Menu

Julia 174 – Cadavere in trasferta

Non ci ha convinto granché questo Cadavere in trasferta. Con il presente albo si scivola nuovamente verso la patina di grigiore tipica di una collana che, scritta di solito mirabilmente, sembra un po’ il manifesto del “vorrei ma non posso”.

Gli autori provano a inserire un nuovo elemento con un personaggio che minaccia di diventare ricorrente.
Tale new entry – Ettore Cambiaso, un commissario in missione per un intrigo internazionale – provoca presso altri character reazioni che appaiono innaturali ai loro soliti comportamenti. Inspiegabili forzature caratteriali.

La trama si dipana senza scossoni, coinvolgendo criminalità di differenti ceppi. Apprezzabile la fase ambientata a Genova, nel cui porto viene rinvenuto un carico di cocaina e un cadavere non identificato. Da qui inizia l’indagine di Cambiaso, che vola alla volta di Garden City, luogo dove era partito il container, alla ricerca di indizi e prove.
Julia Kendall è pervasa da un’aurea nuova e si trova subito in grande sintonia con l’ospite, lei che era sempre riluttante verso coinvolgimenti personali.

La vicenda cresce e va di pari passo con un’indagine poco interessante. Buoni però i disegni di Valerio Piccioni.

Dati del volume

  • Editore: Sergio Bonelli Editore
  • Formato: brossurato, 132 pagine in bianco e nero
  • Prezzo: € 3,40
  • Autori: testi di Giancarlo Berardi e Lorenzo Calza; disegni di Valerio Piccioni
  • Voto della redazione: 5
Torna in alto