Menu

 

 

 

np6-6-28

Addio al fumettista Leone Frollo

Ci ha lasciati lo scorso 17 ottobre il fumettista Leone Frollo, noto principalmente per le sue opere erotiche fra cui la celebre Biancaneve di Renzo Barbieri, riproposta di recente dalla 001 Edizioni.

Nato a Venezia nel 1931 e laureato in architettura, il debutto di Frollo avviene nel 1948 sulla rivista Il Risveglio con la storia western "Sui grandi laghi". Fra gli anni '50 e '60, il fumettista collaborerà a diverse riviste per ragazzi, fra cui il Corriere dello Scolaro e il Corriere dei Piccoli oltre a realizzare serie belliche come Battler Britton e western come La Vedova Nera.

Ma è fra la metà degli anni '60 e '70, con l'avvento del fumetto tascabile erotico, che Frollo raggiunge la massima popolarità grazie a fumetti come Lucifera, Biancaneve, Yra, Naga e Casino. Successivamente, l'artista realizzerà il fantascientifico Fan, collaborerà per Lanciostory e Skorpio e, infine, anche per Diva e per Glamour International, per cui realizzerà Mona Street.

La Redazione di Comicus si stringe alla famiglia e agli amici per un sentito cordoglio.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.