Menu

 

 

 

 

La causa Asterix giunge all'epilogo: Albert Uderzo si riconcilia con la figlia

Dopo la recente riappacificazione fra la Marvel e gli eredi di Jack Kirby, un'altra causa legale del mondo del fumetto giunge ad una lieta conclusione.

Ricorderete, infatti, che l'87enne Albert Uderzo, creatore grafico di Asterix, denunciò la figlia e il genero per violenza psicologica.
I due vennero licenziati nel 2007 dalla casa editrice Les Éditions Albert René che deteneva i diritti della serie e di cui Sylvie Uderzo era amministratrice delegata. L'anno successivo, Uderzo vendette la sua quota, che possedeva insieme alla figlia di Goscinny, alla Hachette.
Nel 2011, la donna e il marito intrapresero un'azione legale contro ignoti per circonvenzione di incapace.

Ora, in un comunicato, padre e figlia annunciano la loro conciliazione mentre la corte di Versailles ha dichiarato che Uderzo era perfettamente in grado di prendere decisioni autonomamente circa i diritti delle sue creazioni.

Insomma, come in ogni storia di Asterix che si rispetti, alla fine la pace regna sempre.

Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.