Menu

 

 

 

np6-6-28

Totally Awesome Hulk: svelata l'identità nascosta del nuovo Hulk

  • Pubblicato in News

Dopo settimane di attesa e teaser promozionali ingannevoli ecco finalmente svelata l'identità del nuovo Hulk che farà il suo esordio sulle pagine di Totally Awesome Hulk il prossimo dicembre. A svelarci il nome è l'Editor-in-Chief della Marvel Axel Alonso che, in un'intervista a Entertainment Weekly ha finalmente detto il nome.

Si tratta di Amadeus Cho, "il quale è stato scelto per una serie di ragioni. Una tra le tante è che fisicamente è simile a Bruce Banner: lui è il debole al quale puoi fare tutto ma il cui aspetto fisico lo rende super cool. In secondo luogo, lui è così diverso da Banner. Hanno la stessa mostruosa intelligenza, ma sono così differenti. È un'adolescente che non ne ha passate ancora tante. Quando Bruce ha ereditato il peso di essere Hulk era già più adulto. E credo sia visibile dal modo in cui reagisce. Amadeus è un ragazzo coraggioso. Ha un chip nella spalla, è il quinto o sesto nella classifica ufficiale delle persone più intelligenti sulla Terra, e credo che potrà crescere in maniera diversa con questo potere".

Ricordiamo che Totally Awesome Hulk sarà scritta da Greg Pak per le matite di Frank Cho. E lo stesso Pak creò nel 2006, affiancato alle matite da Takeshi Miyazawa, il personaggio di Amadeus Cho, che dopo il suo esordio sulle pagine di Amazing Fantasy entrò nel cast di supporto nella run di Pak su Incredible Hulk.

Leggi tutto...

Totally Awesome Hulk: chi sarà Hulk?

  • Pubblicato in News

Continua l'operazione di completamento del teaser promozionale della serie post Secret Wars dedicata al Gigante di Giada. Dopo un primo sguardo in una precedente news, ecco svelato un altro tassello che potrà aiutarci a scoprire l'identità del nuovo Hulk.

Totally Awesome Hulk è realizzata dallo scrittore da Greg Pak e dall'artista Frank Cho,e la Casa delle Idee sta creando una grossa hype intorno a questo personaggio, giocando con immagini come questa. La silhouette disegnata da Cho mostra una maschera famliare, quella di Iron Fist, il che spiegherebbe anche l'avambraccio ancora coperto. Ma nell'altra illustrazione, il capo presenta barba e capelli lunghi, come se il nuovo Hulk fosse Doc Samson.

TotallyAwesomeHulk-t1

TotallyAwesomeHulk-t2

TotallyAwesomeHulk-t3

Insomma, per ora sono solo illazioni, basterà aspettare la lettura del primo numero della serie per capire chi si cela dietro il Golia Verde.

(Via CBR)

Leggi tutto...

Ecco Hulk e l'A-Force post Secret Wars

  • Pubblicato in News

Se la giornata di ieri è stata caratterizzata dagli annunci delle nuove serie, e dei rispettivi team creativi, degli Avengers e dello Squadrone Supremo, oggi è la volte di Hulk e di un altro team che sta riscuotendo un ottimo successo, A-Force.

È stata annunciata, via Comicbook, la nuova serie del Gigante di Giada. A tal proposito dobbiamo registrare il gradito ritorno, nello scenario "All New, All Different" dell'Universo Marvel, di Greg Pak, autore della saga Planet Hulk, e dell'artista Frank Cho.

Grande attesa ed interesse desta la misteriosa identità del nuovo Hulk, di cui Pak non ci anticipa nulla. Dopo una telefonata dell'editor Mark Paniccia, "eccomi di nuovo qui a scrivere di Hulk. Si tratta di un Hulk completamente nuovo con un differente background e differenti motivazioni, che ci offre la possibilità per nuove folli storie e temi che mai avrei immaginato di introdurre prima. Saranno storie immerse nella tradizione delle storie del personaggio che ho amato e alle quali ho contribuito per anni. Ma allo stesso tempo sono completamente diverse. È una grande opportunità, una di quelle alle quali non puoi dire no".

Questo nuovo Hulk, a differenza dell'originale, a.k.a. Bruce Banner, "ama essere Hulk, e questo potrebbe creare dei seri problemi a lui e, a tutti gli eroi e cattivi che entreranno in contatto con lui". Nell'immagine promozionale realizzata da Cho il volto è tenuto volutamente nascosto, anche se l'auore ci conferma che già nella prima uscita l'identità sarà resa nota.

Ovviamente, il mistero che avvolge il destino di Bruce Banner terrà banco tra le pagine della serie. "Amo quel ragazzo, ho scritto storie su di lui per anni, e abbiamo alcune importanti rivelazioni su ciò che gli è accaduto". Sulle pagine di Totally Awesome Hulk si alterneranno anche supereroi del calibro di Spider-Man, She-Hulk e un personaggio che è stato menzionato ma non è ancora apparso. Mentre il ruolo del cattivo sarà ricoperto da una donna, anch'essa ancora sconosciuta.

Dicevamo dell'A-Force, gruppo tutto al femminile che continuerà la sua avventura narrativa anche nella nuova dimensione dell'universo Marvel post Secret Wars. L'annuncio, diffuso via Glamour conferma la presenza di G. Willow Wilson ai testi, accreditato come autore unico (nella serie in corso di pubblicazione negli USA è affiancato da ai testi da Marguerite Bennett).

Il nuovo team sarà composto da She-Hulk, Medusa, Nico Minoru, Dazzler, Captain Marvel e la nuova leva Singularity.

Leggi tutto...

Contratto Marvel-Universal sui diritti di Hulk: il punto della situazione

  • Pubblicato in Screen

Vi siete mai chiesti perchè non sono stati fatti più film in solitaria sul personaggio di Hulk dopo L'incredibile Hulk di Louis Leterrier con protagonista Edward Norton, sebbene il personaggio sia ampiamente sfruttato con grande successo nel franchise degli Avengers? Molte sono state le ipotesi sollevate di recente, addirittura alcune voci sostenevano l'arrivo nei prossimi anni di una nuova pellicola basata sulla saga a fumetti Planet Hulk. Anche lo stesso Mark Ruffalo, l'attore che impersona il golia verde sul grande schermo, aveva dato la colpa al misterioso e mai completamente chiarito contratto tra la Universal Pictures e i Marvel Studios. Ma finalmente Forbes indaga i termini di questa relazione tra le major, facendo luce su ciò che vincola i diritti del personaggio.

Quello che apprendiamo è che la Universal non detiene più i diritti di produzione di Hulk dal lontano 2005, ma possiede solo quelli di distribuzione. Infatti lo studio cinematografico, nella peggiore delle ipotesi, può al massimo rifiutarsi di distribuire una eventuale nuova pellicola sul personaggio, senza però detenere poteri di veto di alcun tipo. Nel caso in cui rifiutasse di voler distribuire il film, la Disney sarebbe sicuramente più che felice di poter sostituire il colosso in tale operazione.
Quindi di certo la Marvel non è spaventata da questo, anche perchè i rapporti con la Universal non sono per nulla messi male, considerando che la major ha distribuito in passato Iron Man, Iron Man 2, Captain America: The First Avenger e Thor.
Inoltre con la svolta su Spider-Man con la Sony Pictures, gli Studios si sono rivelati in grado anche di intavolare una trattativa che andasse bene a entrambe le parti pur di sviluppare qualcosa di loro interesse.

Quindi, sebbene questo contratto rappresenti sicuramente qualcosa da tenere in considerazione, non è di certo l'elemento maggiormente ostacolante un eventuale nuovo progetto. Ma allora perchè non si procede con nuovi film sull'alter ego nerboruto di Bruce Banner? Forbes evidenzia tre principali motivazioni.
Innanzitutto gli scarsi risultati al box office dei due film finora realizzati, Hulk di Ang Lee del 2003 e L'incredibile Hulk del 2008 già menzionato prima. La Marvel non sembra essere disposta ad ora a investire anche 200 milioni di dollari in un franchise che ha già fallito le aspettative due volte, preferendo puntare su altri personaggi del suo parco che presumibilmente possano portare introiti considerevoli. Anche se Hulk, nella sua versione attuale interpretata da Ruffalo, si è dimostrato un personaggio fondamentale per i Vendicatori cinematografici, riscuotendo un grandissimo successo anche tra i fan dei film.

Quindi la seconda motivazione è che il personaggio rende molto meglio in gruppo, come una sorta di "extra" che il pubblico gradisce vedere in un ensemble con altri comprimari, piuttosto che sviluppare un'intera storia incentrata su di esso che potenzialmente rischierebbe di mettere in luce anche i punti deboli insiti nella trattazione dello stesso, che parliamoci chiaro, non sono pochi. Seguire un film su di un grande e overpowered mostro verde per due ore e passa potrebbe risultare alquanto duro da digerire senza una trama particolarmente avvincente.
Anche perchè se si volesse far un film su Hulk come si deve, il personaggio dovrebbe apparire nella sua forma "brutale" per buona parte della pellicola perchè quando non lo si è fatto, i risultati non sono stati particolarmente soddisfacenti. La capacità di rendere altrettanto interessanti gli scontri distruttivi ed epici con i momenti dedicati all'alter ego umano non è per niente facile, anche se negli ultimi lavori che coinvolgono il personaggio, grazie anche alle ottime prove di Mark, si sta sempre più arrivando a equilibrare i due aspetti.

Un'altra questione è quella del budget. Gli effetti speciali, si sa, costano, e se si vuole realizzare un film su di un bestione verde sicuramente non ne servono pochi. Quindi si tratterebbe di superare quota 200 milioni di dollari, non una cifra ridicola, soprattutto perché poi bisognerebbe aggiungere quasi altrettanto per spingere sul marketing e sulla pubblicità della pellicola, che facendo due conti, significa che per essere considerato un buon successo l'incasso al boxoffice deve almeno essere maggiore di 700 milioni.

Questo non vuol dire che la Marvel non sia interessata a un film in solitaria, anche se per il momento preferisce lavorare sul personaggio inserendolo in film corali del MCU. Alla Casa delle Idee ormai sanno bene cosa vuole il pubblico e come ingraziarselo a dovere, quindi sicuramente quando ci sarà la storia giusta da raccontare, gli Studios non si tireranno certo indietro.

E voi cosa ne pensate? Vorreste vederlo un nuovo film in solitaria di Hulk?

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.