Menu

 

 

 

np6-6-28

Gennaro Costanzo

Gennaro Costanzo

Follow me on Twitter

URL del sito web:

James Gunn non dirigerà più Guardians of the Galaxy Vol. 3

Il regista James Gunn non dirigerà più il terzo capitolo della saga cinematografica de I Guardiani della Galassia. La motivazione è dovuta ad alcuni vecchi tweet riemersi del regista in cui Gunn ironizzava su argomenti controversi come la pedofilia e lo stupro. Gunn, che è un critico esplicito del presidente Donald Trump, ha cancellato il suo account Twitter.

"Gli atteggiamenti offensivi e le dichiarazioni scoperte sul feed Twitter di James sono indifendibili e incoerenti con i valori del nostro studio, e abbiamo interrotto i nostri rapporti commerciali con lui", ha dichiarato il presidente di Walt Disney Studios Alan Horn.

Prima di cancellare il suo account, Gunn ha twittato: "Molte persone che hanno seguito la mia carriera mi conoscono da quando ho iniziato, mi considero un provocatore, facendo film e raccontando barzellette considerate oltraggiose e tabù. Come ho spiegato pubblicamente molte volte, sono maturato come persona, così anche il mio lavoro e il mio umorismo".

I tweet sono venuti alla luce dopo che il sito web conservatore The Daily Caller li ha ripostati. I messaggi risalgono per la maggior parte al 2008 e al 2009. Poco dopo, personalità conservatrici hanno twittato ai follower di confrontarsi con Gunn al Comic-Con. Era previsto che il regista fosse presente alla presentazione di Sony oggi, ma mon è ancora chiaro se sarà presente.

Gunn ha scritto la sceneggiatura di Guardiani 3, e l'inizio delle riprese erano previste per quest'anno ad Atlanta. Il film ha come data d'uscita il 2020 e, come dichiarato in precedenza da Kevin Feige, il regista avrebbe continuato la sua collaborazione con la Marvel per altre pellicole.

(Via THR)

SDCC18: svelati nuovi dettagli sulla storia dei 3 Joker di Geoff Johns e Jason Fabok

Come noto, Geoff Johns e Jason Fabok sono a lavoro su una storia incentrata sul segreto dei tre Joker. Al San Diego Comic-Con è stato svelato che la storia verrà pubblicata per l'etichetta Black Label della DC Comics.

Durante la manifestazione, Johns ha mostrato la cover del primo albo della mini di tre numeri, che lo sceneggiatore ha descritto come "una storia emotiva basata sul mistero del Joker... si concentrerà su Bruce, Barbara e Jason." Johns ha promesso che, anche se la serie farà parte dell'etichetta Black Label, avrà comunque elementi che si svolgono nella continuity del DC Universe principale.

"Non ho mai realizzato una storia di Batman al di là di Batman: Earth One, e se ho intenzione di raccontare una storia di Batman, voglio che sia incredibile, qualcosa che nessuno ha mai visto prima. Questa è una storia sul dolore condiviso tra Bruce, Barbara e Jason e sul modo in cui alcune cicatrici guariscono male e alcune guariscono bene", ha detto Johns.

"Alla fine di questa serie, Bruce e il Joker avranno una relazione completamente diversa da quella che hanno ora", ha aggiunto Johns. "C'è una scena davvero divertente in cui Joker guida questo camion e arriva nel bosco e sale in questa baita nei boschi e c'è un altro Joker in piedi sulla porta con indosso una camicia hawaiana e il Joker che ha guidato dice: 'Questo è la mia maglietta.'"

Batman-Three-Jokers

(Via CBR)

SDCC18: annunciata una nuova stagione di Star Wars: The Clone Wars

Con una mossa a sorpresa, la Lucasfilm ha annunciato il ritorno di Star Wars: The Clone Wars. La serie animata, che ha debuttato 10 anni fa, tornerà con 12 episodi sul futuro servizio streming della Disney.

Star Wars: The Clone Wars ha fatto il suo esordio nel 2008 ed è diventato un punto di ingresso per Star Wars per un'intera generazione, seguendo le vicende di Anakin Skywalker, Obi-Wan Kenobi e Padmé Amidala e introducendo nuovi personaggi Ahsoka Tano e il Capitano Rex.

Di seguito, potete vedere il trailer e il poster della nuova stagione della serie.

Grant Morrison e Liam Sharp rilanciano Lanterna Verde

È arrivata la conferma ufficiale, Grant Morrison e Liam Sharp sranno il nuovo team artistico di Lanterna Verde, come diffuso da IGN.

"Invece delle grandi, epiche storie in 12 parti, ci concentriamo sulla vita di tutti i giorni di un poliziotto spaziale: in fondo, non ci sono più trame di apocalisse", ha detto Morrison. "Il concetto base è che [Hal Jorda ] è come un poliziotto spaziale che pattuglia un settore dell'universo in cui tutto può accadere. L'abbiamo reso più simile a un poliziesco".

La loro storia inizia con Hal che ha il compito di rintracciare tre fuggitivi che si sono schiantati sulla Terra mentre venivano trasportati in una prigione da un'altra Lanterna Verde. Sebbene ci siano altre Lanterne assegnate alla Terra, la run di Morrison si concentrerà su Hal.

"È un solitario e un vagabondo, è un uomo irriducibile. È bello fare qualcosa ‘vecchio stile’, ha dichiarato Sharp.

"Hal Jordan è un buon poliziotto, ma è davvero un bravo ragazzo?" Morrison ha aggiunto. "Analizzeremo le sue relazioni e al modo in cui tratta le persone e anche al fatto che, se hai un lavoro come poliziotto spaziale, è difficile rimanere bloccati sul pianeta Terra. C’è vita su altri pianeti, esamineremo un sacco di cose che non penso si siano visto con Hal Jordan".

Green Lantern #1 di Morrison e Sharp è previsto per novembre. Di seguito, le prime tavole diffuse.

Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.