Menu

 

 

 

np6-6-28

Leonardo Cantone

Leonardo Cantone

URL del sito web:

Infinity Countdown: anticipazioni sul nuovo maxi-evento Marvel

Dalle prime anticipazioni sulla prossima miniserie Infinity Countdown della Marvel, vengono rivelati tutti i proprietari delle sei Gemme dell’Infinito. L'editore ha anche rivelato anche il team creativo incaricato di dare vita all'avventura: lo scrittore Gerry Duggan e l'artista Mike Deodato Jr. daranno il via con il one-shot Prime che farà da prologo, Duggan scriverà poi la mini di 5 con Aaron Kuder alle matite e Nick Bradshaw che si occuperà delle cover.

Come previsto, Wolverine e Captain Marvel, entrambi rappresentati nelle cover di Deodato sia per il prologo Prime sia per il primo numero, sono due possessori delle gemme: la coppia sta tenendo in mano, rispettivamente, la Gemma dello Spazio e quella della Realtà. Mentre invece le prime cover indicavano Star Lord in possesso della Gemma del Potere, ora vediamo che sarà Gamora a controllarla.

Viene rivelato che sarà il Super Skrull a possedere una delle restanti Pietre, così come a possederne una sarà Magus, la malvagia incarnazione della realtà alternativa di Adam Warlock. Magus ha già abbastanza familiarità con le pietre: il villain ha persino indossato il Guanto dell’Infinito con tutte le gemme incastonate.
Dalla cover di Prime non si intuisce l’altro possessore di una delle gemme, ma Loki appare in copertina del primo numero della serie: probabilmente è proprio l'Asgardiano ad essere in possesso dell'artefatto cosmico noto come la Gemma della Mente. In Marvel Legacy, il maxievento della scorsa estate, si è visto Loki entrare in possesso della Gemma dello Spazio, poco prima che il redivivo Wolverine la prendesse.

Infinity Countdown Prime #1 arriverà a febbraio, mentre Infinity Countdown #1 proseguirà l’evento a marzo.

INFINITY-COUNTDOWN-PRIME-CVR

INFINITY-COUNTDOWN-001-CVR

Dick Tracy: in arrivo il reboot a fumetti della Archie Comics

The Hollywood Report ha annunciato che la Archie Comics lancerà il reboot del Detective “in giallo” Dick Tracy, creato negli anni ’30 da Chester Gould. La serie sarà co-firmata da Alex Segura e Michael Moreci mentre Thomas Pitilli, già illustratore delle cover di Archie’s Riverdale, curerà i disegni.

Per Segura è "il 'sogno diventato realtà'" mentre Moreci, sottolinea l’importanza del progetto: "Avere l'opportunità di contribuire a questa enorme eredità è un onore e un brivido, e sono così fortunato a lavorare con Alex, Tom e Archie. Alex è un amico e un grande scrittore, e Tom è un artista di talento sconfinato. Penso che stiamo facendo qualcosa di speciale qui, e non vedo l'ora di portare i lettori in una corsa divertente e sfrenata per, si spera, i diversi anni a venire".

Dick Tracy apparve per la prima volta nel 1931 sul quotidiano Detroit Mirror. Gould ha lavorato sul suo personaggio fino al 1977. La nuova serie a fumetti, che avrà le copertine di Francesco Francavilla, farà il suo esordio l'11 aprile 2018.

dick-tracy-cover

dick-tracy-francavilla-cover

Nottetempo, recensione: Luca Russo e il viaggio interiore dell'Io

nottetempo

Dolore, arte, amore, memoria, musica, questi gli ingredienti di Nottetempo, opera di Luca Russo, un viaggio intimo, un nostalgico e riflessivo dialogo interiore che ha, come fil-rouge, il rapporto con se stessi e la propria identità.

Non c’è una trama da raccontare, non c’è una storia in cui si devono seguire le vicende del personaggio, Russo non vuole avvincere il lettore con colpi di scena: un flusso di coscienza dal sapore joyciano che riesce ad agguantare ad ogni tavola. Alberto è un musicista di successo che si ritrova a dover affrontare la morte della moglie, compagnia di una vita, musa ispiratrice della propria arte. Quello che il protagonista affronta è un onirico viaggio all’interno del proprio Io, alla ricerca dell’ispirazione per tornare a fare musica come un tempo. Peggior nemico di se stesso, Alberto, non ci riesce, lascia che la propria conflittualità interiore lo abbandoni alla deriva, in balia dei ricordi dolorosi e dei sensi di colpa.

nottetempo-1

Russo, autore completo del graphic novel, scrive un testo dal ritmo raffinatamente frammentato: frasi, sospese sulle vignette, che dilatano il tempo di lettura, che vanno soppesate e afferrate con la dovuta cautela emotiva. Il flusso di parole vuole essere un fiume lento e inesorabile, che conduce il protagonista, ma anche il lettore, verso una maggiore consapevolezza della propria identità e della propria conflittualità,e che, inesorabilmente, conduce a verità per troppo tempo tenute sopite. Ma ogni cosa occultata, prima o poi, torna in superficie, con più forza, dirompente e straziante.

nottetempo-2

Sul piano visivo l’autore sceglie di operare con un chiaro intento artistico: la scelta di affrontare la pittura digitale non è mero esercizio stilistico, quanto necessità di legare il concetto di arte pittorica realizzata con la pittura ad olio – canonica, identificativa, forse, dell’idea stessa di dipinto “classico” – con quella che può essere considerata la sua contemporanea evoluzione. Un gioco intellettuale e citazionista – rafforzato dalla sequenza in un Museo di Capodimonte rivisitato – che ruota attorno al concetto di arte. Nella postfazione di Alessandra Rullo, storica dell’arte, tale volontà di Russo è evidente: le possibilità per un pittore che utilizzava (o utilizza ancora) la pittura ad olio sono infinite per infiniti esiti, risultato similare alle tecniche di disegno e colorazione digitale.
Russo sceglie una tavolozza di colori relativamente ristretta, restituendo un’atmosfera densa, ovattante, in cui anche gli spiragli luministici non regalano un barlume di serenità. La composizione interna alle vignette, come la giustapposizione delle stesse all’interno delle tavole, è di grande eleganza e impatto visivo e, complice la dimensione onirica ritratta, incantano lo sguardo per la loro grande espressività.

nottetempo-3

Nottetempo, pubblicato in un'ottima edizione cartonata da Tunué, raccoglie la sfida di voler raccontare l’intimità di un individuo e lo fa con la giusta attenzione e, nonostante qualche lieve inciampo in una leggera retorica trattazione dell’ideale artistico, descrive con coinvolgente emotività il contrastante rapporto tra dolore e amore, tra ispirazione ed arte.

Arriva Marvel Rising, franchise animato con Spider-Gwen, Capitan Marvel e altri

Marvel Television ha annunciato un nuovo film d'animazione dal titolo Marvel Rising: Secret Warriors, che vedrà, tra i protagonisti, numerosi personaggi della casa editrice: Spider-Gwen, Squirrel Girl, Ms. Marvel, Quake, Inferno, America Chavez, Patriot, Capitan Marvel e il nuovo Inumano Exile.

Ad anticipare il lungometraggio saranno sei episodi-cortometraggi digitali con Spider-Gwen, mentre il film arriverà nel 2018. La pellicola animata, come ha detto il Marvel Content Director Sana Amant al sito Buzzfeed, "è l'evoluzione di tutti i grandi personaggi che le persone hanno imparato ad amare. […] È nato dal desiderio di poter raccontare le storie di quei personaggi che pensiamo siano i prossimi grandi eroi dell'universo Marvel".

Il cast vocale vedrà il ritorno di numerosi “veterani” dei prodotti animati targati Marvel, che accompagneranno alcune new entry. Kathreen Khavari, che dà la voce a Miss Marvel nella serie animata Avengers: Secret Wars, tornerà nel medesimo ruolo, lo stesso sarà per Chloe Bennet nel ruolo di Quake. Milana Vayntrub darà la voce a Squirrel Girl, oltre che ad interpretarla nella serie live action di New Warriors. Dove Cameron sarà Spider-Gwen, mentre Tyler Posey – della serie Teen Wolf – presterà la voce ad Inferno. Kamil McFadden sarà la voce di Patriot, e la star di Descendants, Booboo Stewart, quella di Exile. A completare il cast troveremo Kim Raver nei panni di Captain Marvel, Dee Baker nel ruolo dello scoiattolo Tippy Toe e di Lockjaw, mentre Ming-Na Wen interpreterà Hala.

marvelrising2

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.