Menu

 

 

 

np6-6-28

Ecco spiegato perché il film su Lobo non è ancora stato realizzato

  • Pubblicato in Screen

Tempo fa si era parlato della realizzazione di un progetto cinematografico basato sul personaggio di Lobo, l'assassino e mercenario intergalattico dell'universo DC Comics creato da Keith Giffen e dallo scrittore Roger Slifer. La parte del protagonista dovesse essere affidata a Dwayne Johnson e la regia invece a Brad Peyton, per la produzione di Joel Silver. poi però non si è più saputo niente per anni e, alla fine, l'anno scorso è stato rivelato che l'ex wrestler avrebbe sì interpretato un personaggio DC, ma non quello che ci si aspettava, bensì Shazam. Ora vi riportiamo quelle che sono le parole di quello che avrebbe dovuto essere il regista del film, che ci spiega perchè non se ne è fatto più nulla di questo progetto.

"Penso che quello che stia accadendo con la DC sia la priorizzazione di ciò che deve essere fatto per primo per gettare le basi del DC Universe", ha detto Peyton a ComingSoon.net. "Questo è quello che io credo che stia accadendo proprio da quello che è emerso dai loro discorsi. Parliamo di Justice League, Batman v Superman, Flash, Wonder Woman e Aquaman. Questi sono i pilastri di quell'universo".

"Ero davvero molto entusiasta della sceneggiatura. Ne ho parlato con Dwayne. Io e Joel Silver abbiamo avuto un incontro veramente sorprendente a questo proposito. Ho fatto una riscrittura della sceneggiatura ed ero molto, molto entusiasta. Nella loro valutazione [della DC], però, non era tra i personaggi principali [...]. La Marvel invece sta cominciando a fare film su personaggi minori come Ant-Man e Guardiani della Galassia. Ovviamente però anche loro hanno dovuto cominciare con dei pezzi grossi per preparare The Avengers. Credo che sia la stessa cosa che sta facendo ora la DC. Stanno mettendo in piedi il team”.

E voi cosa ne pensate? Avreste voluto vederlo un film su Lobo con Dwayne Johnson?

Leggi tutto...

Le 10 cose che mancano tra gli annunci DC Comics post-Convergence di giugno

  • Pubblicato in Focus

Dopo avervi parlato delle 10 cose che caratterizzeranno il prossimo giugno in casa DC Comics, e dato un primo sguardo a 10 serie che invece esordiranno nello stesso mese, ecco, adesso, le 10 cose che mancano tra gli annunci fatti.

Andiamo a scoprirle insieme:

cm1
10) Serie settimanali

Uno dei formati editoriali più utilizzati dalla DC, quello delle serie settimanali, non rientra nei piani del post-Convergence. Dopo l'enorme successo di 52, Futures End e Batman Eternal, i settimanali resteranno fermi per un bel po', quasi a voler ribadire il concetto che solo per eventi importanti verrà utilizzato questo tipo di pubblicazione.

cm2
09) Spin-off della Justice League

Durante la gestione Geoff Johns di Justice League, questa è servita, non solo come vetrina per i personaggi di punta della DC, ma anche e soprattutto per sviluppare personaggi e trame da approfondire, poi, su altre testate spin-off. Meraviglia, dunque, il fatto che non siano presenti serie legate alle trame imbastite da Johns, pensando a cosa si sarebbe potuto realizzare con personaggi che hanno recentemente debuttato come la nuova versione di Doom Patrol, o il nuovo corso di Metal Men, o i New Gods con Metron e Mr. Miracle.

cm3
08) Personaggi delle serie TV

Non ci sono dubbi circa il recente successo delle ultime serie TV tratte dalle storie di personaggi DC. Basti pensare a Arrow, Flash (prodotte dalla CW), Gotham della Fox, senza considerare che presto esordiranno Supergirl, DC's Legends of Tomorrow e il potenziale Titans della TNT. Insomma, davvero un ottimo periodo. Eppure, nessuna serie è prevista il prossimo futuro a voler cercare di cavalcare l'onda del successo di tutte queste produzioni seriali.

cm4
07) Tutti quelli che non sono supereroi

Nel corso editoriale New 52, la DC ha inserito titoli legati al mondo della guerra e a quello del western. Sebbene la casa editrice abbia puntato forte su questi due generi, il responso dei lettori non è stato particolarmente favorevole, e nessuna nuova serie dedicata a personaggi senza super poteri è prevista per giugno.

cm5
06) Shazam

Uno dei personaggi ai quali Johns è maggiormente legato e sul quale ha puntato tanto. Sebbene nella fase pre-Convergence siano state scritte molte storie back-up che hanno consentito a Shazam di rientrare sulle pagine di Justice League, alcuna serie solista è prevista per giugno, cosa che invec, sarebbe sicuramente servita per iniziare a creare uno zoccolo duro di lettori in vista della prossima pellicola dedicata al Mortale più forte della Terra.

cm6
05) Un nuovo titolo per Batman

Strano ma vero: non ci sono nuovi titoli legati all'universo dell'Uomo Pipistrello. Se escludiamo Robin: Son of Batman, che sostituirà Batman and Robin, tant'è che sarà il disegnatore storico della serie Patrick Gleason l'autore unico di questa nuova serie, e quel We Are Robin che affronterà tematiche più sociali, che fine hanno fatto i tanti progetti annunciati per Batman? Ci riferiamo al progetto che vedrà coinvolti Scott Snyder e Frank Miller, o quello di Marc Silvestri? Ovviamente il Cavaliere Oscuro apparirà sulle pagine della Justice League of America di Bryan Hitch, ma resta comunque sorprendente la sua assenza. Oppure no, per chi già conosce la verità?

cm7
04) Superboy e Supergirl

Sebbene entrambi compariranno nelle testate dedicate ai team (Superboy in Teen Titans e Supergirl in Justice League United), risulta incomprensibile come ai due non sia dedicata una serie solista, soprattutto se consideriamo che Robin sarà titolare di ben due serie (vedi punto 4) e, soprattutto, che Supergirl a breve sarà la protagonista di una serie TV (vedi punto 08).

cm8
03) La Legione dei Super-Eroi

La Legion of Super-Heroes è un titolo che avuto tante ripartenze nel corso degli anni, e si è cercato in tutti i modi di fare entrare questo team nel cuore dei lettori. Solo con l'avvento di Jeff Lemire questo gruppo ha iniziato a riscuotere un certo consenso, vista la loro presenza sulle pagine della fortunata serie Justice League United. Ebbene, per il primo gruppo di eroi della DC proveniente dal futuro, non ci sarà alcun futuro editoriale.

cm9
02) Geoff Johns
 
Dopo essere stato uno dei principali architetti di questo New 52, ed aver donato nuova linfa a quasi tutti i personaggi della DC Comics, adesso Johns continuerà il suo lavoro esclusivamente sulle pagine di Justice League. Nel frattempo scriverà per la CW nuove puntate di The Flash, e ricoprirà un ruolo fondamentale per la serie TV della CBS, Supergirl. Che sia colpa solo di una mancanza di tempo?

cm10
01) Un tipo di nome Superman

Sebbene comparirà in Action Comics, oltre alle sue serie team-up con Batman e Wonder Woman, e, ovviamente, Justice League, non riusciamo a capire quale futuro riserva la DC per Superman. Sebbene in diverse dichiarazioni Dan DiDio abbia sempre affermato che "Convergence lascerà aperte molte porte", la maggior parte dei fan spera che da quella porta possa entrare il classico Superman, insomma quello sposato con Lois Lane. È probabile che prima di questo ritorno tanto desiderato dai fan, la DC abbia in mente di fargli percorrere una strada più lunga, o semplicemente, nel nuovo corso non sono previsti questi rientri.

(Via Newsarama)

Leggi tutto...

DC Cinematic Universe: riuscirà la Warner a creare un universo cinematografico coeso?

  • Pubblicato in Screen

Con l'annuncio inaspettato l'anno scorso dei 10 film Warner Bros. legati all'universo DC Comics, qualche dubbio era cominciato a nascere. Possibile che la major avesse già concepito l'intero universo cinematografico e come collegare tutti i pezzi per ottenere una coesione globale? Oppure era un modo per sbattere i piedi per terra e dire alla concorrente Marvel "guardate che ci siamo anche noi"? A quanto pare sembrerebbe prevalere la seconda ipotesi rispetto alla prima, alla luce di quanto riportato da THR appreso da fonti interne alla stessa Warner.

Sembrerebbe che non esista un equivalente di Kevin Feige, Presidente dei Marvel Studios, che tiri le fila e supervisioni l'intera costruzione dell'universo DC per il grande schermo. E il problema di come realizzare i film affinché si colleghino sensatamente gli uni con gli altri sembrerebbe cominciare a venire a galla di recente.

Per esempio prendiamo Wonder Woman; la regia è recentemente passata a Patty Jenkin dopo l'abbandono di Michelle MacLaren ma per la sceneggiatura ancora non si sa nulla di certo. Secondo fonti interne sembrerebbe che sia stata affidata a ben 5 scrittori diversi a cui è stato dato un trattamento ed è stato chiesto di scrivere il primo atto. Cinque menti diverse che non hanno collaborato ma sono state ingaggiate per compete tra di loro e al termine di tutto ciò sembrerebbe che la Warner abbia scremato i candidati rimanendo con due: Jason Fuchs (Pan) e un altro scrittore di cui non si sa nulla al momento.
"Sembra che abbiano lanciato merda sul muro per vedere quale rimanesse attaccata" rivela una fonte con legami vicini alla produzione del film. La major infatti punterebbe molto sulla visione della regista per realizzare il film in quanto non ha altro su cui fare affidamento; non esistono linee guida o idee da dover tenere a mente nella sua realizzazione. Tutto viene demandato alla volontà della regista che, come ricordiamo, era anche stata scelta da Marvel per Thor: The Dark World, anche se poi venne successivamente scartata.

Ma Wonder Woman non è l'unica pellicola a subire questo trattamento. Anche per Aquaman sono stati ingaggiati 3 sceneggiatori Will Beall, Jeff Nichols e Kurt Johnstad, sempre per lavorare separatamente. Solo Johnstad sembrerebbe essere l'unico sopravvissuto alla scrematura ma al momento è in sospensione fino a che lo studio non sarà pronto a procedere. Prima infatti in casa Warner si vuole vedere come andranno al botteghino i film che verranno realizzati prima, tra cui Batman v. Superman: Down of Justice di Zack Snyder, che si dice aver superato di gran lunga il budget prefissato di 200 milioni di dollari.

E proprio Snyder sembra essere il principale candidato per il ruolo à la Feige della Distinta Concorrenza. Tuttavia il regista è stato ed è tuttora estremamente preso dal suo primo kolossal targato DC, sebbene gli sia stato chiesto più volte aiuto per settare delle linee guida per la realizzazione dei film. Se non lui allora il produttore Charles Roven o un team di produttori esecutivi Warner, tra cui il Presidente del Creative Development e Worldwide Production Greg Silverman, Jon Berg, il Presidente della DC Entertainment Diane Nelson o il DC Chief Creative Officer Geoff Johns. Questi sono i nomi che girano al momento, insieme a quello di David Ayer a cui è stata data completamente carta bianca per il suo Suicide Squad, di cui stanno uscendo immagini che fanno riflettere su quale possa essere la sua visione della pellicola.

La mancanza di questa componente direzionale globale avrà sicuramente la sua ripercussione sui film e sulla coesione interna dell'universo. Non possiamo che augurarci che venga trovata presto una figura di supervisione o questa potrebbe essere un'altra sonora sconfitta per la DC in campo cinematografico. L'ennesima di una lunga fila.

Leggi tutto...

Identità segreta resa pubblica per un noto eroe DC Comics

  • Pubblicato in News

ATTENZIONE! La seguente news contiene SPOILER!

Continuano a trapelare fondamentali anticipazioni su quello che sarà l'universo DC nel post-Convergence. Dopo avervi svelato, in una precedente news, l'identità del nuovo Batman in armatura, e dopo aver scoperto che la storia della figlia di Darkseid è collegata con quella di Wonder Woman, adesso veniamo a conoscenza di un'altra variazione di status quo dell'altro componente della Trinità della DC.

Un nuova tavola, tratta dall'albo Divergence che sarà distribuito il prossimo 2 maggio durante il Free Comic Book Day, è stata diffusa e possiamo notare come l'identità segreta di Superman è stata rivelata al mondo intero dalla persona più vicina all'ultimo figlio di Kripton, Lois Lane.

Se nel vecchio universo DC, Superman e Lois Lane erano una coppia sposata, in quello New 52! l'Uomo d'Acciaio ha una relazione con Wonder Woman, e non è mai stato con la sua collega al Daily Planet. Il fatto, però, che lei abbia svelato il segreto di Clark al mondo intero probabilmente significa che la situazione si è fatta incandescente!

Ad ogni modo, è stato confermato da Bleeding Cool che non si tratta di una storia immaginaria né di un sogno. È la nuova realtà post-Convergence, come potete vedere nella gallery in basso.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.