Menu

 

 

 

np6-6-28

Kevin Feige parla del ruolo di Spider-Man e di Pantera Nera nel MCU, anticipazioni per Doctor Strange

  • Pubblicato in Screen

Ieri vi abbiamo riportato un'intervista del Presidente dei Marvel Studios Kevin Feige relativamente al nuovo film di Spider-Man previsto per il 2017, nato dalla collaborazione di Sony Pictures e Marvel Studios. Ora lo stesso Feige ritorna sull'argomento, in un'intervista a Zap2it, spiegando meglio il suo ruolo nel MCU e il rapporto con gli Avengers.

"La cosa migliore è... che prende vita nel MCU. Sarà la prima volta in cui potrete vedere lo stesso Spider-Man dei fumetti, un tipo di eroe molto diverso dagli altri presenti in questo universo".

"Fino a questo momento, negli altri film di Spidey, lui era l'unico eroe in circolazione, ma ora non lo è più. Ora è un ragazzino del Queens con questi poteri e ha altri [supereoir] a cui guardare". Per quanto riguarda il ruolo in Captain America: Civil War, Feige ha detto: "Lui vuole essere come questi altri personaggi? Oppure non vuole avere nulla a che fare con loro? Come influisce questo sulla sua esperienza? Queste sono tutte cose con cui Stan Lee e Steve Ditko hanno giocato nei primi 10 anni del fumetto e che ora possiamo anche noi mettere in scena per la prima volta".

In una intervista a Birth.Movies.Death ha invece rivelato le seguenti informazioni.

“È una soap opera al liceo" ha detto Feige. "Non vediamo da molto tempo un film alla John Hughes. Ma non è che vogliamo fare un film alla John Hughes – solo lui potrebbe – ma ne prendiamo esempio, ci ispiriamo a lui, e unire questi aspetti con il genere supereroistico in un modo che non abbiamo mai fatto prima ci entusiasma molto".

Parlando del Doctor Strange di Benedict Cumberbatch ha poi commentato:

“Al termine di Ant-Man, abbiamo mandato il protagonista ad affrontare un viaggio allucinante. Qualcosa che non sia è mai vista in un film sul rimpicciolimento dei personaggi, ma rappresenta solo la punta della stranezza e della follia allucinante con cui avremo a che fare con Strange, che credo sorprenderà molto il pubblico”.

Ha infine messo meglio a fuoco il ruolo di T’Challa, alias Pantera Nera, nel film Captain America: Civil War, in cui farà il suo debutto interpretato da Chadwick Boseman.

"È un ruolo che è ancora nella sua fase embrionale, è un mantello che sta solo cominciando ad indossare perché suo padre è ormai vecchio. La ragione per cui lo abbiamo introdotto in Civil War è perché abbiamo bisogno di una terza parte. Avevamo bisogno di occhi nuovi che non si sono integrati con gli Avengers e che possiedono un punto di vista molto diverso sia da Tony che da Steve. Abbiamo detto, 'Abbiamo bisogno di qualcuno come Pantera Nera... perché non usiamo quindi Pantera Nera?' Ecco come è andata nel processo di sviluppo".

"Oggi, in uno scenario pre-Civil War e post-Ultron, credo che lui e suo padre stiano pensando 'un bel po' di vibranio è stato portato fuori dal paese e ha causato un sacco di danni. Forse non possiamo più stare dietro a questi confini, forse dobbiamo mettere fuori la testa e fare almeno un tentativo di essere una parte del resto del mondo in questo momento, e allo stesso tempo proteggere la nostra gente'. Questo è il tipo di situazione in cui lo troviamo in Civil War".

Leggi tutto...

Spider-Man: Kevin Feige parla della partnership tra Marvel Studios e Sony Pictures

  • Pubblicato in Screen

Ormai lo sanno tutti che finalmente è stato deciso, dopo un lungo periodo di trattative, il volto del nuovo Spider-Man cinematografico nato dalla collaborazione tra Marvel Studios e Sony Pictures. Tom Holland dal canto suo ha già mostrato la sua preparazione per il personaggio, ma ora lasciamo la parola a Kevin Feige, Presidente dei Marvel Studios, che in una breve intervista a SuperHeroHype ha parlato proprio del contratto e della partnership tra le due major.

"In questo momento, siamo tutti focalizzati sulla produzione del nuovo film in solitaria di Spider-Man. Questo è quello su cui è focalizzata Sony. E tutto ciò che è accaduto prima o che accadrà dopo, resta ancora da vedere, ma per ora si tratta solo di produrre il miglior film di Spider-Man possibile, sicuramente nell'Universo Sony".

Parlando poi di quanto fatto nei film precedenti, in particolare di quelli della trilogia di Sam Raimi, e se ci fosse qualcosa che vorrebbe riportare in vita di quei film ha detto:
"Vogliamo che [il nostro film] sia distinto dagli altri, ma alcuni di quei film su Spider-Man... penso che Spider-Man 2 sia uno dei migliori film di supereroi di sempre, è difficile esserne all'altezza".

Leggi tutto...

Tom Holland, il nuovo Spider-Man, in azione in alcuni video

  • Pubblicato in Screen

Vi abbiamo riportato ieri la news che Tom Holland è il nuovo Spider-Man cinematografico. L'attore ha dovuto battere una spietata concorrenza per ottenere il ruolo, come ricorderete dall'ultimo di vari articoli in cui vi riportavamo di volta in volta una lista di candidati sempre più ristretta.

Alcuni giorni prima dell'annuncio ufficiale sul sito Marvel, Holland aveva postato alcuni video su Instagram in cui mostrava le sue doti atletiche da novello Uomo Ragno. Li trovate qui di seguito, che vene pare?

Bored

Un video pubblicato da ✌️ (@tomholland2013) in data:

More fun more fun

Un video pubblicato da ✌️ (@tomholland2013) in data:

Fun fun fun

Un video pubblicato da ✌️ (@tomholland2013) in data:

Il prossimo film di Spider-Man, diretto da Jon Watts, farà il suo esordio al cinema nelle sale IMAX e 3D, prodotto e distribuito da Sony Pictures, il 28 luglio 2017. Holland, invece, vestirà i panni dell'eroe già nel prossimo Captain America: Civil War previsto per il 6 maggio 2016.

Leggi tutto...

Spider-Man, per Stan Lee deve essere fedele alla versione originale

  • Pubblicato in News

È di pochi giorni fa la notizia che il nuovo corso di Spider-Man post Secret Wars vedrà Miles Morales indossare il costume del tessiragnatele. La notizia ha subito creato forti reazioni, e non poteva mancare il pensiero di uno dei due co-creatori del personaggio, Stan Lee.

Lee si dimostra restio ad un cambiamento, anche sul grande schermo, così radicale delle caratteristiche del personaggio. E ci spiega il perché. "Non mi dispiacerebbe. Se Peter Parker fosse stato pensato originariamente nero, o latino, o indiano o qualsiasi altra cosa, quello sarebbe il modo in cui dovrebbe restare. Originariamente l'abbiamo creato bianco, e non trovo ragioni per cambiarlo". Nell'accordo tra la Marvel e la Sony Pictures per la realizzazione dei film di Spider-Man, ad esempio, viene specificato come Peter Parker debba essere di sesso maschile, non fumatore né alcolista o comunque solito bere alcolici, e non deve essere un omosessuale. 

Anche il costume classico rosso e blu è un elemento fondamentale per rendere riconoscibile il personaggio. "Quello che mi piace del costume è che chiunque legga le storie di Spider-Man in qualsiasi parte del mondo può immaginare se stesso sotto la maschera, e questa è una cosa buona".

Tra i diversi elementi che fanno parte dell'accordo Marvel/Sony c'è anche la provenienza del personaggio, originario di New York. "Penso che se un personaggio immaginario proviene da un luogo reale ciò rende lo stesso più reale. Quando ero giovane, mi piaceva leggere Sherlock Holmes. E il fatto che sia vissuto in Baker Street a Londra, un luogo reale, mi ha fatto piacere di più le storie, le ho lette con un maggiore senso di autenticità".

"Penso che il mondo abbia un posto per i supereroi gay, certo" continua Stan analizzando anche i gusti sessuali di Spider-Man. "Ma ancora una volta, non vedo alcuna ragione di modificare le inclinazioni sessuali di un personaggio una volta che sono già state stabilite. Non ho alcun problema circa la creazione di nuovi supereroi omosessuali".

Ad ogni modo, dopo la notizia che Tom Holland è il nuovo Spider-Man al cinema, Lee può dormire sogni tranquilli.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nell'informativa estesa.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa estesa.