondo un sistema di credenze formatosi in un luogo non ben definito quattro o cinque secoli prima della nascita di Cristo? Non riesco ad immaginare alcun ragione per la quale dovrei affidare le mie credenze al Cristianesimo, al Giudaismo o all'Islam, piuttosto che al Signore degli Anelli".

Ricordiamo che il credo religioso dello stesso Moore, sviluppatosi durante tutti questi anni di studio per le proprie opere, poggia sulla magia, e ruota intorno ad un pupazzo di calzini con le fattezze di un dio serpente romano dal nome di Zyrcon.

Moore, infine, rivolge un appello all'ala moderata di tutte queste religioni affinchè non accettino sermoni carichi di odio. Come Gramsci, che odiava gli indifferenti, anche Moore chiede alla maggioranza dei credenti delle suddette tre religioni di schierarsi contro gli estremismi e non accettare passivamente "la materia bruta che strozza l’intelligenza". 

"La maggioranza dei seguaci del Cristianesimo, Ebraismo ed Islam sono moderati ma è giunto per loro il momento di far sentire la propria voce. I problemi creati dai gruppi radicali di ognuna di queste religioni stanno generando delle fratture al vostro interno davvero pericolose. Non rispecchiano per niente lo spirito delle religioni abramitiche".

“Non potrebbero essere classificate come mafiose queste organizzazioni che utilizzano i metodi della paura e dell'intimidazione, e in quanto tali, essere demolite dalle autorità? Se non farete questo voi per primi, allora vivrete la vostra vita per sempre sporcata da questo terribile crimine contro l'umanità".

Leggi tutto...

Alan Moore: quasi pronto il suo libro di magia

  • Pubblicato in News

Alan Moore è pronto a dare alle stampe il suo primo libro di magia. Affiancato in questo viaggio esoterico da magici illustratori quali Kevin O'Neill, Melinda Gebbie, John Coulthart, e Josè Villarrubia, e coadiuvato dalla penna del defunto Steve Moore, The Moon and Serpent Bumper Book of Magic è ormai quasi del tutto pronto, come ha dichiarato lo stesso autore durante una recente intervista a Tim Martin di Aeon Magazine.

"Moore, ci ha detto, terminerà il libro The Moon and Serpent in breve tempo. ‘Non credo che sarà un problema il fatto che uno dei due autori non sia più nel suo piano corporale'".

Il libro avrà una copertina rigida e ben 320 pagine, sarà edito dalla Top Shelf e ancora non si conosce la data di pubblicazione.

M-am-qs

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.