Menu

 

 

 

 

tuttiautopezzi

La lunga marcia di John Lewis, la recensione di March

L’evoluzione della civiltà umana, della Storia, portano in cuor nostro la speranza che in futuro le ingiustizie che ancora oggi esistono scompariranno a mano a mano. In particolare, in tema di diritti civili e di uguaglianza. Vediamo, purtroppo, come ancora ai nostri giorni questo cammino sia tortuoso e come temi quali disuguaglianza, razzismo e assenza di diritti siano ancora attuali e forse non scompariranno mai del tutto. Tuttavia, è innegabile che miglioramenti e importanti passi avanti sono stati fatti, basti vedere alle differenze sociali fra bianchi e neri negli Stati Uniti d’America a metà dello scorso secolo. Se una svolta è arrivata, nonostante le differenze sociali siano ancora presenti (e le notizie di soprusi, violenze e manifestazioni ne sono la testimonianza), questa è avvenuta non per una presa di coscienza collettiva ma grazie alla lotta di donne e uomini coraggiosi e valorosi che, rischiando in prima persona, hanno permesso che questo fosse possibile.

È noto come nell’America degli anni ’50 il razzismo portasse i neri e i bianchi a non essere considerati allo stesso modo, le persone di colore non potevano pranzare nei caffè, sedersi alle prime file sull’autobus o frequentare le stesse scuole dei bianchi. Senza contare le numerose altre ingiustizie sociali, lavorative, senza trascurare gli insulti e i pestaggi che subivano solo perché la loro pelle aveva un colore differente. March, vincitrice del National Book Award, ci consente di addentrarci nel pieno di questa rivoluzione sociale e culturale, di scoprire come questa popolazione ingiustamente discriminata abbia alzato la voce e abbia fatto valere i propri diritti. Un racconto vero quanto duro,ma magnificamente narrato.

march-1

Il valore di un’opera come March non è solo relegato alla sua forma ma soprattutto al suo contenuto. Le vicende narrate nel libro sono ampiamente documentate. Non solo, la figura principale del racconto è quella di John Lewis, politico e attivista di prim’ordine ancora in attività, che è anche fra gli autori del fumetto. Dunque, non solo un libro storico ma anche un auto-biografia, cosa che rende la narrazione ancora più lirica e incisiva. Impossibile, infatti, durante la lettura non soffermarsi a riflettere su quanto letto, commuoversi o arrabbiarsi per vicende realmente accadute i cui echi sono ancora ben visibili. Da questo punto di vista, dunque, l’opera riesce nel suo intendo divulgativo senza essere in alcun modo didascalica ma, al contrario, infondendo grande empatia nel lettore.

In particolare, in questa prima parte ci si sofferma sulla giovinezza di Lewis, sulla sua presa di coscienza e sui primi sit-in organizzati e basati sulla non violenza. Una lotta concreta, fatta a piccoli passi, in cui vediamo Lewis e tutto il movimento protestare pacificamente, entrare nelle tavole calda e sedersi per ordinare qualcosa. Viene descritta con precisione la reazione dei negozianti, dei cittadini bianchi, delle forze dell’ordine e dei politici. Non solo, March ci illustra anche come loro si prepararono a queste proteste, mostrando retroscena e ripercussioni psicologiche non note a tutti.

march-2

Andrew Aydin alla sceneggiatura e Nate Powell ai disegni adattano la vicenda in maniera chiara e lineare mettendosi al servizio della trama grazie a una sceneggiatura attenta ed efficace e a disegni dal tratto lievemente cartoonesco ed estremamente espressivo. È lo stesso Lewis a narrare la vicenda in prima persona a due ragazzi nel suo ufficio, conferendo così a ogni singola vignetta una maggiore valenza.

march-3

March, suddivisa in tre volumi, viene proposta in Italia da Mondadori nella nuova collana Oscar Ink in un brossurato di ottima fattura che ne esalta il contenuto. L’opera, che ha inaugurato insieme a Escobar - El Patron questa nuova avvenuta nel mondo dei fumetti della casa editrice milanese, è sicuramente un ottimo biglietto da visita e mostra come la Mondadori voglia puntare fortemente sul fumetto grazie a titoli di qualità. Una lettura, dunque, estremamente consigliata, sia per il suo valore storico che per la sua validità.

Dati del volume

  • Editore: Mondadori
  • Autori: Testi di John Lewis e Andrew Aydin, disegni di Nate Powell
  • Genere: Storico, biografico
  • Formato: 17x24, B., 144 pp, b/n.
  • Prezzo: 17€
  • ISBN: 978-8804679202
  • Voto della redazione: 8
Torna in alto

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.