Menu

 

 

 

 

Lucca Comics & Games 2020 non avrà spazi espositivi

Come vi avevamo riportato, Lucca Comics & Games avrà una sua edizione per l'anno 2020, ma l'emergenza Coronavirus ha - naturalmente - reso obbligatorio delle modifiche sostanziali alla manifestazione. Non a caso, l'edizione si chiamerà Lucca Changes, con sottotitolo A new Lucca Comics and Games Story. Quello che ancora non era chiaro era la situazione riguardo gli spazi espositivi dei vari editori.
Il chiarimento è arrivato durante dalla commissione consiliare partecipate, tenutasi in videoconferenza il 20 luglio, alla presenza dei vertici della società partecipata, il presidente Mario Pardini e il direttore generale Emanuele Vietina, come riportato da Luccaindiretta.it.

Come dichiara Vietina: “L’importanza è quello di mantenere il driver economico per gli editori, la portata promozionale degli eventi per gli stessi, i numeri e il dialogo con la community e una delle caratteristiche della manifestazione di Lucca: il contenuto esclusivo. Abbiamo risposto ad alcune eccezioni, che ci sono state prospettate dai grandi eventi esteri, dicendo che per noi il luogo, Lucca, è la manifestazione e che quindi non si sarebbe potuto fare tutto in digitale. L’obiettivo primario, duinque, era quello che ci fosse una manifestazione comunque nella città."

"La città sarà sempre il centro degli eventi di carattere culturale con 7-8 location integrative al teatro del Giglio, cuore pulsante della manifestazione." Continua Vietina. "Ma non ci sarà, anche perché non ci sono indicazioni generali per eventi del genere, una manifestazione di tipo fieristico espositivo. Avremo poi una espansione poi del mondo digitale, quindi i Campfire, luoghi fisici che ospiteranno micro eventi, che abbracciano tutta l’Italia. Questi dovranno essere i nuovi asset strategici: una rete di negozi, che poi sono i nostri espositori e che hanno già risposto in gran numero. Lucca è solo il più grande dei camp: in questi luoghi si potranno comprare le novità in anteprima, ci saranno delle mostre, si potranno fare dei tornei di giochi di ruolo. Infine c’è la Rai come grande partner broadcast che trasmetterà i contenuti della manifestazione. Tutto questo alla ripartenza degli eventi tradizionale ci potrà permettere di ricominciare, anche irrobustiti”.

Nessun padiglione, dunque, e un numero di eventi dislocati per il territorio di Lucca: “In città ci saranno le attività nei palazzi storici, le attività esports in San Romano, il Cosplay nei giardini storici cittadini, in particolare Villa Bottini. I biglietti saranno solo in prevendita on line. Poi si potrà verificare di scalare la grandezza degli eventi in base alla situazione sanitaria del momento. Di base, dunque, non sarà una manifestazione di carattere dinamico ma in principal modo statica”.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.