Menu

 

 

 

np6-6-28

Eden: l'inferno in Terra, la recensione di Postal 1

MPTAL001ISBN 0

La nuova serie crime della Top Cow parte da un cliché narrativo consolidato: una comunità chiusa che nasconde un segreto. Eden è una città che non è segnalata sulle cartine geografiche né su Google Maps: di fatto, non esiste. Ma è qui che arrivano i criminali decisi a rifarsi una nuova vita lasciandosi tutto alla spalle. Eden non è una città senza legge, sia ben chiaro: è amministrata col pugno duro dal sindaco Laura Shiffron, una donna machiavellica, con l’aiuto dello sceriffo Rory Lafleur.

postal 1

Protagonista di Postal è Mark, figlio di Laura e postino della città, un ragazzo affetto dalla sindrome di Asperger. Questo particolare gli consente di analizzare la realtà in modo inedito e dunque di scovare indizi e particolari che nessun altro vede. Quando una ragazza viene ritrovata morta davanti alla chiesa, Mark scopre che è in realtà sua sorella e che a ucciderla è stato suo padre, Isaac, fondatore di Eden che gli stessi concittadini impiccarono stufi delle sua manie di onnipotenza. Isaac, ora, sfuggito alla morte, è tornato e la tranquillità di Eden è destinata a cessare. Mark, con l’aiuto di Margaret, una cameriera, ex spacciatrice e infiltrata dell’FBI, inizierà ad andare sempre più a fondo ai segreti della città e a capire qual è il suo posto ad Eden.

postal 2

Gli autori Matt Hawkins e Bryan Hill scrivono una vicenda solida, con un protagonista atipico e distaccato, e una serie di comprimari di cui è difficile intravederne le reali qualità morali. Sì, Eden è una città di ex-criminali e ognuno ha il suo segreto. Dopo aver avviato la vicenda nei primi 4 albi, gli autori allargano la visuale mostrandoci eventi e personaggi, nonché abitudini, di questa insolita cittadina. Così, mentre la trama principale avanza, l’affresco che compone Eden si fa sempre più vivo. La serie mantiene una struttura episodica e non gira mai a vuoto, seppur l’intreccio iniziale viene messo da parte per avviare nuove sotto-trame. In generale, il lavoro degli sceneggiatori è valido, specie sui personaggi, e il lettore è spinto a proseguire la lettura. Tuttavia manca qualche intuizione, qualche guizzo che elevi il tutto, oltre a una maggior freschezza nei dialoghi molto classici nella loro impostazione.

postal 3

I disegni di Isacc Goodhart si avvolgono di una costruzione della tavola solida e funzionale che non presenta soluzioni azzardate ma vantano una regia buona. Il suo tratto, tuttavia, risulta un po’ legnoso e la recitazione dei personaggi non sempre spontanea, si nota una certa rigidità di fondo. Un effetto amplificato anche da una colorazione che non sempre risulta naturale nella resa. Tuttavia, sia le matite di Goodhart che i colori di Betsy Gonia restano comunque di buon livello e assolutamente dignitosi riuscendo a sostenere bene la trama ideata dai due autori.

L’edizione Panini 100% HD è ottima come al solito, nel primo volume di Postal sono presenti i primi 8 albi della serie e lo speciale Postal: Dossier 1. Una lettura sicuramente valida di cui attendiamo il seguito per valutarla sul lungo raggio.

Leggi tutto...

Hulu realizzerà il telefilm di Postal della Top Cow

  • Pubblicato in Screen

Hulu adatterà l'acclamata serie a fumetti della Top Cow Postal, scritta da Matt Hawkins e Bryan Hill e disegnata da Isaac Goodhart e Betsy Goni. Il progetto sarà una produzione Matt Tolmach productions e Legendary TV.

Come riporta Deadline, Seth Hoffman (The Walking Dead) sta scrivendo la serie che segue la vicende della città di Eden, Wyoming - una comunità interamente abitata e gestita da criminali in fuga.

Matt Tolmach e Hawkins saranno produttori esecutivi al fianco di David Manpearl e Marc Silvestri. Al momento non c'è una data d'uscita per il telefilm che si trova nelle prime fasi di sviluppo.

Leggi tutto...

MGM adatterà Rising Stars di J. Michael Straczynski per il cinema

  • Pubblicato in Screen

Apprendiamo da Deadline la notizia che la MGM sia interessata ad adattare per il grande schermo il fumetto Rising Stars scritto da J. Michael Straczynski per la Top Cow dal 1999 al 2005, che ha subito proprio dei ritardi di pubblicazione negli ultimi anni per via di dispute legali tra lo scrittore stesso e la casa editrice riguardo ad un possibile film.

Straczynski scriverà la sceneggiatura del film, che sarà prodotto da Alex Gartner e Richard Suckle della Atlas Entertainment. L'autore non è nuovo nel mondo delle pellicole hollywodiane, avendo già realizzato script per World War Z, e Sense8, di cui sta ultimando la seconda stagione per Netflix, mentre al momento di sta occupando anche di un revival del Night Gallery di Rod Serling per Syfy, oltre alla serie sci-fi Red Mars per Spike TV.

La storia ruota attorno a 113 ragazzi che hanno acquisito poteri speciali dopo che uno strano meteorite è caduto sulla Terra mentre loro erano ancora nell'utero materno. Le cose cominceranno a cambiare quando alcuni di loro verranno misteriosamente uccisi.

(Via SHH)

Leggi tutto...

Giunge la fine per Witchblade

  • Pubblicato in News

Ad ottobre la Top Cow festeggerà il ventesimo anniversario della sua serie più celebre, Witchblade... ponendovi fine! Il numero 185, sceneggiato da Ron Marz sarà infatti l'ultimo.

"Questo numero segna la fine di Sara Pezzini come portatrice della Witchblade" ha dichiarato Matt Hawkins, COO della Top Cow. Tuttavia non accadrà nulla di definitivo. "Non morirà, ma prima del suo ritiro dovrà risolvere alcuni conti in sospeso, i fan di lunga data ne rimarranno soddisfatti. Stiamo pianificando da tempo questo ventesimo anniversario e il tempismo ha fatto sì che le cose andassero in questo modo".

Oltre alla storia principale, in coda all'albo ci sarà una back-up story scritta da Marc Silvestri.

WB185covA-SOLICIT-1851a

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.