Menu

 

 

 

 

In uscita per Star Comics Baptism di Kazuo Umezz

Esce oggi per Star Comics il primo volume (di tre) di Baptism, una delle opere più celebri di Kazuo Umezz. Di seguito trovate tutti i dettagli nel comunicato dell'editore.

"Il pluripremiato e geniale Kazuo Umezz, noto soprattutto per le sue indimenticabili opere horror, torna con BAPTISM, probabilmente la sua pubblicazione più memorabile, folle e scioccante. Il primo dei tre volumi della serie – che farà parte della collana UMEZZ COLLECTIONN – sarà disponibile a partire dal 28 ottobre.

Preparatevi alla lettura di una storia macabra e disturbante, in cui la componente psicologica occupa una grande importanza, insieme al tema della maternità. L’eccessiva fissazione per la perfezione e la giovinezza della ex stella del cinema Izumi Wakakusa sfocerà in comportamenti deliranti e morbosi, che segneranno il suo destino e quello della malcapitata figlia Sakura, vittima di eccessive attenzioni che nascondono un inquietante e incredibile segreto.

Non perdete il primo volume di questo drammatico e indimenticabile thriller psicologico, disponibile dal 28 ottobre in fumetteria, libreria e store online.

UMEZZ COLLECTIONN 8
BAPTISM n. 1
Kazuo Umezz
15x21, B, b/n e col., con sovraccoperta, pp. 384, € 17,00
Data di uscita: 28/10/2020 in fumetteria, libreria e store online
Isbn 9788822618979

Izumi Wakakusa è una celebre e acclamata attrice letteralmente ossessionata dalla bellezza. Quando un’orribile voglia sfigura il suo volto, la donna si ritira dalle scene e dà alla luce una bambina, Sakura. La piccola cresce viziata e coccolata dalla madre, sotto l’onnipresente supervisione del suo vigile occhio, ma dietro tutte queste amorevoli e morbose attenzioni si nasconde in realtà una maniacale ricerca di perfezione ed eterna giovinezza... Quale terrificante verità si cela dietro la nascita di Sakura?

Umezz (all’anagrafe Kazuo Umezu) nasce a Koya, nella prefettura di Wakayama, il 3 settembre 1936. Ancora studente, debutta come fumettista nel 1955 con il manga Mori no Kyodai. Nel 1962 si trasferisce a Tokyo e si specializza nel genere horror, realizzando opere di notevole successo come Hebi Shojo (1966), Cat Eyed Boy (1967) e Orochi (1969). La consacrazione ad autentica icona del genere arriva grazie all’inquietante Senrei (1974) e al terrificante Aula alla deriva (1975), con cui ottiene il primo posto al 20° “Shogakukan Manga Award”. Troppo eclettico per limitare la sua creatività al solo genere horror, Umezz riesce a raggiungere un notevole successo anche cimentandosi in altri generi, come nel caso della commedia Makoto-chan (1976) o della parabola drammatico fantascientifica Io sono Shingo (1982), che gli vale il prestigioso “Premio al Patrimonio” al Festival di Angoulême 2018. Oltre che fumettista, Umezz è anche cantautore, attore, personaggio televisivo e, dal 2014, regista."

baptism1-1200px

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.