Menu

 

 

 

np6-6-28

Astorina e Oscar Ink: un volume per i 55 anni di Eva Kant

  • Pubblicato in News

Riceviamo e pubblichiamo:

BUON COMPLEANNO EVA KANT

Per festeggiare i 55 anni di Eva Kant, Astorina e Oscar INK pubblicano un volume dedicato alla prima apparizione dell’affascinante compagna di Diabolik.

Per sapere finalmente tutto del primo incontro tra Diabolik e Eva, di come lei lo salvò dalla ghigliottina e di quando, insieme, si vendicarono di chi l’aveva tradito.
Retroscena e dettagli inediti dei giorni che videro la nascita del rapporto tra Lady Kant e il Re del Terrore.

Prefazione di Concita De Gregorio.

Era il 1963 quando Eva Kant, affascinante quanto misteriosa dama bionda, fece il suo ingresso nella vita di Diabolik e nella storia del fumetto per non uscirne più. Da allora Eva e Diabolik, conosciutisi sul luogo del delitto, con lei che lo coglie sul fatto per poi salvarlo dalla ghigliottina, sono diventati un binomio inscindibile, complici inseparabili nel crimine come nella vita. Eva ha dimostrato di essere una compagna tenace, di essere capace di non farsi rubare la scena da un compagno tanto celebre: in questo mezzo secolo (e oltre) ha conquistato il pubblico creandosi un profilo ben preciso che conquista con la sua intelligenza, la sua destrezza, il suo coraggio, ma anche la sua eleganza, arrivando a imporsi come icona di stile con la pettinatura ispirata a Grace Kelly, il fisico statuario e il cognome preso in prestito da un importante filosofo tedesco.

Oggi, a 55 anni di distanza dalla sua prima apparizione,per festeggiare un anniversario tanto importante Astorina e Oscar INK le dedicano un prezioso volume intitolato “Eva Kant entra in scena”,un vero e proprio remake, così come capita nel cinema, un omaggio alla versione originale di una storia che nulla toglie alla stessa… semmai, aggiunge.  Quando Angela e Luciana Giussani, creatrici di Diabolik, scrissero il terzo e il quarto episodio della diabolika saga (“L’arresto di Diabolik” e “Atroce vendetta”) non potevano immaginare come si sarebbe evoluta, quanto sarebbe cresciuta. Agli autori di questo remake, scritto nel 2012 da Mario Gomboli e Tito Faraci, e disegnato da Giuseppe Palumbo, è toccato il compito di rendere coerente quella storia con le centinaia successive. Nel massimo rispetto della versione originale, ovviamente. Eccoci allora a rivivere quel fatale incontro sul luogo del delitto, quel rocambolesco salvataggio dalla lama della ghigliottina ma con tanti dettagli che connettono i due protagonisti con le storie che verranno e che ci svelano particolari inediti tutti da scoprire, partendo da un flashback e tanti ricordi narrati proprio da Eva con non pochi colpi di scena… compreso il primo bacio! Il tutto arricchito da una serie di rimandi e citazioni che i più appassionati fan di Diabolik potranno riconoscere e decodificare.

Ad introdurre il volume, che ripropone questo remake in una nuova veste editoriale, una preziosa prefazione firmata dalla giornalista Concita De Gregorio, grande fan di Diabolik ma soprattutto di Eva, che così la descrive: “È feroce, è stupenda. Un incrocio fra Kim Novak e Grace Kelly, la Donna Bianca. Fredda, suadente, irresistibile. Quelle donne che fanno impazzire gli uomini (e le donne, certo) nel desiderio di espugnarle perché non sono di nessuno, non sai mai cosa pensano, non ti lasciano entrare nei sogni e forse mentono quando sorridono, e poi no invece ti tendono la mano e ti salvano la vita ma sempre resta il dubbio che spariscano, un giorno, senza lasciare nell’armadio neppure l’odore degli abiti. Incantevoli, gli abiti. Mai una maglia slabbrata nell’afa di agosto, mai un pigiama di felpa a gennaio. Quelle donne che hanno bisogno di te – credi – ma mai quanto tu hai bisogno del loro bisogno”.

EVA KANT ENTRA IN SCENA
Astorina – Oscar INK
184 pagg.
19 euro
Soggetto di Mario Gomboli e Tito Faraci
Sceneggiatura di Tito Faraci
Disegni di Giuseppe Palumbo
Disegni di collegamento Pierluigi Cerveglieri
Introduzione di Concita De Gregorio
Copertina-Poster di Giuseppe Palumbo

In libreria e fumetteria dal 28 agosto 2018

EVA KANT

Bionda, bellissima, occhi verdi, la compagna del Re del Terrore appare per la prima volta nell’episodio L’ARRESTO DI DIABOLIK, del marzo del ’63.

Lady Kant è vedova di Lord Anthony Kant, ambasciatore del Sudafrica morto in circostanze misteriose e sospette. È stato infatti sbranato da una pantera, ufficialmente nel corso di una battuta di caccia. Ma si dice che, in realtà, a spingerlo nelle fauci della belva sia stata la moglie. E lei, al suo primo incontro con Diabolik, dichiara, quasi vantandosene, di essere una donna pericolosa, con trascorsi di avventuriera e spia industriale. Dimostra immediatamente una freddezza e una determinazione pari a quella di Diabolik, salvandolo in extremis dalla ghigliottina. Nel tempo ammorbidirà la propria immagine con una sensualità raffinata e misteriosa, antitetica a ogni volgarità, costruendo un rapporto di coppia solidissimo e basato sulla condivisione dello stesso stile di vita.

Per qualche anno Eva accetta un ruolo di spalla, subordinata alle decisioni di Diabolik. Ma poi comincerà un percorso di crescita che la porterà a essere sempre più autonoma, indipendente, libera. E lui le lascia sempre più spazio. Capisce quanto abbia bisogno di lei, e quanto rispetto le debba. Oggi Eva Kant riesce a brillare di luce propria, anche a fianco di Diabolik. 

Interpretata dalla bella Marisa Mell nel film “Diabolik” di Mario Bava nel 1967, sempre più spesso Eva è stata il personaggio principale di significativi episodi della serie regolare ed è diventata testimonial di manuali di divulgazione (Senza paura, ed. BD), campagne pubblicitarie (Renault Twingo), videoclip musicali (interpretata da Claudia Gerini nel video della canzone “Amore impossibile” dei Tiromancino) e molte altre iniziative.

ALTRE USCITE DI AGOSTO

Inedito
In uscita il 1 agosto 2018
Sempre più a rischio
Era un piano impeccabile per un bottino eccezionale. Ma gli imprevisti sono sempre in agguato e per Diabolik ed Eva non saranno più in gioco i diamanti di Luciano Cross ma qualcosa di molto più prezioso.
Soggetto: M. Gomboli e A. Pasini
Da un’idea di M. Iudica
Sceneggiatura: R. Altariva
Disegni: G. Di Bernardo
Copertina: M. Buffagni

R 686
In uscita il 10/08/2018
Anno XLIII (2004) n. 4
L’allieva
Molti hanno cercato di imitare Diabolik, ma nessuno ci è riuscito. Eppure l’idea di ricoprire il ruolo di “maestro” sembra solleticare la vanità del Re del Terrore. Forse anche perché le sue lezioni sono seguite attentamente da una giovane, promettente allieva.
Soggetto: T. Faraci e V. Sancesario
Sceneggiatura: T. Faraci
Disegni: E. Facciolo e G. Montorio
Copertina: S. e P. Zaniboni

Swiisss 291
In uscita il 20/08/2018
Anno XIV (1975), n. 12
Sfida alla polizia
Con Ginko ormai dimesso, il suo ruolo passa all’arrogante ispettore Evans. Questi, certo di poter riuscire dove il suo predecessore ha sempre fallito, lancia una sfida a Diabolik; e Diabolik, ovviamente, è più che felice di accettarla.
Testi di A. e L. Giussani
Disegni: G. Coretti e F. Paludetti

Leggi tutto...

Diabolik: anteprima esclusiva dell'inedito di febbario 2018 intitolato L'esca

  • Pubblicato in News

Vi presentiamo, in esclusiva, 7 tavole dall'inedito di Diabolik intitolato "L'esca" e in uscita il prossimo 1° febbraio. Di seguito trovate sinossi e dati mentre, nella gallery in basso, le tavole.

"La caccia serrata a Stefano Solez continua in un lontano paese dell’Est, ma qui un terzo, anomalo elemento è entrato in gioco. Impossibile prevedere come questo potrà interferire nei piani di Ginko e Diabolik.
Perché abbiamo camuffato il personaggio in copertina?
Perché è un volto già noto ai nostri lettori e la sua comparsa, nelle ultime pagine del numero di gennaio, è un colpo di scena che non volevamo rovinare."

Soggetto: M. Gomboli e T. Faraci
Sceneggiatura: T. Faraci
Disegni: E. Barison
Copertina: M. Buffagni

Leggi tutto...

Oscar Ink: un volume che celebra i 55 anni di Diabolik con grandi artisti

  • Pubblicato in News

Astorina e Oscar Ink uniscono nuovamente le forze per dar vita a un volume celebrativo per i 55 anni di Diabolik. Per l'occasione, 20 artisti del presente e del passato offrono la loro visione del Re del Terrore, con storie brevi. Il volume, intitolato Diabolik - Fuori dagli schemi, uscirà in anteprima a Lucca Comics & Games per poi approdare in llibreria e fumetteria. Di seguito, il comunicato ufficiale con tutti i dettagli. Nella gallery in basso, alcune immagini d'anteprima.

"Diabolik compie 55 anni: per l’occasione Astorina e Oscar INK pubblicano un volume speciale con brevi storie disegnate dai più importanti maestri del fumetto italiano

Diabolik fuori dagli schemi

Diabolik visto da Giancarlo Alessandrini, Roberto Baldazzini, Giacomo Bevilacqua, Giuseppe Camuncoli, Massimo Carnevale, Claudio Castellini, Giorgio Cavazzano, Luca Enoch, Enzo Facciolo, Vittorio Giardino, Arturo Lozzi, Corrado Mastantuono, Lorenzo Mattotti, Ivo Milazzo, Franco Paludetti, Giuseppe Palumbo, Sergio Toppi, Claudio Villa, Sergio Zaniboni, Silvia Ziche.

Copertina e prefazione di Milo Manara

La storia

55 anni fa, nel 1962, le sorelle Angela e Luciana Giussani, due intraprendenti signore della buona borghesia milanese, davano vita a uno dei personaggi più longevi e di successo del fumetto italiano: Diabolik. Il primo numero, intitolato «Il re del terrore», cambierà la storia del fumetto. A cominciare dalla inedita copertina: una donna urlante sovrastata da due occhi minacciosi che occupano buona parte del fronte. In alto campeggia il logo ideato da Remo Berselli, immutato da allora, e un sottotitolo: “Il fumetto del brivido”. All'interno viene raccontata una storia avvincente, un vero e proprio giallo/noir che ha per protagonista un ladro geniale, un assassino spietato. Con colpo di scena finale: il criminale riesce a scappare e a beffarsi dalle forze dell’ordine. Accanto a Diabolik due personaggi che entreranno nel cuore del pubblico: l’ispettore Ginko, il suo acerrimo nemico, e Eva Kant, sua affascinante compagna e complice. Leggenda vuole che l’idea sia venuta ad Angela osservando i pendolari delle Ferrovie Nord Milano, potenziali lettori di un fumetto, in formato tascabile, rivolto a un pubblico adulto con protagonista un imprendibile ladro, affascinante e misterioso come il francese Fantômas.

Oggi

Dopo 55 anni Diabolik rinnova ogni mese, con un albo inedito (è arrivato all’episodio n. 850!) il suo successo, confermandosi uno dei personaggi più amati dal pubblico italiano. Astorina e Oscar INK chiudono questo anno di festeggiamenti e celebrazioni con la pubblicazione di un volume intitolato DIABOLIK FUORI DAGLI SCHEMI: una raccolta di storie brevi disegnate da Maestri del fumetto italiano che hanno reinterpretato il mito di Diabolik ridisegnandolo con il loro stile inconfondibile, a partire dalla provocante copertina firmata da Milo Manara, autore anche della prefazione. Le storie, sceneggiate da penne “diabolike” del calibro di Daniele Brolli, Alfredo Castelli, Tito Faraci, Licia Ferraresi e Mario Gomboli, sono state disegnate da Giancarlo Alessandrini (Martin Mystere), Roberto Baldazzini (Casa Howhard), Giacomo Bevilacqua (A Panda Piace), Giuseppe Camuncoli (Spider-Man), Massimo Carnevale (Dylan Dog), Claudio Castellini (Nathan Never), Giorgio Cavazzano (Topolino), Luca Enoch (Drago Nero), Enzo Facciolo (Diabolik), Vittorio Giardino (Max Fridman), Arturo Lozzi (Dampyr), Corrado Mastantuono (Tex Willer), Lorenzo Mattotti (Fuochi,Jekyll & Hyde), Ivo Milazzo (Ken Parker), Franco Paludetti (Diabolik), Giuseppe Palumbo (Ramarro), Sergio Toppi (Giulia), Claudio Villa (Tex Willer), Sergio Zaniboni (Diabolik) e Silvia Ziche (Topolino). Tratti diversissimi tra loro che ci raccontano un Diabolik originale ma sempre avvincente, misterioso, inafferrabile.

Il precedente

Scrive Mario Gomboli, direttore editoriale di Astorina:

“Nel 2001, in previsione del quarantennale di Diabolik, nato nel 1962, cercavamo un’idea che celebrasse il personaggio. In quarant’anni il Re del Terrore ne aveva fatta di strada, non solo nel mondo del fumetto: a lui era stato dedicato un film, canzoni, serie di sceneggiati radiofonici e cartoni animati; su di lui erano stati scritti saggi e romanzi; la sua immagine era apparsa su poster, quadri, magliette e gadget di ogni genere. Era ormai noto a tutti, anche a chi non ne aveva mai letto un episodio a fumetti. Ma il contesto della ‘letteratura disegnata’ rimaneva quello più ‘suo’, e allora si pensò di chiedere ad artisti dell’ambiente, anche e soprattutto a quelli che erano più distanti dal suo ‘stile’, di illustrare brevi storie e raccoglierle in un volume. Era nata l’idea di un’opera che avrebbe avuto per titolo Diabolik visto da lontano. Fu Daniele Brolli a organizzare l’operazione, ma subito trovammo la collaborazione di sceneggiatori come Alfredo Castelli, Tito Faraci e altri. Persino Sergio Bonelli ci diede il suo appoggio e scrisse la prefazione. E i disegnatori, grandi disegnatori, non furono da meno, entusiasmati dall’idea di cimentarsi con quella che era un’icona del fumetto italiano. Sono passati quindici anni da quando, nel 2002, Astorina pubblicò Diabolik visto da lontano, con grande successo di critica e pubblico. Quel volume è ormai fuori catalogo e quindi ci è sembrato – oggi che il Re del Terrore festeggia 55 anni di successi – il momento di riproporlo, in una nuova veste e arricchito da nuovi interventi. Come amavano ripetere le sorelle Giussani, brindando: «Lunga vita a Diabolik!»”.

DIABOLIK FUORI DAGLI SCHEMI (Astorina/Oscar Ink, 192 pagg, 19 euro), sarà disponibile in anteprima a Lucca Comics and Games, dal 1 al 5 novembre, presso lo stand Astorina (Padiglione Napoleone – Stand 135) e distribuito in tutte le librerie e fumetterie."

Leggi tutto...

Anteprima esclusiva de Il Grande Diabolik 1/2017: La maschera e il volto

  • Pubblicato in News

Vi proponiamo, nella gallery in basso, un'anteprima esclusiva de Il Grande Diabolik 1/2017 dal titolo "La maschera e il volto" di Mario Gomboli, Tito Faraci, Giuseppe Palumbo e Giuseppe Di Bernardo, in uscita il prossimo 1° maggio. Di seguito la sinossi e i dati del volume.

Una mostra d’arte, una scultura particolare, e una marea di ricordi che travolge Diabolik. Ricordi dolci di giochi infantili, ricordi tristi di amicizie perdute, ricordi amari di imbrogli e tradimenti. Ma su tutti il ricordo di un volto che si era rivelato essere una maschera.

Soggetto: Mario Gomboli e Tito Faraci
Sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Giuseppe Palumbo
Disegni di prologo e epilogo: Giuseppe Di Bernardo
Copertina: Giuseppe Palumbo
Colori di copertina: Luca Bulgheroni
196 pagine, formato 16,5 x 21,0 cm., 4,90 euro

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.