Menu

 

 

 

 

Addio a Massimo Mattioli, creatore di Pinky e Squeak The Mouse

Ci ha lasciati a 75 anni il fumettista Massimo Mattioli, celebre creatore di Pinky e Squeak The Mouse.
Di seguito la nota stampa dell'editore Coconino Press da cui apprendiamo la notizia:

"Venerdì 23 agosto è morto a Roma dopo una breve malattia Massimo Mattioli, uno dei più geniali autori del fumetto italiano e mondiale, co-fondatore delle riviste Cannibale e Frigidaire. Aveva 75 anni.

Coconino Press si unisce al cordoglio dei familiari e ricorda Massimo Mattioli come un grande maestro di ironia e narrazione. Ci mancherà sempre il suo sguardo acuto e irriverente.

Nato a Roma nel 1943, Massimo Mattioli inizia a pubblicare nel 1965 sulle pagine de Il Vittorioso. Tre anni dopo vive a Londra, dove collabora al magazine Mayfair, e in seguito a Parigi, dove esce con la serie M LE MAGICIEN sulle pagine di Pif Gadget. Nel 1973 iniziano le avventure di PINKY su Il Giornalino, che andranno avanti con cadenza settimanale per più di quarant’anni. Sempre a partire dal 1973 appaiono le strisce di PASQUINO il netturbino sul quotidianoPaese Sera. Nel maggio del 1977, insieme a StefanoTamburini, fonda la fanzine underground Cannibale alla quale si aggiungono presto Filippo Scòzzari, Andrea Pazienza e Tanino Liberatore. Le prime avventure di JOE GALAXY appaiono su Il Male e poi su Cannibale, Frigidaire (1980), Comic Art (1988) e Lupo Alberto Magazine (1992). SQUEAK THE MOUSE nasce su Frigidaire e viene raccolto in volume per la prima volta in Francia nel 1984 da Albin Michel, che nel 1992 dà alle stampe il secondo volume. Nel corso della carriera Mattioli ha pubblicato fumetti su varie riviste in Italia e all’estero, tra cui Artefact, L’Écho des Savanes, Alter, Corto Maltese, El Vibora, Blue e Lapin. Ha realizzato illustrazioni per la pubblicità e per testate quali Vogue e Vanity. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui il francese Prix Phénix nel 1971, lo Yellow Kid a Lucca Comics nel 1975, il Romics d’Oro nel 2009 e il Premio Micheluzzi nel 2010 e 2012."

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.